Azioni Facebook: Quotazione, Andamento e Previsioni 2021

Le azioni FB sono da acquistare? Il business di Facebook è in corso, ma l’antitrust, la lotta di Apple, la politica pesano
Le azioni di FB hanno superato Covid e un boicottaggio di alto profilo guidato da gruppi per i diritti civili nel 2020 perché l’attività di Facebook ( FB ) è in grande crescita. Eppure il titolo FANG ha una serie di nuove preoccupazioni da superare nel 2021 e oltre: casi antitrust governativi; una lotta con Apple ( AAPL ) sulla privacy che potrebbe danneggiare la mucca da soldi della pubblicità mobile di Facebook; e un panorama politico più ostile.

 

Le cattive notizie tendono a seguire le buone notizie per le azioni di Facebook. Eppure, dopo una serie di sviluppi negativi, le forti tendenze commerciali di solito hanno ragione.

Eppure i casi di antitrust possono richiedere anni per essere risolti, e non è chiaro se il contraccolpo contro Facebook da destra sarà più dannoso del boicottaggio da sinistra della scorsa estate. Quindi ora è un buon momento per acquistare azioni FB?

Facebook affronta la reazione per aver messo a tacere Trump

Facebook ha sospeso l’account del presidente Trump a tempo indeterminato dopo che i suoi sostenitori hanno invaso il Campidoglio per interrompere la certificazione della vittoria di Joe Biden. All’inizio del 7 gennaio, il CEO Mark Zuckerburg ha scritto che Trump aveva scelto di “condonare piuttosto che condannare le azioni dei suoi sostenitori”. Successivamente, Facebook ha bloccato tutti i contenuti “stop the steal”.

L’analista di Bank of America Justin Post ha scritto l’11 gennaio che Facebook aveva 33 milioni di follower di Trump, aumentando la possibilità di abbandono dei clienti e “rischio di coinvolgimento” nel primo trimestre. Si aspetta inoltre che venga proposta una legislazione che richiederebbe una spesa maggiore per rivedere i contenuti degli utenti.

Tuttavia, Post ha affermato di aver visto un rischio maggiore per Twitter rispetto a Facebook e ha mantenuto i rating di acquisto per entrambe le azioni.

Il 9 dicembre, la Federal Trade Commission e un gruppo di procuratori generali statali hanno presentato casi di antitrust separati sostenendo che le acquisizioni di Facebook di Instagram e WhatsApp erano di natura anticoncorrenziale e intendevano rafforzare la sua posizione di monopolio.

La posta in gioco nelle cause antitrust di Facebook è immensa. La FTC vuole che Facebook venga smembrato per creare lo stesso livello di concorrenza che sarebbe esistito senza le fusioni di Instagram e WhatsApp. Inoltre, Facebook dovrebbe fornire risorse costanti per garantire che la concorrenza sia solida.

Le cause del governo forniscono una traccia probatoria a sostegno della loro accusa secondo cui Facebook era intenzionato ad acquistare società che sembravano avere le migliori possibilità di diventare seri concorrenti.

L’avvocato generale di Facebook Jennifer Newstead ha ribattuto che le autorità di regolamentazione hanno lasciato che i suoi accordi Instagram del 2012 e WhatsApp del 2014 andassero avanti “perché non minacciavano la concorrenza”. Sostiene che le fusioni erano “procompetitive”. Ad esempio, Facebook ha trasformato WhatsApp da un servizio in abbonamento a un servizio gratuito, sfidando la struttura tariffaria degli operatori di telecomunicazioni.

Dopo che Facebook ha investito miliardi di dollari e milioni di ore in quelle società, la FTC “vuole un rinnovamento”, ha scritto Newstead in una dichiarazione. “Ora l’agenzia ha annunciato che nessuna vendita sarà mai definitiva, indipendentemente dai danni che ne derivano ai consumatori o dall’effetto agghiacciante sull’innovazione”.

Azioni Facebook: Quotazione, Andamento e Previsioni
Immagine sopra: prezzo azioni facebook ultimi 5 anni

Gli analisti di Wall Street non sembrano per il momento interessati alle cause antitrust di Facebook

Finora gli analisti stanno in gran parte scartando la possibilità di una rottura. L’analista di UBS Eric Sheridan vede solo una barra alta per le future acquisizioni di Facebook e ha ribadito il suo obiettivo di prezzo di 330 con un rating di acquisto. L’analista di KeyBanc Justin Patterson ha previsto che Facebook avrebbe dovuto affrontare un’altra multa, piuttosto che una rottura.

L’analista di Raymond James Aaron Kessler ha mantenuto un forte rating di acquisto sulle azioni FB. “Continuiamo a credere che la probabilità di una rottura di FB sia bassa (i giudici sono generalmente riluttanti ad annullare le transazioni) e la somma delle parti dei vari segmenti è probabilmente simile o superiore alla valutazione corrente di FB”.

Gli analisti potrebbero sbagliarsi sul risultato? La sfida per i querelanti del governo sarà dimostrare che le fusioni non solo hanno ridotto la concorrenza, ma erano effettivamente dannose. Tuttavia, se riescono evidenziando una minore privacy per gli utenti, prezzi più alti per gli inserzionisti e una concorrenza sleale nei confronti di concorrenti più piccoli, una rottura potrebbe essere il rimedio strutturale logico. Secondo quanto riferito, Facebook ha cercato di evitare una causa antitrust offrendo la licenza per l’accesso al suo codice come un modo per consentire una nuova concorrenza, ma i regolatori non sono stati influenzati.

Tuttavia, il caso antitrust del Dipartimento di Giustizia contro Google che è stato presentato a ottobre non andrà in giudizio fino a settembre 2023. Se il caso Facebook avrà un calendario simile, gli investitori devono davvero iniziare a preoccuparsi ora?

Facebook prende le modifiche alla privacy di Apple

Facebook ha avvertito che la regolamentazione sulla privacy in corso e le modifiche alle piattaforme operative mobili, in particolare iOS 14 di Apple, potrebbero impedire il targeting degli annunci e pesare sul prezzo degli annunci. Apple ha ritardato il cambiamento più importante fino all’inizio del 2021. Poco prima dell’implementazione, Facebook ha lanciato una campagna pubblica contro Apple, affermando che i presunti sforzi del produttore di iPhone per proteggere la privacy sono un attacco a Internet gratuito e mirano a riempire i profitti dell’App Store .

La politica di Apple richiederà che Facebook e altre app scaricate tramite l’App Store forniscano agli utenti un messaggio, consentendo loro di attivare o disattivare il monitoraggio della propria attività su siti di terze parti.

“Non serve a niente per un wedding planner locale raggiungere persone che non stanno pianificando un matrimonio”, ha scritto Dan Levy, vicepresidente di annunci e prodotti aziendali di Facebook. “Limitando drasticamente l’efficacia della pubblicità personalizzata, la politica di Apple renderà molto più difficile per le piccole imprese raggiungere il loro pubblico di destinazione, il che limiterà la loro crescita e la loro capacità di competere con le grandi aziende”.

Le piccole imprese potrebbero vedere un taglio di oltre il 60% delle vendite del sito web dagli annunci, ha scritto Levy. Tuttavia, ha aggiunto che Facebook non si aspetta che le modifiche proposte a iOS 14 causino una completa perdita di personalizzazione “ma piuttosto un passo in quella direzione a lungo termine”.

Analisi delle azioni FB

Da quando il 26 agosto ha toccato il massimo storico di 304,67, il titolo FB è rimasto impantanato in un consolidamento di 20 settimane. Con l’intensificarsi della pressione di vendita, le azioni di Facebook hanno abbassato la media mobile a 200 giorni per il primo dalla fine di aprile prima di recuperare leggermente il 15 gennaio.

Le azioni FB sono ora del 17% sotto un punto di acquisto di 304,77 , 10 centesimi sopra il suo massimo del 26 agosto, secondo un’analisi di MarketSmith . Se le azioni possono riprendersi, gli investitori potrebbero utilizzare 297,48 come ingresso anticipato.

Ma in questo momento, il problema non è se le azioni di Facebook possano scoppiare, ma se possono evitare di rompersi.

Dopo i primi otto mesi stellari del 2020, la performance del titolo FB è chiaramente diminuita. Le azioni di Facebook si sono ritirate dai documenti antitrust del 9 dicembre, mentre il mercato generale è salito. Tuttavia, la performance relativa di Facebook è peggiorata a gennaio, con i democratici che hanno ottenuto il controllo del Senato e la sospensione di Trump, entrambi probabili contributori.

Il titolo FB ha perso di vista la sua linea di 50 giorni. Il 14 gennaio, le azioni chiudono al di sotto della media mobile a 200 giorni per la prima volta dalla fine di aprile.

La linea di forza relativa, la linea blu nei grafici forniti, è scesa da un record di agosto a un minimo di 9 mesi. La linea RS indica che il titolo FB, tra alti e bassi, ha sostanzialmente eguagliato le prestazioni dell’S & P 500 da luglio 2017.

Guadagni di Facebook

Il gigante dei social media ha facilmente superato le stime sugli utili del terzo trimestre. Ha registrato un profitto rettificato di $ 2,40 per azione, in crescita del 13% rispetto a un anno fa, escluso un vantaggio fiscale di 31 centesimi. Il fatturato è cresciuto del 22% a 21,5 miliardi di dollari. Ciò ha superato le stime di $ 19,8 miliardi e ha raddoppiato il tasso di crescita dell’11% nel secondo trimestre.

Le azioni di Facebook inizialmente sono state scambiate al ribasso dopo il rapporto sugli utili di fine giornata del 29 ottobre. Gli investitori sembrano concentrarsi su un leggero calo degli utenti attivi giornalieri negli Stati Uniti e in Canada a 196 milioni da 198 milioni.

Facebook aveva precedentemente avvertito che un picco nell’uso dell’app dei social media che si è verificato all’inizio della pandemia si sarebbe moderato man mano che la vita si sarebbe normalizzata. E ha cominciato a durante l’estate. La tendenza degli utenti attivi giornalieri e mensili piatti o leggermente inferiori probabilmente continuerà nel quarto trimestre, ha affermato Facebook. Tuttavia, nonostante il vento contrario alla crescita, le entrate di Facebook hanno effettivamente accelerato durante il terzo trimestre.

Alla fine di luglio, la direzione aveva dichiarato che le entrate di Facebook stavano crescendo di circa il 10% rispetto a un anno fa all’inizio del terzo trimestre. Tuttavia, questo è molto al di sotto del tasso di crescita del 22% per l’intero trimestre.

“Ci aspettiamo che la crescita del quarto trimestre sia superiore al tasso di crescita riportato nel terzo trimestre, perché ovviamente abbiamo visto agosto e settembre essere più forti”, ha detto agli analisti il ​​CFO Dave Wehner.

Non è chiaro quanto la crescita delle entrate di Facebook a luglio sia stata frenata da un boicottaggio pubblicitario di alto profilo mirato alla sua percepita tolleranza nei confronti di discorsi razzisti offensivi. Da allora la direzione ha adottato misure per affrontare tale preoccupazione.

Il quadro più ampio è che gli inserzionisti di Facebook, un gruppo che è cresciuto fino a 10 milioni di aziende, utilizzano il sito di social media per connettersi con potenziali clienti come mai prima d’ora.

La crescita del 22% del terzo trimestre è arrivata quando le impressioni degli annunci pubblicate sulle proprietà di Facebook sono aumentate del 35% rispetto a un anno fa. Nel frattempo, il prezzo medio per annuncio è diminuito del 9%. Quest’ultimo dato è stato un grande miglioramento rispetto al secondo trimestre. In quel trimestre il prezzo medio di acquisto tramite le aste di annunci di Facebook è sceso del 21%.

Unisciti agli esperti IBD mentre analizzano i principali titoli nel rally del mercato su IBD Live.

Diem Dollar di Facebook

L’ingresso di Facebook nello spazio delle criptovalute, annunciato per la prima volta a metà del 2019, sembrava quasi morto dopo che il presidente della Fed Jerome Powell e le autorità di regolamentazione internazionali avevano sollevato seri dubbi sul piano. Eppure l’azienda è andata avanti silenziosamente con un approccio considerato un po ‘meno controverso. Il 1 ° dicembre, l’Associazione Libra dietro la criptovaluta di Facebook si è ribattezzata Diem Association per andare con la criptovaluta ribattezzata Diem Dollar. Invece del suo piano originale per uno stablecoin con un valore ancorato a un paniere di valute, Facebook ora pianifica una moneta ancorata solo al dollaro. L’azienda spera che il cambiamento, insieme a una nuova attenzione all’antiriciclaggio, soddisfi le richieste delle autorità di regolamentazione.

Il Financial Times ha riferito che Facebook spera di lanciare la sua criptovaluta Diem a gennaio negli Stati Uniti e in alcuni paesi dell’America Latina. Facebook ha ancora bisogno di alcune approvazioni statali per il suo portafoglio digitale Novi. Inoltre, il piano di criptovaluta Diem necessita dell’approvazione dell’autorità svizzera di vigilanza sui mercati finanziari. È lì che ha sede la Diem Association.

Tuttavia, proprio mentre Facebook ha rilanciato il suo piano di criptovaluta, un gruppo di House Democrats ha introdotto lo Stable Act. Il disegno di legge richiederebbe agli emittenti di stablecoin come Facebook di ottenere una carta bancaria. Fornirebbe anche una revisione semestrale da parte della Fed e della FDIC prima dell’emissione.

Sviluppi aziendali di Facebook

Facebook ha ancora un sacco di potenziale non sfruttato che ha entusiasmato Wall Street, a parte la sua avventura in criptovaluta. Ad agosto, ha iniziato a sfidare TikTok con i nuovi Instagram Reels. E lo sforzo a lungo termine per monetizzare l’enorme base di utenti di WhatsApp è appena iniziato.

Facebook ha annunciato una spesa in conto capitale per il 2021 compresa tra $ 21 e $ 23 miliardi, guidata da investimenti in data center, server, infrastrutture di rete e uffici. Parte della crescita rispetto a una stima di 16 miliardi di dollari riflette il ritardo nella costruzione a causa della pandemia. Tuttavia, l’analista di RBC Capital Markets Mark Mahaney ha scritto che l’aumento implicito del 31% -44% mostra che Facebook sta “investendo in modo aggressivo nell’innovazione da una posizione di forza”.

Il rilascio delle cuffie per realtà virtuale Quest 2 da $ 300 dovrebbe fornire una spinta alle entrate del quarto trimestre. “I preordini hanno superato di oltre 5 volte i preordini Quest originali e hanno superato le nostre aspettative”, ha detto Zuckerberg.

Quanto valgono le azioni FB?

Le azioni di Facebook hanno una capitalizzazione di mercato di 716 miliardi di dollari. Ciò rende le azioni FB la sesta società più preziosa nell’indice S&P 500, dietro le azioni Apple, Microsoft ( MSFT ), Amazon, Google-Alphabet ( GOOGL ) e Tesla ( TSLA ).

Le azioni FB sono quindi da comprare, oppure no?

Gli analisti di Wall Street pensano che questo titolo FANG abbia ancora una lunga pista di crescita e offra un valore ineguagliabile agli inserzionisti. Facebook ha dimostrato il suo coraggio durante una recessione economica senza precedenti.

È pericoloso scommettere contro azioni FB, anche se deve affrontare una lunga battaglia antitrust. Tuttavia, gli investitori che vogliono scommettere su Facebook dovrebbero aspettare fino a quando non dimostrerà nuovamente la sua capacità di recupero raggiungendo un punto di acquisto appropriato.

Se è vero che comprare azioni è rischioso, che bisogna seguire tutte le regole per investire e diversificare prima di pensare di comprare titoli azionari, è anche vero che ci sono aziende che sono destinate ancora a crescere nei prossimi anni, come Facebook, proprio perchè il mercato internet non è ancora saturo, aziende che comunque cercano sempre di aggiornarsi, di fare ricerca, non importa se per ora sembra che il futuro di FB sembri non più tanto roseo, il social network di Mark Zuckerberg, è in pratica il monopolista di tutti i social network, è il n° 1 in fatto di nuova comunicazione fra persone, almeno per molti anni a venire..

 

Altre azioni simili a Facebook:

Amazon 

Netflix  

Apple

Microsoft MSFT

Cisco Systems CSCO

PAYPAL Olding Inc PYPL US-70450Y1038  

Virgin Galactic SPCE

NVIDIA (NVDA) US67066G1040

ETSY

Netflix NFLX US64110L1061

INTEL – INTC

Pinterest 

UBER 

Pubblicista finanziario e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *