Azioni ENEL: Quotazione, Andamento e Previsioni 2021

Conviene comprare azioni ENEL? Quotazioni, dividendo e previsioni per il 2021

Nuove notizie dal colosso italiano dell’energia, prospettive e previsioni, dividendi ed altre novità per questa grande realtà italiana.
Con la fusione tra Enel e la controllata Enel Green Power, la società elettrica mette al centro del “core business” aziendale energie rinnovabili e nuove tecnologie.
In base ai dettagli forniti dall’Amministratore Delegato Starace l’operazione di unione tra le due realtà aziendali avverrà attraverso il meccanismo della “scissione non proporzionale”.

Investire in azioni ENEL, aggiornamento 10 MARZO 2021:

Azione di Rating: Moody’s assegna il rating Baa3 alle obbligazioni ibride di ENEL SpA; Outlook stabileGlobal Credit Research

– 3 marzo 2021 – Moody’s Investors Service (“Moody’s”) ha assegnato oggi un rating di debito a lungo termine Baa3 al titolo di capitale subordinato junior (l ‘”Ibrido”) che sarà emesso da ENEL SpA (“Enel”).
La dimensione e il completamento dell’ibrido sono soggetti alle condizioni di mercato.
L’outlook per Enel è stabile.

CLASSIFICAZIONI RAZIONALI

Il rating Baa3 assegnato all’Hybrid è due notches al di sotto del rating senior unsecured di Enel di Baa1, riflettendo le caratteristiche dell’Hybrid.
È molto longevo, profondamente subordinato ed Enel può optare per il differimento delle cedole su base cumulativa.
Il rating è in linea con quelli delle obbligazioni ibride esistenti emesse dalla società.
l’ibrido ha caratteristiche simili alle azioni che gli consentono di ricevere il trattamento “C” del paniere (cioè 50% di azioni e 50% di debito) a fini di leva finanziaria.
Poiché il rating di Hybrid è posizionato rispetto a un altro rating di Enel, una modifica in una pratica relativa al notching di Moody’s; o il rating senior unsecured di Enel potrebbe influenzare il rating dell’ibrido.
Il rating senior unsecured Baa1 di Enel è sostenuto da la sua diversificazione geografica e su scala particolarmente ampia, che contribuisce a contenere la volatilità degli utili; redditività stabile derivante da reti regolate e generazione contrattualizzata, che rappresentano l’80% dell’EBITDA di gruppo; e un solido profilo finanziario, con fondi da operazioni (FFO) / indebitamento netto superiore al 20%. Il rating considera anche l’esposizione della società verso l’Italia (Baa3 stabile), dove genera ancora una quota consistente, seppur in calo, dei propri utili; rischi politici e regolamentari in alcuni degli altri paesi in cui opera, tra cui Spagna (Baa1 stabile) e Brasile con rating inferiore (Ba2 stabile); i rischi di esecuzione associati all’ampio programma di spesa in conto capitale del gruppo di 39,0 miliardi di EUR per il periodo 2021-23; un pagamento minimo di dividendi, che può in qualche modo limitare la sua flessibilità finanziaria; e le consistenti partecipazioni di minoranza nel gruppo, che riducono il flusso di cassa trattenuto (RCF) e aumentano la complessità.

RATIONALE FOR STABLE OUTLOOK

L’outlook stabile sul rating di Enel riflette l’outlook stabile sul rating sovrano Baa3 dell’Italia.
L’outlook stabile riflette anche l’aspettativa di Moody’s che Enel manterrà un FFO / indebitamento netto di almeno il 20% fino al 2023, supportato da un’ulteriore crescita della base di asset delle reti globali, dalla consegna di progetti sulle energie rinnovabili e dal continuo miglioramento dell’efficienza.
L’agenzia di rating prevede inoltre un ulteriore rafforzamento del profilo di rischio aziendale di Enel, in quanto la distribuzione del capitale del gruppo è sempre più orientata verso reti e rinnovabili (circa l’85% degli investimenti del gruppo 2021-23), consentendo di mirare alla crescita della base patrimoniale regolamentata nelle reti globali di 6 miliardi di euro (+ 14%) e crescita del 39% della capacità rinnovabile installata consolidata (da 45 GW a 60 GW) nel periodo 2020-23

FATTORI CHE POTREBBERO PORTARE A UN UPGRADE O DOWNGRADE DEL RATING

Il rating sovrano italiano (Baa3 stabile) limita qualsiasi potenziale di rialzo per il rating di Enel, e un rating più alto per Enel è improbabile in assenza di un rating più alto per l’Italia.
Il rating potrebbe essere declassato se il gruppo non fosse in grado di mantenere un profilo finanziario coerente con le linee guida per il rating corrente, tale che se FFO / l’indebitamento netto è apparso probabile che scenda costantemente al di sotto del 20% o RCF / indebitamento netto al di sotto degli anni dell’adolescenza; o un downgrade del rating del governo italiano; o (3) se la realizzazione della strategia del gruppo di trasferire il proprio profilo di rischio aziendale ad attività a basso rischio è stata contestata.

Leggi anche >> Azioni di aziende di colonnine di ricarica elettrica per autoAziende di energia rinnovabileEnel Green Power

Azioni ENEL: quotazioni, dividendo 2018, conviene investire?

 QUOTAZIONE AZIONI ENEL IN TEMPO REALE

 

 

 

Azioni Enel, come andranno:

Bella domanda; l’amministratore delegato Starace, ha poi confermato che la società sarà aperta a tutti, operatori tlc e fornitori di contenuti ma ha escluso per ora il comparto dagli investimenti e dai margini operativi.
Per quanto riguarda la rotazione del personale l’azienda elettrica annuncia che in Italia si effettueranno 6.000 prepensionamenti a fronte di 2.000 nuove assunzioni. Nel mondo l’Enel prevede di effettuare 9.200 prepensionamenti mentre le assunzioni saranno 4.500. Alla fine l’organico totale scenderà del 14 %.

Pubblicista finanziario e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *