Investire in Collezionismo di Lusso e Arte 2023

Nel mondo ogni anno che passa ci accorgiamo che ci sono sempre più ricchi.

L’economia mondiale sta pian piano crescendo nel lungo periodo – anche se l’uomo medio non se ne accorge, nuovi ricchi popolano il pianeta e nuove ricchezze crescono.

Una delle fortune di avere tanti soldi è quella di poterli spendere per i propri hobby, come potrebbe essere quella del collezionismo di oggetti di lusso.

Investire in Collezionismo di Lusso
Sopra: un’immagine dal film The Wolf of Wall Street.

Investimenti in collezionismo di lusso

Se poi a questo piacere del collezionismo aggiungiamo un tocco di imprenditoria ecco che la collezione di lusso si trasforma in modo automatico in investimento.

Nel Nostro portale di Economia Italia ed in particolare in questa categoria di Finanza Italia abbiamo parlato tante volte dii collezionismo di lusso, a partire ovviamente da quello più conosciuto e scontato, nonchè quello che è più remunerativo, cioè il collezionismo d’arte ed in particolare di arte contemporanea, aperto un po’ a tutte le tasche, anche quelle di persone non ricchissime ma che vogliono comprare un bell’oggetto che dopo alcuni anni non solo mantenga il proprio valore ma che addirittura lo aumenti, facendone quindi un investimento ad alto reddito.

Le regole da rispettare per il buon investitore in collezioni di lusso:

  1. Bisogna essere degli appassionati: se parti per investire per avere un ritorno e non sai niente degli oggetti che compri, è meglio che investi in un altro strumento finanziario, più semplice e più alla portata di tutti: l’investimento in collezionismo di lusso non fa per te e anzi potresti perderci un sacco di soldi.
  2. Non bisogna avere fretta: comprare e vendere un Morandi o Burri non è come comprare e vendere un’azione dell’ENI, cosa che puoi fare in pochi secondi con una piattaforma di trading online. Comprare e vendere pezzi d’arte o più genericamente pezzi di una collezione implica – oltre a competenze – una pazienza che è fuori dal comune e stiamo parlando non solo di giorni di ricerche, ma in alcuni casi anche di anni. Questo implica che non puoi avere indietro subito i soldi investiti, quando magari un giorno ti servono, a meno di non fare enormi sconti e allora ci avrai rimesso tanti soldi. A volte bisogna aspettare che una casa d’aste ti prenda il Tuo oggetto e lo metta all’asta, cosa che non è facile e che potrebbe costarti dei mesi, anche se hai in mano un pezzo straordinario.
  3.  I soldi investiti in collezioni sono congelati e non li puoi avere indietro immediatamente. Quindi la regola numero 3 deriva direttamente dalla numero 2. Proprio per le ragioni che abbiamo scritto nel “Non avere fretta”, se ne deduce quindi che puoi investire quella parte del capitale o meglio del tuo portafoglio titoli che prevede un investimento nel lungo-lunghissimo periodo. Meglio se da lasciare ai posteri.

Articoli di approfondimento sugli investimenti in collezioni di lusso:

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.