Investire in Metalli Preziosi: 10 Domande e Risposte

Investire in metalli preziosi conviene o no? E’ questa la domanda a cui tutti Noi vorremmo una risposta semplice, chiara e corretta. Impossibile per la complessità dell’argomento, ma vediamo di capire meglio.

Comprare metalli preziosi fu il primo investimento della storia, ben prima dell’invenzione del denaro, delle monete e molto prima dell’invenzione della finanza. Nell’era della globalizzazione e del trading online, del denaro virtuale, quello dei metalli preziosi rimane un investimento sicuro su una materia prima che spesso è anche un bène rifugio in caso di crisi finanziarie economiche, infatti mai come in questo momento il prezzo del bene rifugio per eccellenza, cioè l’oro è schizzato alle stelle, facendo registrare record storici su record storici. Ci sono tante cose da sapere prima di affrontare un investimento in metalli preziosi però , eccone alcune.

1) Investire in metalli preziosi: fisico o finanziario?

Una delle ragioni per investire in metalli preziosi è la proprietà di un’attività che non è responsabilità di nessun altro all’infuori dell’investitore stesso. Investire in metalli preziosi fisici (monete e lingotti) e offerte negoziate in borsa, garantite fisicamente di raggiunge questo obiettivo.

Al contrario, le forme di oro cartaceo come i certificati d’oro e i contratti futures sono generalmente non coperte dal metallo fisico, non garantiscono il titolo di proprietà e non possono fornire agli investitori la possibilità di scambiarle con metallo fisico. In ogni caso di insolvenza dell’emittente, gli investitori in oro cartaceo diventeranno probabilmente creditori non garantiti.

Come investire:

Prendi in considerazione solo l’investimento in metalli preziosi fisici, che concedono il titolo di proprietà diretta, o offerte negoziate in borsa fisiche interamente garantite, che forniscono una proprietà beneficiaria al metallo sottostante e (preferibilmente) la possibilità di rimborsare azioni con metallo fisico.

Noi di regola sconsigliamo di investire in oro fisico e tenerselo, per ovvie ragioni di sicurezza, ma questo è un altro discorso.

Investire in Metalli Preziosi: 10 Domande e Risposte

2) Metalli preziosi allocati o non allocati?

Ci sono molte importanti implicazioni nella differenza tra metalli preziosi allocati e non allocati. I metalli preziosi allocati offrono il massimo grado di sicurezza per gli investitori. Sono segregati, liberi e forniscono il titolo di proprietà del titolare. I metalli preziosi allocati non possono essere prestati o affittati a terzi. Al contrario, i metalli preziosi non allocati iniziano a introdurre il rischio di controparte, poiché il titolo di proprietà non è garantito dal detentore. In determinate situazioni, diventa possibile per i veicoli di investimento in oro concedere agli investitori crediti che superano la quantità totale di metallo sottostante, se tale metallo non è allocato. In caso di insolvenza o fallimento dell’emittente, gli investitori possono diventare creditori non garantiti.

Come investire:

Considera solo di investire in metalli preziosi che sono completamente allocati, fornendo la sicurezza che i metalli non siano gravati in alcun modo e che i diritti di proprietà non superino il valore del metallo sottostante.

3) C’è un aumento dei prezzi spot dei metalli preziosi?

L’acquisto di metalli preziosi sotto forma di monete e lingotti generalmente comporta ricarichi dal 2% all’8% rispetto ai prezzi spot in vigore. Ad esempio, quando l’oro viene scambiato per 1.250 dollari l’oncia nel mercato spot, un commerciante d’oro potrebbe vendere monete d’oro sovrane da un’oncia a premi che vanno dal 2% (Krugerrand sudafricano) al 4,5% (bufalo americano) al 6,5% (Panda cinese) , in base a variabili quali rarità, purezza, volume e inventari del rivenditore.

I fondi negoziati in borsa (ETF) sono tipicamente acquistati e venduti a prezzi molto vicini al prezzo spot del metallo, ma addebitano commissioni di gestione annuali per coprire i costi (negoziazione, stoccaggio, assicurazione, supervisione del trust e e segnalazione agli azionisti) e forniscono un profitto per il manager. I fondi chiusi sono una proposta di investimento simile agli ETF ma possono spesso negoziare a sconti significativi sul prezzo spot sottostante del metallo correlato, a meno che non offrano agli investitori un’opzione per il riscatto di azioni con metallo fisico.

Come investire:

Se acquisti lingotti e monete da un rivenditore, confronta i ricarichi tra diversi di essi. Se intendi detenere metalli preziosi solo per pochi anni, confronta i costi di mark-up e mark-down totali con le commissioni di gestione stimate che pagherai per possedere un ETF o un fondo chiuso. Ad esempio, se acquisti e vendi un bufalo americano, il costo totale potrebbe essere il 13% del tuo investimento. In confronto, potrebbero essere necessari 20 anni per pagare i costi equivalenti in commissioni di gestione.

4) Dove sono conservati i miei metalli preziosi?

Una delle ragioni principali per possedere metalli preziosi è proteggersi dai rischi, quindi è opportuno evitare di immagazzinare metalli con una controparte rischiosa. Molti fornitori di archiviazione affidabili offrono uno spazio di archiviazione assicurato. La maggior parte degli ETF sui metalli preziosi immagazzina il metallo sottostante presso banche di metalli preziosi come HSBC o JP Morgan. Come dimostrato nel 2008, anche le più grandi istituzioni finanziarie sono esposte a una calamità del mercato. In alcune situazioni, le bullion bank possono anche utilizzare sub-depositari per lo stoccaggio, il che introduce un altro livello di rischio non quantificabile.

Come Investire:

Mitiga il rischio di controparte selezionando strutture di stoccaggio affidabili e affidabili. Per ETF e fondi chiusi, evita i custodi dello stoccaggio che sono filiali di istituti finanziari con leva.

5) Posso prendere in consegna i miei metalli preziosi?

L’investimento diretto in monete e lingotti è il modo più semplice per ricevere la consegna fisica, ma ci sono compromessi come i ricarichi e la natura ingombrante di viaggiare da un rivenditore e quindi scegliere il luogo di riposo per il metallo, come una cassetta di sicurezza . La maggior parte degli ETF di lingotti importanti non consente all’investitore medio di accettare la consegna fisica del metallo sottostante: questa flessibilità è riservata solo a un numero limitato di Partecipanti Autorizzati (principalmente banche di lingotti) selezionati dall’ETF per supportare la creazione di nuove unità. Alcuni fondi chiusi consentono agli investitori di accettare la consegna fisica del metallo sottostante.

Come Investire:

L’opzione e la capacità per gli investitori di accettare la consegna fisica del metallo prezioso sottostante è una caratteristica importante di qualsiasi veicolo di investimento in lingotti. Scegli di conseguenza.

6) Quali sono i costi correnti?

Sono previsti costi aggiuntivi per la proprietà fisica di lingotti e monete, compresa l’assicurazione e lo stoccaggio. ETF e fondi chiusi applicano commissioni di gestione annuali per coprire i costi e fornire un profitto alla società di gestione.

Come investire:

È importante considerare tutti i costi iniziali e correnti relativi alla scelta di investire in monete, lingotti, ETF o fondi chiusi. Per ETF e fondi chiusi, confronta le commissioni di gestione tra le diverse offerte, ma considera anche le differenze nelle caratteristiche e i rischi associati a ciascuna offerta per determinare il valore complessivo che ricevi.

7) Quanto è liquido il mio investimento?

Sebbene molti investitori intendano investire in metalli preziosi a lungo termine, c’è sempre la possibilità che un cambiamento delle circostanze richieda una liquidazione a breve termine. La vendita di monete e lingotti può essere un processo complicato. Gli ETF ei fondi chiusi, d’altra parte, vengono scambiati in borsa e possono essere acquistati e venduti durante la giornata di negoziazione.

Come investire:

ETF e fondi chiusi forniscono il modo più conveniente per vendere il tuo investimento. Il periodo di regolamento (quando ricevi i proventi in contanti) è di tre giorni lavorativi dopo l’esecuzione dell’ordine di vendita.

8) Come vengono tassati i metalli preziosi?

Per gli investitori statunitensi, l’IRS considera i metalli preziosi come oggetti da collezione nella classe dell’arte, dei libri rari e del buon vino. L’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze esigibili per gli investimenti in metalli preziosi detenuti per più di un anno è pari al 28%. L’aliquota fiscale esigibile del 28% è significativamente superiore alle aliquote fiscali statunitensi applicabili sulle plusvalenze per altri beni di investimento, che variano tra il 15% e il 20%, a seconda del livello del reddito lordo rettificato e dello stato di deposito. L’aliquota fiscale sugli investimenti in metalli preziosi detenuti per meno di un anno sarà sempre l’aliquota di reddito ordinaria per il contribuente. Gli ETF che detengono metalli preziosi sono soggetti allo stesso trattamento fiscale della proprietà di monete o lingotti di metalli preziosi.

Per alcuni fondi chiusi, si applicano regole speciali sull’imposta sul reddito federale degli Stati Uniti perché sono definite come Passive Foreign Investment Corporation (PFIC) dall’IRS. Se un titolare non societario statunitense effettua un’elezione QEF tempestiva ogni anno presentando il modulo IRS 8621 con la sua dichiarazione dei redditi federale, in genere mitigherà le conseguenze dell’imposta sul reddito federale degli Stati Uniti altrimenti avverse del possesso di metalli preziosi tramite monete, lingotti o ETF . Le plusvalenze saranno tassate tra il 15% e il 20%, a seconda della situazione personale specifica del titolare.

Come investire:

Per gli investitori statunitensi non societari, considera i fondi chiusi classificati come PFIC a causa dei loro vantaggi fiscali potenzialmente favorevoli rispetto al possesso diretto di metalli o di ETF sui metalli preziosi.

9) In quali metalli preziosi dovrei investire?

L’oro e l’argento sono i metalli preziosi più apprezzati. Tuttavia, ci sono anche molti altri tipi di metalli preziosi, come platino e palladio.

Nel corso della storia, l’oro è stato una riserva di valore senza precedenti. L’oro è un metallo monetario e una forma alternativa di valuta. Non ha rischio di controparte. L’oro è stato anche un bene rifugio in tempi di sconvolgimenti geopolitici o recessione economica. Le banche centrali detengono circa un terzo dello stock di oro investibile globale per diversificare le riserve di valuta estera. Storicamente, l’oro è stato un efficace strumento di diversificazione per i portafogli.

L’argento è un metallo ibrido: ha incredibili proprietà fisiche che lo rendono utile nella tecnologia e come forma di denaro. Queste proprietà prestano l’argento a un ampio spettro di usi. Circa il 50% della fornitura annuale di argento viene consumata per scopi industriali. L’argento è conveniente rispetto all’oro e ha la reputazione di metallo prezioso della “persona comune”. Come l’oro, l’argento è uno strumento per la diversificazione del portafoglio, ma il suo prezzo è più volatile dell’oro.

Platino e Palladio sono i metalli preziosi meno conosciuti. Entrambi hanno proprietà incredibili che possono renderli molto preziosi. La domanda di platino e palladio è guidata dal mercato degli autocatalizzatori ma anche dai gioielli. Sono più rari dell’oro e dell’argento e prodotti solo in pochi paesi in tutto il mondo, rendendo la loro fornitura più sensibile ai cambiamenti.

Come Investire:

Per noi, l’oro rimane un’attività di portafoglio obbligatoria in mezzo a livelli di debito eccessivi e svalutazione monetaria aggressiva da parte delle banche centrali globali. Agli investitori in sintonia con il potenziale di diversificazione del portafoglio dei metalli preziosi, ma desiderosi di un asset con applicazioni pratiche nel “mondo reale”, offriamo in considerazione i fondamentali unici dell’argento. Per la maggior parte degli investitori, è semplicemente più facile “avvolgere le braccia” attorno al costo per oncia dell’argento notevolmente inferiore rispetto all’oro. Sebbene il platino e il palladio siano i metalli preziosi più rari, il loro alto livello di utilità industriale li fa comportare in modo molto diverso dall’oro e dall’argento.

10) Posso proteggermi dai metalli preziosi contraffatti?

Secondo un commentatore, “Le contraffazioni sono migliorate con il progresso della tecnologia e la Cina è all’avanguardia nella produzione di monete e lingotti di metalli preziosi contraffatti. Mentre l’oro e l’argento sono sempre stati le ovvie vittime delle contraffazioni, anche i prodotti in platino vengono ora contraffatti con grande abilità e successo. Le monete (e i lingotti) contraffatti stanno “inondando il mercato a una velocità sorprendente”. Ciò sta compromettendo gli investimenti dei collezionisti, secondo l’American Numismatic Association (ANA). Non solo queste contraffazioni stanno aumentando di numero, ma anche di qualità e aspetto ”. 1

Come Investire :

Trattate solo con rivenditori di lingotti certificati. Non acquistare metalli preziosi online da fonti sconosciute. Per ETF e fondi chiusi, controlla se possiedono lingotti fisici Good Delivery della London Bullion Market Association (LBMA). Le buone regole di consegna includono requisiti specifici relativi a finezza, peso, dimensioni, aspetto, marchi e produzione di lingotti d’oro e d’argento. Inoltre specificano le procedure per la pesatura, l’imballaggio e la consegna, nonché le politiche per garantire la conformità delle raffinerie alle specifiche.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *