Mercati finanziari oggi 14 Febbraio 2017

Cosa succede nei mercati finanziari oggi, quali sono le migliori azioni da comprare, com’è l’andamento dei titoli in borsa in questo inizio di Gennaio 2017?
Occhi puntati sui segnali in arrivo dagli Stati Uniti. Il 2017 si confermerà l’anno di Donald Trump e della Fed pronta a fare da bilanciere alle politiche espansive USA. Gli analisti sono certi che ci saranno 3 aumenti dei tassi di interessestatunitensi nel corso dell’anno. I mercati finanziari oggiguardano alla Casa Bianca e a Wall Street. E ai nuovi equilibri politici mondiali, alle triangolazioni tra Mosca, Washington e Pechino.

Aggiornamento 14 Febbraio: come dicevamo la borsa italiana ha un trend positivo, sono i dati di crescita dei paesi europei e dell’Italia, insieme ai record di Wall Street, alle politiche finanziarie di TRUMP ( che ha cancellato tutte le  proposte di legge di Obama per mettere dei paletti alla finanza) che fanno volare i mercati, con la ripresa del prezzo del petrolio, che ormai sembra riniziare a salire. Un periodo che potrebbe essere meno favorevole per investimenti sicuri tipo Buoni Postali e che possono portare gli investitori più verso obbligazioni ed azioni.

Mercati finanziari oggi: FTSE MIB

Fiat ChryslerAutomobiles balza in terreno positivo per via delle valutazioni incoraggianti di Evencore e Goldman Sachs. Il Banco Bpmè in salute. I 2 titoli consentono al FTSE MIB di partire forte nel 2017 con prospettive di ripresa. Gli indicatori della Ue lasciano intendere che la fiducia dei consumatori è in aumento. Le Borse del Vecchio Continente annotano che l’economia USA non ha generato il numero di nuovi occupati attesi ma le buste paga sono in aumento.
Wall Street è fiduciosa, quanto basta per indirizzare gli indici dell’Europa a sorridere con acquisti su automotive e bancari. In Ftse Mib Fca registra i massimi dall’estate 2015 accompagnata dall’azionista Exor. Fca ha sfiorato i 10 euro. Evercore invita a comprare il titolo e non più a venderlo. Goldman Sachs ha aggiunto il titolo alla Conviction List, l’elenco di azioni che vanno acquistate. GS apprezza lo spostamento di Fiat Chrysler dal mercato di massa delle auto di lusso più redditizie. Entro il 2018 la casa italo americana per gli analisti andrà in attivo.

Mercati finanziari oggi 9 Gennaio 2017

Wall Street

A trascinare la Borsa regina sono il Nasdaq e l’S&P 500. Anche il Dow Jones Industrial Average punta a record storici. Sono i titoli high tech a portare in salita Wall Street. Sul finire dello scorso anno si sono registrati negli USA 156 mila nuovi occupati. A novembre erano stati 204 mila in più. Il tasso di disoccupazione è salito al 4,7% dal 4,6% di novembre. Bene però le retribuzioni medie orarie con un +2,9% nel 2016. Due milioni di posti di lavoro in più nel corso dell’anno appena concluso.
Il deficit commerciale statunitense è aumentato del 6,8% rispetto a novembre. Le esportazioni sono scese dello 0,2% mentre le importazioni sono cresciute dell’1,1%.
La piena occupazioneè stata sostanzialmente raggiunta. L’altro obiettivo di Janet Yellen è la stabilità dei prezzi. Le aspettative per 3 rialzi dei tassi nel 2017 sono attendibili, per stessa ammissione della Fed.

L’indice di fiducia nell’Unione Europea

L’indice che misura la fiducia nei consumi in Europa ha registrato un aumento di 1.2 punti a quota 107.8 punti nella zona euro e di 1.8 punti a quota 101.1 punti nell’Ue. Nei Paesi con la moneta unica l’accresciuta fiducia è dovuta al commercio al dettaglio, all’industria e tra i consumatori, in misura minore dai servizi e dalle costruzioni.
L’aumento considerevole della fiducia nell’industria è frutto di un incremento delle attese di produzione. Gli europei iniziano ad avere più fiducia nel futuro scommettendo su nuovi posti di lavoro stabili. Sono fiduciosi che l’effetto Trump si faccia sentire al di qua dell’Oceano.

Cambio dollaro euro

L’euro è sceso sotto la soglia di 1.06 sul dollaro. Nei cambi valutari si inserisce il rapporto tra yuan e dollaro. La Cina è impegnata a frenare la perdita di valore della propria moneta. Gli analisti scommettono che il 2017 porterà alla parità dollaro euro. Pechino dovrà difendersi strenuamente dalla politica protezionista americana, accerchiata anche dall’asse Trump – Putin.
Lo spread tra Btp e Bund è stabile e la rendita del decennale nazionale è sotto il 2%. Il mercato petrolifero sarà protagonista nel 2017 con i prezzi del barile in aumento dopo gli accordi dello scorso anno sul taglio della produzione mondiale. L’Opec porterà la produzione a 32.5 milioni di barili giornalieri. Aramco, compagnia saudita, sta riducendo la produzione.
Torna in bella mostra l’industria del lusso. In rialzo Kering e Lvmh a Parigi, Burberry a Londra, Ferragamo e Moncler a Milano, Richemont a Zurigo. La domanda mondiale cresce. La nuova ricchezza interna cinese sarà investita – secondo gli analisti – sui beni di lusso. La Cina copre il 30% della luxury industry. Il mercato USA dovrebbe crescere grazie ai tagli fiscali di Trump. L’apprezzamento del petrolio spingerà a fare aumentare la domanda del Medio Oriente.

Attenzione sui gruppi focalizzati nei metalli preziosi data la correzione dell’oroper via del recupero del dollaro dopo i dati sul lavoro USA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *