Investire in Beni Rifugio nel 2020: quali scegliere e perché

In un periodo di crisi come quello degli ultimi anni, la stabilità economica e il risparmio sono priorità crescenti per gli italiani. E’ per questo che sempre più persone in Italia investono sui beni rifugio, che garantiscono protezione e sicurezza nei periodi di forti criticità finanziarie nazionali e internazionali.
L’investimento sui beni rifugio non è una scelta a fine speculativo, lo è bensì per proteggere i propri risparmi di fronte a oscillazioni di mercato o instabilità economica, poiché mantengono il loro valore anche nelle situazioni più difficili. In ogni caso, per capire in che modo investire in beni rifugio nel 2020 occorre valutare al meglio quelli a disposizione così come la propria condizione economica, per garantire maggiore sicurezza nel tempo.

Perchè investire in beni rifugio nel 2020?

Dopo la crisi economica 2008-2009, di cui si sentono spesso ancora gli effetti, sono tante le normative di salvaguardia promosse dalle autorità finanziarie della Comunità Europea, che mettono incertezza a correntisti e investitori: una delle più menzionate è il bail-in, che può portare una banca al prelievo forzato sui suoi conti correnti superiori ai 100,000 euro in caso di fallimento dell’istituto di credito; altre sono invece le clausole di salvaguardia per i titoli di debito pubblico, che rivedono a ribasso gli interessi erogati.

Per il 2020 ci sono molti fattori di instabilità che possono entrare prepotentemente ad influire i mercati finanziari e rendere gli investimenti – specialmente in azioni –  molto volatili, come l’elezione del Presidente degli Stati Uniti a novembre e l’elezione del candidato democratico sfidante nei mesi precedenti.

Un altro grande fattore di destabilizzazione dei mercati potrebbe essere il Coronavirus di Wuhan che potrebbe scatenare addirittura un evento Cigno Nero a livello globale.

Proprio per tale ragione, di fronte a scenari economico-politici di grave difficoltà dal 2010 si è vista una vera e propria corsa negli investimenti sui beni rifugio, quei beni che garantiscono sicurezza e protezione anche in periodi di crisi finanziaria poiché mantengono il loro valore. Investire in beni rifugio nel 2020 è, infatti, non una manovra speculativa ma di salvaguardia, appartenendo a quella asset class che presenta solidità anche di fronte a inflazione e criticità geo-politiche.

Investire in Beni Rifugio nel 2020: quali scegliere e perché

Quali sono i beni rifugio migliori?

Investendo nei beni rifugio non ci si pone come obiettivo quello di incrementare il proprio capitale, tale investimento serve al contrario per proteggerlo in caso di problematiche come crisi economica, svalutazione finanziaria o default nazionale. E’ questo il motivo per cui, anche nel 2020, l’investimento in beni rifugio è uno dei più sicuri. Ciò però a patto di conoscere bene ogni dettaglio in merito, nonché valutando il capitale a propria disposizione.

Oro

Più che un bene rifugio, l’oro è considerato il bène rifugio per eccellenza dalla fondazione della società umana. E’ il più affidabile tra i metalli, essendo di natura altamente speculativa, ma ciò garantisce anche elevata sicurezza in periodi di crisi finanziaria. La quotazione del metallo giallo ha avuto anche un forte incremento negli ultimi tempi per le note vicende di mercato e il suo valore aumenta, ogni volta che ci sono dei periodi di incertezza politica, o economica, o dovuta a catastrofi naturali non prevedibili, che minano la stabilità dei mercati finanziari. 

Può essere acquistato in 2 forme:

Comodo e facilmente riscattabile, malgrado oscilli come ogni altro valore, il suo prezzo tende a contenere le perdite e crescere costantemente anche in momenti di profonda difficoltà economica: a gennaio 2020, a causa delle forti tensioni tra Stati Uniti e Medio Oriente e l’uccisione del generale Soleimani, ha raggiunto il suo massimo storico da aprile 2013, attestandosi a 1,579.39 dollari l’oncia. interessante anche la moda di regalare piccoli lingotti ai bambini

Valute

Molte valute del mondo sono ritenute ricche e sicure, poiché provengono da nazioni dal basso rischio di crisi e svalutazione e previsioni di crescita economica. A maggiori consumi corrisponde stabilità (e crescita) della moneta nazionale, garantendo inoltre la stabilità del paese di riferimento. Valute particolarmente stabili sono:

  • Franco Svizzero, a 0,94 euro
  • Dollaro Americano, a 0,91 euro
  • Corona Norvegese, a 0,100 euro
  • Yen Giapponese, a 0,0083 euro

Investire in valute richiede un elevato grado di professionalità ed esperienza; è possibile farlo attraverso ETF, fondi d’investimento o Forex. Anche dopo la crisi economica 2008-2009 la stabilità di tali valute ha rappresentato un investimento sicuro e di protezione.

Titoli di stato

I titoli di stato di molte nazioni possono essere considerati un bene rifugio, poiché tali nazioni presentano valori positivi in termini di PIL, debito pubblico, occupazione e altri parametri. I migliori titoli statali disponibili sono:

  • Bund Tedesco
  • Treasury Statunitense
  • Buoni Fruttiferi Postali ( da considerarsi un investimento identico a dei titoli di Stato, in quanto sono garantiti per tutto il loro importo dallo Stato italiano )

Sono questi a garantire un migliore effetto flight to quality, ossia quel momento in cui la liquidità va verso asset sicuri, salvaguardando i propri risparmi in periodi di pesanti oscillazioni di mercato o crisi geo-politiche.

Case e altri immobili

Specialmente in Italia, dove l’87% della popolazione considera la casa il più importante bene di proprietà, immobili a uso abitativo e non solo rientrano tra i beni rifugio più efficienti, resistendo anche a crisi prolungate. Un investimento a lungo termine, per avere la migliore protezione dal mercato del mattone, anche all’estero. Obiettivi d’investimento possono essere:

  • Compravendita, per acquistare sfruttando ribassi e rivendere a prezzo maggiorato
  • Rendita immobiliare, per acquistare una seconda casa e metterla in affitto
  • Possesso, per far crescere nel tempo il valore dell’immobile custodendolo in momenti di difficoltà economica

L’investimento sugli immobili può essere effettuato anche all’estero, godendo di una tassazione e un costo della vita differenti rispetto a quelli italiani.

Naturalmente anche terreni edificabili e terreni agricoli possono rientrare in questa categoria.

Oggettistica d’epoca e beni di valore

Nella asset class dei beni rifugio rientrano anche oggetti d’epoca, opere d’arte e beni che possono nascondere un elevato valore economico. Vi sono mercati attivi e pieni di appassionati, che permettono le migliori occasioni godendo del valore di numerosi beni come:

Tutti questi investimenti permettono guadagni attraverso la compravendita o una garanzia contro difficoltà economiche possedendoli. Unico punto debole può essere però la manutenzione e la cura che tali beni richiedono: per conservare il loro valore è necessario mantenerli in condizione impeccabile, eventuali danni o imperfezioni possono infatti causarne la svalutazione.

Conclusioni

Quel che si nota da questa analisi è che, anche per investire in beni rifugio nel 2020, vi è una vasta serie di opportunità, che rappresentano possibilità di salvaguardia in caso di criticità economico-finanziarie.

Il bene rifugio più efficiente e solido è l’oro, che accresce il suo valore anche di fronte a situazioni geo-politiche contrastanti; lo stesso non si può dire del diamante che, sebbene lo sia stato per decenni, negli ultimi anni si è presentato come un investimento particolarmente difficile e poco permissivo, che può richiedere fino a 25 anni per far maturare i suoi frutti e costantemente a rischio di truffe.

A conti fatti, la protezione del proprio capitale è una delle maggiori priorità degli italiani, che si mostrano sempre più attenti e consapevoli di fronte a ogni investimento. Ciò avviene anche verso i beni rifugio, che garantiscono sicurezza anche per le necessità più semplici. Accorgimento importante è, ovviamente, effettuarvi investimenti in misura a obiettivi e disponibilità.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *