Come Investire in ETF : guida per principianti

I fondi negoziati in borsa, o ETF, sono un modo semplice per iniziare a investire. Gli ETF sono abbastanza semplici da capire e possono generare buoni rendimenti senza troppe spese o sforzi. Ecco cosa dovresti sapere sugli ETF, come funzionano e come acquistarli.

Che cos’è un ETF?

Un fondo negoziato in borsa, o ETF, consente agli investitori di acquistare più azioni o obbligazioni contemporaneamente. Gli investitori acquistano azioni di ETF e il denaro viene utilizzato per investire secondo un determinato obiettivo. Ad esempio, se acquisti un ETF sullo S&P 500, i tuoi soldi verranno investiti nelle 500 società in quell’indice.

ETF vs. fondi comuni di investimento

Una domanda comune è come gli ETF differiscono dai fondi comuni di investimento, poiché il principio di base è lo stesso.

La differenza chiave tra questi due tipi di veicoli di investimento è il modo in cui li acquisti e li vendi. I fondi comuni hanno un prezzo una volta al giorno e in genere investi un importo fisso in dollari. I fondi comuni possono essere acquistati tramite intermediazione o direttamente dall’emittente, ma il punto chiave è che la transazione non è istantanea.

D’altro canto, gli ETF negoziano proprio come le azioni di importanti mercati come il NYSE e il Nasdaq . Invece di investire un importo stabilito in dollari, scegli quante azioni desideri acquistare. Poiché negoziano come azioni, i prezzi degli ETF variano continuamente durante il giorno di negoziazione e puoi acquistare azioni di ETF ogni volta che il mercato azionario è aperto.

Come Investire in ETF : guida per principianti

Cose importanti da sapere sugli ETF

Prima di proseguire, ci sono alcuni concetti che è importante conoscere prima di acquistare i tuoi primi ETF.

  • ETF passivi e attivi – Esistono due tipi base di ETF. Gli ETF passivi (noti anche come fondi indicizzati) seguono semplicemente un indice azionario , come l’S & P 500. Gli ETF attivi assumono gestori di portafoglio per investire il proprio denaro. L’aspetto chiave: gli ETF passivi vogliono eguagliare la performance di un indice. Gli ETF attivi vogliono battere la performance di un indice.
  • Rapporti di spesa – Commissioni di addebito degli ETF, note come coefficiente di spesa . Vedrai il rapporto di spesa elencato come percentuale annuale. Ad esempio, un rapporto di spesa dell’1% significa che pagherai  10 euro in commissioni per ogni  1.000 euro che investi. A parità di condizioni, un rapporto di spesa più basso ti farà risparmiare denaro.
  • Dividendi e DRIP – La maggior parte degli ETF paga dividendi. Puoi scegliere di ricevere i tuoi dividendi dell’ETF in contanti, oppure puoi scegliere di farli reinvestire automaticamente attraverso un piano di reinvestimento dei dividendi o DRIP.

Di quanti soldi hai bisogno per poter investire in ETF?

Gli ETF non hanno requisiti minimi di investimento – almeno non nello stesso senso dei fondi comuni di investimento. Tuttavia, gli ETF vengono negoziati su una base per azione, quindi, a meno che il tuo broker non offra la possibilità di acquistare azioni frazionarie di azioni , avrai bisogno almeno del prezzo corrente di un’azione per iniziare.

Pro e contro degli ETF

Vantaggi dell’investimento in ETF:

  • Gli ETF forniscono esposizione a una varietà di azioni, obbligazioni e altre attività, in genere a una spesa minima.
  • Gli ETF eliminano le congetture dagli investimenti azionari. Consentono agli investitori di eguagliare l’andamento del mercato nel tempo, che è stato storicamente piuttosto forte.
  • Gli ETF sono più liquidi (facili da acquistare e vendere) rispetto ai fondi comuni di investimento. I broker online semplificano l’acquisto o la vendita di ETF con un semplice clic del mouse.
  • Investire in singole obbligazioni può essere estremamente complicato, ma un ETF obbligazionario può semplificare molto la parte a reddito fisso del portafoglio.

Potenziali svantaggi degli ETF:

  • Poiché gli ETF possiedono un assortimento diversificato di titoli, non hanno lo stesso potenziale di rendimento rispetto all’acquisto di singoli titoli.
  • Gli ETF sono spesso a basso costo, ma non sono gratuiti. Se acquisti un portafoglio di singoli titoli da solo, non dovrai pagare alcuna commissione di gestione.

Ulteriori informazioni su altre opzioni di investimento

Passaggi per investire in ETF

  • Apri un conto di intermediazione.
  • Scegli i tuoi primi ETF.
  • Lascia che i tuoi ETF facciano il duro lavoro per te.

Passaggio 1: aprire un conto di intermediazione.

Avrai bisogno di un account di intermediazione prima di poter acquistare o vendere ETF. La maggior parte dei broker online offre azioni e commissioni ETF esenti da commissioni, quindi il costo non è una considerazione importante. Il miglior modo di agire è confrontare le funzionalità e la piattaforma di ciascun broker . Se sei un nuovo investitore, potrebbe essere una buona idea scegliere un broker che offre una vasta gamma di funzionalità educative, come Fineco ( QUI ) o Monte dei Paschi di Siena (QUI )  , ma ci sono molti altri broker eccellenti tra cui scegliere.

Passaggio 2: scegli i tuoi primi ETF.

Per i principianti, i fondi indicizzati passivi sono generalmente il modo migliore per procedere. I fondi indicizzati sono più economici delle loro controparti a gestione attiva e la realtà è che i fondi a gestione più attiva non battono il loro indice di riferimento nel tempo.

Con questo in mente, ecco un elenco di ETF e una breve descrizione di ciò che ciascuno investe, per i principianti che stanno appena iniziando a costruire i loro portafogli.

Passaggio 3: lascia che i tuoi ETF facciano il duro lavoro per te.

È importante tenere presente che gli ETF sono generalmente progettati per essere investimenti esenti da manutenzione.

I nuovi investitori tendono ad avere una cattiva abitudine di controllare i loro portafogli troppo spesso e di reagire in modo emotivo e istintivo alle principali mosse del mercato. In effetti, l’investitore medio di fondi sottoperforma notevolmente il mercato nel tempo e l’eccesso di negoziazione è la ragione principale. Quindi, una volta acquistate le azioni di alcuni grandi ETF, il miglior consiglio è di lasciarli soli e lasciarli fare ciò che intendono fare: produrre un’eccellente crescita degli investimenti per lunghi periodi di tempo.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *