Analisi Tecnica Azioni Eni, Enel, A2A, Hera, Saipem, Saras 6 Settembre 2023

Per sapere dove investire in azioni, a volte basta informarsi e trovare buone occasioni o come quelle più grandi aziende del settore energetico italiano, rinomate per i loro interessanti dividendi.. Di seguito l’analisi tecnica delle azioni Eni ( BIT:ENI) Enel, ( BIT:ENEL), A2A ( BIT: A2A) Hera( BIT: HER), Saipem ( BIT:SPM ) e Saras ( BIT:SRS) per oggi 6 settembre 2023 dal Centro Studi di Economia Italia.

Analisi tecnica azioni ENI (BIT:ENI)

Chiusura ultima sessione di borsa:

– La società del Cane a sei zampe ha avuto una seduta positiva con un aumento del +1,59%.
– L’esordio è stato stabile rispetto al giorno precedente, con un miglioramento progressivo durante la giornata.
– Il titolo ha raggiunto i livelli migliori a 14,92.
– Il trend settimanale del titolo è più solido rispetto a quello del FTSE MIB.
– Gli investitori sono interessati maggiormente a ENI rispetto all’indice di riferimento.

Analisi tecnica di Status e trend:

– Lo status tecnico di ENI nel breve periodo si sta rafforzando.
– L’area di resistenza si trova a 15,02 e il primo supporto a 14,47.
– Le implicazioni tecniche attuali indicano una possibile performance rialzista con una resistenza prevista a 15,57.

Analisi tecnica del rischio:

– Il trend di ENI è stabile nell’ultimo periodo.
– La volatilità giornaliera è bassa, a 1,557.
– I volumi giornalieri sono superiori alla media mobile dei volumi a un mese (14.266.357 rispetto a 9.994.195).
– L’interesse degli investitori invoglia a considerare un’operatività di medio periodo.

Analisi tecnica azioni Enel ( BIT:ENEL) prima settimana di settembre

Performance del Gruppo Enel ultima sessione di borsa:

– Il 5 settembre Enel, la società energetica, ha registrato un lieve calo dello 0,26% nel prezzo delle sue azioni.
– Il titolo ha iniziato a 6,135 €, vicino al minimo della sessione precedente, ed è rimasto relativamente stabile per tutta la giornata prima di chiudere a 6,133 €, il livello più basso della sessione.
– La performance di Enel durante la settimana è stata strettamente legata all’indice FTSE MIB, indicando la sua forte dipendenza dal mercato complessivo piuttosto che dalle notizie specifiche dell’azienda.

Analisi tecnica dello stato e delle tendenze:

– Le prospettive di medio termine di Enel suggeriscono un trend rialzista.
– Tuttavia, nel breve termine, si nota un segnale di indebolimento dello slancio positivo, con la resistenza osservata a 6,184€ e il supporto iniziale a 6,107€.
– Si prevede un’estensione negativa a breve termine verso € 6.082.

Analisi tecnica del rischio:

– Attualmente il livello di rischio del titolo è sotto controllo, con una volatilità giornaliera di 1.388.
– I volumi di scambi giornalieri rimangono bassi, con i volumi dell’ultima sessione inferiori alla media mobile di un mese.
– Il movimento equilibrato di Enel indica una mancanza di interesse da parte degli investitori istituzionali, consentendo un migliore controllo del trend, anche se è relativamente stabile senza fluttuazioni significative.

Indicatori chiave:

  • Resistenza 1: 6.184€
  • Resistenza 2: 6.261€
  • Prezzo di chiusura: € 6.133
  • Supporto 1: 6.107 €
  • Supporto 2: € 6.082
  • Volatilità giornaliera: 1.388
  • Valore a rischio: 3.229
  • Rendimento settimanale: +0,31%
  • Rendimento settimanale FTSE MIB: +0,36%
  • Rendimento annuale: +29,33%

 

Analisi tecnica Azioni A2A ( BIT:A2A

  • A2A, la società di servizi pubblici lombarda, ha registrato un modesto guadagno dello 0,03% nel prezzo delle sue azioni il 5 settembre.
  • La giornata è iniziata con prezzi simili ai valori di chiusura precedenti e la stabilità è stata mantenuta per tutta la sessione, con una chiusura più debole vicino al minimo della sessione a 1,729.
  • L’analisi tecnica settimanale suggerisce che la performance di A2A è in ritardo rispetto all’indice FTSE MIB, il che potrebbe portare a pressioni di vendita da parte dei trader.
  • Gli indicatori tecnici a medio termine sono ancora positivi, ma gli indicatori a breve termine indicano un rallentamento nella fase rialzista, che potrebbe portare a correzioni intorno a 1,758, con supporto immediato a 1,722 e un obiettivo di 1,71 nel breve termine.
  • L’analisi tecnica del rischio mostra che il volume degli scambi giornalieri di A2A è inferiore alla media di un mese e la volatilità dei prezzi è relativamente bassa, con un valore di volatilità giornaliera di 1,571.
  • Indicatori chiave: Resistenza 1 a 1.758, Resistenza 2 a 1.794, Prezzo di chiusura a 1.734, Supporto 1 a 1.722, Supporto 2 a 1.71, Volatilità giornaliera a 1.571, Valore a rischio a 3.655, Rendimento settimanale a -0.43%, FTSE MIB Rendimento settimanale al +0,36%, rendimento annuale al +54,09%.

 

Analisi Tecnica azioni Hera ( BIT: HER )

Chiusura ultima sessione di borsa:

– Hera, azienda multiservizi, ha chiuso la seduta con un calo del titolo dello 0,58%.
– Il titolo ha aperto debolmente a 2,756 euro, sotto il minimo della seduta precedente, e ha mantenuto questo livello per tutta la giornata, chiudendo a 2,756, il minimo della seduta.
– L’andamento di Hera ricalca quello del FTSE MIB, classificandolo come un asset a basso alfa e senza valore aggiunto in termini di performance rispetto all’indice di riferimento.

Analisi tecnica di Status e trend :

– L’analisi di medio periodo conferma il trend positivo della utility italiana.
– L’analisi a breve termine indica un indebolimento del prezzo delle azioni vicino al livello di resistenza di 2.783, con il primo supporto osservato a 2.743.
– Tecnicamente si prevede un trend negativo a breve termine, che potrebbe toccare il fondo a 2.729.

Analisi tecnica del rischio:

– Scarso interesse per Hera da parte degli investitori istituzionali, in quanto i volumi scambiati intraday, pari a 1.031.473, sono inferiori alla media mobile a un mese.
– Il livello di rischio appare contenuto, con una volatilità giornaliera di 1,687, che indica una direzione relativamente stabile del titolo.

 

Analisi tecnica azioni Saipem ( BIT:SPM )

  • Il 5 settembre 2023 il prezzo delle azioni Saipem è aumentato del 2,63% sulla Borsa di Milano.
  • Il titolo ha aperto inizialmente a 1.463 euro, vicino al minimo della seduta precedente, ma ha poi guadagnato slancio, chiudendo a 1.505 euro, vicino al massimo della giornata.
  • La forza relativa di Saipem rispetto all’indice FTSE MIB ha mostrato un calo durante la settimana, indicando una performance più debole rispetto al mercato.
  • L’analisi tecnica di medio periodo suggerisce un trend positivo per l’azienda di ingegneria italiana, anche se gli indicatori di breve termine mostrano un potenziale indebolimento del trend rialzista, con il primo livello di supporto a 1.456 euro.
  • L’investimento in Saipem è considerato adatto ad investitori propensi al rischio data la sua elevata volatilità giornaliera, misurata a 3,099. Il titolo ha attirato l’interesse del mercato con volumi di scambi giornalieri superiori alla media mobile.
  • Gli indicatori chiave includono livelli di resistenza a 1.564 e 1.671, un prezzo di chiusura di 1.505, livelli di supporto a 1.456 e 1.408, volatilità giornaliera a 3.099 e un valore a rischio del 7,21%.

 

Analisi tecnica azioni Saras ( BIT:SRS)

Ultima chiusura di borsa:

Chiusura del 5 settembre: il titolo della società energetica ha avuto una performance sfortunata, chiudendo con una variazione percentuale negativa dello 0,61% rispetto alla sessione di negoziazione precedente.

Difficoltà di partenza: Il titolo ha aperto a 1,31 euro, livello superiore al minimo del giorno precedente, ma è progressivamente peggiorato nel corso della giornata.

Analisi tecnica settimanale:

Trend settimanale: un’analisi settimanale del titolo mostra una linea di tendenza rialzista più pronunciata per la società rispetto all’indice di riferimento, indicando un maggiore interesse del mercato per il titolo.

Analisi di Medio Termine:

Nel medio termine l’analisi conferma l’andamento positivo dell’azienda nel settore della raffinazione. Tuttavia, si nota un leggero indebolimento del trend rialzista quando testato al livello di 1,35, con il primo supporto osservato a 1,283. È previsto uno sviluppo negativo a breve termine verso il livello di supporto di 1,26.

Analisi del rischio:

il rischio associato all’investimento in questa società è relativamente elevato a causa delle significative fluttuazioni dei prezzi nell’ultimo periodo. È adatto agli investitori disposti ad accettare perdite potenziali elevate alla ricerca di guadagni sostanziali. I volumi di scambi giornalieri sono inferiori alla media pari a 2.809.404, rispetto al volume medio di un mese di 7.875.354.

Analisi Tecnica Azioni Eni, Enel, A2A, Hera, Saipem, Saras Settembre 2023

ANALISI TECNICA INDICE FTSE MIB per la settimana dal 6 Settembre 2023:

5 settembre 2023 l’indice principale della Borsa di Milano ha avuto una sessione relativamente stabile, con una variazione percentuale minima del +0,01%.

La giornata di negoziazione è iniziata debolmente con un’apertura a 28.519,2 punti, al di sotto dei minimi della sessione precedente. Tuttavia, durante la sessione si è verificato un rafforzamento dei prezzi delle azioni.

L’analisi a medio termine dell’indice FTSE MIB:

ha confermato un trend positivo, anche se si è verificato un leggero indebolimento nel breve termine quando ha testato il livello massimo a 28.829,7 punti.

Il primo livello di supporto è stato identificato a 28.560,4 punti e c’è un’aspettativa tecnica di uno sviluppo negativo a breve termine verso il livello di supporto di 28.469,2 punti.

Le Più Grandi Compagnie di Energia Italiane

Classifica delle più grandi compagnie di energia italiane per capitalizzazione
NomeSimboloCapitalizzazione
MLN €
DIPENDENTI
ENELENEL60.27065.124
ENIENI 48.00031.300
TenarisTEN18.2602.100
SnamSRG15.3003.250
TernaTRN14.6505.500
A2AA2A5.28013.000
ItalgasIG4.1004.238
Gruppo HERAHER3.9409.400
SaipemSPM2.89032.000
SarasSRS1.1501.572

 

ARTICOLI CORRELATI:

 

 

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.