Azioni Finecobank: conviene comprare?

Conviene comprare Azioni Finecobank? Quanto è la quotazione ed il dividendo del titolo, investire in Finecobank è una buona idea, oppure è meglio lasciare stare?
Chi investe nel mercato azionario sta ritrovando fiducia nelle Banche. Cresce l’interesse verso le azioni delle società italiane. La crisi del settore bancario ha portato alla semplificazione del sistema e al suo contestuale rafforzamento. Molti investitori attualmente stanno puntando sulle Azioni Fineco. Analizziamo il quadro presente in base alle informazioni attualmente disponibili, atteso che il titolo è in forte “movimento” vediamo come vanno queste azioni.

Azioni Fineco Bank

Si tratta della banca diretta multicanale attualmente detenuta dal Gruppo UniCreditcon una delle maggiori Reti di consulenza nel Paese, con più di 2.600 Personal Financial Advisor, una raccolta netta ammontante a 5,49 miliardi di euro e 20 miliardi di patrimonio nel segmento Private (dati aggiornati al 31 dicembre 2015).
La storia di Fineco Bank è quasi ventennale essendo operativa dal 1999 e si distingue in termini di innovazione nei servizi finanziari. Attraverso un unico conto si possono operare investimenti e trading, il tutto accessibile via web e in mobilità.

Azioni Fineco

Banca Fineco rappresenta uno dei titoli più quotati e viene annoverato tra le migliori azioni attualmente disponibili da acquistare con un trend di crescita costante. L’analisi fondamentale presenta risultati positivi. La partecipazione degli operatori si sta notevolmente intensificando con il probabile avvio di una fase a volatilità elevata anche in relazione all’interesse crescente intorno alla società. Sono diversi i gruppi interessati ad entrare nel capitale e a prenderne il controllo.

Azioni Finecobank: conviene comprare?
 Conto Corrente Finecobank  Azioni Banca Intesa San Paolo  Azioni Banca monte dei Paschi di Siena
 Azioni Banca Popolare  Azioni Poste italiane  Azioni Volkswagen
 Azioni Google  Azioni Apple

Azioni Finecobank : l’interessamento di Mediobanca

A Piazza Affari si risente delle indiscrezioni relative ad un interessamento di Mediobanca per il titolo Fineco. L’ad di Mediobanca Alberto Nagelsu una probabile acquisizione di Fineco, al momento si trincera dietro un no comment che lascia intravedere un crescente interesse che porterà in un prossimo futuro a rafforzare Fineco.
A metà novembre è prevista la pubblicazione del nuovo piano industriale Mediobanca, società di riferimento del capitalismo italiano, che in questi anni ha dovuto adeguarsi alle mutate esigenze del mercato creando CheBanca!. Un “matrimonio” tra i 2 istituti bancari potrebbe rilanciare Mediobanca e contestualmente rendere ancora più solida Fineco.

Unicredit cede quote

In queste ultime settimane diminuisce la presenza di Unicredit in Fineco essendosi concretizzata la cessione, attraverso la procedura di accelerated bookbuilding di 121,4 milioni di azioni ordinarie Fineco Bank, ammontanti al 20% del capitale. La vendita è avvenuta al prezzo di 4,55 euro per azione, con uno sconto del 5% rispetto all’ultimo prezzo di chiusura prima dell’annuncio dell’avvio della procedura. Il corrispettivo dell’operazione, che si associa a quella compiuta sul 10% di Fineco Bank nel mese di luglio, è stato di 552 milioni di euro.
A seguito della cessione (con conseguente aumento di 12 punti base del Common Equity Tier 1 ratio di Unicredit) il Gruppo Unicredit controlla il 35% di Fineco Bank che sarà consolidata. La controllante ha assunto l’impegno a non cedere altre azioni per 12 mesi dalla data di regolamento dell’operazione.

L’analisi di Equita SIM

In base alle analisi di Equita SIM si va verso la cessione di Fineco ma come opzione per il medio termine, nell’ambito del piano industriale che verrà illustrato il prossimo 13 dicembre. Solo allora si potrebbe avere un quadro più completo sul passaggio di proprietà che, a questo punto, avverrà nel 2017. Si comprenderà del reale interesse di Mediobanca o di altri gruppi. Il proposito è quello di rafforzare la solidità degli istituti italiani per renderli sempre più competitivi su scala europea e globale.

Quotazione azioni Finecobank

dal 6 nov 2015 al 6 nove 2016

  • prezzo massimo: 7,62 euro
  • prezzo minimo: 4,78 euro

Azioni Finecobank

Le analisi sulle migliori azioni da comprare riflettono le novità provenienti dai mercati abbinate ai rating stabiliti dagli istituti preposti a “misurare” le prospettive di società e Stati sovrani. Investire su azioni Fineco, come in qualsiasi altro titolo azionario, comporta un grado di rischio. Il consiglio è sempre di investire sempre un po’ di meno di quanto è possibile perdere, anche se va sottolineato che Finecobank è la banca più sicura in Italia.
Lo scambio di azioni è piuttosto rischioso e non si adatta a tutti gli investitori. Inoltre bisogna diversificare l’investimento anche nello stesso ambito. Se si punta sui bancari è preferibile andare su azioni dei gruppi migliori. Queste valutazioni (è bene sempre sottolinearlo) sono soggette a possibili variazioni per fattori a volte non prevedibili anche dagli stessi analisti.
Chi non è particolarmente esperto dei mercati azionari deve optare per un consulente finanziario, non su quello che è nostro “amico” ma su quello più bravo ed affidabile disponibile. Investire in azioni non è affatto un gioco e può comportare delle perdite a volte abbastanza consistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *