10 apr 2017

Filled Under:

Come investire in Borsa - guida per principianti

Investire in borsa è semplice, a meno di non essere dei principianti, allora inizia ad essere terribilmente complicato e rischioso; ecco una guida che cerca di fare chiarezza.
Una delle prime domande che un neofita della Borsa si pone è la seguente: ma come è possibile guadagnare? A seguire poi: come funziona, come decidere le strategie, su cosa puntare e soprattutto come funzionano i meccanismi di Borsa.
Tanti sono gli elementi che portano i principianti ad approcciare il mercato borsistico: possibilità di guadagno, facilità di conseguimento, rapidità ma anche pura curiosità.

Investire in Borsa: iniziare dal principio

Ma prima di iniziare a fornire una guida ai principianti, soprattutto per i primi passi operativi, ci si pone il seguente quesito: che cos’è la Borsa valori?
Una Borsa valori è un luogo in cui domanda ed offerta di beni determinati si incontrano, ossia avviene la fissazione del prezzo. I beni oggetto di contrattazione sono fondamentalmente i valori mobiliari, anche se esistono, ad esempio, Borse Merci deputate alle contrattazione delle più svariate tipologie di merci.
L’accezione classica di Borsa (riferita ai valori mobiliari) rappresenta un mezzo importante per capire se le scelte di politica economica del Governo stanno funzionando nel modo corretto. Le aspettative di crescita dell’economia nazionale, o le stime di sviluppo di certe aziende di un settore merceologico si riverberano nelle quotazioni e andamento della Borsa valori.

Come investire in Borsa - guida per principianti

Investire in Borsa: conoscere i valori borsistici

Il mezzo con cui si misura l’andamento di una Borsa valori è l’indice: FTSE MIB, DOW JONES, NIKKEI etc. L’indice di Borsa rappresenta la media dei prezzi di ogni singolo valore (azioni trattate), misurati in un contesto temporale, e per settore di riferimento.
Esiste un collegamento tra Borse valori, e famiglie, in quanto le aziende si capitalizzano grazie agli investimenti delle singole famiglie. Quindi la Borsa valori è inserita all’interno di un contesto complesso dove esistono operatori portori di specifici interessi.

Investire in Borsa: come iniziare

Qual è il primo passo per operare in Borsa? Di solito è sufficiente recarsi presso la propria banca, aprire un conto corrente ed un deposito titoli destinato a contenere i nostri investimenti borsistici. Altra possibilità è rivolgersi direttamente ad una SIM (Società di Intermediazione Mobiliare), oppure operare tramite uno degli operatori online specializzati per il trading online con i più svariati valori mobiliari e strumenti finanziari.
Ma cosa deve pensare un principiante riguardo al possibile guadagno dall’operare in Borsa, e quindi essere attratto dalla stessa?

LEGGI ANCHE >>> --- Come investire in Borsa, le 7 Regole d'Oro di Warren Buffet

Investire in Borsa: occhio alle promesse di facili guadagni

Di norma, è bene diffidare di qualsiasi informazione che promette ritorni stratosferici nel corso di un lasso temporale, specie se siamo in fase iniziale. Nelle Borse valori avvengono scambi in continua, durante la fase di apertura, per poi arrivare al trading online dove si opera, su diverse Borse valori, o mercati, 24 ore su 24. Dagli scambi che avvengono c’è sempre qualcuno che realizza un profitto, e contestualmente qualcuno che subisce una perdita. Gli scambi sono liberi. Un soggetto guadagna sempre: le banche, gli intermediari che percepiscono le commissioni per il servizio reso!

Quali sono gli strumenti finanziari trattati in Borsa?

Principalmente, per l’accezione classica, in Borsa valori si trattano le azioni, ossia quote del capitale sociale di una società (S.p.A). Il possesso di un’azione (acquisto) ci fa conseguire lo status di socio della società attribuendo vantaggi (ad esempio incasso dei dividendi), e svantaggi (possibili perdite economiche dovute al calo di valore dell’investimento). Un’azione possiede un valore nominale (valore facciale dell’azione), ed un valore di Borsa determinato dall’intersezione tra domanda ed offerta.
In Borsa valori, però, vengono trattati valori mobiliari, e strumenti finanziari molto variegati: si passa dalle classiche obbligazioni (valori mobiliari che rappresentano prestiti societari), alle opzioni, opzioni binarie, Futures (tutti strumenti che richiedono un apprendimento e comprensione), etc., per poi arrivare alle evoluzioni più complesse dei prodotti finanziari derivati (CFD, Swap etc.).
Organo di controllo per la Borsa valori, in Italia, è Consob, la quale regolamenta e vigila, con forme differenziate, sulle molteplici piattaforme di trading online.
L’affermazione che si può fare, a questo punto, è la seguente: gran parte dei soggetti che operano in Borsa lo fanno tramite canale internet, grazie allo sviluppo del trading (scambio – negoziazione) online, ai mezzi informatici messi a disposizione, ed alla possibilità di accesso facilitata. Su tale premessa, proseguiamo la trattazione.
Operare in Borsa è per molti soggetti un’attività speculativa, con rischi conseguenti di perdite del capitale investito, così come esistono buone possibilità di realizzare un profitto. Molte società di trading online, che offrono l’accesso alla compravendita dei più diversificati strumenti finanziari, offrono una opportunità di interfacciarsi, per apprendimento, con una attività DEMO: le operazioni poste in essere sono fittizie, e per prova. Di norma, se la decisione presa è di “buttarsi nella mischia” del trading, ed in generale della Borsa, è bene ricordare che dobbiamo avere un obiettivi, capire quanto rischio possiamo tollerare, come detto, acquisire una formazione di base, ed operare una diversificazione delle operazioni che poniamo in essere al fine di trarre le massime opportunità di realizzo, evitando di concentrare il capitale in una singola fattispecie di operazione che potrebbe “bruciare” il nostro capitale.
Borsa, e trading online, possono essere “tastate” con un prodotto finanziario molto utilizzato dai traders, ossia i CFD.
Un CFD (contract for difference) è un contratto collegato al prezzo di un asset sottostante, ad esempio le azioni. Nella pratica, ci si inserisce nel mercato borsistico senza acquisire l’azione, ma un prodotto che replica il prezzo dell’azione. Tali strumenti offrono la possibilità di realizzare profitti nel breve periodo, ad esempio sulla base di previsioni di salita, o discesa, del prezzo dell’azione sottostante. Rispetto all’acquisto tradizionale dell’azione in Borsa, non si è vincolati a mantenerla ed attendere il realizzo, di solito non in un’ottica di breve periodo come i CFD permettono.

Investire in Borsa: la leva finanziaria

La fase iniziale di operatività in Borsa è bene che cominci con somme limitate, proprio per scongiurare perdite rilevanti, imparando a gestire la tecnica, e le nostre sensazioni nell’operare. Capitale limitato non significa, però, operazioni piccole, infatti la leva finanziaria corregge tale distorsione. Ma cos’è la leva finanziaria? 
Sostanzialmente viene data la possibilità di investire più denaro di quello a nostra disposizione.
Esempio. Acquisto di CFD con un’azione quale sottostante. Capitale a nostra disposizione: Euro 100. La leva finanziaria permette con tale capitale di porre in essere operazioni eccedenti i 100 Euro: valore di riferimento delle operazioni poste in essere: 1500 Euro. Tutto questo significa operare in Borsa come se avessimo più capitale a disposizione, amplificando guadagni, o perdite.
A questo punto possiamo dire che operare in Borsa può essere un buon metodo per creare entrate finanziarie periodiche. Come visto con l’utilizzo dei CFD, vi è una forte differenza dall’acquistare le azioni (sottostante), ed effettuare trading in Borsa. Chi opera con la modalità del trading è concentrato solo sul realizzo del profitto tramite operazioni, rapide, di compravendita. Inoltre, a differenza della detenzione semplice da acquisto in Borsa delle azioni, con il trading si può operare anche in contesti di Borsa negativi (cercando di guadagnare sulla fase di ribasso delle quotazioni - utilizzo del CFD).

Conclusioni

Con il progredire della nostra preparazione, diviene utile poi considerare altri strumenti operativi: grafici, analisi tecniche di professionisti, tabelle, notizie di economia, stop loss (il porre limiti alle perdite) etc., sia che ci inseriamo nel mercato borsistico come scalper (quindi come operatore celere, con utilizzo di strumenti derivati, ed in un’ottica di solo profitto), sia come operatore “tradizionale” in un’ottica di BUY and HOLD dell’azione, con previsione di realizzare un guadagno in un’ottica di medio periodo dal rialzo delle quotazioni.
Se si cercano investimenti non rischiosi, è bene tenersi fuori dall'investimento in borsa, perchè se escludiamo alcune categorie di obbligazioni, quasi tutti gli investimenti in borsa sono a rischio, chi più chi meno.

Idee per investire in Borsa:

 Comprare azioni Netflix  Investire in azioni Juventus  Investire azioni FCA
 Investire in azioni ENI  Come comprare azioni in Borsa  Come comprare azioni online
 Investire i azioni Snapchat  previsioni mercati finanziari  Comprare oro in Borsa
 Investire in Banche italiane  Borsa italiana in trend positivo  Comprare azioni di aziende italiane




0 commenti:

Posta un commento

Commenti offensivi, Spam o Link verso altri siti non verranno pubblicati.