Oro Come Regalo di Battesimo: Conviene Comprarlo ai Bambini?

Il battesimo è uno degli eventi più importanti della vita di un bambino, il primo dopo la sua nascita, merita quindi un omaggio che legittimi il suo valore. Pratica comune negli ultimi anni è infatti quella di regalare un oggetto d’oro, come un lingotto o una moneta, che verrà apprezzato sia dai genitori che dal loro figlio quando sarà più grande e si può considerare un vero e proprio investimento.

Grazie alla sua solidità e stabilità finanziaria l’oro è considerato il principale bene rifugio, ma è anche incredibilmente versatile e adatto come regalo per qualsivoglia occasione, che sia essa un sacramento o altro evento indimenticabile. Qualsiasi sia la sua forma, ad esempio una sterlina, l’oro come regalo di battesimo sarà qualcosa che verrà accettato senza riserve, che resterà nel tempo rappresentando l’importanza di quel momento.

Perchè regalare oro per il battesimo? Una pratica italiana comune

Sempre più negli ultimi anni scegliere oro come regalo di battesimo è una pratica assai diffusa in Italia. Il principale motivo è l’idea di regalare qualcosa di valore che resti inalterato nel tempo e non corra il rischio di svalutarsi. Tuttavia, se in passato si tendeva a regalare monili e piccoli gioielli, oggi la scelta ricade su elementi che rappresentano ancor più il valore del metallo nobile:

Ottima alternativa a gioielli e denaro contante, l’oro come regalo di battesimo è quello d’investimento, è quindi esente da IVA e mantiene il suo valore davanti all’inflazione: anche durante l’emergenza Coronavirus, al 6 maggio 2020 il suo prezzo si attesta a 50,70 dollari al grammo, registrando un +37,2% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Inoltre, vista l’attuale situazione di banche e Poste Italiane, risulta un prodotto molto più valido rispetto ai vari libretti di risparmio e conti correnti, che non solo presentano tassazioni ma sono soggetti ai rischi, seppur irrisori, di fallimento degli istituti presso cui sono stati sottoscritti.

Leggi ancheQuotazione Oggi

Oro Come Regalo di Battesimo: Conviene Regalarlo ai Bambini?
Si trovano dei lingottini d’oro anche di 10 o 20 grammi. State sempre attenti da chi lo acquistate e che si tratti sempre di ORO CERTIFICATO

Acquistare lingotti d’oro per il battesimo

Oltre ad essere un prezioso elemento di valore e un bene rifugio immune alle criticità economico-finanziarie, il lingotto d’oro come regalo di battesimo è un gradevole oggetto ricordo, che verrà per sempre apprezzato anche dai genitori: mantenendo o aumentando il suo valore, può essere considerato un ottimo investimento sul lungo periodo.

E’ possibile acquistare lingotti in diverse grammature, solitamente dai 2 grammi in su, fino ad arrivare anche ai 50 grammi. Il prezzo sarà quindi differente in funzione della sua dimensione e può variare qualora si facciano realizzare incisioni sul fronte o sul retro, come ad esempio il nome del bambino, la sua data di nascita o una dedica personalizzata.

Oltre che per i battesimi, i lingotti sono ottimi regali anche per ricorrenze come lauree, compleanni o altre occasioni più o meno formali, assumendo un aspetto decorativo che accrescerà il valore di tali giorni.

Acquistare monete d’oro per il battesimo

Alternativa al lingotto, altro oro come regalo di battesimo è quello delle monete. Queste rappresentano piccole riserve di valore portabili e divisibili, da possedere anche in piccole quantità, che non richiedono di sostenere costi di custodia.

L’effettivo valore delle monete d’oro possedute consiste nella somma del prezzo ufficiale del metallo nobile, a cui si sottrae lo spread dovuto all’intermediazione applicata dai rivenditori. Tuttavia, a differenza delle monete borsistiche queste mantengono un prezzo determinato.

Tra le monete più ambite e di valore vi è la sterlina britannica, opinione consolidata è quella che la riconosce moneta più importante al mondo. Esistono svariate differenze tra vecchio conio, ossia realizzate prima del 1957, e nuovo conio, realizzate sotto il regno di Elisabetta II, che possono valere fino a 240,00 euro ciascuna.

Oltre alla sterlina, tra i grandi classici si possono trovare:

  • Lire italiane, come la Lira Arancia del 1947 con valore fino a 1,500 euro, e 10 Lire Olivo dello stesso anno, che possono raggiungere i 4,000 euro di valore
  • Talleri svizzeri, come il Tallero di Sciaffusa del 1550 con valore fino a 600,00 euro, e Tallero di Berna del 1679 che può raggiungere valori fino a 1,500 euro
  • Dollari americani, come il Wheat Penny del 1923 con valore di circa 900,00 euro, e Indian Head Penny del 1809 che può valere fino a 2,000 euro

Altra importante distinzione, da fare per qualsivoglia moneta, è quella tra:

  • Fior di conio, mai circolate e dall’aspetto impeccabile, per questo possiedono maggiore valore
  • Di circolazione, già in circolo e utilizzate per compravendite varie, possono presentare dettagli leggermente logori e quindi possedere un valore minore

L’investimento più costoso ma anche più redditizio sul lungo periodo sarà quello sulle monete fior di conio, poichè mantengono il loro valore d’origine con possibilità di accrescerlo se mantenute con estrema cura.

Per monetizzare più facilmente è inoltre consigliato comprare monete di basso taglio, in quanto sono più accettate rispetto ai tagli maggiori. Tra le abitudini più diffuse vi è inoltre quella di comprare una moneta che presenti lo stesso anno di conio di quello di nascita del bambino.

Dove comprare oro d’investimento?

Contrariamente a quanto si possa pensare, per acquistare oro destinato ad un regalo di battesimo o ad un investimento non occorre recarsi nelle gioiellerie, dove si possono facilmente trovare monili e gioielli per tutte le evenienze, bensì cercare rivenditori specializzati nel settore oro.

Essi sono operatori professionali impegnati direttamente nella compravendita internazionale del più importante dei beni rifugio, disponibili sia in sedi fisiche che online. Tali venditori devono essere autorizzati dalla Banca D’Italia e quindi presenti nei suoi elenchi ufficiali, ai sensi del d.l. 7/2000 che disciplina il mercato dell’oro.

Affinchè sia riconosciuto come oro d’investimento, deve contenere almeno 995 milligrammi ogni 1,000. I vari compro oro sono esclusi dagli elenchi della Banca D’Italia, in quanto vendono oro ornamentale e non d’investimento: si può trovare infatti oro a 750 mg esteticamente identico a quello d’investimento, ma non esente da IVA e che, paradossalmente, a parità di peso ha un prezzo maggiore.

Conclusioni

Quello in oro è indubbiamente un gradevole e prezioso regalo per un battesimo, che rappresenta non solo un oggetto di valore ricevuto, ma anche una ricchezza che aumenta nel tempo: duttile, affidabile e redditizio, dimostra un valore psicologico universalmente riconosciuto.

A conti fatti, l’oro d’investimento è adatto a qualsiasi occasione e le sue caratteristiche economiche lo rendono molto più stabile rispetto a contanti o gioielli, così come rispetto a prodotti bancari di risparmio, è per questo che rappresenta da sempre un’ottima fonte di ricchezza sul lungo periodo, anche per il futuro del bambino che verrà battezzato.

Qualora si voglia acquistare oro come regalo di battesimo, che sia esso in forma di lingotto o di monete, sarà in ogni caso necessario rivolgersi a rivenditori specializzati e autorizzati, così da avere tra le mani oro d’investimento reale e certificato.

Altri regali dalla finanza per bambini

Investimenti per bambini

Buoni Postali per bambini 

Conviene comprare Palladio?

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *