Prestiti senza busta paga: come ottenerli, le offerte più vantaggiose

Come posso avere dei prestiti senza busta paga? E’ possibile avere dei piccoli prestiti anche se non si ha una busta paga, di seguito è spiegato come.

In un periodo storico di forte crisi economica come questo, avere un lavoro fisso, stabile e documentato da una busta paga, non é così semplice, specialmente per persone sotto i 40 anni e quindi ottenere un prestito è diventato sempre più complicato.
Ormai il mondo del lavoro è totalmente cambiato rispetto a soli 10 anni fa.
Se qualcuno riesce a trovare un lavoro, nella stragrande maggioranza dei casi é un lavoro part-time, a tempo determinato, per piccoli contratti, magari pagati con voucher, oppure addirittura in nero.

Prestiti senza busta paga, sempre più persone ne hanno bisogno

Un tempo le banche guadagnavano sui prestiti, e quindi più prestiti facevano, più guadagnavano, più i dipendenti riuscivano a stipulare dei contratti di prestito, più erano gratificati.
Oggi sta avvenendo tutto il contrario, l’antico ruolo delle “banche che danno credito e servivano come ‘volano dell’economia’ va pian piano svanendo, in quanto ora una banca quotata in borsa, deve avere meno sofferenze possibili per poter avere un bilancio solido ed appetibile agli investitori; in pratica le Banche europee, dopo i recenti trattati, stanno trasformando la propria natura da istituti di credito a gestori di risparmio.
Ovviamente ancora oggi le Banche prestano soldi, ma solo ed esclusivamente a chi riesce a fornirgli delle solide garanzie.

Questo é il principale motivo per cui avere un prestito senza busta paga, oggi come oggi non é così semplice, anche se non tutte le banche usano gli stessi criteri per fare un prestito.

Prestiti senza busta paga: come ottenerli, le offerte più vantaggiose

VARI MODI DI AVERE

PRESTITI SENZA BUSTA PAGA:

Avere un prestito con la denuncia dei redditi:

Per i lavoratori atipici, o coloro che hanno un’entrata senza avere un lavoro, come ad esempio i proprietari di casa che hanno il reddito di un affitto, la banca può concedere un prestito.
Meglio se colui che chiede il prestito é un buon cliente della banca, ( a volte questa condizione è indispensabile) in modo che la banca riesca a controllare i vari movimenti del suo conto corrente e verificare che le entrate siano reali.
La fideiussione, cioé avere un garante del proprio debito:
Questo è uno dei metodi più antichi e conosciuti per avere un prestito. Trovare un parente, un amico o un datore di lavoro che garantista per Noi, se siamo persone serie non é così difficile, e la Banca si potrà rifare su di lui se Noi non paghiamo il debito.

Prestiti cambializzati:

  • Si tratta di una forma di prestito che andava ‘di moda’ fino a qualche anno fa’, ma che ora non tutte le banche fanno. Si tratta di prestiti online , che in molti casi pretendono di dimostrare un TFR, quindi non adatti a persone che non stanno lavorando, ma in cui possono rientrare quei lavoratori a tempo determinato che non hanno una busta paga che dimostri che lavorano a tempo indeterminato.
  • Se i prestiti cambializzati possono quindi aiutare chi non ha un posto fisso, ad esempio i cittadini stranieri che lavorano da poco tempo in Italia, non sono convenienti, perché hanno un tasso di interesse molto elevato.

Prestiti per cattivi pagatori senza cessione del quinto:

  • Uno dei problemi più grossi per una persona che vuole un prestito, è quello di trovarsi ad essere un cattivo pagatore.
  • Un cattivo pagatore è quel debitore che non ha pagato alcune rate del debito o ha saltato il pagamento di alcune cambiali. Quando un debitore non paga alcune rate, il creditore lo segnala ad una agenzia nazionale e questo diventa subito un ‘cattivo pagatore’.
  • Per prendere un prestito un cattivo pagatore deve farsi dare un prestito cambializzato, un prestito tra privati è infatti uno dei pochi modi per riuscire ad avere soldi. Il prestito cambializzato , come scritto sopra, è un modo

 

 

Prestiti senza busta paga con le carte revolving:

Le carte revolving sono delle vere e proprie carte di credito, che vengono date su richiesta del cliente ( leggi: Prestiti   Postepay)
Hanno avuto un’enorme diffusione dopo gli anni 2000, ma hanno degli interessi particolarmente alti ed essendo comunque un prodotto rischioso per la banca, non vengono più erogate con la facilità di qualche anno fa’.
Il prestito di una carta revolving viene rimborsato a rate, il credito che ci hanno reso disponibile, si può usare facendo acquisti oppure direttamente prelevare contanti sugli sportelli bancomat abilitati. Va tenuto conto comunque, che le spese per una carta revolving non sono solo quelle degli interessi passivi sul debito, ma anche:

  • Commissioni per eventuali rifornimenti del carburante.
  • Commissioni per i prelievi che si fanno presso i bancomat.
  • Ci sono delle spese per l’assicurazione obbligatoria annuale ( che serve alla banca in caso che Voi non paghiate il debito).
  • Ulteriori spese, sono quelle che bisogna pagare per l’invio che fa la banca dell’estratto conto di ogni specifica carta revolving.

Prestiti personali senza busta paga a chi sono indirizzati:

Posso avere un prestito senza busta paga? Chi può avere un prestito senza busta paga?

  • Disoccupati.
  • Pensionati.
  • Protestati ( cattivi pagatori).
  • Precari.
  • Lavoratori atipici.
  • Professionisti.
  • Casalinghe.
  • Studenti.
Ebbene sì, tutte queste categorie di persone, posso avere dei prestiti personalizzati, basta scegliere il giusto modo e la banca giusta.
Ricordiamo infatti che le banche si possono regolare in maniera diversa, sia per esigenze proprie aziendali, sia possono fare enormi differenze se il clienti che chiede un prestito è un vecchio correntista oppure un perfetto sconosciuto.

Molti non lo sanno, ma anche i correntisti di una Banca oggi come oggi hanno un loro ‘rating’, calcolato in base ai soldi che hanno investito in Banca, al fatto se hanno avuto prestiti o se li hanno in corso, in base se li hanno estinti oppure hanno avuto difficoltà a rientrare con il prestito oppure se sono protestati o sono dei cattivi pagatori.

Prestiti personali, TAN e TAEG cosa sono? 

  • Sapete cosa indicano il TAN ed il TAEG? Al link troverete anche degli esempio; qui vi diciamo che il TAN è il Tasso Annuo Nominale e il TAEG é il Tasso Annuo Effettivo Globale, cioè il tasso effettivo comprensivo delle varie spese accessorie per il finanziamento.

Prestiti Online Compass:

  • Compass è una delle più grandi banche italiane che si occupano di prestiti, collabora con 100 tra banche italiane, finanziarie, credito al consumo, recupero crediti , ora anche assicurazioni ed emissione di carte di pagamento.
  • Compass offre diverse soluzioni per chi chiede un prestito, dal numero di rate che si possono cambiare nel tempo, alla possibilità di saltare alcune rate durante il rimborso del prestito.

Prestiti AGOS:

  • AGOS offre un’ampia gamma di possibilità di prestiti, in particolare ci siamo occupati di prestiti per le vacanze, si tratta di prestiti di cifre non alte che in Italia difficilmente si prendono, ma perchè non prenderli, visto che è così semplice rimetterli?

Prestiti senza busta paga e con garanzie di Poste italiane:

Poste italiane offre una ampia gamma di finanziamenti per i propri clienti, di cui parleremo ampiamente qui sotto ; qui i migliori finanziamenti di Poste Italiane, di seguito troverete alcuni approfondimenti ai vari links.
  • Quinto Bancoposta:  una soluzione per avere un prestito personale grazie al proprio stipendio oppure grazie alla propria pensione. E’ il famoso ‘prestito del quinto’, che si restituisce cioè in modo automatico, prendendo un quinto dello stipendio in meno che andrà direttamente alla finanziaria ( in questo caso Poste italiane) che ci ha concesso il prestito.
  • Finanziamento Postepay Evolution : è il finanziamento riservato ai clienti che hanno una Postepay Evolution, la carta di credito ricaricabile di Poste italiane
  • Prestito con Conto Bancoposta Click: è un conto corrente online di Poste, con il quale si può accedere ed ottenere un prestito postale.
  • Prestito BancoPosta Auto: è una nuova forma di prestito che le Poste Italiane fanno ai propri clienti nel caso in cui gli serva di comprare una auto nuova o usata. Interessanti le condizioni, che potete leggere al link.
  • Prestito BancoPosta per Ristrutturazione Casa: se dovete ristrutturare casa e siete un cliente di Poste Italiane, potete richiedere questo particolare prestito. Anche qui ci sono interessanti condizioni che potrete controllare andando all’approfondimento che troverete seguendo il link qui sopra.
  • Prestito BancoPosta quinto dello stipendio per dipendenti pubblici: stavolta si tratta di una formula di prestito specifico per dipendenti pubblici.

Cosa succede se non paghi le rate del prestito:

  • Ci sono diverse possibilità: se si tratta di un prestito personale si andrà a scomodare agenzie di recupero crediti, quindi ci saranno possibili pignoramenti e vendite all’asta di beni, se si tratta invece di credito al consumo ci sarà il sequestro del bene preso e non pagato.
  • In tutti e due i casi, comunque si verrà iscritti sul registro internazionale dei cattivi pagatori e nessuno più ci farà credito, a meno che noi non lo rimettiamo.
Come Risparmiare sul Mutuo Mutuo Islamico
Mutuo BancoPosta
Prestito Vitalizio Ipotecario Smarrimento Carta di Credito: cosa fare
Prestiti per Pensionati BancoPosta
Finanziamenti Compass
Le Nuove Carte di Credito sono sicure?

Per rimanere aggiornato sui Finanziamenti migliori, seguici su FB.

8 commenti

  1. Mi serve un prestito, sono un lavoratore part time.

    Mi servono 5.000 euro in prestito, ma lavoro da poco tempo non ho capito da quanti mesi devo avere la busta paga. va bene se lavoro da 3 mesi' i soldi mi servono, grazie

    1. 3 mesi sono pochi… in genere devi avere minimo dai 7 agli 8 mesi consecutivi con la stessa azienda. Questo perché la banca o la finanziaria la quale ti sei rivolto può pretendere in casi di mancati pagamenti una cessione del quinto dello stipendio, oppure in caso di perdita del lavoro può pignorare il TFR.

    1. Questo é un sito di informazione, e non fa' servizi di credito o di gestione del risparmio, naturalmente, qui ci sono solo le indicazioni su come otenere un prestito, ma non specifica le banche perchè non è un sito che fa pubblicità a quella o a quell'altra banca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *