Obbligazioni Outlook 2024: Dove Investire per un Rendimento Fisso e Sicuro

Il 2024 nonostante non dovrebbe essere l’anno delle Obbligazioni che – almeno in Italia – è stato decisamente questo passato, ha comunque delle possibilità per investire in Obbligazioni sicure con discreti rendimenti ecco dove.

Il 2024 può essere l’anno delle obbligazioni?

Craig MacDonald esplora le obbligazioni di alta qualità, il motivo per cui si rivolge alle banche migliori, dove potrebbero sorgere i problemi e le prospettive per i mercati emergenti.

  • All’inizio del 2023, gli investitori si aspettavano rendimenti elevati dalle obbligazioni a seguito dell’aumento dei tassi di interesse da parte delle banche centrali.
  • Tuttavia, l’economia globale è risultata più forte del previsto, portando a un’inflazione superiore alle attese. Ciò ha portato le banche centrali a aumentare i tassi di interesse più del previsto, ritardando qualsiasi taglio.
  • Nel 2024, si prevede che l’inflazione diminuirà e i tassi di interesse raggiungeranno il picco. Ciò dovrebbe portare a tagli dei tassi di interesse da parte delle banche centrali entro la seconda metà dell’anno.
  • I rendimenti obbligazionari dovrebbero beneficiare di questi tagli, con particolare attenzione alle obbligazioni di qualità superiore, come quelle governative e investment grade.

Punti chiave

  • I rendimenti obbligazionari sono ancora elevati, ma potrebbero migliorare nel 2024 se le banche centrali inizieranno a tagliare i tassi di interesse.
  • L’inflazione dovrebbe diminuire nel 2024, portando a un rallentamento dell’economia.
  • Le banche centrali dovrebbero iniziare a tagliare i tassi di interesse entro la seconda metà del 2024.
  • Le obbligazioni di qualità superiore dovrebbero beneficiare dei tagli dei tassi di interesse.

Nel complesso, le prospettive per il mercato obbligazionario nel 2024 sono positive. Gli investitori dovrebbero prestare particolare attenzione alle obbligazioni di qualità superiore, che dovrebbero beneficiare di un rallentamento dell’economia e dei tagli dei tassi di interesse.

I rischi? Una resilienza economica inaspettata e una ripresa dell’inflazione costringerebbero le banche centrali ad aumentare nuovamente i tassi di interesse. Ciò sarebbe negativo per la maggior parte delle classi di attività diverse dalle obbligazioni con scadenza più breve e dai fondi del mercato monetario.

Esaurimento del risparmio in eccesso più rapido del previsto
I titoli di Stato andrebbero bene nello scenario meno probabile in cui il mercato sopravvalutasse la forza dei consumatori, portando a una recessione peggiore del previsto.

I rischi? Le obbligazioni emesse dalla maggior parte delle società e delle banche ne soffrirebbero. Detto questo, se gli investitori sono agili, il momento migliore per investire in obbligazioni più rischiose, come quelle ad alto rendimento, è durante il periodo più profondo di una recessione.

Previsioni Obbligazioni 2024: Ecco Dove Investire in modo Sicuro
Outlook Obbligazioni 2024

Banche

Nonostante alcuni fallimenti bancari di alto profilo quest’anno, riteniamo che la maggior parte delle grandi banche abbia bilanci solidi e dimostri una buona redditività. Ciò contribuirà ad attenuare l’aumento dei crediti inesigibili e l’inasprimento degli standard di prestito. Gli spread di rendimento obbligazionario – il rendimento aggiuntivo rispetto ai titoli di Stato comparabili richiesto dagli investitori per compensare il rischio aggiuntivo – sono ancora piuttosto generosi. Ciò presenta opportunità selettive.

I rischi? Ci sono istituti di credito più deboli, molto probabilmente tra le banche più piccole e regionali, che sono sovraesposti ai mutuatari immobiliari. Ci sono più di 2mila miliardi di dollari di debito immobiliare da rifinanziare nei prossimi 24 mesi, in gran parte nei bilanci delle banche regionali statunitensi.

Downgrade e impostazioni predefinite

Siamo meno preoccupati per le obbligazioni societarie investment grade: gli elevati margini di profitto e i bilanci conservativi hanno portato a più upgrade che downgrade.

I rischi? I default obbligazionari legati alle società più piccole e più rischiose sono in aumento. Ciò peggiorerà in un’economia in rallentamento. Detto questo, i rendimenti totali di questo debito ad alto rendimento dovrebbero essere superiori ai rendimenti medi durante i precedenti rallentamenti/recessioni economiche, a fronte di una migliore qualità del credito.

Prestiti con leva finanziaria e credito privato

Vediamo sacche di opportunità nel credito privato di qualità superiore che offre rendimenti più generosi per compensare la relativa illiquidità. Tuttavia, i prestiti con leva finanziaria e il credito privato sono parti del mercato del debito che sono cresciute molto rapidamente. Questo potrebbe rappresentare un problema perché la rapida crescita spesso porta a un indebolimento degli standard di prestito nella fretta di mettere il denaro al lavoro.

I rischi? I default legati ai prestiti a leva hanno già superato quelli del mercato obbligazionario ad alto rendimento, mentre l’importo che i creditori possono recuperare è inferiore alle medie storiche. Anche gli aspetti più rischiosi del credito privato sono al centro dell’attenzione. Ancora una volta, i problemi saranno concentrati attorno alle aziende più piccole.

Debito dei mercati emergenti (EMD).

Buone capacità di selezione dei titoli porteranno alla luce valore tra alcune delle economie dei mercati emergenti a più alto rischio, le cui valutazioni sono ancora basse a causa di alcuni anni difficili. Inoltre, molti paesi dei mercati emergenti saranno tra i primi a tagliare i tassi di interesse, dopo essere stati tra i primi ad aumentarli. Ciò dovrebbe sostenere il debito in valuta locale.

I rischi? Le valutazioni investment grade sono nella fascia più ristretta, quindi dovremmo vedere il dollaro USA indebolirsi e i rendimenti dei titoli del Tesoro USA scendere prima che gli investitori rientrino in questo mercato in numeri. Le prospettive appaiono anche meno favorevoli qualora il dollaro si rafforzasse in modo significativo o ci fossero una dura recessione.

Considerazioni

Le valutazioni del reddito fisso e un profilo di inflazione diverso rispetto agli ultimi anni dovrebbero rendere il 2024 un buon anno per le obbligazioni. Tuttavia, come quest’anno, non sarà tutto facile. Ecco perché per mantenere la promessa saranno necessari un approccio dinamico e una forte selezione dei paesi e delle aziende.

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.