ETF o Azioni ? Cosa Comprare per fare il migliore investimento

Forse hai deciso di voler investire in un particolare settore. Ora potresti essere nella posizione di scegliere tra l’acquisto di azioni o un fondo negoziato in borsa (ETF).

Fare questa scelta non è diverso da qualsiasi altra decisione di investimento. Come sempre, vuoi cercare modi per ridurre il rischio . E, naturalmente, vuoi generare un rendimento che batte il mercato.

Se stai appena iniziando a investire, o lo hai fatto per un po ‘di tempo e stai cercando altri tipi di investimento, hai molti strumenti diversi tra cui scegliere. Sono disponibili azioni, fondi negoziati in borsa (ETF), fondi comuni di investimento, materie prime, valute, obbligazioni e derivati ​​di ciascuno di essi.

Desideri che i tuoi investimenti abbiano un buon rendimento, restituiscano profitti o crescano, a seconda dei tuoi obiettivi e della tolleranza al rischio di investimento. Ogni strumento di investimento porta il proprio insieme unico di vantaggi e svantaggi. Con così tante scelte diverse, molti investitori hanno difficoltà a decidere in cosa investire esattamente, specialmente quando si tratta di scegliere tra azioni ed ETF.

È importante conoscere le differenze e le sfumature di ciascuno in modo da poter fare una scelta consapevole che sia in linea con le tue strategie di investimento .

Azioni

Sentirai comunemente sia azioni che ETF chiamati asset e titoli. Sebbene questi termini possano sembrare confusi, in realtà non lo sono. Un asset è qualsiasi cosa di valore che potresti possedere e un titolo è un asset che puoi scambiare, in tutto o in parte.

Le azioni, note anche come titoli, sono quote di proprietà emesse da società nel tentativo di raccogliere fondi. Una quota di azioni ti dà una parte della proprietà con diritto di voto in una società a meno che tu non acquisti azioni privilegiate (la rinuncia ai diritti di voto porta una priorità più alta nel pagamento e spesso pagamenti più alti rispetto alle azioni ordinarie).

Le azioni di piccole società sono chiamate penny stock: il commercio di penny stock è rischioso e considerato speculativo.

Le azioni ordinarie consentono ai proprietari di votare durante le assemblee degli azionisti e possono pagare una parte dei profitti della società all’investitore, chiamati dividendi. 1 Le azioni vengono negoziate principalmente su borse come la Borsa di New York (NYSE) o il Nasdaq.

Il valore di una quota azionaria cambierà a seconda della società, della sua struttura e performance finanziaria, dell’economia, del settore in cui si trova e di molti altri fattori.

Fondi negoziati in borsa

I fondi negoziati in borsa (ETF) sono un tipo di investimento gestito e condiviso in modo professionale. I gestori dell’ETF acquisteranno azioni, materie prime, obbligazioni e altri titoli, creando quello che viene generalmente definito un paniere di fondi.  I fondi all’interno del paniere sono chiamati holding. I gestori di fondi vendono quindi azioni delle partecipazioni agli investitori.

Durante la gestione del fondo, i gestori acquisteranno o venderanno parti delle partecipazioni per mantenere il fondo allineato con qualsiasi obiettivo di investimento dichiarato. Ad esempio, un ETF può seguire un particolare indice azionario o settore industriale , acquistando solo attività elencate nell’indice da inserire nel fondo.

Sia l’ETF che il valore delle azioni cambieranno, o “si sposteranno”, durante una giornata di negoziazione. Queste posizioni sono negoziate dai day trader: se sei un investitore a lungo termine, questi movimenti non dovrebbero essere preoccupanti.

Il valore di una quota ETF cambierà nel corso della giornata in base agli stessi fattori delle azioni. Gli ETF di solito pagheranno una parte dei guadagni agli investitori dopo aver dedotto la spesa per la gestione professionale. Puoi trovare ETF che si concentrano su un singolo settore, un paese, una valuta, obbligazioni o altri. 3

Sono disponibili anche fondi inversi, il che significa che i fondi sono progettati per muoversi nella direzione opposta del mercato con l’intento di coprire il rischio del loro portafoglio, la copertura è il termine utilizzato per l’acquisto di investimenti che ridurranno il rischio di cambiamenti di mercato che potrebbe causare perdite. 4

Gli ETF inversi comportano una quantità significativa di rischio. Sebbene possano proteggersi da un mercato al ribasso, se le azioni rimbalzano, gli ETF inversi possono diminuire di valore con la stessa rapidità con cui sono aumentati. Non sono pensati per investimenti a lungo termine, quindi gli investitori dovrebbero valutare attentamente se vale la pena rischiare.

I rischi degli ETF e delle azioni

Gli investimenti possono essere volatili ; molti fattori influenzano gli investimenti: il turnover dei dirigenti aziendali, i problemi di fornitura e le variazioni della domanda sono solo alcuni. Gli investimenti comportano anche il rischio di inflazione, una perdita di valore dovuta alla diminuzione del valore del dollaro.  Ad esempio, potresti ricevere una distribuzione di 1,50 euro da un emittente di azioni un anno e poi osservare il tasso di inflazione aumentare nel corso dell’anno successivo. I 1,50 euro che ricevi l’anno prossimo possono essere acquistati meno dell’anno precedente, rendendolo meno prezioso.

Altri rischi sono il rischio di tasso di interesse, che colpisce le obbligazioni – il rischio di aumento dei tassi, che diminuisce il prezzo dell’obbligazione – e il rischio di liquidità, o il rischio di non essere in grado di vendere un investimento se i prezzi scendono.

La volatilità di un titolo viene misurata utilizzando una metrica chiamata beta. Questa è una misurazione comparativa, utilizzata per indicare la volatilità di un titolo in base al mercato a cui appartiene.

I rischi possono essere misurati e comunicati utilizzando il beta di un titolo. Un beta di 1.0 indica che la sua volatilità è uguale al mercato, meno di 1.0 indica una volatilità inferiore a quella del mercato, mentre un valore maggiore di 1.0 indica una volatilità superiore a quella del mercato.

Un ETF è leggermente meno rischioso perché è un mini-portafoglio, o paniere, di investimenti. Quindi, è un po’ diversificato, ma dipende davvero da cosa c’è nell’ETF effettivo. Se dovessi investire in un ETF sul petrolio e sul gas, assumeresti quasi lo stesso rischio dell’acquisto di un singolo titolo.

Tuttavia, gli ETF potrebbero superare questo problema diffondendo le proprie partecipazioni in tutto il mondo, detenendo azioni di gas naturale e petrolio o diversificando il paniere in altri modi con una strategia di copertura.

Fattori di liquidità tra ETF e azioni 

La liquidità si riferisce alla facilità con cui è possibile convertire azioni o quote di ETF in contanti o in un altro investimento. Con le azioni, dipenderà dalla società che emette le azioni. Se si tratta di un titolo riconosciuto, finanziariamente stabile e di alta qualità, noto come titolo blue chip, non avrai problemi a scambiare azioni.  D’altra parte, i penny stock possono richiedere settimane o giorni per essere scambiati, se possibile.

Gli ETF sono liquidi quasi quanto le azioni, per la maggior parte. Ancora una volta, dipenderà dalla qualità dei prodotti che l’ETF porta nel suo paniere. Anche il volume degli scambi del fondo avrà un impatto sulla liquidità.

Implicazioni fiscali di azioni ed ETF

Le plusvalenze di azioni o ETF sono trattati allo stesso modo dal fisco italiano, con una ritenuta del 26%

Flussi di reddito azionario e ETF

Puoi creare un flusso di reddito dal tuo portafoglio di azioni che pagano un dividendo regolare. Ci sono molte aziende che condividono i profitti con gli azionisti. Alcuni hanno persino dimostrato di aumentare il loro dividendo anno dopo anno: questo è noto come un aristocratico dei dividendi.

Gli ETF possono anche creare flussi di reddito con il loro paniere di partecipazioni. Spesso un fondo investirà una parte dei suoi fondi in obbligazioni – strumenti di debito societari e governativi. Distribuiranno il reddito ricevuto da questi investimenti agli azionisti al netto delle spese.

Gli ETF godono di maggiore fiducia, ma il rischio è assimilabile alle azioni

I fondi negoziati in borsa comportano rischi proprio come le azioni. Sebbene tendano a essere visti come investimenti più sicuri, alcuni potrebbero comunque offrire guadagni superiori alla media, mentre altri potrebbero non aiutare gli investitori a vedere i rendimenti. Spesso dipende dal settore o dall’industria che il fondo traccia e quali azioni sono nel fondo.

Le azioni possono mostrare una maggiore volatilità a seconda dell’economia, delle situazioni globali e della situazione della società che ha emesso le azioni.

Gli ETF e le azioni sono simili in quanto entrambi possono essere ad alto, moderato o basso rischio in base alle attività collocate all’interno del fondo e al rischio di tali attività. La tua personale tolleranza al rischio può essere un fattore importante nel decidere quale potrebbe essere la soluzione migliore per te. Entrambi hanno commissioni e sono tassati, ed entrambi forniscono flussi di reddito.

Ogni scelta di investimento dovrebbe essere fatta in base al rischio coinvolto per l’individuo, i suoi obiettivi e strategie di investimento. Ciò che è giusto per un investitore potrebbe non esserlo per un altro. Tieni a mente queste differenze e somiglianze di base mentre cerchi i tuoi investimenti.

La riduzione della volatilità di un investimento è il metodo generale per mitigare il rischio. La maggior parte degli investitori rinuncia a un potenziale di rialzo per prevenire una perdita potenzialmente catastrofica. Un investimento che offra la diversificazione in un gruppo industriale dovrebbe ridurre la volatilità del portafoglio. Questo è un modo in cui la diversificazione attraverso gli ETF funziona a tuo favore.

Esempio: Alpha è la capacità di un investimento di sovraperformare il proprio benchmark. Ogni volta che riesci a creare un alfa più stabile, sarai in grado di ottenere un maggiore ritorno sull’investimento. C’è una convinzione generale che è necessario possedere azioni, piuttosto che un ETF, per battere il mercato. Inoltre, molti investitori hanno l’impressione che se acquisti un ETF, sei bloccato a ricevere il rendimento medio del settore. Nessuna di queste ipotesi è necessariamente vera perché dipende dalle caratteristiche del settore . Essere nel settore giusto può anche portare a raggiungere l’alfa.

RIASSUNTO: Azioni o ETF ?

  • Quando decidi tra investire in singole azioni in un settore o acquistare un fondo negoziato in borsa (ETF) che offre esposizione a tale settore, considera le opportunità su come ridurre al meglio il tuo rischio e generare un rendimento che batte il mercato.
  • La selezione di titoli offre un vantaggio rispetto ai fondi negoziati in borsa (ETF) quando vi è un’ampia dispersione dei rendimenti dalla media.
  • I fondi negoziati in borsa (ETF) offrono vantaggi rispetto alle azioni quando il rendimento delle azioni del settore ha una ridotta dispersione intorno alla media.
  • I fondi negoziati in borsa (ETF) possono anche essere vantaggiosi se non si è in grado di ottenere un vantaggio attraverso la conoscenza della società.
ETF o Azioni ? Cosa Comprare per fare il migliore investimento
Immagine sopra. differenze tra azioni e etf

Quando l’investimento in azioni potrebbe funzionare:

Settori o situazioni in cui vi è un’ampia dispersione dei rendimenti – o casi in cui i rapporti e altre forme di analisi fondamentale potrebbero essere utilizzati per individuare errori di prezzo – offrono ai selezionatori di titoli l’opportunità di superare i rendimenti attesi.

Sulla base della tua ricerca ed esperienza, forse hai una buona visione delle prestazioni di un’azienda. Questa intuizione ti offre un vantaggio che puoi utilizzare per ridurre il rischio e ottenere un rendimento migliore. Una buona ricerca può creare opportunità di investimento a valore aggiunto , premiando l’investitore in azioni.

L’industria al dettaglio è un gruppo in cui la selezione dei titoli potrebbe offrire migliori opportunità rispetto all’acquisto di un ETF che copre il settore. Le aziende del settore tendono ad avere un’ampia dispersione dei rendimenti in base ai particolari prodotti che trasportano. Ciò può creare un’opportunità per il selezionatore di titoli perspicace di fare bene.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia notato di recente che tua figlia e i suoi amici preferiscono un particolare rivenditore. Dopo ulteriori ricerche, si scopre che l’azienda ha aggiornato i propri negozi e assunto nuovo personale di gestione dei prodotti. Ciò ha portato al recente lancio di nuovi prodotti che hanno attirato l’attenzione della fascia di età di tua figlia. Finora il mercato non se n’è accorto. Questo tipo di prospettiva (e la tua ricerca) potrebbe darti un vantaggio nella scelta del titolo rispetto all’acquisto di un ETF al dettaglio.

La conoscenza della società attraverso una prospettiva legale o sociologica può fornire opportunità di investimento che non vengono immediatamente rilevate dai prezzi di mercato. Quando un tale contesto è determinato per un particolare settore – e dove c’è molta dispersione dei rendimenti – gli investimenti in azioni singole possono fornire un rendimento maggiore rispetto a un approccio diversificato.

Quando un Exchange Traded Fund (ETF) potrebbe essere la scelta migliore:

I settori che hanno una stretta dispersione dei rendimenti dalla media non offrono ai selezionatori di titoli un vantaggio quando cercano di generare rendimenti che battono il mercato. La performance di tutte le aziende di questi settori tende ad essere simile.

Per questi settori, la performance complessiva è abbastanza simile alla performance di qualsiasi titolo. Le industrie dei servizi di pubblica utilità e dei beni di consumo di base rientrano in questa categoria. In questo caso, gli investitori devono decidere quanta parte del loro portafoglio allocare al settore in generale, piuttosto che scegliere azioni specifiche. Poiché la dispersione dei rendimenti dei servizi di pubblica utilità e dei beni di prima necessità tende a essere ridotta, la scelta di un’azione non offre un rendimento sufficientemente più elevato per il rischio inerente al possesso di singoli titoli. Poiché gli ETF passano attraverso i dividendi pagati dalle azioni del settore, anche gli investitori ricevono tale vantaggio.

Spesso le azioni di un particolare settore sono soggette a rendimenti dispersi. Tuttavia, gli investitori non sono in grado di selezionare quei titoli che probabilmente continueranno a sovraperformare. Pertanto, non riescono a trovare un modo per ridurre il rischio e aumentare i loro potenziali rendimenti scegliendo uno o più titoli del settore.

Se i driver della performance dell’azienda sono più difficili da capire, potresti prendere in considerazione l’ETF. Queste aziende possono possedere tecnologie o processi complicati che li portano a prestazioni inferiori o buone. Forse le prestazioni dipendono dallo sviluppo e dalla vendita di successo di nuove tecnologie non provate. La dispersione dei rendimenti è ampia e le probabilità di trovare un vincitore possono essere piuttosto basse.

L’industria della biotecnologia è un buon esempio, poiché molte di queste aziende dipendono dallo sviluppo e dalla vendita di successo di un nuovo farmaco. Se lo sviluppo del nuovo farmaco non soddisfa le aspettative nella serie di sperimentazioni (o la Food and Drug Administration (FDA) non approva la richiesta del farmaco) l’azienda deve affrontare un futuro cupo. D’altra parte, se la FDA approva il farmaco, gli investitori nell’azienda possono essere altamente ricompensati.

Alcune materie prime e gruppi tecnologici specializzati, come i semiconduttori, rientrano nella categoria in cui gli ETF possono essere l’alternativa preferita. Ad esempio, se ritieni che ora sia un buon momento per investire nel settore minerario, potresti voler ottenere un’esposizione specifica del settore.

Tuttavia, diciamo che se sei preoccupato che alcuni titoli potrebbero incontrare problemi politici che potrebbero ostacolare la loro produzione, allora è consigliabile acquistare nel settore, piuttosto che un titolo specifico, poiché riduce il rischio. Puoi ancora trarre vantaggio dalla crescita nel settore in generale, soprattutto se supera il mercato in generale.

Conclusioni: è meglio investire in azioni o ETF?

Se hai esperienza e conosci molto bene un’azienda e le sue azioni, allora puoi dedicarti all’investimento diretto in azioni, altrimenti conviene che tu investa in ETF che hanno già un portafoglio titoli di quel settore appositamente costruito per cercare di ammortizzare le eventuali perdite.

Quando decidi se scegliere azioni o selezionare un ETF, guarda il rischio e il potenziale rendimento che può essere ottenuto. La selezione dei titoli offre un vantaggio rispetto agli ETF quando vi è un’ampia dispersione dei rendimenti dalla media. E con la selezione dei titoli, hai la possibilità di ottenere un vantaggio utilizzando la tua conoscenza del settore o delle azioni.

Gli ETF offrono vantaggi rispetto alle azioni in due situazioni. In primo luogo, quando il rendimento delle azioni del settore ha una ridotta dispersione intorno alla media, un ETF potrebbe essere la scelta migliore. In secondo luogo, se non sei in grado di ottenere un vantaggio attraverso la conoscenza dell’azienda, un ETF è la scelta migliore.

Che tu stia scegliendo azioni o un ETF, devi rimanere aggiornato sul settore o sul titolo per comprendere i fondamentali di investimento sottostanti. Non vuoi che tutto il tuo buon lavoro vada sprecato col passare del tempo. Sebbene sia importante fare le tue ricerche in modo da poter scegliere un titolo o un ETF, è anche importante ricercare e selezionare il broker più adatto a te.

ETF recensiti dal Nostro portale:

ETF cosa sono 

Come Investire in ETF

Azioni o Fondi scambiati in borsa? 

ETF obbligazionari  

ETF Fineco

Fondi Negoziati in Borsa per Pensionati e pensione

ETF migliori basati sull’energia rinnovabile

ETF su crescita 2° trimestre 2021

ETF su idrogeno

iShares Global Clean Energy UCITS

ETF Cinesi 2021 migliori

ETF più performanti

ETF Cloud Computing

Su Blockchain e Bitcoin

ETF a reddito fisso

Small Cap

Su Netflix

Azioni recensite dal Nostro portale

Tecnologie energetiche

Idrogeno

Energia Eolica 

Energia Rinnovabile

Energia solare

Celle a combustibile

Colonnine di ricarica elettrica per auto

Titoli petroliferi

Titoli Biotech

Titoli Farmaceutici

Tecnologici

Fintech ( finanza e tecnologia )

Titoli di aziende legate al Bitcoin

Videogiochi

5G

Spazio

Marijuana

Titoli Cinesi

Titoli spagnoli

Titoli Francesi

Azioni tedesche

Azioni Inglesi

Settore turismo e grandi viaggi

Migliori titoli cinesi 2021

Altre azioni da tenere d’occhio per fare investimenti

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *