Obbligazioni tasso fisso migliori: investire nel 2018

Oggi parleremo delle obbligazioni tasso fisso migliori da comprare in questo periodo. A metà inoltrata del 2017, notiamo come sul fronte obbligazionario i rendimenti a tasso fisso non sono entusiasmanti, specie se guardiamo al comparto bonds espressi in Euro. Tanto meno lo è stato l’anno 2016, un anno veramente avaro sul fronte soddisfazioni da rendimenti obbligazionari. A questo punto sorge spontaneo il quesito come individuare le obbligazioni migliori, e per il tema che affronteremo le obbligazioni tasso fisso migliori, tralasciando le obbligazioni a tasso variabile che specie in area Euro offrono rendimenti molto bassi.

Sebbene siamo in un periodo di rendimenti fissi molto bassi, come detto, per l’area Euro, le obbligazioni suscitano sempre un interesse da parte di chi vuole valutare un investimento, specie se non intende investire in capitale di rischio (azioni), o prodotti finanziari ancora più rischiosi (derivati, opzioni etc.).

Come scegliere le obbligazioni tasso fisso migliori

Di prima battuta, dobbiamo premettere che ogni scelta è individuale, che avere un portafogli titoli diversificato è praticamente un obbligo se non si vogliono far correre troppi rischi al capitale, e che ci sono tanti modi per investire i soldi,  per cui di fronte a due obbligazioni a tasso fisso, la migliore può risultare diversa tra investitori diversi. Il mercato offre una infinità di obbligazioni che offrono soluzioni di rendimento diversificate, con rischio che può andare dal nullo (vedasi Bund Germania), all’infinitamente rischioso (obbligazioni Venezuela a tasso fisso o quelli del Brasile).

Proviamo a percorrere un percorso che inizia dalla scelta tra obbligazioni statali e obbligazioni corporate (ipotesi entrambe a tasso fisso).

Come facilmente si intuisce, una obbligazione statale viene emesse da una autorità statale quale strumento di finanziamento del debito pubblico. Esistono emittenti diversi (Stati europei, organismi sovranazionali, stati appartenenti a realtà lontane dal nostro continente). L’esempio più lampante è la differenza (rischio) tra Bund tedeschi e Btp italiani che si traduce in differenza spread (termine ben conosciuto, ormai).

Una obbligazione corporate rappresenta invece una richiesta di finanziamento da parte di una società di grande dimensioni (di solito) verso i risparmiatori per far fronte alle attività correnti, o meno. Anche in tale comparto troviamo obbligazioni corporate a basso rischio (misurazione con il Rating loro attribuito), e obbligazioni a rischio maggiore (Rating più basso compensato con l’offerta di un tasso fisso di interesse maggiore rispetto al caso precedente).

Ancora, per poter arrivare ad una scelta ben ponderata tra obbligazioni statali o corporate a tasso fisso, bisogna considerare il trattamento fiscale di riferimento. Le obbligazioni statali scontano un 12,50% di ritenuta sugli interessi maturati/capital gain, mentre le corporate sono soggette ad una ritenuta del 26% in grado di intaccare maggiormente il rendimento offerto.

Non è difficile comprendere il motivo di tale differenziazione di aliquota fiscale: lo Stato punta ad una raccolta maggiore (investimenti) rispetto al settore privato.

Vediamo altre considerazioni per poter arrivare ad una scelta su quale siano le migliori obbligazioni a tasso fisso sulla base di maggiori informazioni a nostra disposizione.

Come l’intero mercato finanziario, anche il mercato obbligazionario è stato colpito duramente dalla crisi economica. Questo si è tradotto in un minore gradimento per le obbligazioni corporate che hanno di natura un rischio maggiore rispetto a quelle statali, e d’altra parte vi è la necessità per l’investitore di sicurezza, rendimento buono e certo. Sono ancora vivi i ricordi delle obbligazioni a tasso fisso subordinate delle banche che sono state oggetto di ristrutturazione, MPS e relative obbligazioni subordinate incluse.

Steps di valutazione di un’obbligazione

migliori obbligazioni a tasso fisso da comprareAl fine di arrivare al nostro traguardo, individuare le migliori obbligazioni a tasso fisso, vi sono alcuni steps logici da considerare.

Il primo di questi riguarda il rating dell’obbligazione, ossia la valutazione che accompagna ogni obbligazione emessa da organismi internazionali che certificano la solidità, o meno, dell’emittente. Ad un rating più elevato corrisponde una maggiore capacità finanziaria dell’emittente proiettata anche verso il futuro. È vero anche che le società di rating sono spesso nell’occhio del ciclone in merito ai criteri con i quali valutano la solidità di un emittente. Caso famoso è quello delle obbligazioni Argentina, paese che aveva un rating alto, le cui obbligazioni sono andate in default con una velocità sorprendente.

Il secondo elemento da valutare è il tasso di interesse offerto dall’emittente. Abbiamo detto che la nostra ricerca va verso le migliori obbligazioni a tasso fisso, e chiaramente guarderemo ai tassi di interesse offerti dall’emittente, con la considerazione che un tasso fisso maggiore comporta anche un grado maggiore di rischio rispetto ad una obbligazione di un altro emittente con le stesse caratteristiche di durata, ad esempio.

La durata dell’obbligazione

La durata, infine, è un criterio che ci permette di valutare l’idoneità del rendimento offerto. È ovvio che considerando obbligazioni a tasso fisso, un buon tasso fisso oggi potrebbe non esserlo tra cinque anni. La scelta di una obbligazione a tasso fisso a lungo termine presenta questo handicap, e qualora dovesse verificarsi un rialzo sul mercato dei tassi fissi, la nostra obbligazione non sarà più appetibile, e di norma è soggetta a deprezzamento del proprio corso nel mercato finanziario.

Un’ultima considerazione riguarda le obbligazioni statali: non tutte le obbligazioni statali sono meritevoli di considerazione per un investimento sicuro. Ad esempio la comparazione dei rating di Stati diversi può farci comprendere quale sia il rischio in essere su obbligazioni potenzialmente appetibili a tasso fisso di un emittente che sconta un basso rating, ossia avrà possibili difficoltà nel ripagare, a scadenza, il debito contratto con l’emissione del prestito obbligazionario.

Migliori obbligazioni statali a tasso fisso 2017-2018  

Le migliori obbligazioni statali in termini di sicurezza sono quelle emesse dalla Germania, che sebbene offra rendimenti bassissimi (addirittura rendimenti negativi per alcune tipologie), offrono una stabilità estrema. Perché interessarci ad una obbligazione Germania se il rendimento è prossimo allo zero, o sotto? La scelta potrebbe essere idonea per un parcheggio temporaneo del nostro denaro, in tranquillità, per una successiva valutazione futura verso altre obbligazioni.

obbligazioni tasso fisso migliori
Si ringrazia per l’immagine: Borsa Italiana

Simili sono le obbligazioni giapponesi (Eur/Jpy tasso fisso), le quali pur scontando un debito pubblico elevato, vantano una stabilità paese di rispetto come la Germania. I rendimenti in tal caso sono sempre bassissimi, e valgono le stesse considerazioni sopra espresse sui motivi di scelta. Nel caso dovessimo optare per una obbligazione a tasso fisso in Jpy, occorre prestare attenzione al rischio di cambio che potrebbe danneggiare il nostro capitale investito.

Se guardiamo le obbligazioni statali con un medio rischio, possiamo considerare i Btp italiani (sotto se ne propongono alcuni). Perché Italia rischio medio? Il nostro paese sconta una incertezza politica, oltre ad un forte debito pubblico, fattori che influiscono sull’outlook delle obbligazioni italiane. Paese simile al nostro, ma che sta mostrando timidi segnali di ripresa è il Portogallo, le cui obbligazioni a tasso fisso possono rappresentare un’opportunità di investimento qualora offrano un tasso di rendimento maggiore dei Btp a parità di durata.

Ecco alcuni Btp – tasso fisso – degni di considerazione:

  • Btp 1/2/2018  4,50%
  • Btp 1/3/2019  4,50%
  • Btp 1/3/2047  2,70%
  • Btp 1/2/2037  4%
  • Btp 1/6/2025  1,50%

Infine, esistono sul mercato, una moltitudine di obbligazioni statali ad alto rischio: rischio sia per la solvibilità dell’emittente, sia per il rischio di cambio se le obbligazioni sono espresse in una divisa non Euro. Ad esempio di notevole interesse come rendimenti a tasso fisso, vi sono le obbligazioni Bei, Bers, espresse in Try (lire turche), o in Zar (rand sudafricani), dove i rendimenti oscillano tra il 6 ed il 9%. Queste sono obbligazioni migliori come rendimento, se non soffrono di un deprezzamento della divisa pro tempore, magari possono essere idonee per un investimento a breve durata.

Migliori obbligazioni corporate tasso fisso 2017-2018

Al fine di individuare le migliori obbligazioni corporate tasso fisso, possiamo provare a suddividerle per comparto.

Il settore automobilistico continua ad essere molto interessante, con rendimenti soddisfacenti. Interesse massimo può essere rivolto verso le obbligazioni a tasso fisso FCA la quale sembra avere trovato la capacità di concorrere a livello mondiale. Anche Volkswagen, nonostante i problemi sofferti negli USA ed in Europa per lo scandalo emissioni, ha sul mercato obbligazioni a tasso fisso di rendimento soddisfacente.

Il settore bancario è stato completamente stravolto dalla crisi economica e dagli scandali finanziari (vedi Mps, e le prime quattro banche soggette a Bail-in). Non è possibile dire che le obbligazioni del settore bancario siano le migliori, specie se a tasso fisso, proprio per le incertezze che sconta il settore in continuo assestamento e minato da sofferenze a bilancio elevate. Se del caso, meglio indirizzarsi sul obbligazioni a tasso fisso di grandi gruppi, dove il detto too big to fail (troppo grandi per fallire) può dare una marcia in più alla appetibilità per rischio delle obbligazioni.

Settore molto buono, dove si possono trovare alcune migliori obbligazioni a tasso fisso, è quello della moda, dove le obbligazioni a tasso fisso / Eur di Armani, Cucinelli e Moncler rappresentano solide realtà, accompagnate da buoni rendimenti.

Conclusioni sulla individuazione delle obbligazioni a tasso fisso migliori

Alla luce della veloce carrellata di cui sopra, si può dedurre come ogni valutazioni sul significato di migliore obbligazione sia propria e personale dell’investitore, accompagnata da proprie valutazioni e competenze, o che gli vengono fornite a supporto da persone competenti (come si auspica).

La realtà dei mercati finanziari è chiara: tasso fisso maggiore uguale rischio maggiore. Tasso fisso minore uguale rischio minore. Recentemente i quotidiani sono pieni di pagine pubblicitarie per sollecitare la sottoscrizione di nuove obbligazioni a tasso fisso espresse in divise extra Euro, e riguardanti paesi lontani dal nostro: India, Brasile, Russia etc. sottolineando l’importanza di un maggiore tasso di rendimento rispetto alle obbligazioni a tasso fisso in Euro. Purtroppo, nessuno regala nulla per nulla, e tanto meno i mercati finanziari! Di questo occorre esserne ben consapevoli.

Leggi anche >>> — Obbligazioni MPSIdee per investire in obbligazioniObbligazioni in dollari americaniObbligazioni subordinate e Bail InCalcolo BOT ordinariObbligazioni FerrariObbligazioni Banco Popolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *