Investire nell’Idrogeno nel 2024: Azioni di Aziende di Idrogeno

Le azioni di aziende legate all’idrogeno sono solo una parte delle aziende energetiche e sono in aumento: ecco cosa si potrebbe comprare ora per in vestire nell’idrogeno
L’idrogeno potrebbe ora essere più economico dei combustibili fossili per alcune applicazioni e questo potrebbe cambiare tutto in termini di energia.
L’industria energetica sta attraversando una serie di cambiamenti simultaneamente e tutti puntano a un ruolo più importante per l’energia pulita. L’energia eolica e solare stanno esplodendo in tutto il mondo e i veicoli elettrici stanno ribaltando l’industria dei veicoli passeggeri.

Una tecnologia che è rimasta in gran parte nel dimenticatoio è l’idrogeno. Un tempo i veicoli per passeggeri erano visti come il futuro dell’idrogeno, ma i miglioramenti alla tecnologia delle batterie lo hanno reso insostenibile economicamente, nella maggior parte dei casi. Ma l’idrogeno sta iniziando a trovare applicazioni in cui ha un valore a lungo termine e questo potrebbe creare un enorme mercato per alcuni dei titoli più importanti del settore .

Migliori Azioni di Idrogeno da Comprare per Investire

AzioniSimbolo
di Borsa
Capitaliz.
in $
HEDGE FUND
detentori
Plug PowerNASDAQ: PLUG$5.77B886
Air Products and ChemicalsNYSE: APD$61.91B1968
Bloom EnergyNYSE: BE$3.24B472
Fusion Fuel Green PlcNASDAQ: HTOO$47.52M31
Direxion Hydrogen ETFNYSEARCA: HJENN/AN/A
FuelCell EnergyNASDAQ: FCEL$965.64M352
Defiance Next Gen H2 ETFNYSE: HDRON/AN/A
Ballard Power SystemsNASDAQ: BLDP$1.32B355
Cummins IncNASDAQ: CMI$32.10B1670
Linde PlcNYSE: LIN$62.55B2308

Dove l’idrogeno avrà un futuro di successo

Come l’elemento più abbondante del mondo si accumula come investimento

È vero … l’idrogeno è l’elemento prevalente nell’intera esistenza. Quindi, se credi che la domanda e l’offerta in ultima analisi determinano i prezzi … come puoi fare soldi con la cosa più facile da trovare al mondo?

Si scopre che non è così facile.

Sebbene l’idrogeno possa essere abbondante, le aziende che possono prendere l’idrogeno e trasformarlo in energia, realizzando un profitto nel processo … sono scarse … estremamente scarse.

Attualmente, i combustibili alternativi sono di gran moda … ovunque, da Wall Street alla Casa Bianca. Gli investitori stanno discutendo su quale sarà il modo migliore per fare soldi dal passaggio all’energia rinnovabile.

Sarà eolico, biodiesel, solare, geotermico…. o anche idrogeno?

È ancora troppo presto per prevedere un vincitore. Ma a giudicare dalle prime indicazioni, l’idrogeno sembra essere in ritardo. Tuttavia, i sostenitori insistono sul fatto che ha più senso tra tutti i combustibili alternativi.

Nessuno può negare il fascino dell’elemento. L’idrogeno è di gran lunga l’elemento più abbondante sulla terra o nell’universo per quella materia. È una forma di energia estremamente efficiente e brucia il più pulito di tutti i combustibili, emettendo solo vapore acqueo puro.

Una soluzione così elegante al nostro fabbisogno energetico fa sembrare le scorte di idrogeno un investimento perfetto. Ma aspetta un momento …

Anche se è vero che le fortune sono – e saranno – fatte nel mondo delle soluzioni energetiche all’avanguardia … il futuro di questo elemento e delle scorte di idrogeno in generale rimane incerto.

Le azioni di idrogeno e la “rivoluzione” avanzano

Come la maggior parte degli altri combustibili “alternativi”, la cella a combustibile a idrogeno non è affatto un concetto così nuovo.

Uno scienziato gallese di nome Sir William Robert Grove sviluppò la prima cella a combustibile nel 1839. E analogamente alla moderna cella a combustibile, la sua invenzione produsse energia elettrica combinando idrogeno e ossigeno.

A causa dell’introduzione di combustibili fossili a basso costo, seguita dal motore a vapore, la cella a combustibile è stata in gran parte respinta.

Tuttavia, è risorto negli anni ’60 come parte integrante del programma della NASA … e da allora ha raccolto molta attenzione come fonte di energia pulita.

Una rapida spiegazione su come funzionano le celle a combustibile

Una cella a combustibile a idrogeno funziona in modo simile a una batteria. Ma a differenza di una batteria, la cella a combustibile non immagazzina energia internamente e quindi non si esaurisce mai.

Attraverso un processo elettrochimico, ossigeno e idrogeno si combinano per formare l’acqua. Questa reazione genera elettricità.

Detroit ha puntato tutti i suoi chip sulla tecnologia delle celle a combustibile e dalla fine degli anni ’90 ci hanno detto che una svolta era proprio dietro l’angolo.

Nel 1997, la DaimlerChrysler, di proprietà tedesca, aveva effettivamente previsto 100.000 motori a celle a combustibile sulla strada entro il 2005. Nel 2001 la General Motors aveva previsto circa la stessa tempistica.

E quando era presidente, George Bush è entrato in azione, dichiarando nel suo messaggio sullo stato dell’Unione del 2003 che “l’America può guidare il mondo nello sviluppo di automobili pulite alimentate a idrogeno”.

Qual’è il problema con l’uso dell’idrogeno come fonte di energia potenzialmente infinita?

Sfortunatamente, rimangono ancora enormi problemi pratici. Per come la vediamo, ci sono tre principali ostacoli nella nostra ricerca verso un’economia dell’idrogeno.

Produzione rinnovabile di idrogeno:
L’idrogeno come carburante non si trova naturalmente. Non ci sono riserve di idrogeno da attingere o miniere che possiamo scavare. Deve essere prodotto, spedito e quindi immagazzinato, presentando tutta una serie di problemi. Sebbene l’elemento possa essere estratto dall’acqua e dall’energia solare, l’uso di combustibili fossili è finora il metodo preferito. Ciò causa una perdita netta di energia. E non fornisce una soluzione alla nostra crescente dipendenza dal petrolio straniero o dalle pericolose emissioni di anidride carbonica.

Ostacoli di ingegneria:

Una breve spiegazione per il fallimento di Detroit è che i problemi di ingegneria erano più grandi di quanto pensassero. Le condizioni di congelamento sono una delle principali preoccupazioni. Il sottoprodotto H2O provoca gravi implicazioni a temperature più fredde. Un altro problema è la sua archiviazione effettiva. Poiché l’idrogeno ha una densità così bassa, un serbatoio di idrogeno deve essere tre volte più grande di un serbatoio di benzina.

Costi proibitivi:

Il motore a celle a combustibile costa dieci volte di più di un motore convenzionale. Si stanno compiendo progressi nel campo che lo renderebbero un’alternativa più economica. Ma per il momento il prezzo è semplicemente troppo alto.

Su una scala più ampia, l’infrastruttura sarebbe un investimento costoso. Un’implementazione nazionale dell’idrogeno potrebbe costare fino a 100 miliardi di dollari o più. Le stazioni di rifornimento a idrogeno dovrebbero sostituire, o per lo meno integrare, le attuali stazioni di servizio.

Uno sguardo più da vicino alle azioni di idrogeno

Chiaramente, se questi problemi possono essere superati, i risultati varrebbero gli sforzi. Ma non c’è alcuna indicazione che accadrà in qualsiasi momento nel prossimo futuro … lasciando le opportunità di investimento in questo settore selvaggiamente imprevedibili.

L’Hydrogen Fuel Cell Institute era solito compilare un Hydrogen Fuel Cell Index, un indice informale che tracciava le azioni a piccola e media capitalizzazione coinvolte nello sviluppo delle celle a combustibile, i dispositivi che convertono l’idrogeno in energia elettrica.

Hanno smesso di aggiornarlo nel 2007, ma anche prima della crisi finanziaria, le cose non sembravano troppo belle. Come puoi vedere, il numero di aziende coinvolte nello sviluppo delle celle a combustibile è passato da 300 nel 2000 a poco più di 100 alla fine del 2007.

Ovviamente non sono i segni di un settore in forte crescita… ma piuttosto un’indicazione della difficoltà di fare soldi in questo business.

C’è da dire che negli ultimi anni l’aspetto ingegneristico ha fatto passi da gigante per lo sfruttamento dell’idrogeno e gli investitori se ne stanno accorgendo, anche grazie a questa “rivoluzione verde” della Green Economy in cui molti credono, puntano ed investono un sacco di soldi.

Il futuro delle celle a combustibile

Sarà molto interessante vedere come Bloom Energy possa potenzialmente risolvere due problemi contemporaneamente con una nuova strategia. La società ha recentemente annunciato un nuovo elettrolizzatore a ossido solido che prevede di avere disponibile nel 2021. Nella sua forma più semplice, un elettrolizzatore utilizza semplicemente energia (solitamente elettricità) per dividere l’acqua in atomi di idrogeno e ossigeno. È il contrario della reazione chimica che avviene in una cella a combustibile.

Il motivo per cui gli elettrolizzatori sono importanti per l’energia è che, se sono convenienti, potrebbero essenzialmente rendere obsoleti i combustibili fossili creando combustibile pulito e abbondante. L’acqua è abbondante e l’energia eolica e solare è più che sufficiente per sostituire tutti i combustibili fossili , quindi anche l’energia pulita non è un problema. Bloom Energy prevede di utilizzare questo carburante per i suoi mercati di riserva, ma potrebbe anche essere utilizzato su navi di grandi dimensioni attualmente in fase di sviluppo da Samsung Heavy Industries e Bloom Energy. Ciò potrebbe interrompere la navigazione e la rete.

Il gioco interessante di Plug Power è stato quello di costruire la propria catena di approvvigionamento di idrogeno pulito. La società ha recentemente acquistato United Hydrogen Group e Giner ELX per costruire la propria catena di approvvigionamento di idrogeno, compresa la produzione di idrogeno in loco utilizzando elettrolizzatori. Il carburante potrebbe anche essere una parte importante del futuro di Plug Power.

Pensare alla catena di fornitura dell’idrogeno stesso fino al punto di consumo è importante, e Bloom Energy e Plug Power sembrano averlo reso un pezzo fondamentale delle loro attività.

Quale azienda ha quello che serve per interrompere l’energia?
Di seguito puoi vedere che tutte e tre queste società sono aumentate mentre l’industria del combustibile a idrogeno è diventata di nuovo al centro dell’attenzione degli investitori. Ma non tutte queste società sono create uguali.

Leggi anche:

Investire nell'Idrogeno: 3 azioni di aziende di idrogeno
Un grafico spiega più di tante parole. Ecco i prezzi delle azioni dell’azienda Plug che si occupa di idrogeno

Sarebbe interessante vedere Plug Power passare dalla movimentazione dei materiali a prodotti su larga scala, che creerebbero una fonte di domanda per la sua nuova attività di produzione di idrogeno. Se può guadagnare trazione nel mercato degli autotrasporti a lungo raggio con il motore a idrogeno ProGen da 125 kW, potrebbe essere un attore interessante, ma in questo momento la società sta ancora bruciando denaro mentre cerca di costruire la sua attività.

Ballard Power Systems è un’altra società che sarebbe interessante vedere generare un flusso di cassa positivo prima di scommettere sul titolo. Ha la più diversificata serie di mercati finali dei tre, ma potrebbe non essere il fornitore di riferimento per grandi mercati come lo stoccaggio di energia, i trasporti a lungo raggio e le spedizioni.

L’azienda che sembra più interessante nel campo dell’idrogeno è Bloom Energy. L’azienda ha già un punto d’appoggio come fonte di energia di backup per gli edifici, quindi la transizione allo stoccaggio di energia con elettrolizzatori è una mossa naturale e questo potrebbe essere un grande attore nella generazione di elettricità a lungo termine.

La spedizione è un’altra attività molto intrigante a lungo termine. Bloom Energy potrebbe semplicemente sostituire altri metodi di propulsione, rendendo il settore marittimo privo di emissioni in tempi relativamente brevi. Questi due mercati da soli potrebbero rendere questo uno stock di energia rinnovabile dirompente, motivo per cui è la mia scelta per vincere a lungo termine nel settore dell’idrogeno.

Leggi anche: Azioni Plug Power PLUG –  Plug Power o Bloom Energy ?

Come comprare azioni di idrogeno

Acquistare materialmente delle azioni di idrogeno è semplice anche per un neofita. Basta andare in un semplice Broker autorizzato come quello la piattaforma trading di Fineco, dove si possono comprare azioni del Nasdaq ed ecco che si possono comprare le azioni della Plug Power presso il Nasdaq, oppure della Blue Energy presso il NYSE, oppure della Ballard Power Sy, sempre presso il NYSE.

Ricordiamo che i dividendi delle azioni comprate sul mercato americano Nasdaq e NYSE hanno una doppia tassazione, cioè una ritenuta del 15% da parte del fisco americano e del 26% da parte del fisco Italiano, mentre per le eventuali plusvalenze, c’è solo la normale tassazione del fisco italiano.

investire in idrogeno certificati

C’è anche un Certificato di Ventobel ( una Banca privata svizzera ) , di cui abbiamo messo lo screenshot qui sopra per semplificare.

Azioni di energia rinnovabile sottovalutate

Neha Chamaria Brookfield Renewable ) : Mentre ci avviciniamo al 2022, c’è una previsione che posso fare con fiducia per l’anno: l’energia rinnovabile attirerà l’attenzione di più leader e nazioni e la quota di combustibili alternativi nella capacità e nella generazione di elettricità globale continuerà salire. Sulla base di questa idea, sceglierei Brookfield Renewable come la mia scelta energetica preferita per il 2022 e oltre, soprattutto dopo il calo del 21% del titolo finora quest’anno.

Brookfield Renewable sta entrando nel 2022 su basi solide, avendo generato fondi record dalle operazioni (FFO) nel suo terzo trimestre. Entro la fine del terzo trimestre, Brookfield Renewable aveva investito quasi 2,4 miliardi di dollari in crescita, distribuiti su energia solare, eolica, idroelettrica e idrogeno verde. L’idrogeno verde è, infatti, un’area relativamente nuova in cui l’azienda si sta avventurando poiché vede un potenziale significativo nello spazio.

Anche oltre il 2022, Brookfield Renewable ha un solido potenziale di crescita in quanto prevede che il FFO per azione aumenterà di quasi il 20% fino al 2025 se riuscirà a continuare a trovare opportunità di acquisizione redditizie. Man mano che il suo FFO cresce, dovrebbe crescere anche il suo dividendo, poiché Brookfield Renewable non si impegna solo a pagare un dividendo sostenibile, ma mira a farlo crescere ogni anno dal 5% al ​​9%. Anche le azioni di Brookfield Renewable Partners stanno producendo un solido 3,5% in questo momento, quindi è un titolo energetico interessante da possedere.

azioni di idrogeno da comprare per investire

10 MIGLIORI TITOLI DI IDROGENO DA ACQUISTARE con grafici e prezzi in tempo reale

  1. Plug Power (NASDAQ: PLUG)
  2. Air Products and Chemicals (NYSE: APD)
  3. Bloom Energy (NYSE: BE)
  4. Fusion Fuel Green (NASDAQ: HTOO)
  5. Direxion Hydrogen ETF (NYSEARCA: HJEN)
  6. FuelCell Energy (NASDAQ: FCEL)
  7. Defiance Next Gen H2 ETF (NYSE: HDRO)
  8. Ballard Power Systems (NASDAQ: BLDP)
  9. Cummins Inc (NASDAQ: CMI)
  10. Linde Plc (NYSE: LIN)

1. Plug Power (NASDAQ: PLUG)

Uno dei migliori titoli di celle a combustibile a idrogeno, Plug Power Inc. è una società americana pionieristica specializzata nello sviluppo di sistemi di celle a combustibile a idrogeno in grado di sostituire le batterie convenzionali nei veicoli e nelle apparecchiature alimentati da elettricità. Il sistema GenDrive dell’azienda integra celle a combustibile a idrogeno prodotte sia da Plug Power che da Ballard Power Systems. Questa tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno fa sì che le unità GenDrive abbiano una capacità di stoccaggio dell’idrogeno che consente loro di “ricaricarsi” in pochi minuti rispetto alle diverse ore necessarie per le normali batterie al piombo-acido.

Dopo essere stato scambiato a un massimo di $ 75 nel gennaio 2021, il titolo PLUG è gradualmente diminuito, perdendo oltre il 50% del suo valore solo nel 2022. Ciò è stato causato da vari fattori, tra cui le normative più severe sulle società energetiche e l’azione legale collettiva intentata dagli azionisti nel 2021. Il titolo ha avuto un inizio un po’ difficile nel 2023, con il prezzo che è sceso da un livello di $ 17 all’inizio. Febbraio a $ 9 a giugno. Allo stato attuale, il consenso degli analisti è un forte acquisto con un obiettivo di prezzo medio di $ 18,63.

Vale la pena notare che Plug Power sta attualmente costruendo una rete di idrogeno end-to-end per produrre, immagazzinare e fornire carburante in Europa e Nord America. Entro il 2025, si prevede di produrre fino a 500 tonnellate di idrogeno verde al giorno in Nord America e più di 100 tonnellate al giorno in Europa entro il 2028. L’azienda è ben posizionata per diventare leader del settore nella produzione di idrogeno verde ed è apparentemente sulla buona strada con l’obiettivo di costruire il primo ecosistema di idrogeno verde al mondo.

2. Air Products and Chemicals (NYSE: APD)

Air Products and Chemicals, Inc. è una multinazionale americana leader nella fornitura di gas industriali e prodotti chimici per un’ampia gamma di scopi. Fondata nel 1940, questa società con sede ad Allentown, in Pennsylvania, è specializzata in gas industriali atmosferici come ossigeno, azoto, argon, idrogeno e anidride carbonica, tutti utilizzati per alimentare automobili, riscaldare case e in altre applicazioni industriali. Inoltre, Air Products fornisce anche gas di processo e speciali, nonché materiali ad alte prestazioni e intermedi chimici a clienti in tutto il mondo.

Dall’inizio dell’anno, il titolo ha perso circa il 4,1% nonostante i rapporti sugli utili stellari del primo e del secondo trimestre. La società ha registrato un fatturato di 3,2 miliardi di dollari per il trimestre terminato a marzo 2023, superando la stima di consenso di Zacks del 6,02%. Si tratta anche di un aumento rispetto al fatturato di 2,95 miliardi di dollari di un anno fa.

Il consenso degli analisti è attualmente un acquisto moderato, con un prezzo target medio di $ 331,57.

Con un rendimento da dividendi medio del 2,15% negli ultimi cinque anni, il titolo APD ha registrato una tendenza generale al rialzo da oltre un decennio, nonostante gli alti e bassi del mercato azionario. L’azienda fa molto affidamento sul mercato dell’idrogeno e dell’energia pulita, quindi trarrà vantaggio dal crescente interesse per queste fonti di carburante.

3. Bloom Energy (NYSE: BE)

Bloom Energy è una delle aziende leader nel settore delle azioni di idrogeno. Fondata nel 2001, la società ha sede a San Jose, in California, e invece di utilizzare celle a combustibile a idrogeno, fornisce elettricità utilizzando celle a combustibile a ossido solido dal 2010. Sin dalla sua nascita, Bloom Energy ha raccolto più di 1 miliardo di dollari in finanziamenti di capitale di rischio ed è diventato pubblico nel 2018.

Le celle a combustibile dell’azienda sono sovvenzionate da programmi di incentivi governativi per l’energia verde e sono state installate in progetti per un valore di oltre 600 megawatt. Nel 2021, Bloom Energy ha lanciato il Bloom Electrolyser che produce idrogeno pulito dal 15% al ​​45% in modo più efficiente rispetto ai suoi concorrenti. Nel giugno 2023, la società ha firmato un accordo con Perenco per installare 2,5 megawatt delle sue celle a combustibile a ossido solido in un sito in Inghilterra.

Il progetto, che sarà consegnato alla fine del 2023, non solo consolida l’impegno dell’azienda verso gli obiettivi di sostenibilità dei suoi clienti, ma è anche considerato un passo importante nella sua espansione in Europa.

Le azioni BE sono state scambiate in un intervallo da quando la società è stata quotata in borsa. Dopo essere stato scambiato al massimo storico di 45 dollari nel febbraio 2021, il titolo ha registrato un graduale calo sotto forma di correzione, ma è rimasto all’interno dell’intervallo stabilito nel 2020. Dopo un buon inizio anno, il valore delle azioni è in calo. da marzo – ha iniziato a prendere slancio solo all’inizio di giugno. Il consenso degli analisti è un acquisto moderato con un obiettivo di prezzo medio di $ 25,08.

Questo potrebbe essere un buon punto di ingresso per gli investitori poiché Bloom è destinata a beneficiare della crescente domanda di fonti energetiche alternative.

4. Fusion Fuel Green (NASDAQ: HTOO)

Fusion Fuel Green Public Limited Company è un’azienda tecnologica e di produzione di idrogeno verde focalizzata sulla ricerca di soluzioni per affrontare la crisi climatica globale. Attraverso il loro approccio innovativo, hanno creato un generatore integrato da solare a idrogeno alimentato dal loro elettrolizzatore PEM miniaturizzato, che genera idrogeno verde utilizzando l’energia solare.

L’azienda ha concluso positivamente il primo trimestre del 2023, riconoscendo i suoi primi ricavi di progetto e ottenendo quasi 17 milioni di euro in finanziamenti in sovvenzioni nei mercati principali. L’azienda si è inoltre assicurata una serie di contratti per il prelievo di idrogeno, in particolare vincendo un contratto di fornitura di apparecchiature da 2,5 milioni di euro per un progetto di mobilità in Spagna, attualmente in corso.

Il titolo HTOO oscilla tra $ 2 e $ 3 da febbraio di quest’anno, stabilizzandosi apparentemente entro un range di $ 3 a maggio. Le prospettive positive della lettera agli azionisti del primo trimestre probabilmente faranno aumentare il prezzo delle azioni HTOO man mano che cresce la fiducia degli investitori.

5. Direxion Hydrogen ETF (NYSEARCA: HJEN)

Scegliere singoli titoli di società emergenti più piccole in un settore relativamente nuovo può essere difficile. Per coloro che desiderano ottenere un’esposizione all’industria dell’idrogeno senza troppi problemi, vale la pena prendere in considerazione gli ETF e Direxion Hydrogen è uno dei migliori in questo momento.

Il fondo replica l’Indxx Hydrogen Economy Index, contenente “aziende che forniscono beni e/o servizi legati all’industria dell’idrogeno, tra cui la produzione e lo stoccaggio dell’idrogeno, celle a combustibile, stazioni di idrogeno e veicoli a idrogeno”.

Non solo fornisce un’ampia diversificazione, ma la fornisce anche a basso costo. L’ETF da 13 dollari per azione ha un rapporto di spesa dello 0,45% e offre esposizione a 30 titoli azionari di società che operano nel mercato dell’idrogeno. Alcune delle sue principali partecipazioni sono già elencate qui, tra cui Plug Power, Bloom Energy, Ballard Power e Air Products and Chemicals.

6. FuelCell Energy (NASDAQ: FCEL)

FuelCell Energy, Inc. è una società di tecnologia per celle a combustibile quotata in borsa con sede a Danbury, nel Connecticut. Fondata nel 1969 come Energy Research Corporation (ERC) da due pionieri delle celle a combustibile, Bernard Baker e Martin Klein, l’azienda progetta, produce, gestisce e fornisce assistenza per centrali elettriche a celle a combustibile dirette (un tipo di cella a combustibile a carbonato fuso). La tecnologia di FuelCell potrebbe rappresentare un’alternativa alla tradizionale generazione di energia basata sulla combustione e utilizzare altre fonti di energia, come le turbine solari ed eoliche.

Le azioni FCEL sono salite al massimo storico di $ 7800 per azione nel 2000 e da allora sono scese a circa $ 2,8 a giugno 2023. Vale la pena notare che ha seguito una tendenza al rialzo dalla fine di aprile, quando ha toccato un minimo storico di circa $ 1,8.

Il successo iniziale di questo titolo potrebbe essere dovuto alla scarsa concorrenza nel settore dell’energia pulita di allora e al fatto che l’azienda è stata una delle prime a sviluppare tecnologie di celle a combustibile. A differenza delle celle a combustibile a idrogeno, il calo del prezzo delle azioni potrebbe essere una grande opportunità per gli investitori per tenere d’occhio le notizie e i dati chiave del mercato riguardanti FCEL.

7. Defiance Next Gen H2 ETF (NYSE: HDRO)

L’ETF Defiance Next Gen H2 è un altro fondo quotato in borsa a basso costo e di vasta portata che consente agli investitori di ottenere un’esposizione equilibrata al settore. Il fondo ha un impressionante rapporto di spesa di appena lo 0,30% e scambia circa $ 8 per azione. Proprio come Direxion, include i nomi emergenti dell’industria dell’idrogeno, tra cui Fuel Cell Energy, Plug Power, Ballard Power e dozzine di altri.

Per essere inclusa in questo ETF, un’azienda deve generare almeno il 50% dei propri ricavi da progetti relativi all’idrogeno e/o alle celle a combustibile. In alternativa, deve essere coinvolta nello sviluppo di celle a combustibile o fonti di idrogeno.

8. Ballard Power Systems (NASDAQ: BLDP)

Ballard Power Systems Inc. è stata fondata nel 1979 da Geoffrey Ballard, Keith Prater e Paul Howard ed è specializzata nello sviluppo e nella produzione di prodotti per celle a combustibile con membrana a scambio protonico (PEM).

Ha progettato e spedito oltre 400 MW di prodotti a celle a combustibile a clienti in tutto il mondo. Le soluzioni hanno fornito servizi a una varietà di settori come quello dei trasporti pesanti (applicazioni per autobus e tram), energia portatile, movimentazione dei materiali e servizi di ingegneria.

Le azioni BLDP sono in trend al ribasso da febbraio 2021, ma la società ha stretto partnership strategiche e innovazioni per rimanere nella corsa del settore emergente dell’idrogeno.

All’inizio di giugno 2023, la società ha annunciato di aver ricevuto un ordine da First Mode per la fornitura di 60 moduli di celle a combustibile a idrogeno, per un totale di 6 megawatt, da consegnare nel 2024. Il nuovo ordine segue l’ordine da inizio anno di fornitura di un totale di 35 moduli in First Mode per alimentare i suoi camion ibridi a idrogeno.

Nell’ultimo mese, le azioni Ballard Power hanno guadagnato lo 0,7%. Sebbene sia significativamente inferiore alla crescita complessiva del settore del 3,4%, è comunque considerato un attore chiave nel settore e continua a consolidare la sua posizione con partnership strategiche.

9. Cummins Inc (NASDAQ: CMI)

Cummins Inc., una multinazionale americana, si è affermata come leader nella progettazione, produzione e distribuzione di motori elettrici, sistemi di filtraggio e prodotti per la generazione di energia.

Cummins Clean Fuel Technologies (CCFT), una joint venture tra Cummins Inc. e Rush Enterprise, cerca di migliorare la produzione di motori a gas naturale a emissioni prossime allo zero in Nord America. Attraverso la combinazione dei sistemi di erogazione del carburante a gas naturale compresso (CNG) di Momentum Fuel e dell’esperienza di Cummins nel settore dei propulsori a gas naturale, la joint venture fornirà un sistema integrato di gas naturale.

Le azioni di Cummins hanno registrato un trend rialzista per diversi anni e ora vengono scambiate sopra i 200 dollari per azione. Il titolo è stato anche premiato per la sua spinta verso la sostenibilità e la tecnologia pulita, che si prevede diventino sempre più importanti in futuro.

Più recentemente, il titolo ha registrato un impressionante rialzo dell’1,74% durante una sessione di negoziazione piuttosto contrastante per il mercato azionario. Allo stesso tempo, il Dow Jones Industrial Average DJIA è aumentato solo dello 0,27% mentre l’S&P 500 è sceso dello 0,38%. Il titolo deve ancora raggiungere il suo massimo di 52 settimane di $ 261, che la società ha raggiunto all’inizio di marzo, quindi potrebbe essere il momento migliore per acquistarlo poiché è probabilmente in costante aumento.

10. Linde Plc (NYSE: LIN)

Fondata in Germania e con sede nel Regno Unito, Linde Plc è un’azienda chimica impegnata nello sviluppo di tecnologie e processi di energia pulita che catturano l’anidride carbonica emessa dalle centrali elettriche a carbone.

Per recuperare e fornire riserve di gas naturale con il minor danno ambientale, l’azienda ha costruito impianti di trattamento e liquefazione del gas naturale in tutto il mondo. Ha inoltre costruito l’impianto più grande al mondo per la conversione del gas di discarica in biogas ecologico, che converte i gas nocivi in ​​una forma che può essere utilizzata in sicurezza.

Proprio come il suo fornitore Cummins, Linde ha recentemente sovraperformato il mercato segnando un aumento dello 0,71%, mentre il Dow Jones Average ha segnato lo 0,27% e l’S&P 500 è sceso dello 0,38%.

LIN è un titolo di idrogeno degno di nota in quanto il suo forte trend rialzista negli ultimi dieci anni segnala dati fondamentali e resilienza forti. Grazie a partnership strategiche con aziende come Cummins e Hyosung, LIN si è affermata come un titolo di idrogeno da tenere d’occhio.

Presentazione delle azioni di idrogeno

L’idrogeno è una fonte di energia che non emette gas serra quando viene bruciato. I suoi prodotti di scarto sono limitati al vapore acqueo, il che lo rende una fonte di energia più pulita rispetto ai combustibili fossili, tra cui gas naturale, petrolio o carbone. Con l’impennata della domanda di energia rinnovabile, l’idrogeno è considerato uno degli elementi chiave che possono aiutare i paesi a raggiungere i loro obiettivi di ridurre le emissioni derivanti dal consumo energetico e raggiungere lo zero netto entro il 2050.

Esistono varie aziende di tutte le dimensioni che lavorano e investono nelle tecnologie dell’idrogeno, dalle celle a combustibile e le automobili che funzionano a idrogeno, alle aziende che producono idrogeno. L’attrazione verso l’investimento in titoli di idrogeno si riduce in gran parte al potenziale di crescita del settore nel suo complesso nel lungo termine. Se l’idrogeno dovesse guadagnare terreno come fonte di energia alternativa, cosa che sembra probabile secondo gli ultimi rapporti, allora questi titoli potrebbero fornire agli investitori rendimenti simili a quelli ottenuti dalle società petrolifere e del gas molti decenni fa.

Vantaggi e svantaggi di investire in azioni di idrogeno

Sebbene investire in titoli azionari legati all’idrogeno possa offrire buoni rendimenti, è importante comprendere i potenziali rischi e benefici associati a questi titoli.

PROFESSIONISTI
  • Potenziale di crescita a lungo termine – La tecnologia dell’idrogeno è ancora relativamente nuova e ha un grande potenziale di crescita a lungo termine. Con sempre più paesi che adottano misure per ridurre le proprie emissioni attraverso politiche di energia pulita, molti credono che ci sarà un mercato in crescita per i prodotti e i servizi a base di idrogeno.
  • Riduzione delle emissioni – Investire in aziende che utilizzano fonti rinnovabili per la produzione di idrogeno anziché combustibili fossili significa che nell’atmosfera vengono rilasciate meno emissioni di gas serra. Mentre asset come Bitcoin sono stati messi sotto esame per il loro impatto ambientale negativo, le azioni di idrogeno sono in genere molto migliori per l’ambiente.
  • Potenziale risparmio sui costi – Le aziende che utilizzano le tecnologie dell’idrogeno possono spesso risparmiare sui costi energetici rispetto alle fonti di energia tradizionali. Ciò potrebbe comportare profitti e prezzi delle azioni più elevati a lungo termine.
  • Diversificazione – Investire in azioni di idrogeno può essere un buon modo per diversificare il proprio portafoglio. Il mercato è ancora relativamente piccolo e non così ampiamente coperto dalle fonti di notizie come altri mercati, quindi potrebbe offrire agli investitori l’opportunità di acquisire esposizione a un nuovo settore con potenziale potenziale di crescita.
CONTRO
  • Volatilità – Le scorte di idrogeno possono essere volatili e imprevedibili poiché la tecnologia è ancora relativamente nuova e non ampiamente compresa. Ciò può comportare oscillazioni dei prezzi che rendono difficile prevedere quando il titolo potrebbe salire o scendere.
  • Normative – Le tecnologie dell’idrogeno sono fortemente regolamentate da vari governi, il che può avere un grande impatto sui profitti e sui prezzi delle azioni delle aziende. Man mano che le normative cambiano, può cambiare anche la redditività di queste aziende.
  • Mancanza di liquidità – Poiché le azioni dell’idrogeno non sono ampiamente negoziate come altri mercati, spesso mancano di liquidità in confronto. Ciò potrebbe portare a slittamenti durante il trading o rendere più difficile negoziare le azioni rapidamente o a un prezzo preferito.

Come posso investire in azioni di idrogeno?

Il modo più comune per investire in azioni di idrogeno è attraverso i conti di intermediazione azionaria. I conti di intermediazione sono piattaforme fornite da istituti finanziari come banche, broker online o intermediari di sconto, dove gli investitori possono acquistare e vendere titoli come azioni.

Inoltre, piattaforme diverse possono essere adatte per piccole operazioni o grandi operazioni. Ad esempio, mentre alcune piattaforme possono fornire commissioni di negoziazione inferiori per piccoli ordini, altre piattaforme potrebbero avere commissioni overnight più favorevoli se si negozia una quantità maggiore di azioni.

 

Azioni di settori in crescita

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

1 commento

  1. Ho letto l’articolo riferito all’acquisto delle azioni idrogeno. L’esposizione è molto esauriente e affronta l’argomento da piu’ angolazioni rendendo sufficiente capire cosa si puo’ e cosa non si dovrebbe.
    Sta poi all’investitore l’ultima decisione.

    Complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.