Comprare Casa all’estero: come e dove investire?

Acquistare una seconda casa può rappresentare una serie di ricche opportunità, che siano esse per godersi la meritata pensione dopo una vita di lavoro oppure metterla in affitto creando una rendita immobiliare. Anche comprare un appartamento all’estero può portare i suoi frutti, a cominciare da un investimento a lungo termine aiutato da regimi fiscali più permissivi, contrariamente a quello italiano che negli ultimi anni ha reso la compravendita immobiliare sempre più difficoltosa.
Comprare casa all’estero è per molti una scelta consapevole, per molti altri un sogno da realizzare. Sono tante le mete su cui investire, per la comodità di servizi efficienti o per tasse minori: proprio per tale ragione la fiducia nel mattone continua ad essere una sicurezza, specialmente fuori dai confini nazionali. In ogni modo, è pur sempre un investimento da valutare sotto ogni aspetto, così da scegliere le occasioni migliori.

Perchè comprare casa all’estero?

Secondo il portale Scenari Immobiliari sono stati oltre 48,000 gli investimenti immobiliari all’estero nel 2019. Un appartamento oltre i confini nazionali è una scelta guidata da varie motivazioni, sia di carattere professionale che personale. Alcune di queste possono essere:

  • Lavoro
  • Turismo
  • Pensione dopo la vita lavorativa
  • Rendita immobiliare ( per darla in affitto

Quest’ultima motivazione è quella che spinge maggiormente gli italiani a comprare una seconda casa fuori dai confini, poiché molte nazioni possono offrire un regime fiscale sugli immobili più permissivo rispetto a quello italiano: specialmente dopo la crisi economica mondiale 2008-2009, a distanza di anni la tassazione nazionale sul mattone non accenna a ridursi, complici anche manovre inerenti alle tasse sui servizi indivisibili.

La situazione degli investimenti oltreconfine è però decisamente migliorata nel tempo, non solo grazie alla tassazione differente bensì anche alla presenza di piattaforme dedicate al crowdfunding immobiliare come Crowdestate o Housers: queste permettono di investire su appartamenti all’estero partendo anche da piccole somme, trovando occasioni a basso costo che muovono sempre più investitori europei. Un interesse particolare, che viene anche da quell’87% di italiani che considera la casa il più importante bene di proprietà.

Un italiano con casa all’estero ha inoltre una tassazione differente, che varia a seconda della locazione dell’immobile ma è indipendente dalla sua categoria. Le imposte da pagare sono:

  • IVIE (Imposta Valore Immobili situati all’Estero), calcolata in funzione del valore catastale; sostituisce l’IMU
  • Irpef, calcolata in funzione del valore medio di mercato
  • Tassazione estera, variabile in funzione al paese di riferimento

Qualora la casa all’estero sia fittata il fisco italiano offre poi delle detrazioni, come sulle spese di ristrutturazione o sulle tasse pagate nel paese di riferimento.

Comprare Casa all'estero: come e dove investire?

Dove conviene investire?

Sono tanti i luoghi nel mondo in cui è conveniente acquistare una seconda casa. Molti di questi sono particolarmente gettonati a causa dell’attività positiva dei mercati immobiliari, altri per un costo della vita minore rispetto a quello italiano; in altri casi, si osservano paesi dall’evidente crescita economica.

Regno Unito (Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda del Nord)

Grazie ad una forte politica dedicata, il mercato immobiliare del Regno Unito ha avuto un forte rialzo, che ha permesso dal 2016 una riduzione dei prezzi del mattone fino al 20%. Questo si nota specialmente in alcune grandi città, come Londra, Manchester ed Edimburgo e nei loro quartieri periferici, dove il costo di una casa è equiparato a quello della vita nonché dei servizi offerti. Degne di nota anche città come Cardiff, Ipswich o Canterbury.

Spagna

Al primo posto per convenienza di mutui (tasso fisso medio all’1,5%) la Spagna presenta un mercato immobiliare in netta crescita specialmente dal 2010, anno dal quale si è visto l’abbattimento dei prezzi degli appartamenti fino al 30%. Città altamente richieste sono Barcellona e Madrid, importanti mete Erasmus, così come la regione dell’Andalusia, in forte crescita finanziaria. Da segnalare poi le Isole Baleari, in particolare Maiorca e Minorca, e Gran Canaria tra le Isole Canarie. Da ricordare infine la possibilità di avere il permesso di residenza definitiva da parte del governo spagnolo per acquisti immobiliari dai 500,000 euro in su.

Grecia

Reduce dalla crisi economica che l’ha colpita pesantemente, la Grecia ha visto la riduzione dei prezzi degli immobili di oltre il 30%. Interessanti mete d’investimento possono essere le isole di Mykonos, Ios e Santorini dell’Arcipelago delle Cicladi e Corfù e Cefalonia tra le Isole Ionie. Sconsigliata invece Atene che, nonostante presenti appartamenti a prezzi pesantemente ridotti, non permette più grandi opportunità. Da ricordare poi tassi di mutuo notevolmente alti, fino al 5,5%.

Est europeo (Romania, Bulgaria, Polonia)

Nonostante la forte crescita economica dal 2012, le nazioni dell’est europeo presentano un costo della vita notevolmente basso, il che permette interessanti possibilità d’investimento sugli immobili aiutati anche dai tassi di cambio favorevoli. Case a costi ridotti si possono trovare a Varsavia, capitale polacca, Cracovia o Czestochova, a Bucarest, capitale della Romania, Costanza o Iasi, mentre per quanto riguarda la Bulgaria grandi occasioni sono disponibili a Sofia, capitale nazionale, Burgas o Plovdiv, riconosciuta come una delle città più antiche d’Europa.

Repubblica Dominicana

Uno dei paesi più gettonati del Mar dei Caraibi, la Repubblica Dominicana vive ormai dai primi anni 2000 un momento di notevole crescita economica legata al turismo, che ha permesso anche l’investimento in immobili da parte di popolazioni straniere. Valide mete possono essere Santo Domingo, capitale della nazione, Santiago de los Caballeros e San Cristobal, città dove è possibile trovare una villa vista mare a soli 40,000 euro o una villa multipiano a 150,000 euro. Tali cifre sono equiparate al costo della vita nazionale.

Australia

Terra agli antipodi come chiamata in diversi studi, è una nazione dal clima mite e dalla solidità economica e politica. Nonostante i roghi che l’hanno afflitta tra fine 2019 e inizio 2020 è tra i luoghi più ambiti per investire nel mattone, in particolare nella capitale Sydney e a Canberra, metropoli che maggiormente sentono la crescita dell’intera nazione. L’Australia può rappresentare il paese ideale per vivere e investire, grazie anche a prospettive di crescita dei valori immobiliari del 10% entro il 2022.

Acquistare casa all’estero, conviene veramente?

Dopo aver scoperto i migliori luoghi per comprare casa all’estero, si può arrivare alla facile conclusione che tale operazione può portare svariati benefici, tra quelli più evidenti si possono citare:

  • Viaggio e scoperta di nuove culture
  • Tassazione ridotta rispetto a quella italiana
  • Creazione di una rendita immobiliare

Mettersi alla ricerca di un appartamento in terra straniera è diventato negli ultimi anni molto più semplice, grazie alla presenza di piattaforme dedicate o agenzie specializzate nel mercato estero, come ad esempio:

  • Crowdestate
  • Housers
  • Idealista
  • Immobiliare.it
  • Italy Home Luxury

A conti fatti, evidenziando i vantaggi di oneri fiscali ridotti e costi della vita molto più permissivi di quelli nazionali, si può dire con certezza che investire su immobili all’estero è una scelta particolarmente conveniente e che porterà nel medio-lungo termine i suoi frutti. Ciò che conta maggiormente è una valutazione consapevole delle proprie finanze e, nel mentre, conoscere in modo attento usi, costumi e stile di vita del paese oltre confine desiderato.

Mercato immobiliare: approfondimenti 

Investimenti in immobili 

Previsioni mercato immobiliare 

Investimenti su abitazioni a reddito garantito 

Gli immobili sono un investimento sicuro? 

Case di riposo 

Immobili di pregio turistico  

Mercato immobiliare straniero

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *