Come Diversificare gli Investimenti per Ridurre i Rischi

Come diversificare gli investimenti del proprio portafoglio titoli per ridurre i rischi ed investire in modo consapevole e redditizio, è una delle prime domande a cui un piccolo risparmiatore che si avvicina al mondo degli investimenti deve fare.
Questa piccola guida, non é rivolta ad esperti del settore, qui vogliamo dare solo alcune informazioni di base per gli investitori non esperti. Se vogliamo avere degli investimenti sicuri, la prima regola é quella di diversificare il proprio portafoglio titoli, cioé non dovrò puntare tutti i soldi che ho a disposizione in un unico strumento finanziario, per quanto sicuro e conveniente possa sembrare, ma dovrò investire il mio capitale in diversi titoli finanziari, in modo che se uno dovesse perdere di valore, difficilmente anche gli altri perderanno di valore.
Un investimento sicuro al 100% che ci faccia guadagnare bene, lo troviamo solo nel mondo dei sogni proibiti del risparmiatore, e non fa parte della realtà.

Investire significa rischiare; di solito più alto é il rischio, più si riesce a guadagnare, oppure più vogliamo essere sicuri di voler riprendere i Nostri soldi, più il guadagno sarà basso, per questo diversificare gli investimenti è la regola base per ogni piccolo investitore .

Partendo dal presupposto che non esiste una regola certa di come suddividere i propri investimenti per avere il migliore portafoglio possibile, bisogna cercare innanzitutto di capire se vogliamo rischiare o meno, e quanto, suddividendo i Nostri risparmi in percentuale, rispetto questo tipo di investimenti:

 Come Diversificare gli Investimenti per Ridurre i Rischi

Ecco come diversificare gli investimenti per ridurre i rischi:

SCOPRI DI PIU’ SUI VARI TIPI DI INVESTIMENTO: Lungo termineSu cosa puntare oggiBreve termineL’investimento sicuro

Investire in obbligazioni di Stato

E’ l’investimento più sicuro che si possa fare, un classico se si vuole diversificare il Nostro portafoglio titoli, a meno che l’Italia non vada in fallimento ( cosa praticamente impossibile ora che abbiamo l’euro, dovrebbe fallire l’intera Europa, visto che siamo la 3a economia più importante della UE) riprenderemo al 100% i Nostri soldi. Purtroppo gli interessi sulle obbligazioni in questo periodo sono bassissimi, un altro vantaggio é quello che non dovremo controllare come va il mercato, una volta comprati, potremo riscuotere tranquillamente le cedole.Titoli  di Stato (BOT, BTP)

Diversificare gli Investimenti per Ridurre i Rischi

Azioni di società quotate in borsa:

Avere una quota di una società quotata in borsa, permette di avere dei buoni guadagni. In questo caso il rischio é notevole, in quando l’azione può andare anche in perdita, e quindi se oggi investo 1.000 euro, ci sta che tra un mese ne riprendo 500, oppure 1.500, dipende dall’andamento dell’azione. Ovviamente in questo caso, se non siete degli esperti, Vi conviene farvi consigliare da un esperto finanziario di fiducia, che Vi indichi quali azioni comprare, quando comprarle e quando rivenderle.

Il consiglio che possiamo darvi però, è quello di iniziare ad occuparvi personalmente dell’andamento azionario dell’azienda su cui avete investito il Vostro denaro, troppo spesso infatti, i consigli degli esperti finanziari sono ‘di parte’, cioé cercano di farvi investire su società su cuoi loro stessi hanno degli interessi personali, per questo Vi abbiamo consigliato di rivolgervi a professionisti di fiducia, cosa sempre più rara e preziosa da trovare.

Gli investimenti di quote di azioni di società quotate in borsa, sono la quintessenza stessa del capitalismo e del sistema finanziario come Noi lo conosciamo.

Si possono comprare quelle quotate alla Borsa di Milano, oppure a Wall Street e al Nasdaq.

diversificare investimento immobiliare consigli

Investimento immobiliare:

Investire nel mattone, è stata la forma di investimento migliore e più amata dagli italiani negli ultimi 50 anni. Gli italiani sono un popolo storicamente risparmiatore, forse perché discendiamo da contadini, la casa é sempre stato un pallino delle Nostre genti; il mercato immobiliare negli anni ha portato tanti posti di lavoro, nuove abitazioni per tutti, ma si é rilevato una bolla speculativa enorme. Ora se ne pagano le conseguenze e da 10 anni a questa parte, la bolla immobiliare in Italia, ha portato negli ultimi 10 anni un crollo del prezzo degli immobili, con relativa perdita di danaro delle persone che ci avevano investito dei soldi.

Resta comunque , nonostante tutto, un investimento sicuro, specialmente se riesco a fare un buon affare quando la compro, cosa che oggi si può fare, visto il basso costo a cui sono arrivate le abitazioni.

Forse non ci si guadagnerà più come prima, ma resta ancora un ottimo investimento (disponibilità di soldi permettendo).

diversificare investire in depositi vincolati
Rendimenti di un Deposito Vincolato

Conto Deposito vincolato:

Questa è un’altra forma di investimento sicuro, offerta da banche, per cifre che possono partire da un minimo di 5 mila o 10 mila euro, per un tempo che può essere di 2 o 3 anni, fino a 10 o 20 anni.

La cifra che vincoliamo non potremo prenderla fino alla scadenza, gli interessi non sono altissimi, ma ultimamente stanno diventando interessanti, in quanto gli altri tipi di investimenti sicuri, non riescono più a dare gli interessi di qualche anno fa’.

Approfondimenti:

Conto Deposito Foglio Informativo  – Che BancaMediolanumBNL

diversificare investire in buoni fruttiferi postali consigli

Buoni fruttiferi postali:

E’ il ritorno del piccolo risparmiatore; snobbati per anni , i buoni fruttiferi postali, sono uno degli investimenti più sicuri che ci siano, sono infatti garantiti dallo Stato, hanno tassi di interessi molto buoni per questo periodo storico, inoltre sono offerti in diverse forme, sia di tempi di riscossione, sia per tutte le tasche.

Ci sono Buoni Fruttiferi per tutte le tasche e tutte le tipologie di risparmiatore, dal pensionato, al bambino, a quello che fa trading e vuole una diversificazione importante e prodotti finanziari sicuri al 100%.

Purtroppo gli interessi sono molto bassi, poco al di sopra dell’inflazione e comunque intorno al 1% scarso.

diversificare con i fondi comuni di investimento

Fondi comuni di investimento:

Investire una parte del proprio denaro in portafoglio di investimenti, in fondi comuni, è cosa buona e giusta. I fondi comuni di investimento, permettono al risparmiatore di avere dei discreti guadagni, sono gestiti da personale specializzato, quindi non c’é bisogno di stargli dietro, come si sta dietro ad investimenti su azioni.

Investire in oro

Quando si parla di diversificare i risparmi, l’oro è sempre uno dei primi tipi di investimento che ci viene in mente. Già da bmambini leggiamo di vecchie storie e fiabe in cui l’oro è presente ed è sinonimo di ricchezza e soldi.

L’oro è stato il primo metallo usato dall’uomo, in quanto molto malleabile, essendo raro, è diventato fin da subito un oggetto prezioso, ed investire in oro è una delle forme più antiche di investimento. Noi la sconsigliamo, non tanto perché il prezzo dell’oro non è stabile, quindi si tratta di un investimento non sicuro, ma perché tenere in casa lingotti d’oro é pericoloso e tenerli in banca, presso un deposito é dispendioso.

Ovviamente la Nostra é una opinione, e come tale va presa; molti operatori finanziari invece, basano il propri business sull’oro. L’ro in effetti è un investimento come un altro, con cui si possono fare ottimi affari.

Si può investire in lingotti d’oro, monete d’oro o oro finanziario ( quello più consueto)

percentuale investimenti per ridurre i rischi

Investire in Arte:

E’ l’investimento di lunghissimo periodo per eccellenza, un bene di rifugio che nel tempo acquista valore, senza paura di crisi economica o politica. Un bel quadro oggi è ancora più bello domani, gli unici difetti che ha un quadro è che va assicurato dai danni e dai furti, per il resto, se una persona ha abbastanza soldi, perchè non comprare?
Certo, non è un investimento per tutti, bisogna essere innanzitutto degli appassionati, bisogna conoscere gli artisti, ma in questo campo è la passione che fa la differenza, come in altri campi qui di seguito.

Investire in auto d’epoca

E’ una delle ultime novità di questi ultimi anni. Diversificare il proprio portafoglio titoli comprando auto d’epoca è uno dei modi più sfiziosi e sicuramente divertenti di mettere a reddito i propri capitali. Si possono fare grandi affari comprando auto vecchie da ristrutturare , sistemare, portare alle mostre e poi vendere.

Investire in Diamanti:

Anche qui si tratta di un investimento come bene rifugio: il diamante è uno dei preziosi più preziosi ( scusate il gioco di parole), ma è per caf capire che in una mano posso tenere un valore di milioni di euro, cosa che non posso fare con la carta, in caso di guerra, in caso di calamità, di gravi crisi politiche come le rivoluzioni non c’è niente di meglio che avere il proprio capitale in diamanti: sono facilmente trasportabili, facilmente occultabili, non hanno odore e quindi nessuno può rilevarli e pochi grammi di diamanti possono valere una fortuna.

Investire in Obbligazioni:

Diversificare gli investimenti significa comprare  obbligazioni di Stato sicure perchè garantite o possono essere assicurazioni di aziende, oppure possono essere obbligazioni subordinate ad azioni, ecco allora che non sono più sicure, proprio perchè dipendono dal valore delle azioni ed in caso di fallimento dell’azienda anche il loro valore assume quello delle azioni, quindi zero.

In quali percentuali devo investire, per essere sicuro di fare una buona diversificazione e di guadagnarci?

Se ho 100 mila euro, quanti ne devo investire su azioni, quanti su obbligazioni, quanti su Buoni fruttiferi postali, quanti in oro?

Come dicevamo prima, nonostante ci siano tante teorie, una regola certa non c’é; dipende molto dall’andamento dell’economia reale, della finanza mondiale e del Nostro paese, o semplicemente da come va l’azienda di cui abbiamo comprato le azioni.; quello che vedete sopra, comunque, é uno schema che rispecchia il Nostro pensiero su come dovrebbero essere diversificati i Nostri investimenti.

Nostro collaboratore dal 2012, ragioniere, operatore alla promozione turistica, ha frequentato la facoltà di economia e commercio e il dipartimento di lettere, lingue, letterature, civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli studi di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *