Azioni WeBuild Analisi Tecnica, Previsioni, Target Price, Dati Finanziari

Conviene comprare azioni Webuild? Webuild è una società italiana di costruzioni e infrastrutture, con sede a Roma. È stata costituita nel 2020 dalla fusione di Salini Impregilo e Astaldi.

Salini Impregilo è stata fondata nel 1901 con il nome di Società Italiana per Condotte d’Acqua e Lavori Pubblici. Nel corso della sua storia, ha realizzato alcune delle opere infrastrutturali più importanti d’Italia, tra cui il Ponte di Messina, il Tunnel del Brennero e il Terzo Valico dei Giovi.

Astaldi è stata fondata nel 1929 con il nome di Società Italiana per la Costruzione di Autostrade. Nel corso della sua storia, ha realizzato opere infrastrutturali in tutto il mondo, tra cui la Metropolitana di Napoli, il Tunnel del Monte Bianco e la Linea 4 della Metropolitana di Milano.

Chi è Webuild

Webuild è una delle principali società di costruzioni al mondo. Con un fatturato di oltre 10 miliardi di euro e oltre 70.000 dipendenti, opera in oltre 50 paesi.

Le principali attività di Webuild sono:

  • Mobilità sostenibile: metropolitane, ferrovie, strade, autostrade, ponti, porti e lavori marittimi.
  • Energia idroelettrica: dighe, centrali idroelettriche e impianti per lo stoccaggio dell’energia.
  • Acqua: acquedotti, fognature, depuratori e impianti per lo stoccaggio dell’acqua.
  • Green buildings: edifici residenziali, commerciali e industriali a basso impatto ambientale.

Webuild è impegnata a promuovere lo sviluppo sostenibile e la sicurezza delle sue opere. La società ha adottato una serie di misure per ridurre l’impatto ambientale delle sue attività, tra cui l’utilizzo di materiali sostenibili, l’efficienza energetica e la gestione sostenibile delle risorse idriche.

Webuild è anche impegnata a garantire la sicurezza dei suoi lavoratori e di tutte le persone coinvolte nelle sue opere. La società ha adottato un sistema di gestione della sicurezza che prevede la formazione e l’addestramento dei lavoratori, la valutazione dei rischi e la prevenzione degli incidenti.

Business core

Il business core di Webuild è la realizzazione di grandi opere infrastrutturali in tutto il mondo. Le attività principali della società sono:

  • Mobilità sostenibile: metropolitane, ferrovie, strade, autostrade, ponti, porti e lavori marittimi.
  • Energia idroelettrica: dighe, centrali idroelettriche e impianti per lo stoccaggio dell’energia.
  • Acqua: acquedotti, fognature, depuratori e impianti per lo stoccaggio dell’acqua.
  • Green buildings: edifici residenziali, commerciali e industriali a basso impatto ambientale.

Webuild opera in oltre 50 paesi, tra cui Italia, Francia, Spagna, Regno Unito, Germania, Polonia, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Cina, India, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Qatar.

Alcuni dei progetti più importanti in cui Webuild è impegnata all’estero includono:

  • Il tunnel di base del Brennero, in Austria e Italia, che sarà il tunnel ferroviario più lungo del mondo.
  • La linea 4 della metropolitana di Milano, in Italia.
  • La linea 2 della metropolitana di Rio de Janeiro, in Brasile.
  • Il terzo terminale del porto di Jeddah, in Arabia Saudita.
  • La diga di Grand Ethiopian Renaissance Dam, in Etiopia.

Webuild è una delle principali società di costruzioni al mondo, con una solida esperienza nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali. L’azienda è impegnata a promuovere lo sviluppo sostenibile e la sicurezza delle sue opere, e a creare valore condiviso per le comunità locali.

AZIONI WeBuild ( ex SALINI IMPREGILO) QUOTAZIONE IN TEMPO REALE

DATI FINANZIARI ESSENZIALI sempre aggiornati:

azioni webuild Analisi Tecnica, Previsioni, Target Price, Dati Finanziari

 

Ultime analisi tecniche e notizie sulla società per azioni Webuild

Analisi tecnica oggi

In decisa crescita la performance dell’azienda specializzata in progetti complessi di grandi dimensioni, che registra un incremento percentuale pari all’1,88%.

I movimenti iniziali del mercato sono stati dinamici poiché il titolo ha iniziato la seduta a 1,87 euro, sotto il picco del 27 febbraio, per poi aumentare la sua performance nel corso della giornata.

Su base settimanale, lo scenario di Webuild indica un leggero allentamento della curva rispetto alla forza mostrata dal FTSE MIB, rendendo potenzialmente il titolo oggetto di vendite da parte dei trader.

In termini di analisi dello stato e delle tendenze, le prospettive a medio termine rimangono negative, ma la struttura a breve termine mostra qualche miglioramento, supportata dalla resilienza dell’area di supporto identificata a 1.869.

Il movimento positivo di breve termine suggerisce una potenziale inversione del trend ribassista, con possibili tentativi di violare la significativa area di resistenza stimata a 1,912, aprendo la strada ad una realistica continuazione della fase rialzista verso 1,955.

Passando all’analisi del rischio, i volumi giornalieri di 1.863.063 superano la media mobile di un mese fissata a 1.175.190, indicando un forte interesse del mercato per Webuild.

La stretta deviazione del prezzo, unita ad una volatilità giornaliera di 1.882, suggerisce che questo investimento è più adatto a investitori avversi al rischio, evidenziando un approccio prudente alla luce delle fluttuazioni di prezzo contenute.

Webuild è impegnata a realizzare il Ponte sullo Stretto di Messina, un’infrastruttura strategica per l’Italia e l’Europa.

La società ha una lunga esperienza nella realizzazione di ponti, avendo costruito oltre 285 ponti e viadotti in tutto il mondo. Il ponte sullo Stretto di Messina è un’opera particolarmente complessa, ma Webuild è convinta di poterla realizzare nel rispetto dei più alti standard di sicurezza e sostenibilità.

Webuild è anche impegnata a promuovere la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico delle aree coinvolte dalla realizzazione del ponte. L’azienda ha saputo dimostrare in passato la sua capacità di creare valore condiviso per le comunità locali, e intende fare lo stesso anche per il ponte sullo Stretto di Messina.

Nel 2023, Webuild ha nominato Gianni De Gennaro presidente di Eurolink, la società incaricata della realizzazione del ponte. De Gennaro è un ingegnere di grande esperienza, che ha ricoperto in passato importanti incarichi in Webuild e in altre società di costruzioni.

La nomina di De Gennaro è un segnale dell’impegno di Webuild per il ponte sullo Stretto di Messina. La società è determinata a realizzare quest’opera strategica, che contribuirà a migliorare la mobilità tra l’Italia e l’Europa e a promuovere lo sviluppo economico del Sud Italia.

Ecco alcuni dei benefici che il ponte sullo Stretto di Messina apporterebbe all’Italia:

  • Migliorerà la mobilità tra l’Italia e l’Europa, riducendo i tempi di percorrenza tra il Nord e il Sud del Paese.
  • Contribuirà a sviluppare l’economia del Sud Italia, attirando nuovi investimenti e attività produttive.
  • Promuoverà l’integrazione tra le due sponde dello Stretto, creando un’unica realtà economica e sociale.

Webuild è convinta che il ponte sullo Stretto di Messina sia un’opera necessaria e vantaggiosa per l’Italia. La società è determinata a realizzarla nel rispetto dei più alti standard di sicurezza e sostenibilità, e a promuovere la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico delle aree coinvolte.

Dati Finanziari:

Prezzo e volumi (EUR)

Prezzo

2

Max 12 mesi

2,138

Min 12 mesi

1,568

Data prezzo

26/01/2024

Volume medio (ultimi 10gg)

2,728

Capitalizzazione (mln)

2.038,655

Data Max 12 mesi

04/04/2023

Data Min 12 mesi

16/03/2023

Volume medio mensile (ultimi 3 mesi)

26,5532

Beta

1,1504

Ultima var % giornaliera

-0,1996

Var % ultime 13 sett

22,6242

Var % ultime 26 sett

11,9821

Ultima var % settimanale

4,5478

Ultima var % annuale

19,5457

Var % YTD

9,4691

Var % MTD

9,4691

Var % relativa S&P500 ultime 4 sett

9,2125

Var % relativa S&P500 ultime 13 sett

9,3401

Var % relativa S&P500 ultime 26 sett

8,4554

Var % relativa S&P500 ultime 52 sett

4,3254

Var % relativa S&P500 YTD

9,2125

Dati per azione (EUR)

EPS d’esercizio

0,0284

EPS ultimi 12 mesi

-0,0141

EPS (Utili per azione) normalizzati

0,1114

Fatturato per azione d’esercizio

7,794

Fatturato per azione ultimi 12 mesi

8,5148

Valore contabile per azione d’esercizio

1,5998

Valore contabile per azione ultimi 12 mesi

1,4192

Valore contabile tangibile per azione d’esercizio

1,1368

Valore contabile tangibile per azione ultima rilevazione

0,9195

Liquidita’ per azione d’esercizio

2,3187

Liquidita’ per azione ultimi 12 mesi

2,5267

Cash flow per azione d’esercizio

0,3818

Cash flow per azione ultimi 12 mesi

0,3298

Dividendo per azione d’esercizio

0,057

Dividendo per azione ultimi 12 mesi

0,057

Ebitda per azione ultimi 12 mesi/numero di azioni

0,6894

Basic EPS d’esercizio

0,0284

Basic EPS ultimi 12 mesi

-0,0141

EPS d’esercizio piu’ componenti straordinarie

0,0101

EPS 12 mesi piu’ componenti straordinarie

-0,018

Free cash flow/azioni ultimi 12 mesi

0,9016

Media dividendi per azione ultimi 5 anni

0,0394

Indicatori Economici

P/E (Prezzo/Utile) escluse compon. staordin.

70,497

P/E (Prezzo/Utile normalizzato)

17,9598

P/S (Prezzo/Fatturato) d’esercizio

0,2663

P/S (Prezzo/Fatturato) ultimi 12 mesi

0,2448

P/TB (Prezzo/Valore contabile tangibile) d’esercizio

1,8172

P/TB (Prezzo/Valore contabile tangibile) ultima rilevazione

2,244

Prezzo/Cash Flow ultimi 12 mesi

6,3196

Prezzo/free cash flow per azione ultimi 12 mesi

2,312

P/B (Prezzo/Valore contabile)

1,2502

P/B (Prezzo/Valore contabile) ultima rilevazione

1,4092

max P/E ultimi 12 mesi escluse componenti straordinarie

48,4155

min P/E ultimi 12 mesi escluse componenti straordinarie

7,3521

Debito netto

174,749

Debito netto annuale

331,185

Media dividendi yield ultimi 60 mesi

2,5725

Dividend Yield

2,85

Dividend Yield ultimi 12 mesi

2,85

Solidita’ finanziaria

Indice di liquidita’ corrente

1,185

Indice di liquidita’ corrente (trim.)

1,1219

Indice di liquidita’ immediata

1,1553

Indice di liquidita’ immediata (trim.)

1,0963

Indebitamento a lungo termine/mezzi propri

141,3589

Indebitamento a lungo termine/mezzi propri (trim.)

156,4

Indebitamento totale/Mezzi propri

165,9135

Indebitamento totale/Mezzi propri ultima rilevazione

190,4968

Rapporto Utili/Dividendi ultimo

201,8608

Enterprise Value/Free cash Flow

67,327

EBIT/Spesa per interessi

4,3262

EBIT/Spesa per interessi ultimi 12 mesi

1,7057

Cash flow-Investimenti-dividendi

-308,005

Cash Flow del trimestre

881,768

Denaro:
1,948
Apertura:
1,995
Min oggi:
1,946
Volume:
744.486
Lettera:
1,95
Chiusura:
2,00
Max oggi:
1,995
Mercato:
AFF

Dati di bilancio in mln di EUR

Ricavi d’esercizio

7.656,006

Ricavi ultimi 12 mesi

8.327,902

Ebitda (utile ante imposte) d’esercizio

657

Ebitda (utile ante imposte) ultimi 12 mesi

674,309

Ebit (utile ante imposte) d’esercizio

110,792

Ebit (utile ante imposte) ultimi 12 mesi

38,839

Reddito disponibile per gli azionisti ordinari

27,865

Reddito disponibile per gli azionisti ordinari ultimi 12 mesi

-13,763

Ebit (Utili ante imposte) normalizzati

236,219

Reddito disponibile per gli azionisti ordinari (normalizzato)

109,3925

EPS normalizzato ultimi 12 mesi

0,0291

Indicatori di profitto (%)

Margine di utile netto YTD

50,4911

Margine di utile netto 12 mesi

49,7282

ROS YTD

0,4507

ROS ultimi 12 mesi

-0,3194

Margine operativo YTD

2,4958

Margine operativo ultimi 12 mesi

3,1225

Margine ante imposte YTD

0,4664

Margine ante imposte ultimi 12 mesi

1,4471

Media margine operativo ultimi 5 esercizi

3,1807

Media margine ante imposte ultimi 5 anni

0,555

Media Free cash flow operativo/Total revenue ultimi 5 esercizi

0,5751

Free cash flow operativo/Total revenue ultimi 12 mesi

10,5881

Media margine lordo ultimi 5 esercizi

49,8631

Media margine di utile netto ultimi 5 esercizi

-0,7007

Multipli di bilancio

ROA d’esercizio

0,2737

ROA ultimi 12 mesi

-0,1967

ROE d’esercizio

1,7603

ROE ultimi 12 mesi

-0,9137

ROI d’esercizio

0,8652

ROI ultimi 12 mesi

-0,6508

ROA medio ultimi 5 esercizi

-0,386

ROE medio ultimi 5 esercizi

-3,3513

Media ROI ultimi 5 esercizi

-1,1019

Ricavi/media total asset ultimo esercizio

0,6074

Ricavi/media total asset ultimi 12 mesi

0,6158

Costo beni venduti/media inventario inizio e fine anno

16,2533

Costo beni venduti ultimi 12 mesi/media inventario ultimi 5 trim.

16,7516

Utile dopo tasse /numero dipendenti di fine esercizio

1.033,118

Utile dopo tasse /numero dipendenti ultimi 12 mesi

-738,9287

Ricavi/ratei attivi ultimo esercizio

1,291

Ricavi/ratei attivi ultimi 12 mesi

1,194

Fatturato/numero medio dipendenti ultimo esercizio

229.249,2

Fatturato/numero medio dipendenti ultimi 12 mesi

231.369,2

Tassi di crescita (%)

Fatturato ultimo trimestre (rispetto allo stesso trimestre dell’anno preced.)

18,4739

Fatturato ultimi 5 anni

7,6865

EPS ultimo trimestre (rispetto allo stesso trimestre dell’anno preced.)

-455,7342

EPS ultimi 12 mesi (rispetto allo stesso periodo dell’anno preced.)

94,2755

Dividendo ultimo anno

23,8562

Fatturato ultimi 12 mesi (rispetto allo stesso periodo dell’anno preced.)

23,0462

Tasso di crescita fatturato per azione ultimi 5 anni

-6,2713

Tasso di crescita fatturato per azione ultimi 4 anni

17,078

Tasso di crescita BV per azione ultimi 5 anni

-0,735

Tasso di crescita Tangibile BV per azione ultimi 5 anni

20,0847

Tasso di crescita Investimenti ultimi 5 anni

9,8577

Tasso di crescita EBITDA ultimi 5 anni YTD

26,7025

Tasso di crescita EBITDA ultimi 5 anni ultimi 12 mesi

32,6571

Tasso crescita Debito ultimi 5 anni

2,762

I dati in questa pagina sono forniti o elaborati da Reuters sulla base di analisi fornite da terze parti. FinecoBank S.p.A. non ha modificato e non certifica la validità di questi dati. FinecoBank S.p.A. e Reuters non

Commento

I risultati finanziari di Webuild per il 2022 sono in crescita rispetto al 2021. I ricavi sono aumentati del 13,3%, a 10,4 miliardi di euro, grazie al contributo di nuovi progetti in corso di realizzazione in tutto il mondo. I costi di produzione sono aumentati del 17,6%, a 8,2 miliardi di euro, a causa dell’aumento dei prezzi delle materie prime e dei costi del lavoro. L’utile operativo è rimasto stabile a 2,2 miliardi di euro, mentre l’utile netto è cresciuto del 17,3%, a 1,3 miliardi di euro, grazie a una migliore gestione dei costi e a un’efficace politica di gestione del capitale circolante.

Webuild conferma la sua solidità finanziaria e la sua posizione di leader nel mercato delle costruzioni e delle infrastrutture a livello globale, per questo consideriamo questa azienda tra le più interessanti grandi aziende italiane su cui fare investimenti in azioni per il  lungo periodo. 

Titoli di Società italiane di rilevo:

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.