Azioni di Energia Rinnovabile 2019 da Comprare e Tenere sott’Occhio

In questo ultimo periodo si sente molto parlare di ecologia, ma come stiamo messi a livello finanziario? Conviene comprare azioni di energia rinnovabile?
E’ un’impresa sicuramente difficile, ma è possibile.
Il mondo ha bisogno di energie rinnovabili per soppiantare quelle a base di carbone e petrolio  e per una questione non solo ambientale, ma geopolitica. Si pensi che la Saudi Aramco ( proprietà della corona saudita)  ha utili annuali superiori a 100 miliardi di $, cioè la somma degli gli utili di Apple, Google ed Exxon messi insieme.
Quindi non si tratta solo di lasciare un pianeta vivibile ai Nostri discendenti, ma anche di disinnescare l’arma di ricatto dell’islamismo waabita nei confronti del mondo libero.
E’ per questo che nei prossimi anni un ruolo cruciale nei più grandi mercati azionari verrà giocato dalle nuove energie alternative, pronte a quotarsi in borsa, per un valore approssimativo di un miliardo di miliardi di euro.

Energia rinnovabile e pulita, un settore in crescita in più mercati

Molte compagnie stanno già concentrando i loro sforzi sull’energia alternativa, per sensibilizzare i consumatori e portare il mondo verso un futuro più pulito. Non solo un messaggio ambientalista, ma un occhio attento ai bisogni e alle esigenze che negli ultimi anni sempre più si fanno sentire. Se si sceglie di investire in fonti rinnovabili e pulite è inoltre perchè si considera questo un settore in forte crescita.

Un fondo comune di investimento nel settore green permette di acquistare un portafoglio azionario diversificato, quindi, con rischi ridotti. Differenziazione che sarà necessaria in ogni caso, poiché chi opera nel settore dell’energia rinnovabile può essere una piccola impresa, una start-up o una grande società nazionale di distribuzione.

Dopo aver fatto registrare un record negativo nel 2016, nel 2018 il multisettore dell’energia rinnovabile e alternativa è tornato a crescere, sviluppandosi in modo sempre più diramato. La concentrazione è aumentata nel campo del fotovoltaico, mentre aprono nuovi impianti e compaiono operatori in materia di storage, di trasformazione digitale e di Internet of things (sistemi di domotica o assistenti per l’ambiente domestico).

Secondo un report dell’International Energy Agency, infatti, entro il 2023 le fonti rinnovabili saranno sempre più protagoniste del mercato mondiale. Questo specialmente nel settore elettrico, che arriverà a coprire quasi il 30% del fabbisogno, mentre la restante percentuale sarà coperta da energie derivanti da sole, acqua, vento e biocarburanti.

LEGGI ANCHE >> Titoli di aziende di Energia Eolica su cui investireInvestire in energia eolica

Azioni di Energia Rinnovabile 2019 da Comprare e Tenere sott'Occhio
Sopra: previsioni di investimenti in energia rinnovabile nel mondo. Si arriva a oltre 600 miliardi di $ all’anno nel 2030

 

5 titoli azionari di aziende di energia rinnovabile su cui investire o da tenere sott’occhio

Renewable Energy Group

Uno dei migliori titoli su cui investire è sicuramente questo produttore di biocarburanti statunitense. Ciò grazie all’efficienza dei suoi prodotti, basati su fonti rinnovabili fossili. L’investimento sul biocarburante è inoltre avvantaggiato dall’aria di incertezza sempre più pesante sul futuro dei carburanti di origine petrolifera. A questo si unisce l’attività di conversione di rifiuti dannosi come grassi naturali, oli esausti e materiali di scarto in prodotti con minore intensità di carbone.

Gruppo SMRE

Il gruppo umbro SMRE è produttore di macchinari industriali e impegnato nella mobilità sostenibile. In entrambi i settori il suo lavoro è contraddistinto da più di 1000 prodotti di natura elettrica, a zero emissioni. Con Tawaki, SMRE sviluppa sistemi a batteria in modalità ibrida ed elettrica per le macchine che richiedono potenza autonoma. Il gruppo americano SolaEdge, che opera nelle tecnologie per le fonti rinnovabili, è in procinto di acquisire la maggioranza del capitale della società.

Frendy Energy

Società italiana coordinata da Edison, è attiva nella produzione di energia elettrica alternativa, attraverso impianti mini-idroelettrici. Tecnologie all’avanguardia sono la punta di diamante, utilizzate nella costruzione di centrali idroelettriche moderne e nella produzione di energia in modo alternativo e flessibile. Obiettivo principale è insediarsi nel mercato del mini-idroelettrico, settore estremamente di nicchia, sviluppandone un nuovo business per l’Italia e non solo.

PEGI – Pattern Energy Group Inc.

Società americana indipendente che punta a energie pulite di sole, vento e acqua. Con impianti fotovoltaici, eolici e idroelettrici in America, Canada e Giappone, l’obiettivo è infondere la consapevolezza che il mondo sta effettuando la transizione verso le fonti di energia rinnovabili. A questo si uniscono la protezione dell’ambiente e la creazione di valore, per il cliente e per l’investitore, in un impegno a lungo termine.

SunPower

Società statunitense da anni impegnata nella costruzione di impianti fotovoltaici. SunPower offre pannelli solari a costi competitivi e bassi consumi, adatti ai privati così come alle aziende. I suoi prodotti sono disponibili anche in Italia. Nel 2016 la società progetta Solar Impulse 2, il primo aereo a pannelli solari in grado di completare il giro del mondo senza carburante ma solo grazie all’alimentazione solare, entrando di conseguenza nel Guinness dei Primati.

Energie rinnovabili, il primato all’elettricità

Secondo i dati di Bloomberg New Energy Finance, il 2018 ha visto un aumento del 40% rispetto all’anno precedente di contratti a lungo termine per la fornitura di energia elettrica alternativa: le aziende prediligono ormai forniture elettriche che non derivino dal carbone o dal nucleare. Ciò avviene in alcuni casi per scelte di marketing, in altri per filosofie aziendali, in altri ancora per le richieste dei fondi di investimento, che hanno direttive particolarmente stringenti sull’impatto ambientale e sulla lotta al cambiamento climatico.

L’andamento positivo ha una maggiore visibilità negli Stati Uniti, grazie alle aziende della Silicon Valley, in particolare Facebook e Google che continuano ad investire per riqualificare le loro strutture. Anche in Europa le cose cominciano a cambiare, con il 50% in più di contratti green stipulati nel 2018 rispetto all’anno precedente, così come in Australia e in India.

Non solo aziende legate alle nuove tecnologie e al digitale approdano all’energia alternativa per l’elettricità: tra i sostenitori ci sono anche General Motors, Walmart, Starbucks e ultima in ordine di tempo Budweiser.

Energia rinnovabile e sicurezza di investimento

Un investimento su energie rinnovabili è a basso rischio, permettendo di avere un guadagno a lungo termine senza mettere in pericolo il capitale. Non essendo condizionate da agenti superiori (come il petrolio ad esempio) le fonti rinnovabili sono sempre disponibili e possono produrre energia in modo autonomo: previo montaggio di strutture fotovoltaiche, eoliche o idroelettriche, sono gratuite. Utilizzarle permette non solo di ridurre i costi, bensì anche l’impatto ambientale e le emissioni di sostanze nocive.

Nuove tecnologie per generare e immagazzinare energie pulite, risparmio sui costi e politiche attive contro l’inquinamento, saranno questi gli elementi che porteranno un beneficio a lungo termine. Un trend decisamente positivo, destinato a raggiungere il 100% di utilizzo su scala mondiale nel 2050. Di controtendenza, saranno le società con elevati costi di produzione e quelle impegnate in progetti particolarmente inquinanti a farne le spese, così come i prodotti di origine petrolifera.

LEGGI ANCHE >>> Dove Investire quest’anno?Investire in ArteInvestire in auto d’epocaPannelli fotovoltaici trasparenti

Dal 2012 informiamo su finanza personale , investimenti, banche e gestione finanziaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *