Su quali azioni di aziende italiane conviene investire soldi oggi?

Comprare azioni di aziende italiane potrebbe rivelarsi un buon affare in questo particolare momento storico, vediamo insieme alcune idee su cui confrontarsi.
L’investimento in azioni è uno strumento che ogni operatore deve valutare, e ponderare con attenzione. A differenza dei principali strumenti finanziari trattati (obbligazioni), l’acquisto di azioni comporta un rischio maggiore: il denaro è destinato ad acquisire capitale di rischio societario, soggetto ad oscillazioni positive e/o negative relativamente alle quotazioni di Borsa che potrebbero implicare profitti facili e veloci, ma perdite con le stesse caratteristiche.
Di solito, periodo per periodo, specie fine anno per l’anno nuovo, analisti e specialisti “indagano” quali possano essere le migliori azioni da comprare, con previsione di profitto.
Guardando la situazione, ed il mercato borsistico italiano, molti fattori sono in grado di influire sull’indice di Borsa, e sul trend dell’azione. In primis diciamo che molti investitori sono poco propensi ad accollarsi il rischio di investire in capitale di rischio, dirottando il loro interesse verso strumenti differenti, a rischio ridotto.

Situazione Borsa italiana 2017

L’anno 2017, a livello comunitario, avanza col “perfezionamento” della Brexit, con cui anche gli investitori italiani devono fare i conti. L’incertezza della nuova presidenza americana di Trump che mostra continui segnali di tensione dopo mesi dall’insediamento, la politica italiana instabile, post dimissioni di Renzi, ed altri fattori in grado di influenzare in maniera vistosa l’andamento di molte azioni domestiche.

Situazione economia italiana nel 2017

Dal punto di vista economico, gli analisti stimano una crescita del Pil italiano (2017) attorno all’1%, segnale positivo seppur modesto, che dovrebbe permettere ad alcune aziende italiane di fruirne congiuntamente ad un dollaro americano forte (salvo le manovre di politica monetarie della Fed a venire), ad un prezzo del petrolio ancora su livelli medi, e alla situazione delle sanzioni verso la Russia con allentamento in tema di sanzioni ed export maggiore del Made in Italy. Questi segnali dovrebbero rendere alcune azioni italiane senz’altro interessanti, e degne di considerazione per un investimento.

Su quali azioni di aziende italiane conviene investire oggi?
Sopra: Piazza Affari con la Borsa Valori Italiana

Investire soldi oggi: Aziende italiane meritevoli di attenzione

Sebbene il mercato azionario domestico soffra ancora per la più forte crisi economica, oramai da un decennio, alcune aziende paiono godere di salute buona per un possibile investimento.
Il settore bancariosoffre cronicamente di una sotto capitalizzazione rilevante, con alcune azioni ormai ridotte a livello junk (spazzatura) per via dei crediti in sofferenza.
Situazione leggermente diversa per il settore assicurativo che propone, attualmente, alla clientela prodotti ibridi (polizze vita con rendimenti legati all’andamento di Borsa) con rendimenti abbastanza incerti.
Il settore energetico, con l’azione Enel, sempre considerata per cassettisti (detenzione di lunga durata), ha registrato cali rilevanti nelle quotazioni in uno dei settori che ha sempre fatto da traino al mercato borsistico.

Che fare di fronte a tali premesse? Esistono azioni di aziende italiane su cui poter puntare quest’anno? Risposta positiva: vediamo quali sono.

Azioni Poste Italiane. Il gruppo Poste Italiane ha una buona solidità, ed è un settore in profonda trasformazione, allontanandosi sempre più dal tradizione core business. Sebbene il 2016 sia stato per la rispettiva azione non proprio positivo, con un calo di circa il 10% dopo l’avvio delle quotazioni, le previsioni per quest’anno degli analisti sono orientate sul Buy, con un forte supporto dei grandi investitori di Poste Italiane.
Azioni Ferrovie Italiane. Quest’anno sarà senz’altro importante per Ferrovie Italiane con una prevista privatizzazione parziale del capitale della società. Gli analisti considerano l’operazione di offerta al pubblico molto simile a quella di Poste Italiane. La società mostra una forte azione commerciale, con forti investimenti di settore, che dovrebbe contrastare la concorrenza di Italo.
Criterio ottimale per individuare altre azioni di aziende italiane su cui puntare è quello di studiare le quotazioni del passato, al fine di poter dedurre segnali di rafforzamento del corso dell’azione. Dallo studio, e osservazione, si è in grado di individuare aziende il cui valore azionario è in crescita, e su cui puntare.
Quali sono queste potenziali aziende su cui investire?
Un settore che traina il mercato borsistico italiano è quello dei media. Un’azione su cui riflettere è RCS, sebbene al momento l’azione è sopravalutata dopo il tentativo del Gruppo Cairo di scalare la società.
Passando agli studi di rendimento 2016/2017, individuiamo le seguenti aziende che hanno maggiormente registrato un incremento del valore delle rispettive azioni. Una metodologia di individuare azioni su cui puntare è proprio quello di studiare il trend di crescita e sviluppo recente.
Prosiebensat1 Media: crescita del 200% nel 2016 – Tas: crescita del 174% nel 2016 – Aeroporto Guglielmo Marconi Bologna: crescita del 44% nel 2016 – Brembo: crescita del 37% nel 2016 – Zucchi azioni di risparmio: incremento del 40% nel 2016.

LEGGI ANCHE >>> — Migliori titoli azionari del momentoMigliori investimenti del momento  –  

Il parere degli analisti per le aziende su cui puntare

Equita Sim si esprime, in un’ottica di BUY, per le azioni ENI, FinecoBank (quotazione di Borsa con buon rialzo), Ferrari, e Luxottica(recentemente impegnata in una importante operazione di aggregazione societaria).
Banca Imi – Intesa SanPaolo rivolge l’attenzione sulle aziende che rappresentano il Made in Italy nel mondo. Queste le azioni delle aziende con posizione BUY: Generali, Ferrari, Eni ed Autogrill. L’incognita su cui si concentra Banca Imi riguarda la situazione politica domestica instabile, con possibilità di elezioni anticipate ed effetti sull’andamento borsistico.
Gli analisti di UBS dirigono il proprio sguardo, per il 2017, su aziende del settore finanziario su cui puntare. Due le entità finanziarie su cui puntare: Banca Popolare Emilia Romagna e Credito Valtellinese. Vediamo le motivazioni.
UBS ha una posizione di BUY su BPER con un prezzo target di Euro 4,85 ad azione. Tale banca è impegnata nell’acquisizione delle banche sorte sulle ceneri del salvataggio di CR Ferrara, Carichieti, Banca Marche e Banca Etruria ( quelle del Decreto Salvabanche, per capirsi) . BPER sta investendo circa 80 milioni di Euro per acquisire Banca Etruria.
Credito Valtellinese viene stimata con un prezzo obiettivo per azione ad Euro 0,55, e posizione BUY. Tale presa di posizione è dovuta ad un eccesso di capitali interno. Entrambe le banche hanno indici di solidità sul capitale più che soddisfacente.

Quanto sopra esposto sono alcune delle posizioni meritevoli di attenzione per aziende italiane su cui puntare quest’anno, tuttavia l’operatività di Borsa ci deve insegnare ad acquisire ogni utile informazione per limitare possibile perdite, e con pazienza cercare di individuare certamente i profitti, senza facili entusiasmi, scontando poi la “tristezza” del calo, e della perdita sull’investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *