Migliori Azioni da Comprare Mese di Dicembre 2020

Quali sono le migliori azioni da comprare e su quali titoli investire in questo mese di Dicembre 2020 ?

Bisogna sempre tenere presente quali sono i migliori titoli azionari da comprare o vendere presso le borse valori per poter operare nei mercati finanziari, o solo per tenere d’occhio dove investire, specialmente in tempi così difficili per gli investimenti come quelli del 2020, in cui la pandemia ha fatto saltare molte certezze e i mercati finanziari sono così volatili.

In questa pagina troverete una sintesi dei consigli finanziari per investire soldi fatti dai maggiori esperti di finanza italiani ed internazionali in cui vendono elencate le migliori azioni italiane e quelle quotate al Nasdaq e a Wall Street, nonché le regole fondamentali da sapere per poter operare in borsa. Ai link troverete gli approfondimenti per ogni tipo di argomento citato.

Per quanto riguarda le previsioni degli analisti internazionali per questo mese, le potrete trovare scorrendo la pagina, dove troverete le ultime novità dei mercati finanziari, le notizie che incidono sull’andamento delle borse mondiali in generale, o più specificatamente per un singolo titolo o un singolo settore.

Migliori azioni da comprare novembre 2020
Sopra: una ragazza descrive la crescita del mercato azionario con una riga

Migliori azioni da comprare in Italia

ENI

ENI è il colosso italiano dell’energia ancora controllato dallo Stato, nonostante il suo capitale sia anche pubblico, le azioni ENI sono da sempre un investimento molto interessante.

Quest’anno il titolo ( BIT: ENI ) hanno subito dei notevoli problemi con il prezzo del petrolio, che ha causato centinaia di milioni di perdite al cane a 6 zampe.
ENI però è l’industria petrolifera mondiale più “green” cioè che ha spostato di più i suoi assets verso produzioni di energia pulita quali l’eolico e il solare, questo la proietta verso un futuro molto più semplice rispetto alle sue concorrenti.

Ferrari

Le azioni Ferrari ( BIT.RACE ) sono uno di quei titoli che di solito mettiamo nei Nostri preferiti in quanto Ferrari è una delle aziende leader del settore automotive sport-lusso in continua espansione e se anche ha dei piccoli numeri ha un Brand così potente e riconosciuto in tutto il mondo che è un’azione solida. Basta infatti vedere il grafico di come questa azione è cresciuta da quando ha iniziato a

Poste Italiane

Le azioni Poste italiane ( BIT: PST ) sono un altro titolo molto solido nel panorama italiano. Poste Italiane è un’azienda di proprietà dello Stato Italiano, che cresce con estrema lentezza ma che è sicuramente solida e che distribuisce discreti utili.

ENEL

Anche qui stiamo parlando di una azienda il cui pacchetto azionario di maggioranza è nelle mani dello Stato italiano. ENEL ( BIT: ENEL ) é un’altra Nostra ‘sorvegliata speciale’, la distribuzione degli utili, determinerà in modo sostanziale anche il valore delle azioni nel prossimo futuro.

ENEL continuerà i suoi investimenti in energie rinnovabili e se questa può sembrare una buona notizia sotto il profilo dell’eco sostenibilità, in realtà potrebbe rivelarsi una lama a doppio taglio, in quanto quest’anno sembra essere quello in cui il prezzo del petrolio sarà il più basso da almeno 30 anni a questa parte.

ENAV

Questa azienda è un vero e proprio ‘fiore all’occhiello’ della tecnologia e della difesa italiana. ENAV é l’ente civile di sorveglianza del traffico aereo nel suolo italiano ed ha il monopolio in questo particolare settore.

FCA

Molti ‘esperti’ italiani le snobbavano, dicevano che Marchionne avrebbe azzerato oltre 100 anni di storia di questo marchio esportandolo all’estero.

Niente di tutto questo,  la Fiat anzi, la FCA ( BIT.FCA ) sta andando sempre meglio lo confermano i numeri  e le quote di mercato. La fusione con la Renault e i grandi investimenti per la costruzione di auto elettriche o ibride, rilanciano questo marchio a livello internazionale.

Brunello Cucinelli

Brunello Cucinelli ( BIT: BC ) è una società per azioni, casa di moda che è presente nel comparto dei beni di lusso di alto livello, specializzata nel cashmere, e rappresentante un brand esclusivo a livello mondiale nell’ambito del pret-à-porter.

La società nasce nel 1978 dallo stilista omonimo, ed è sempre stata una realtà in costante crescita sia per utili, sia per ricavi netti.

L’utilizzo di materie prime di pregio, l’eccellenza artigianale, l’aspetto sartoriale la rende uno dei brand più rappresentativi del Made in Italy nel mondo.

La distribuzione avviene tramite boutiques monomarca, e wholesale, ed è presente nelle principali capitali del mondo.

Luxottica

Le azioni Luxottica – oggi EssirrolLuxottica – ( BIT: EL ) sono un’altra eccellenza italiana in quanto leader a livello mondiale di occhiali da sole e da vista. Come tutti i prodotti luxury, risente molto dell’andamento dell’economia globale.

Pirelli

Le azioni Pirelli ( BIT: PIRC ) hanno avuto degli alti e bassi ultimamente, ma questa rimane una casa di pneumatici italiana solida e conosciuta a livello mondiale.

MEDIASET

Mediaset ( BIT: MS) è un colosso della televisione a livello europeo. Nonostante in questi ultimi anni abbia fatto prodotti commerciali piuttosto scarsi, Mediaset ha un’enorme potenziale in quanto all’epoca in cui Silvio Berlusconi ne era ancora a capo fece accordi internazionali molto soddisfacenti.

Digital Value

Digital Value ( BIT.DGV ) è una nuova realtà italiana che si occupa di tecnologia e della digitalizzazione delle aziende. Ha trovato un bello slancio dopo la crisi del coronavirus, in quanto le aziende italiane si sono accorte che non c’è più tempo per ammodernarsi.

ENERGICA MOTOR COMPANY

Energica Motor Company ( BIT.EMC ), dovrebbe diventare la TESLA italiana delle moto. E’ infatti un’azienda

Brembo

L’azienda Brembo ( BIT: BRE ) si occupa di freni di auto, camion, moto, autobus. E’ uno dei fiori all’occhiello dell’industria meccanica italiana.

Conosciuti in tutto il mondo, i freni Brembo vengono usati da molte case automobilistiche e motociclistiche durante le loro corse. Sono tra i freni più famosi ed apprezzati a livello mondiale e il suo titolo è solido.

Technogym

Technogym ( BIT: TGYM ) é un altro caso di successo del gènio imprenditoriale italiano. Sfruttando la moda del fitness e della cultura del proprio corpo ha iniziato a fabbricare pesi e strumenti per ginnastica di tutti i tipi, in modo estremamente professionale , farli diventare famosi prima in Italia per poi esportarli in tutto il mondo.

Il valore delle azioni Technogym é iniziato a crescere fin dall’inizio ed è continuato a crescere nel tempo quasi in modo costante. Pandemia a parte, dalla quale si riprenderà sicuramente a tempo debito.

 

Migliori titoli bancari

La fiducia dei risparmiatori nel sistema bancario italiano ( qui le banche italiane più solide) ha visto il suo minimo storico nel di crisi di Veneto Banca e Banca Etruria di difficoltà de la più grande banca europea, crisi tra l’altro molto pubblicizzate a livello mediatico, che hanno fatto vedere quanto l’investitore medio italiano sia quasi del tutto privo delle fondamentali nozioni di finanza, [leggi qui]

La paura degli operatori è che molti di questi investitori si rendano conto che i propri investimenti sono a rischio e tolgano i soldi da azioni ed obbligazioni per dirigerli verso lidi più sicuri, come i vecchi Buoni Postali le obbligazioni, tralasciando investimenti più vantaggiosi, ma sicuramente più rischiosi, come gli stessi titoli bancari, in preda ad una volatilità che non si era mai vista prima.

Banca Generali

Il titolo di Banca Generali ha avuto un dividendo record di 1,25 euro per azione, che la porta tra i migliori dividendi del 2018.

Anche il valore delle azioni di questa banca italiana, dopo la crisi sistemica del 2016, sembrano essere tornate a crescere in modo continuo e stabile, forti di una buona solidità dell’Istituto di credito.

Intesa Sanpaolo

Per il titolo Intesa Sanpaolo, vale il discorso delle altre banche italiane, ormai sembra che il peggio sia passato, ovviamente la politica dei prestiti è stata cambiata e pian piano i crediti inesigibili che hanno vengono riassorbiti.

Tutti i titoli del comparto bancario quindi, stanno tornando ad essere molto interessanti e quanto meno da seguire.

FinecoBank

FinecoBank ( BIT: FBK ) è una banca italiana. Nata da una costola di Unicredit, è stata una delle prime banche totalmente digitali in Italia.  Ora è una banca indipendente ed è quotata in borsa.  I suoi punti di forza stanno proprio nel digitale, come la sua piattaforma di trading, una delle più usate a livello europeo.  FinecoBank è quindi una banca solida ( il suo CET1 Ratio è sempre uno dei migliori tra gli istituti di credito italiani ) e le sue azioni si sono dimostrate tra le più interessanti tra i titoli bancari italiani.

Azioni più convenienti da comprare: il caso Ryanair

La società irlandese di voli low-cost è stata al centro dell’attenzione per i suoi disagi ai passeggeri alla fine dell’estate 2017, ma è l’andamento del titolo che dovrebbe far riflettere e da tenere sott’occhio. Le azioni Ryanair hanno guadagnato di valore passando da 12 euro a 16 in appena 12 mesi.

 

Azioni da comprare, il caso Juventus:

La squadra della Juventus è ormai quasi giunta alla finale di Champions League, le sue azioni hanno avuto un aumento di valore di quasi il + 100% in 1 mese, ma risultano sopravvalutate resta uno dei titoli più interessanti di questo periodo.

Il target price delle azioni della Juventus è di 0,35 euro

Prezzo delle azioni Juventus oggi è di 0,98 euro

Mercati finanziari europei e la svolta nazionalista in Turchia

Un altro importante evento di questo mese di Aprile, sono le conseguenze sugli investimenti del referendum in Turchia, è il tema del giorno sui mercati finanziari mondiali; si prevede un incremento di valore della lira turca, grazie alla vittoria di Erdogan.

Il prezzo del petrolio è aumentato e questo trend potrebbe continuare per qualche altro giorno.
Probabile mese di fluttuazioni per la “guerra commerciale” tra Stati Uniti ed Europa.

Ci sono molti settori che risentiranno di questa possibile guerra tra le 2 più grandi potenze economiche mondiali, questo mese cercheremo di fare il punto della situazione.

L’inflazione sembra tornare e porterà un notevole un aumento dei rendimenti , sia i prezzi dei prodotti di prima necessità come alimentari e vestiario sembrano crescere in Italia, inoltre il prezzo delle materie prime sembra iniziare a crescere in tutto il mondo, e parliamo specialmente di petrolio.

IPO: OFFERTE PUBBLICHE DI AZIONI INTERESSANTI

Le IPO, cioè le pubbliche offerte di azioni che vengono lanciate quando una società inizia a quotarsi in borsa, sono tra gli affari più ricercati dai trader.

La grande aspettativa di una nuova azione, fa di solito subito lievitare il prezzo. Quindi se si riesce ad aggiudicare queste azioni durante la PIO e rivenderle in pochi mesi, si avrà subito un guadagno anche di 2 cifre percentuali.

Questa è la normale regola, che ovviamente però non sempre è rispettata: ci sono infatti IPO le cui azioni  vengono supervalutate e che per far riprendere il capitale investito, fanno faticare e non poco l’investitore.

Ecco qui un

Ferrovie dello Stato/ANAS: l’IPO che tutti aspettano

Sono anni che si aspetta che le Ferrovie dello Stato, vengano quotate in borsa specialmente ora che hanno fatto una fusione con ANAS. Quando ci sarà? Non si sa, nel 2017 sembrava cosa fatta, poi si è bloccato tutto per questioni politiche.

elenco delle IPO MIGLIORI 

Migliori Azioni da Comprare al NASDAQ

Alphabet / Google

Iniziamo con quelle che molti chiamano azioni FAANG, le iniziali di Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google. Titoli tecnologici che hanno il predominio nel loro settore a livello mondiale e quindi in forte crescita, crescita legata anche all’enorme popolarità dei loro brand.

Tutti conoscono questa azienda come Google ma la compagnia a cui fa riferimento è Alphabet ed il titolo si chiama ( NASDAQ: GOOGL ). Google è il più usato ed importante motore di ricerca al mondo, Alphabet possiede anche Youtube e l’azienda che distribuisce pubblicità Google Adsense e molti altri interessi dal sistema operativo Android agli smartphone Samsung. Una vera macchina per fare soldi e una delle più grandi aziende del mondo.

APPLE

Apple ( NASDAQ: AAPL ) ha inventato il primo PC per tutti, ha inventato il primo smartphone, e nonostante l’agguerrita lotta che gli fanno gli altri colossi cinesi come Huawei rimane il marchio di riferimento per PC, smartphone e tablet a livello mondiale. APPLE è l’azienda che per prima ha capitalizzato più di 2.000 miliardi di dollari con le sue azioni.

AMAZON

Qui parliamo del più grande e-commerce del mondo. Le azioni AMAZON ( NASDAQ: AMZN ) sono considerate uno dei migliori investimenti in titoli azionari nel lungo periodo in quanto da sempre questa azienda ha un occhio di riguardo per i suoi investitori ed ha una politica  di una crescita lenta ma costante nel tempo, nonché privilegia i suoi azionisti con degli ottimi dividendi.

Facebook

Comprare azioni Facebook, è un modo per sentirsi padroni di questo social network usato in tutto il mondo. E’ questo che é uscito fuori da una recente ricerca che cercava di capire il successo dei titoli azionari di questo gigante di internet. Facebook ( NASDAQ: FB ) basa il suo business nelle pubblicità esposte , la sua rande crescita dei primi anni è calata, mentre i suoi utili no, in quanto essendo a contatto con miliardi di profili e i loro dati personali ogni giorno, riesce a sfruttarli al meglio.

NETFLIX

Questo semplice quanto geniale sito di film in streaming con abbonamento mensile a bassissimo costo, ha saputo intercettare un bisogno di tante persone nel mondo e con il fatto che produce anche film e telefilm è riuscito a creare un business fantastico intorno ad un semplice sito di film in streaming. Aver acquistato le azioni NETFLIX ( NASDAQ: NFLX ) qualche anno fa’, è stato un grande affare per gli investitori. Ora questa azienda continua a macinare utili e a veder aumentare i propri abbonati, nonché il prezzo delle sue azioni.

TESLA

Comprare le azioni Tesla ( NASDAQ: TSLA ) significa fare un investimento ad alto rischio, in quanto si tratta di un titolo molto volatile i cui azionisti puntano molto sia sul brand di Elon Musk, che sulla speranza che in un futuro queste auto elettriche siano molto vendute. Questi fattori hanno fatto sì che il titolo Tesla sia stato iper valutato e che oggi rimanga una storia a sé, molto particolare, nel campo della finanza.

MICROSOFT

Tutti conoscono la società fondata da Bill Gates. Le azioni Microsoft ( NASDAQ: MSFT ) . Il sistema operativo windows rimane uno dei sistemi operativi più usati al mondo ed una specie di macchina per macinare utili.

INTEL

La INTEL ( NASDAQ: INTC ) è un’altra grande azienda legata alla tecnologia. Anch’essa ha la propria sede in California, in quella fucina di aziende tecnologiche che hanno aiutato a trasformare il mondo e portare l’economia del pianeta verso la digitalizzazione con la loro più importante invenzione: i microchip.  E’ così grande che il suo prezzo riesce ad influenzare il listino, ma negli ultimi anni la sua crescita sembra essersi fermata ed ora sembra più adatta ad un trading intraday che ad altri tipi di investimenti come invece molti raccomandano.

PAYPAL

Le azioni Paypal ( NASDAQ: PYPL ) sono uno di quei titoli azionari con cui si potrebbe investire in quanto questa azienda è presente in quasi tutte le forme di pagamento sui vari siti di e-commerce. I dati sono chiari e ci dicono che il commercio online è tutt’ora in espansione e sempre più persone utilizzeranno forme di pagamento online come Paypal e visto che questa holding é tra le prime nel suo business, il valore delle azioni sta aumentando.

Virgin Galactic

Le azioni Virgin Galactic ( NASDAQ: SPCE ) sono molto interessanti in quanto fanno parte di un settore completamente nuovo e con pochissimi player . Si parla di “turismo spaziale”, una cosa relegata alla fantascienza solo qualche anno fa’, ma che aziende come questa del visionario imprenditore Richard Benson ( della più popolare Virgin Radio, una radio franchising internazionale ) possono far diventare reale.

PINTEREST

Il titolo azionario Pinterest ( NASDAQ: PINS) è quello di uno di maggiore interesse dal 2020. La sua IPO è avvenuta a fine 2019 e all’inizio ha stentato un po’, ma poi i suoi numeri utenti sono aumentati di molto, aumentando anche le aspettative di guadagni e quindi di investitori.

Cisco Systems

Questa azienda ( NASDAQ: CSCO ) tecnologica è una delle più longeve della California e le sue azioni risultano comunque interessanti anche se ormai vanno più considerate per una speculazione da fare con il Trading Intraday che come azioni da comprare e tenere per lungo tempo.

Beyond Meat

E’ la più importante catena di fast food vegani, ( NASDAQ: BYND ) è stata la naturale conseguenza della moda del mangiare vegano. In questi fast food si preparano esclusivamente cibi vegani e la “carne vegana” o come la chiamiamo qui “sostituti di carne” sono il loro cavallo di battaglia. So ristoranti che nel breve e medio termine avranno sicuramente successo visto il bel diffondersi della moda salutista. Pandemia permettendo, ovviamente.

UBER

Le azioni Uber ( NASDAQ: UBER ) stanno riprendendo e dopo quasi due anni dall’IPO stanno dando i loro primi frutti. Uber è un servizio rivoluzionario, talmente rivoluzionario che ha avuto diverse noie legali negli stati in cui le persone si sono messe a fare da autisti, per questo motivo la multinazionale ha stentato prima di crescere a livello finanziario.

Azioni da comprare a Wall Street

Coca-Cola

Le azioni Coca Cola (NYSE: KO) ISIN US1912161007 vengono considerate da sempre tra i titoli migliori da comprare in un’ottica di investimento da cassettista, cioè da tenere nel cassetto per parecchio tempo e prenderne i profitti dei dividendi.

Azioni MC Donald’s

Anche le azioni Mc Donald’s (NYSE: MCD) sono considerate tra le più sicure, in quanto questa multinazionale da sempre fa politiche di grandi investimenti ed è tra le più solide, quindi da considerare una Blue Chip.

Berkshire Hathaway

Le azioni Berkshire Hathaway ( NYSE: BRKB ) sono importanti non solo perché è un’azienda finanziaria fondata da Warren Buffett che è in costante crescita da decenni, con risultati esorbitanti, ma anche perché le sue strategie di investimento ed il suo portafoglio è quello più copiato e comunque di più grande ispirazione per gli investitori di tutto il mondo.

Goldman Sachs

Le azioni Goldman Sachs ( NYSE: GS ) sono di questa grande banca d’affari, una delle più importanti del mondo. Si tratta di un titolo che sentiamo spesso nominare e che potrebbe essere interessante più sotto un’ottica di speculazione tramite Trading Giornaliero che per fare investimenti nel lungo periodo.

Walt Disney

Tutti conoscono Walt Disney ( NYSE: DS ) e azioni della multinazionale dello spettacolo hanno ripreso il loro valore, non tanto per i prodotti che stanno vendendo quanto per il fatto che con il nuovo canale della TV digitale stanno spopolando in quanto ad abbonamenti.

Ancora siamo lontano dai numeri di Netflix ma l’archivio di film e telefilm di Walt Disney è sterminato e chi si abbona può trovare quello che vuole, quindi questa nuova fonte di guadagno sarà molto importante, finchè a fine 2021 non potrà tornare ad aprire di nuovo le sale cinematografiche ormai chiuse da un anno.

 

Altre azioni interessante da tenere d’occhio

NVIDIA (NVDA) US67066G1040 

ETSY

Marijuana 

Titoli legati all’Oro

Titoli da comprare

Snapchat 

Aramco

Azioni Landi Renzo

Ecco un’azienda italiana molto interessante. Si tratta della Landi Spa,

 

Titoli Bancari a rischio e Decreto Banche

In molti lo pensano, nessuno lo dice con chiarezza, ma i titoli  bancari italiani ed europei potrebbero avere un bella scossa dall’entrata in vigore del Bail In, il prelievo forzoso dai c/c in caso di fallimento.

La fiducia dei risparmiatori nel sistema bancario italiano ( qui le banche italiane più solide) ha visto il suo minimo storico in questo periodo di crisi di Veneto Banca e Banca Etruria di difficoltà de la più grande banca europea, crisi tra l’altro molto pubblicizzate a livello mediatico, che hanno fatto vedere quanto l’investitore medio italiano sia quasi del tutto privo delle fondamentali nozioni di finanza, [leggi qui]di quanto ora sia sfiduciato dagli operatori finanziari, di come non sappiano il significato di diversificare gli investimenti .

La paura degli operatori è che molti di questi investitori si rendano conto che i propri investimenti sono a rischio e tolgano i soldi da azioni ed obbligazioni per dirigerli verso lidi più sicuri, come i vecchi Buoni Postali le obbligazioni, tralasciando investimenti più vantaggiosi, ma sicuramente più rischiosi, come gli stessi titoli bancari, in preda ad una volatilità che non si era mai vista prima.

 

Altri interessanti titoli di istituti di credito da tenere sott’occhio

NEXI

Banca Nazionale del Lavoro

Banco BPM Banca Popolare di Milano

BNP Paribas   

UBI Banca

Generali

BPER Banca 

Mediobanca

Blue Chip oggi.

Azioni Intesasanpaolo:

Le azioni del gruppo Intesa Sanpaolosi stanno apprezzando negli ultimi 12 mesi, dopo che anche loro hanno raggiunto un minimo nell’estate del 2016.

Azioni Nintendo e fenomeno Pokemon Go

Un affare interessante quello delle azioni della Nintendo, quotate al mercato Nasdaq di New York, e ‘impazziate’ grazie ad una semplice applicazione, un giochino per telefonini: Pokemon Go.

Ormai è scoppiata la mania in tutto il mondo, grazie ad una notevole campagna marketing e la realtà aumentata che da ‘promessa’ è diventata finalmente attrice di cambiamento della società.

 

SIA leader di pagamenti elettronici:

Entro la fine del 2016, dovrebbe essere emessa la IPO di SIA, una importante azienda di pagamenti elettronici, un affare da tenere sott’occhio.

 

 

Migliori Azioni da comprare: Airbnb:

Il famoso sito di share economy è valutato oltre i 25 miliardi di dollari, una vera e propria fortuna per i giovani che hanno inventato questa App che non fa altro che mettere in contatto affittacamere con turisti o affittuari che vogliono una casa per studio o lavoro per un periodo di tempo breve; oggi é presente su ben 26 mila città di tutto il mondo.

Attenzione: se siete veramente interessati ad investire soldi in Airbnb, seguite la Nostra pagina linkata nel titolo, che verrà aggiornata con tutte le notizie più importanti circa questa IPO che doveva essere lanciata già nel 2015.

Saes Getters:

Un’azienda di sicuro interesse, in forte crescita, che potrebbe dare delle belle soddisfazioni finanziarie.

Migliori azioni bancarie da comprare

Di seguito, alcuni link che ti porteranno in degli articoli di approfondimento sulle azioni bancarie, che di solito sono tra i titoli più redditizi del mercato finanziario.

Titoli BNL 

Mediobanca

Deutsche Bank

PNB Paribas

Fineco Bank

Banco BPM

Intesa Sanpaolo 

JP Morgan

Banca Finnat 

Banca popolare di Bari

 

 

Migliori azioni per settore su cui investire

I campi economici in forte espansione.

Innanzitutto bisogna aprire una parentesi si quali sono i campi economici in espansione.

Non sempre l’espansione di una tecnologia o di un particolare campo economico è lineare, pensiamo alle azioni di aziende legate al petrolio o all’oro per esempio, che possono mutare il loro prezzo anche in modo considerevole rispetto al valore della materia prima a cui fanno riferimento, base del loro business.

Ci sono però dei settori che sono in evidente espansione di cui Noi parliamo in modo ricorrente in questo sito, di seguito ne citiamo alcuni.

Ai link troverete degli approfondimenti con dei relativi titoli azionari di aziende consigliate.

Titoli Biotech

Titoli Farmaceutici

Energia Eolica 

Energia Rinnovabile

Idrogeno

Titoli di industrie minerarie 

Titoli Litio e batterie

Auto elettriche

Fintech

Tecnologiche

Pagamenti online – contactless

Titoli Cinesi

Prima di comprare azioni bisogna conoscere sapere come iniziare

Su Finanza Economia Italia troverete tutte le guide necessarie per iniziare a comprare e vendere azioni.

Dagli orari di apertura e chiusura delle principali borse mondiali, come iniziare a fare trading,  quale banca scegliere , quale broker sceglierequanto capitale serve per fare trading alle vendite allo scoperto, agli  errori da evitare quando si fa trading.

Quando acquistare titoli, a che ora, in che periodo dell’anno, quando vendere i titoli, come comprare solo porzioni di titoli, come usare gli strumenti dello stop loss e take profit per riuscire a sfruttare a fare guadagni accettabili e non avere troppe perdite, controllare il VIX, cioè l’indice di volatilità del momento, in modo da capire come si muoverà il mercato.

Quali sono le migliori strategie di investimento quando si comprano azioni, come quella del cassettista, cioè sfruttare i principi del value investing e dell’interesse composto, oppure di sfruttare la possibilità delle vendite allo scoperto.

Cosa consigliano gli analisti: glossario

quali azioni comprare o vendere: i consigli degli analisti
Una foto di un glossario dei termini inglesi più usati per comprare e vendere azioni

 

Cos’è un titolo azionario?

Prima di iniziare a leggere le varie analisi sui consigli delle azioni migliori da comprare, ecco un ripasso del concetto di azioni: cosa sono le azioni? Come si diventa azionisti? Cosa significa comprare azioni e diventare azionisti di un’azienda?

Per dirlo in modo semplice,  un’azione è uno strumento finanziario che insieme alle obbligazioni indica il finanziamento di una parte di capitale di un’azienda privata o pubblica.

Chi compra un titolo azionario lo fa perché spera che l’azienda produca un utile che poi ne distribuisca in parte ai suoi azionisti e che il titolo aumenti di valore nel tempo. Il prezzo delle azioni può cambiare per numerosi motivi legati a vari fattori che possiamo indicare tra i principali: 1) l’andamento dell’economia dove opera l’azienda 2) l’andamento dell’azienda 3) l’andamento del settore in cui opera l’azienda 4) l’influenza delle scelte politiche degli stati dove opera l’azienda. Questa è solo una spiegazione molto semplice per far capire cosa è un’azione. Poi ci sono tutta una serie di strumenti finanziari per poter sfruttare la potenzialità di questo tipo di investimenti, che sono diventati la base stessa del capitalismo, che sono spiegati nel Nostro sito.

Quali sono i migliori Broker online con cui acquistare azioni

Aggiornamento Mercati finanziari Novembre 2020

Biden è il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America e la 2a ondata della pandemia si sta facendo sentire molto forte in Europa.

Se si considera che ai mercati piace Biden e che non piace la pandemia, si potrà capire che finché questa catastrofe sanitaria non sarà completamente finita ci saranno ancora dei periodi di incertezza legati ai lockdown. I lockdown sembrano ancora l’unica strategia possibile per arginare la pandemia, ma fino a che punto sarà possibile sostenerli economicamente, non è dato sapere. Quindi PRUDENZA e non farsi prendere dalla voglia di non partecipare a qualche rally azionario, sono i consigli che possiamo dare in questo periodo.

Va detto che l’indice Vix suggerisce che ci sarà volatilità, situazione che non consiglia di fare grandi investimenti al rialzo, anche perché il Nasdaq è ai massimi storici. Per questa incertezza il prezzo dell’oro è arrivato ai sui massimi storici: quasi 50 euro al grammo.

 

Precedenti aggiornamenti

A Bruxelles si è raggiunto l’accordo sui Recovery FundNextGenerationEU , che significa tanti soldi a fondo perduto per tutte le nazioni e tanti soldi con prestiti molto diluiti nel tempo a tassi vantaggiosi e questo ha dato molta fiducia agli operatori finanziari e anche la Borsa di Milano ha ripreso il suo rally del post-Covid.

Purtroppo, se la fase più acuta della crisi della pandemia è ormai finita almeno in Europa, negli altri paesi del mondo occidentale come Stati Uniti e Sud America e più in generale a livello mondiale, ad inizio Estate 2020 siamo ancora siamo lontani dalla fase discendente dei contagiati e delle vittime.

Se è vero che ormai si è capito che fare chiusure di intere nazioni non è più economicamente sostenibile, per tornare ad una fase pre-Covid sia a livello economico che finanziario, bisognerà attendere molti mesi.

Questo significa sostanzialmente due cose: che ancora i mercati finanziari sono molto volatili e che ci saranno ancora delle  buone occasioni nell’azionariato anche italiano ad un prezzo inferiore al proprio valore reale per fare una buona strategia di value investing.

Molto dipenderà da quanto la ripresa economica sarà veloce. Più un’economia è dinamica, più questa ripresa sarà veloce. I mercati finanziari hanno reagito in modo velocissimo sia per il crollo iniziale che per la ripresa. Meno la borsa italiana, che sta avendo una crescita più lenta delle altre borse, questo in sintonia con la Nostra economia che sembra quella che sta uscendo peggio da questo 2020. D’altronde siamo stato il paese con il lockdown più duro e più lungo a livello mondiale e le conseguenze si faranno sentire anche nel lungo periodo, specialmente per la grande quantità di debito pubblico che stiamo facendo e che dovrebbe portare il rapporto Debito/PIL al 160%.

La fase problematica per il coronavirus sta per finire: l’Italia per prima. poi gli altri paesi occidentali stanno “riaprendo” e nel giro di 1 mese tutte le attività produttive, commerciali e di servizi dovrebbero riprendere, quindi anche in mercati finanziari stanno crescendo. A questo va però aggiunto che a novembre ci sono le elezioni presidenziali negli Stati Uniti e già Trump sta usando tutti i mezzi per influenzare il dibattito a suo favore, anche mettendo in forse i recenti accordi commerciali con la Cina. Di sicuro Trump farà soffrire i mercati per i suoi scopi elettorali, alternando dichiarazioni positive a dichiarazioni negative per i mercati, quindi possiamo prevedere un periodo di incertezza e volatilità, unito ad un crescita economica limitata da aziende “zombificate”, cioè tenute in vita grazie a prestiti ( in Europa) o ad acquisizioni ( negli US )  delle Banche Centrali. Naturalmente ci saranno sempre titoli che converrà acquistare ed altri meno, rimanete sintonizzati.

ATTENZIONE : come dicono molti analisti questo è un momento che capita una volta nella vita, cioè poter comprare azioni ad un prezzo così basso. Torneranno al prezzo che avevano 2 mesi fa? Impossibile dirlo, Con il coronavirus bisognerà convivere per mesi e difficilmente , per almeno 12 – 18 mesi si tornerà ai livelli di prima, ma sicuramente è una occasione d’oro. Tutto questo – ovviamente – se si continua a tenere questa ‘bestia’ fuori dalla vita delle persone, perché in caso di nuovi focolai nei paesi occidentali, le cose peggioreranno di nuovo.

l coronavirus è ormai pandemia. Ce ne siamo occupati in questo approfondimento ed in quest’altri  1, 2, 3, 4 . Finchè dura questo periodo molto volatile, si sconsigliano investimenti ai meno preparati, ma c’è da dire che per chi vuol fare trading intraday o speculare in modo importante anche se rischioso ci sono vari titoli da tenere d’occhio, tutti legati al coronavirus, intanto alcune azioni hanno fatto veramente bene nel campo delle biotecnologie, dalle quali ci si aspetta un vaccino o quanto meno una cura.

Nei primi giorni di Aprile si stanno vedendo dei miglioramenti nella situazione italiana, ma Noi siamo stato il primo paese occidentale e per vedere miglioramenti in tutto il mondo bisognerà aspettare almeno Giugno, intanto però alcune Nostre azioni potrebbero tornare a crescere. Infatti abbiamo fatto una lista di titoli italiani da tenere sotto occhio e la lista di titoli Nasdaq in crescita , che potrebbero farvi guadagnare in un trading intraday , cioè mentre c’è un rimbalzo delle borse, aspettando momenti migliori, cioè quando le borse torneranno a crescere.

Il coronavirus ha sconvolto l’economia e la finanza mondiale per tutto il 2020, si ripartirà in estate o addirittura nel 2021

E’ iniziato tutto a Wuhan, una città cinese di 11 milioni di abitanti e tutta la regione di 60 milioni di abitanti è stata completamente isolata per contenere il Coronavirus che ha già fatto tanti morti e migliaia di infettati. Molti analisti finanziari parlano di questo come un possibile sconvolgimento dei mercati finanziari, un evento che molti chiamano del Cigno Nero, anche se effettivamente QUESTO E’ PREVISTO che sconvolgerà le borse mondiali, dopo 11 anni di continua crescita, quindi in questo periodo bisogna fare particolare attenzione ai propri risparmi, perché questo evento potrebbe innescare un panic-selling anche ai possessori di titoli da tenere per anni. Questo dovrebbe accadere nella PEGGIORE DELLE IPOTESI, cioè se non si dovesse riuscire a contenere questo virus che potrebbe diventare una pandemia mondiale.

I mercati finanziari per l’investitore italiano in questo periodo sono influenzati da vari fattori principali:

  • le economie statunitense, cinese e europea che sembrano aver perso la loro crescita ma che nemmeno entrano in crisi grazie all’azione delle alle banche centrali
  • l’accordo sulla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina che sembra volersi protrarre per un periodo più lungo del previsto, l’economia italiana che – tra tutte – sembra risentire di più dell’incertezza, la mancanza di crescita economica legata anche ad un aspetto demografico
  • le elezioni presidenziali americane di novembre, in quanto il nuovo Presidente decreterà anche la futura politica economica della più importante potenza economica mondiale.
  • l’arrivo del 5G e di tutte le ripercussioni su industrie dell’hardware e provider.

Per questo non si può che consigliare prudenza anche sui titoli azionari che sembrano essere più forti, senza dimenticare che molti esperti di Wall Street hanno detto che sarà un mercato Toro.

Intanto ricordiamo il rally di Babbo Natale che dovrebbe influenzare le borse negli ultimi giorni di dicembre.

I principali indici borsistici sono tornati ai massimi storici, da S & P 500 al FTSE MIB in circa 1 mese, dopo l’annuncio dei primi accordi tra Cina e Stati Uniti, ( accordi avvenuti solo in parte però) le borse sono diventate euforiche ed in poche settimane hanno guadagnato veramente tanto, facendo segnare anche qualche nuovo record.

  • Il FTSE MIB è arrivato a 22.600 punti,
  • S&P è a 3.043 punti
  • Nasdaq è a 8.298 punti

Questo non tanto per dati macroeconomici positivi, ma grazie agli speculatori. Il mercato continuerà la sua fase di toro?
Difficile dirlo, certo è che bisogna avere nervi ben saldi per poter tenere titoli in portafoglio senza farsi prendere dalla voglia di chiudere i contratti ed incassare.

Dipende da quello che decidete di fare, anche rispetto al Vostro profilo di rischio.

Una vera novità invece ci sarà con l’IPO ARAMCO, prevista per i primi di novembre,  la più grande multinazionale petrolifera che diventerà la più grande società per azioni del mondo, con un capitale ben al di sopra dei 1.000 miliardi di $. Non consigliabile in queste prime battute, ma sicuramente molto interessante nel prossimo futuro, anche se valutato – per il momento – solo alla borsa saudita di Tadawul.

Precedenti situazioni

Tutti gli analisti sono concordi nel dire di non investire in azioni in questo periodo. La volatilità dei mercati è un fattore di rischio in più rispetto al solito.

Nonostante questo, ci sono azioni comunque interessanti a cui guardare sotto un aspetto di Trading Intraday, cioè da comprare e rivendere in 1 solo giorno come il titolo volatile della Juve. O come il titolo di Poste che ormai sono in crescita da settimane , ma non c’è da escludere anche azioni nel lungo periodo come quelle dell’azienda di Jeff Bezos.

Questa volatilità è dovuta alle guerre commerciali ma anche ai segnali di una crescita economica globale in rallentamento. Niente di catastrofico, però i dati dicono che la crescita economica sta rallentando.

Particolare attenzione bisogna fare ai titoli di aziende italiane legati all’alimentare, che potrebbero avere ripercussioni negative dagli ultimi dazi messi da Trump , che però ha escluso da questa nuova Trade War contro l’Unione Europea, le aziende che producono vestiti, che ricordiamo sono una bella fetta del Nostro export verso gli Stati Uniti.

Per quanto riguarda l’Italia la instabile situazione politica, di certo non aiuta, anche se la BCE ha fatto sapere che rilancerà l’acquisto di titoli, il Quantitative Easing che salvò il sistema bancario italiano pochi anni fa, stavolta dovrà aiutare il sistema bancario tedesco.

In Italia il calo dello spread arrivato sotto la quota psicologica dei 200 punti, aiuta i titoli bancari, ma l’economia rimane praticamente ferma, come lo è ormai dall’inizio dell’anno. In pratica non c’è crescita, nemmeno il Reddito di Cittadinanza sembra dare quello stimolo all’economia in cui molti credevano.

Negli Stati Uniti ennesima tegola contro i titoli FAANG: Facebook, Google e Amazon sono ora indagate dall’Antitrust. Molto probabilmente si risolverà tutto in una bolla di sapone e in una qualche multa non troppo salata, visto la politica di Trump , basata più si intimidazioni che su vere e proprie azioni. In compenso l’economia degli Stati Uniti cresce in modo continuativo, come il mercato del lavoro.

Agosto è il tempo della scelta dei titoli che avranno una bella crescita durante l’autunno di vendite. Consigliati titoli di aziende di vendite online tipo Amazon.

Cina e USA hanno finalmente deciso di fare un accordo, è il ritorno della politica del ping-pong e questo sarà un bene per tutti i mercati finanziari e l’economia reale.

Non più una guerra di dazi, ma una reale voglia di accordarsi.

A fine Giugno c’è il vertice G8 nel quale – in molti – sperano in un accordo commerciale tra Stati uniti e Cina, ma ormai la strategia di Trump è ben chiara: mantenere l’avversario in continua tensione per potergli strappare un accordo conveniente. E’ una specie di gioco  al quale Trump è abituato da decenni di affari immobiliari e che ha portato a livello di accordi tra Stati, i numeri in economia degli USA gli stanno dando ragione, meno per quanto riguarda le grandi aziende americane, sopratutto quelle tecnologiche che ne stanno subendo i contraccolpi.

In questo mese dovrebbe arrivare l’accordo tanto atteso tra Cina e Stati Uniti sulla trade war, la guerra del commercio, l’evento politico economico più importante di questi ultimi 12 mesi, ma difficilmente questo accordo sarà definitivo. Ormai la strategia di Trump sembra chiara ( nonchè descritta nel suo libro): rilanciare come si fa ad un tavolo di poker, rilanciare al massimo per ottenere anche un minimo risultato. Finchè questo accordo non sarà sancito i maggiori esperti consigliano di non puntare su azioni di aziende che dipendono dalla Cina per il loro lavoro e di puntare più su aziende di prodotti immateriali o che comunque non lavorino anche in Cina, come suggeriscono gli analisti di Goldman Sachs. Per quanto riguarda l’Italia invece, dopo le elezioni europee, e l’affermazione della Lega, sembra riniziato il tira molla con l’Europa dei sovranisti per avere più deficit, anche se questi non hanno i numeri per cambiare le regole europee ( arrivano ad un 15% nel parlamento europeo) . Tutto questo sta andando a discapito dello spread e del settore bancario italiano.

Un titolo che ci sembra molto interessante, è quello di The Walt Disney Company, una società che in pratica sta monopolizzando il mercato dell’intrattenimento a livello globale.

 

Alla fine di Aprile si presentano molto interessanti le IPO Pinterest, il social network delle immagini che potrebbe rivelarsi un buon affare, visto i precedenti con social network simili e di UBER il 7 Maggio, il servizio di car sharing famoso in tutto il mondo.

In tutto questo, ci sono azioni che rimangono comunque interessanti, come quelle legate all’energia eolica e tutto il settore dell’energia rinnovabile, che sono da tenere sott’occhio.

Ormai questo 2019 sembra essere caratterizzato da incertezza. Il mese passato è stato positivo per i mercati, un “rimbalzo” molto consistenze sia della FAANG che alla Borsa di Milano. Durerà? Difficile dirlo, i segnali di un rallentamento dell’economia globale ci sono tutti, per non parlare di una vera e propria recessione dell’economia italiana.

Il titolo di Leonardo (ex Finmeccanica ) sembra uno di quelli più promettenti di quest’anno, sempre che la recessione non morda troppo il freno a quesrta azienda di sicuro carattere internazionale.

Il titolo di Fiera di Milano ha guadagnato il +100% negli ultimi 12 mesi, al link la spiegazione per chi voglia provare a salire nel treno di questa avventura.

Se è vero che quasi tutti sono concordi che nel 2019 ci sarà una recessione, è pur vero che quasi tutti sono concordi che si tratterà più che altro di un rallentamento della crescita delle varie economie, più che una grave crisi come fu quella di 10 anni fa dei mutui subprime.

Quindi visto che già il mercato è sceso in alcuni casi del 20% come il Nasdaq o Piazza Affari, ecco che un rimbalzo oltre che ad essere sicuro, sarà anche probabile che non sia solo un rimbalzo del gatto morto, ma dopo 6 mesi di mercati finanziari in discesa, si tratti di una ripresa degli stessi. Quando è impossibile dirlo, di certo bisognerà stare attenti alle fluttuazioni ed agire di conseguenza.

La guerra dei dazi tra Cina e Stati Uniti sembra essere giunta al termine , l’accordo Stati Uniti – Pechino c’è finalmente stato e i benefici alle borse sono ormai evidenti, guardando gli indici azionari.

Per il 2019 torniamo a proporre aziende di Marijuana che in USA e Canada stanno ottenendo un gran successo.

Nel 2019 si prevede un rallentamento della crescita economica globale. Tutti gli indicatori dicono che se anche non ci sarà una crisi come ci fu nel 2008-2009, la crescita dell’economia globale rallenterà. In Italia già si sta facendo sentire e secondo i dati ISTAT nel 3° trimestre c’è stata una crescita vicina allo 0%.

Questo, insieme all’aumento dei tassi delle obbligazioni ha portato i mercati a spostare i capitali dall’azionariato verso altri lidi, che per il momento sembra essere non solo l’obbligazionario ( che ha ancora interessi non troppo interessanti), ma quello che sta emergendo è un notevole interesse per quelli che Noi chiamiamo “investimenti non usuali”, e stiamo parlando di fare impresa, arte, auto storiche, vino, come abbiamo già parlato in questo sito. Questo perché il mercato azionario è calato non tanto per i risultati degli utili distribuiti dalle aziende, che sono ancora sostanzialmente positivi, ma più che altro per le previsioni di un rallentamento della crescita e per quei risultati che non sono più così buoni come gli investitori speravano. Questo ha prodotto un calo del valore anche del 20% sulle azioni FAANG, cioè di quelle aziende tecnologiche di internet che tanto hanno tirato il mercato mondiale.

Dopo 6 mesi di tira e molla ed una guerra dei dazi aperta, Trump ha dichiarato che incontrerà i delegati cinesi per un accordo commerciale con la Cina che ponga fine a questa guerra.

L’economia americana continua a crescere, i consumi interni crescono e diminuisce la disoccupazione, per quanto si possa criticare Trump i numeri sull’economia gli stanno dando ragione.

La situazione in Europa: sembra volgere ad uno spiraglio un accordo per una Brexit dolce tra UE e Gran Bretagna.

Gli stress test della BCE sulle banche europee ed italiane hanno dato esito positivo per i Nostri istituti di credito. Una delle peggiori grandi banche europee è francese.

Il Governo italiano sembra intenzionato a proporre un nuovo DEF corretto che dovrebbe evitare l’apertura di un “caso Italia”, ma lo sapremo a metà novembre.

Negativi i titoli FAANG, con Apple (AAPL) che ha deciso di non puntare più tutto sull’iPhone, notizia che ha fatto calare il titolo di quasi il 10% in poche sedute, calo che si è portato dietro gli altri titoli tecnologici. Questo, nonostante il giro di affari di Apple sia aumentato più delle aspettative così come i suoi utili.

Quindi ci sarà una crisi economica mondiale nel 2019? Non si sa, ma forse è solo rimandata.

Il recente DEF del Governo giallo verde ha mandato in tilt la Borsa venerdì 28 Settembre. Forte calo sui bancari che sono esposti con i titoli di Stato italiani.

la Borsa chiude intorno al -4% e lo Spread sale vertiginosamente a + 15%- I primi giorni di ottobre si presentano come negativi quindi per la Borsa italiana, ci saranno degli assestamenti, così dicono i maggiori esperti dei fondi di investimento, quindi meglio lasciare perdere Piazza Affari, almeno per il momento.

Le borse europee non dovrebbero risentire della situazione italiana, almeno questo si spera, visto l’andamento, ma questo Governo è imprevedibile e gran parte del suo elettorato preme per una “rottura” ed un’uscita dall’euro, convinti che uno “shock” faccia ripartire la Nostra economia, come paventato da molti membri dell’esecutivo tipo Savona.

Interessante torna a farsi invece Wall Street. l’economia statunitense continua a crescere, nonostante tanto scetticismo e Trump che non sta simpatico a tante persone, le sue ricette di stampo liberista sono ben oculate: meno assistenzialismo, meno tasse alle imprese creano ricchezza e lavoro, questo dicono ( per il momento)  i dati dell’economia USA.

Per questo motivo anche titoli come Paypal ( PYPL) iniziano a tornare ad essere appetibili.

Le azioni NVIDIA ( Nasdaq: NVDA) si sta dimostrando come uno dei migliori titoli tecnologici di questo anno.

Una importante svolta nei mercati finanziari sembra arrivare da Trump, che alla fine di Agosto fa sapere di avere trovato un accordo sui dazi con il Messico e che promette di trovarne uno con il Canada.

Questo annuncio, a fine Agosto ha fatto subito salire gli indici delle principali borse mondiali, da quelli asiatici a quelli europei, facendo toccare nuovi record al Nasdaq e Wall Street.

Il gioco al rilancio di Trump, fa parte della sua politica e del suo modo di essere, come si è visto con la Corea del Nord, e tutti sperano che questo sistema riesca a fargli trovare un accordo anche con Unione Europea e Cina. per quanto riguarda l’impeachement, non se ne sente più parlare.

Bene Netflix, FCA.

Dopo una crescita costante, il mercato Nasdaq ha avuto delle notevoli difficoltà a fine Luglio, con la presentazione delle seconde trimestrali di Facebook che ha perso il 20% in una sola seduta. Anche gli altri titoli FANG sono stati influenzati da questo andamento negativo, la bolla dei titoli tecnologici è scoppiata?

In questi primi giorni di Agosto vedremo come andrà il mercato, Apple, Amazon e Google hanno avuto dati positivi, e tra un annuncio di Trump e uno scandalo sulla privacy bisognerà monitorare questo importante mercato per vedere se le cose cambieranno.

Il FTSE MIB è stato scosso sia dalle notizie di Energica Company che da quelle di Ronaldo alla Juventus che hanno fatto schizzare il titolo della società di calcio della Juve a massimi storici.

Per quanto riguarda il mercato borsistico principale, cioè Wall Street, il NYSE e il Nasdaq sono molto influenzati dalle decisioni di Trump che con il suo tira e molla con la Cina rende tutto più difficile ed instabile. Gli analisti dicono che lo fa perché a Novembre ci sono le elezioni, nel frattempo le sue decisioni di mettere dei dazi su alcuni prodotti hanno fatto perdere centinaia di miliardi alle borse.

Un avvio difficile per i titoli tecnologici

Tornano a far parlar di sè le azioni di Banca Monte dei Paschi di Siena, il cui valore effettivo è 3 volte superiore a quello di borsa.

I titoli azionari in crescita nel mese di Marzo sono diversi, sia nel mercato italiano che in quello statunitense. Uno dei rumors più interessanti comunque, è quello di Apple che starebbe mettendo le mani su Walt Disney e/o Netflix. Sarebbe un colpaccio su una delle industrie che fatturano di più al mondo: quella dello spettacolo, che unita ai prodotti Apple dovrebbe proprio fare faville.

Da tenere presente anche che a Marzo si iniziano a conoscere in modo sicuro i migliori dividendi 2018, che come sapete è un dato fondamentale per l’andamento delle azioni.

Approfondimenti su investimenti

Pubblicista finanziario e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

3 commenti

  1. Ottimo consiglio quello di comprare azioni Ferrari e anche azioni Brembo.

    Grazie, in questi 2 anni che vi seguo ho visto che date sempre dei buoni consigli sulle azioni su cui investire.
    Devo dire che ero scettico sul comprare azioni Ferrari, ma alla fine mio figlio mi ha convinto e anche grazie ai Vostri articoli ho provato.
    Purtroppo i soldi che ho potuto investire non sono molti, ma in questi anni mi sono fatto ben 2 vacanze nel mese di agosto grazie a questi semplici consigli.

    Quello che apprezzo è sopratutto l’onestà: non dite mai “fate così che poi diventate ricchi”, ma mettete il lettore in condizione di capire quali sono i rischi a cui va incontro.

    E’ proprio grazie alla sezione “diversificazione” che con la crisi del coronavirus non ho praticamente perso nulla.

    Grazie ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *