Buoni Fruttiferi Postali indicizzati all’inflazione italiana conviene investire?

Quanto rendono i Buoni Fruttiferi Postali indicizzati all’inflazione italiana? Convengono? Investire soldi in questo tipo di BFP é redditizio?
Torniamo a parlare di Buoni Fruttiferi Postali, stavolta nella formula “indicizzati all’inflazione italiana“.

Diciamo subito che l’investire su questo tipo di BTP, si rivela buono non solo nei momenti in cui l’inflazione ha delle grandi fluttuazioni, ma anche in momenti come questo periodo storico in cui l’inflazione non ha grandi balzi, ma che comunque é strisciante ( intorno al 2% fino al 2012) e quindi si rilevavano un discreto investimento, rispetto ad altri tipi di investimento sicuri.

Con la crescita del PIL che si attende per il 2015-2016, anche l’inflazione riprenderà a farsi sentire ( se guardate nello storico dell’inflazione italiana qui sotto, troverete un incredibile 0% nel 2014…) e anche questo tipo di BFP riprenderanno finalmente ad essere convenienti.

Si perché non ci stancheremo mai di dire che i Buoni Fruttiferi Postali sono un investimento garantito dallo Stato italiano, quindi un investimento sicuro al 100% , l’opposto di quello che va tanto di moda oggi, cioé il trading ma comunque totalmente diverso dell’altro investimento nel lungo periodo preferito dagli italiani, cioè il mattone.

Per carità, i BFP non hanno mai dato tassi di interesse altissimi, ma sono un investimento per il lungo periodo, meglio ancora se nel lunghissimo periodo, soldi che si mettono via se una persona lavora ho ha comunque un reddito che gli permette un piano di accumulo risparmio lento e costante, anche se molti BFP scadono dopo un periodo ( questi si possono accumulare fino a massimo 10 anni), si può sempre riniziare da capo.

Buoni Fruttiferi Postali indicizzati all'inflazione italiana conviene comprarli?
Buoni Fruttiferi Postali 4X4 convengono? Buoni Fruttiferi Postali per minori: perché comprarli
Buoni Fruttiferi Postali Ordinari: pro e contro Buoni Fruttiferi Postali 3X4 a Chi convengono?
Buoni Fruttiferi 18 mesi Buoni postali per minori
Perchè comprare Buoni Postali Buoni Fruttiferi Postali Indicizzati Stox 50

Conviene investire in Buoni Fruttiferi Postali indicizzati all’inflazione italiana? Ecco il tasso di inflazione in Italia negli ultimi anni (CPI):

  1. Inflazione in Italia 2014 0,00 %
  2. Inflazione in Italia 2013 0,66 %
  3. Inflazione in Italia 20122,31 %
  4. Inflazione in Italia 20113,29 %
  5. Inflazione in Italia 20101,88 %
  6. Inflazione in Italia 20091,02 %
  7. Inflazione in Italia 20082,24 %
  8. Inflazione in Italia 2007 2,61 %
  9. Inflazione in Italia 20061,87 %
  10. Inflazione in Italia 20051,99 %
  11. Inflazione in Italia 2004 2,03 %
  12. Inflazione in Italia 2003 2,50 %
  13. Inflazione in Italia 2002 2,83 %
  14. Inflazione in Italia 2001 2,37 %
  15. Inflazione in Italia 2000 2,70 %
  16. Inflazione in Italia 1999 2,11 %
  17. Inflazione in Italia 1998 1,68 %
  18. Inflazione in Italia 1997 1,90 %
  19. Inflazione in Italia 19962,86 %
  20. Inflazione in Italia 1995 5,57 %
Azioni Poste italiane conviene investire? Difendiamo il c/c dal Bail-In
Quando posso comprare azioni di Poste Italiane Le Regole degli Investitori

Buoni Fruttiferi Postali Indicizzati all’inflazione italiana

Quanto é il rendimento fisso dei Buoni Fruttiferi Postali indicizzati all’inflazione italiana ( da aprile 2015):

  1. Fine del primo anno 0,10%
  2. secondo anno 0,10%
  3. terzo anno   0,10%
  4. quarto anno 0,10%
  5. quinto anno 0,25%
  6. sesto anno         0,25%
  7. settimo anno 0,25%
  8. ottavo anno 0,25%
  9. nono anno         0,50%
  10. decimo anno 0,50%

Quanto é il minimo di soldi da investire in BFP indicizzati all’inflazione:

  • Non è previsto un minimo o un massimo  da investire, comunque Noi consigliamo di fare un investimento costante nel tempo, cioè ad esempio mettere via una quota fissa del nostro stipendio.

Quanto é la durata massima dell’investimento su BFP indicizzati all’inflazione italiana:

  • Sì può investire per un periodo di tempo massimo di 10 anni.

Quando posso riprendere i soldi del mio investimento in BFP e quanto mi danno se li riprendo prima della scadenza.

  • Ovviamente, come gli altri Buoni Fruttiferi Postali, anche questi si possono monetizzare in qualsiasi momento, si ha sempre il diritto di riavere tutto il capitale investito, avere gli interessi del tasso fisso se sono passati almeno 18 mesi dalla prima sottoscrizione.

La rivalutazione del capitale dei miei BFP indicizzati all’inflazione, come posso calcolarla?

  • Basta andare nel sito dell’ISTAT per fare un calcolo di quanto si possono rivalutare i miei soldi investiti in Bfp , é infatti da lì che le Poste prendono le variazioni di inflazione per fare i calcoli.

Tasse sui Buoni Fruttiferi Postali:

  • Come tutti sanno, uno dei punti di forza dei BFP che li rende molto appetibili per il risparmiatore, é quello per cui si pagano meno tasse rispetto ad altri tipi di rendite finanziarie. Qui si paga solo il 12,5% sugli interessi attivi, quasi la metà che su altri tipi di rendite.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *