Investire in moneta virtuale criptovaluta conviene? Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Peercoin

Investire in moneta virtuale conviene? Il quesito che ci poniamo non è, apparentemente, di facile risposta: esistono rischi collegati alla convenienza nell’ investire in cripto monete, all’interno di un quadro di “mercato” non normato, ed in continua evoluzione.
I media, d’altra parte, non hanno mostrato particolare interesse per il fenomeno, rimanendo in una situazione di incertezza nel fornire informativa, forse pensando si trattasse di un fenomeno transitorio, una bolla che si sarebbe presto sgonfiata.
Le cose non sono andate esattamente così: il mercato delle cripto monete è cresciuto, nel giro di qualche anno, in maniera esponenziale, e non si tratta più solo di Bitcoin come avevamo già visto tempo fa, ma anche di altre interessanti forma di cripto valute quali l’Ethereum, il Litecoin il Peercoin.

Proviamo a dare qualche supporto informativo in merito all’opportunità di investire in cripto monete oggi.

Come detto la crescita del mercato delle cripto monete è stata rapida e dirompente, ed a prescindere dall’aspetto speculativo, sempre presente, forse sarebbe stato opportuno dedicare maggiore attenzione mediatica, e sociologica al fenomeno comprendendone opportunità e ragioni del fenomeno e capire se si tratta di un investimento conveniente. Attualmente, come detto, non si “coniano” più soltanto Bitcoin, ma anche Ethereum, Litecoin, Peercoin etc. Bitcoin è, attualmente, la prima cripto moneta per utilizzo e capitalizzazione, mentre al secondo posto si colloca Ethereum.

Investire in moneta virtuale: pro e contro

Senz’altro, molti tecnici, considerando la potenziale rischiosità nell’investire in cripto monete, in quanto sono poco liquide, ossia ancora poco scambiate sui mercati, devono considerare che un Bitcoin quota circa 1100 Usd (agli albori, alcuni anni fa era attorno a pochi Usd), ed  è in grado di generare transazioni giornaliere per circa 300 milioni di Usd, a fronte di un capitalizzazione di circa 17,5 miliardi di Usd. Sicuramente la carente liquidità delle cripto monete è in evoluzione, che dire?

Le monete virtuali sono spendibili?

Se poi consideriamo l’utilizzo nella vita reale di ogni giorno, è notizia recente come un’agenzia immobiliare di Roma accetti, a fronte della vendita di appartamenti, regolamenti in Bitcoin. Inoltre, esistono già attività commerciali abilitate ad accettare Bitcoin a fronte del regolamento di acquisti.

A parte queste notizie “di servizio”, senz’altro, chi ha avuto l’idea di creare la cripto monete non ha avuto una cattiva idea se guardiamo all’evoluzione occorsa nel giro di qualche anno. Esiste incertezza, oggi, sul comprendere come e quali cripto monete si imporranno nel prossimo futuro, con riflessi sulla relativa quotazione, rendimento, prestigio della stessa.  Ad oggi, dovessimo considerare un potenziale investimento, non a breve termine, è bene considerare Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Monero anche se il ventaglio delle cripto monete è in costante allargamento.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Perchè investire in moneta virtuale: vantaggi

La sicurezza delle cripto monete è un dato reale: ogni transazione ha luogo se l’intera rete l’ha registrata, vistata (blockchain). È arduo operare degli imbrogli.

Investire soldi in anonimato

Per chi punta sull’anonimato dell’investimento, le cripto monete, a differenza delle monete tradizionali, lo riconoscono pienamente. Inoltre, non è possibile dubitare sulla legalità delle cripto monete: dato il livello di capitalizzazione raggiunto, e la vastità degli scambi, il fenomeno illegalità è escluso. Da ultimo, e non è da poco, le cripto monete sono totalmente al di fuori del sistema bancario, di organi governativi, etc.: piena indipendenza dell’investimento.

A livello di operatività online, investimento e/o speculazione, vi sono operatori specializzati – marketplace – che si stanno attivamente operando per permettere gli scambi sulle principali cripto monete. A supporto di tali operatori specializzati, vi è la tecnologia blockchain per la gestione telematica degli scambi. Esistono, inoltre, paesi  che stanno puntando su tali mercati specializzati: un esempio è Dubai, anche se, come detto, per le cripto monete, non vi è intervento di banche centrali, o governi.

Andreas Antonopoulos, uno dei maggiori esperti per le cripto monete a livello mondiale,  ha affermato che il fatto di non essere sorvegliate, e regolate, è una qualità delle cripto monete, e non un limite. Il desiderio di una moneta senza una banca supervisore, che si sviluppa grazie alla fiducia dei suoi partecipanti alla rete è un punto a favore di un potenziale investimento. Molti investitori in cripto monete approfittano poi della volatilità di tali strumenti, ossia della potenzialità di realizzare guadagni non indifferenti.

Difficoltà legali delle criptovalute

Pro e contro delle cripto monete stanno preoccupando, e non poco, i Governi mondiali. La Cina, ad esempio, ha deciso di mettere un blocco sul trasferimento di fondi all’estero tramite Bitcoin. Questo fa riflettere sulla “instabilità” del mercato delle cripto monete. La “bontà” di tali strumenti regge fino al momento in cui interessi prevalenti socio/politici non vengono intaccati, ed a maggior ragione in alcuni paesi. Siamo agli inizi, e quindi il futuro della convenienza sull’opportunità di investimenti in cripto monete è in divenire, basti pensare che la tecnologia è in continuo miglioramento, ed è possibile che le cripto monete possano sviluppare mercati regolamentati di rilevante importanza. Ethereum sta creando una  cooperazione con banche tradizionali, fondi di investimento etc. al fine di far “accettare” la blockchain quale esigenza da rispettare, e condividere. Forse, in tale maniera, l’indipendenza delle cripto monete verrebbe “tradita”: vedremo gli sviluppi.

Un investimento, oggi, in cripto monete non rappresenta più un fenomeno isolato. Pensiamo al Bitcoin. Tale cripto moneta è stata ideata da Nakamoto nel 2009, ed è il precursore di tale fenomeno. Dal 2009 ad oggi il panorama delle cripto monete è incrementato, e cambiato, ma interessante è come da pochi Usd degli albori, oggi un Bitcoin raggiunge un valore con picchi di ben oltre i 1000 Usd.

La convenienza dell’investimento è poi supportata dalla criptografia che protegge e tutela le transazioni delle cripto monete. Abbiamo detto come non vi siano problemi di legalità concreti nell’utilizzo,  sebbene, tra le molteplici cripto monete nate, è facile cadere in una area border line della legalità. Attenzione!

investire in moneta virtuale
Questo grafico della quotazione della moneta virtuale più scambiata, il BITCOIN, fa vedere più di tante parole, cosa significa investire soldi in criptovalute. L’andamento del valore tra Bitcoin e Euro negli ultimi 2 anni è impressionante.

Rendimento della moneta virtuale

Per quanto riguarda investimento in cripto monete, e inflazione, al pari delle classiche monete e banche centrali, il fenomeno inflazionistico non è totalmente da escludere dall’investimento. Il mercato delle cripto monete segue un protocollo proof of work: tutte le cripto monete, in rete, esistono grazie alla comunità dei miners, che sono coloro che hanno programmato i propri computer, o strumenti informatici, per validare tutte le transazioni. Creare cripto monete e creare inflazione è possibile.

Come già ricordato, la convenienza ad investire in cripto monete, oggi, è supportata dalla sicurezza : le cripto monete non possono essere sequestrate da parte della autorità di pubblica sicurezza, come le tradizionali monete. Si parla di anonimato.

Concludiamo questo breve excursus sulla convenienza nell’investire in cripto monete oggi, considerando il possibile sviluppo degli anni a venire. Bitcoin, e le altre cripto monete in essere, o in divenire, avranno una crescita esponenziale: il fenomeno non è arrestabile. Da tale previsione di crescita nella diffusione, ne deriva, con le dovute precauzioni, una crescita anche nel valore di ogni singola cripto moneta. Sarebbe interessante, per supportare ulteriormente l’attività di investimento, e sopratutto per farne degli investimenti più sicuri rispetto ad ora, di poter fruire di sistemi di scambio trasparenti, magari per settore, e fare affidamento su reti ancora più evolute che siano in grado di mantenere gli aspetti positivi delle cripto monete. Non è poi da escludere un investimento, non più privato, ma riservato alle imprese: non si tratterebbe di fantascienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *