Investire nelle Migliori Azioni di Biotecnologia per Guadagnare Domani

Di seguito, ecco i 3 migliori titoli biotecnologici da acquistare per il prossimo decennio
Una biotecnologia a grande capitalizzazione, una biotecnologia a media capitalizzazione e una biotecnologia a bassa capitalizzazione che hanno una cosa in comune: grandi prospettive di crescita, perchè è proprio dalla genetica che arriveranno dei veri e propri “miracoli” nella medicina del prossimo futuro..
Prevedere quali siano le azioni di qualsiasi settore che offriranno le migliori prestazioni nel prossimo decennio è abbastanza semplice in teoria. Quando però si tratta di biotecnologia la cosa si fa più complicata

Ci sono  troppe variabili in gioco nel mondo delle biotecnologie. Gli studi clinici possono fallire. Le prospettive di approvazioni normative possono evaporare nel nulla. I rivali possono lanciare droghe migliori.

Ma ci sono fattori che possiamo esaminare che aiutano a migliorare le possibilità di scegliere titoli biotecnologici che probabilmente avranno successo nei prossimi 10 anni. Siamo in grado di esaminare i principali candidati della pipeline dell’azienda nonché i candidati di lunga data nella fase precedente. Possiamo esaminare il potenziale di mercato per le indicazioni sull’obiettivo di tali farmaci. E possiamo valutare i rischi che le aziende affrontano.

Quindi quali sono i migliori titoli biotecnologici da acquistare per il prossimo decennio? Ecco le mie prime tre scelte.

Investire nelle Migliori Azioni di Biotecnologia per Guadagnare Domani

1. Prodotti farmaceutici Vertex

Se c’è qualche biotecnologia che ha un chiaro percorso per generare forti entrate e crescita degli utili, è Vertex Pharmaceuticals ( NASDAQ: VRTX ) . La società domina il mercato della fibrosi cistica (CF) con i suoi quattro farmaci approvati dalla FDA. Le vendite di un paio di questi farmaci – Orkambi e Symdeko – aumenteranno sicuramente in modo significativo nei prossimi anni grazie agli accordi di rimborso recentemente firmati in importanti mercati europei.

Il più recente farmaco anti fibrosi cistica di Vertex, Trikafta, non ha ancora ottenuto l’approvazione normativa europea, ma sicuramente lo farà. Supponendo che abbia ragione, il farmaco amplierà la popolazione di pazienti affetti da Fibrosi Cistica indirizzata alla biotecnologia di oltre il 50%. Nessun altro potenziale rivale è nemmeno vicino al punto di essere come Vertex. Come abbiamo detto, Vertex ha un  percorso verso una forte crescita delle entrate e degli utili, e questo si basa solo sul suo franchising rispetto questa malattia.

Ci aspettiamo che Vertex disponga anche di farmaci sul mercato entro il prossimo decennio che trattano malattie diverse dalla fibrosi cistica. La pipeline dell’azienda include farmaci sperimentali mirati al dolore e diverse malattie genetiche rare come il deficit di alfa-1 antitripsina (AATD) e le malattie renali mediate da APOL1. Vertex sta lavorando con CRISPR Therapeutics per sviluppare terapie di modifica genica mirate a beta-talassemia di malattie del sangue rare e anemia falciforme.

Poi c’è il lavoro di Vertex sulle aquisizioni. La società ha acquisito Semma Therapeutics lo scorso anno per raccogliere il programma Semma incentrato sulla cura del diabete di tipo 1 (T1D) . Se Vertex sviluppa una cura sicura ed efficace per T1D, il suo enorme successo nella fibrosi cistica potrebbe impallidire rispetto a ciò che ci aspetta.

2. Bio bluebird

Fino a poco tempo fa, Bio Bluebird ( NASDAQ: BLUE ) non aveva prodotti approvati sul mercato. Ciò è cambiato con il lancio di Zynteglo in Germania da parte della biotecnologia (noto anche come LentiGlobin), una terapia genica che mira al trattamento della beta-talassemia dipendente dalle trasfusioni (TDT), dopo aver ottenuto l’approvazione europea nel giugno 2019. Zynteglo non è aancora pprovato in gli Stati Uniti, ma Bluebird prevede di richiedere l’approvazione della FDA nella prima metà di quest’anno.

La società prevede inoltre di valutare Zynteglo in uno studio clinico di fase 2/3 mirato alla malattia da anemia falciforme. E ha un’altra terapia genica nei test in fase avanzata, Lenti-D, per il trattamento della rara adrenoleucodistrofia cerebrale da malattia genetica (CALD).

Molto interessanti, in particolare le prospettive per i farmaci sperimentali sul mieloma multiplo di Bluebird ide-cel e bb21217. Entrambi i farmaci sono concessi in licenza a Celgene, che è stata acquisita da Bristol-Myers Squibb a novembre 2019 e dovrebbe avere un potenziale di vendita di successo.

La capitalizzazione di mercato di Bluebird attualmente ammonta a circa $ 5 miliardi, un livello che gli dà molto spazio per funzionare, a mio avviso. Se Zynteglo, Lenti-D, ide-cel e bb21217 raggiungeranno il successo che penso che faranno, la biotecnologia dovrebbe essere un grande vincitore nei prossimi 10 anni.

3. Editas Medicine

Editas Medicina s’ ( NASDAQ: EDIT ), EDIT-101, è solo nella fase iniziale di sperimentazione clinica come trattamento per l’amaurosi congenita di Leber  , la principale causa genetica di cecità. E poiché Editas ha i diritti di licenza di EDIT-101 per Allergan , la piccola azienda di biotecnologia non farà tutte le entrate che la terapia di modifica genetica potrebbe generare se fosse alla fine approvata.

Ma tutte le  possibilità di Editas non funzionano solo con EDIT-101. Editas e Allergan stanno adottando un approccio simile con EDIT-102 nel trattamento di un’altra malattia genetica dell’occhio, la sindrome di Usher di tipo 2A, come stanno assumendo con EDIT-101.

Come Vertex e CRISPR Therapeutics, Editas sta anche sviluppando una terapia di editing genetico CRISPR mirata alla beta talassemia e alla malattia delle cellule falciformi. Editas spera di richiedere l’approvazione della FDA entro la fine dell’anno per iniziare i test clinici della terapia. L’approccio dell’azienda alla modifica dei geni HBG1 e HBG2 potrebbe essere più efficace dell’approccio della CRISPR Therapeutics alla modifica del gene BCL11Ae.

La nostra logica nella scelta di Editas, tuttavia, è che la sua piattaforma di editing genetico CRISPR è promettente per il trattamento di una vasta gamma di malattie. La biotecnologia sta lavorando con Bristol-Myers Squibb per sviluppare terapie per cellule T standardizzate mirate al cancro e sviluppare terapie per le cellule tumorali di proprietà. E se il suo approccio di modifica genetica ha successo nel trattamento delle malattie degli occhi, la società pensa che potrebbe potenzialmente colpire anche malattie cardiache, epatiche, neuromuscolari e del sistema nervoso.

Concludendo, anche se trovate altre azioni di biotecnologia di aziende valide ben venga, sapendo che si tratta di titoli da tenere per anni perchè dovrebbero avere una grande potenzialità, visto i passi da gigante che sta facendo questa scienza nel trattamento delle malattie.

Altri titoli azionari interessanti da tenere d’occhio

BRE.MI Azioni Brembo
PST.MI Azioni Poste Italiane
DIS Azioni Disney
BMPS.MI Azioni Banca Monte dei Paschi di Siena
UBER Azioni Uber
FCA.MI Azioni FCA
LDO.MI Azioni Leonardo
RACE.MI  Azioni Ferrari
ENI.MI Azioni ENI
UCG.MI Azioni Unicredit
MSFT Azioni Microsoft
GOOG Azioni Alphabet / Google
AMZN Azioni Amazon
FB Azioni Facebook
TSLA Azioni TESLA
FBK.MI Azioni Fineco
FM.MI Azioni Fiera Milano
BC.MI Azioni Brunello Cucinelli
JUVE.MI Azioni Juventus
PYPL Azioni Paypal
AAPL Azioni APPLE
NFLX Azioni Netflix

 

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *