Azioni Plug Power (PLUG) Grafico 2022: Conviene Investire?

Conviene investire in azioni Plug Power ( PLUG) nel 2022? Cerchiamo di capire se il titolo di questa azienda che produce celle a combustibile per idrogeno è davvero un grande investimento per il 2022, oppure si tratta di un titolo molto volatile, quindi più adatto a fare un Trading Intraday rispetto ad un investimento nel lungo periodo.

 

Quotazione azioni PLUG POWER ( PLUG ) in tempo reale:

 

Cos’è Plug Power e di cosa si occupa

Plug Power, fondata nel 1997, fornisce celle a combustibile per carrelli elevatori che operano nei magazzini di alcune delle più grandi aziende del paese, tra cui Amazon , Walmart, DHL e Home Depot. Le celle a combustibile hanno superato i veicoli alimentati a batteria in queste impostazioni, soprattutto perché possono essere riforniti più rapidamente e continuare a funzionare più a lungo.

L’azienda utilizza già circa 20 tonnellate di idrogeno liquido al giorno per alimentare circa 40.000 carrelli elevatori attualmente in uso, ma prevede che dovrà aggiungere 85 tonnellate al giorno di capacità produttiva se vuole raggiungere l’obiettivo dichiarato di 25.000 unità all’anno e 1,2 miliardi di dollari di fatturato annuo entro il 2024.

I piani di Plug Power per lo sviluppo dell’idrogeno verde negli Stati Uniti

Mentre le celle a combustibile a membrana a scambio protonico di Plug Power convertono l’idrogeno in elettricità e acqua senza emissioni di carbonio, lo stesso non si può dire delle fonti di idrogeno che utilizza per alimentarle. La stragrande maggioranza della produzione di idrogeno odierna, negli Stati Uniti e in tutto il mondo, proviene dal reforming a vapore del gas naturale, che comporta una significativa impronta di emissioni di carbonio.

azioni plug power, plug power, plug, azioni plug, quotazione azioni plug power
Sopra: una pompa di carburante idrogeno per auto.

Conviene investire soldi nelle azioni Plug Power? 

Il produttore di celle a combustibile prevede una crescita esponenziale delle vendite nei prossimi anni.

Il titolo Plug Power ( PLUG ) ha uno sconto del 57% sul suo prezzo elevato di oltre $ 73 quest’anno. Tuttavia, a ottobre è aumentato di quasi il 22% rispetto a un aumento del 3,8% dell’indice S&P 500 . Alcuni sviluppi recenti hanno fatto pagare ancora una volta agli investitori le azioni del produttore di celle a combustibile. Diamo un’occhiata più da vicino alle recenti prestazioni di Plug Power e alle sue prospettive di crescita.

Il mercato dell’idrogeno verde

Plug Power ha una lunga storia di perdite. L’azienda si è concentrata principalmente sulla sua attività di movimentazione dei materiali e finora non è stata in grado di renderla redditizia. Ora sembra mirare a cambiarlo. Plug Power ha recentemente annunciato i suoi obiettivi finanziari per il 2025. Questi differiscono per alcuni aspetti importanti dai suoi obiettivi precedentemente annunciati per il 2024. Il primo punto importante è la maggiore attenzione di Plug Power sul mercato dell’idrogeno verde.

Nel suo aggiornamento di settembre 2020, Plug Power ha fornito un obiettivo di fatturazione lordo di 1,2 miliardi di dollari per il 2024. Si aspettava solo 200 milioni di dollari provenienti dalla sua attività di idrogeno verde. Tuttavia, nel suo aggiornamento della scorsa settimana, Plug Power ha stimato entrate per 1,5 miliardi di dollari provenienti esclusivamente dal business dell’idrogeno verde entro il 2025. Si tratta di più di sette volte la stima dei ricavi dell’azienda per il 2024 da questo mercato.

Plug Power prevede di generare 3 miliardi di dollari di fatturato lordo totale nel 2025. Una frazione minore delle entrate totali provenienti dalla movimentazione dei materiali potrebbe essere considerata positiva, poiché tale attività non è stata finora redditizia per l’azienda. Tuttavia, è importante notare che resta da vedere come andrà Plug Power nel business dell’idrogeno verde.

La seconda cosa degna di nota nell’ultimo aggiornamento di Plug Power è che prevede di generare oltre il 17% di margine operativo nel 2025. In assenza di altri dettagli, sembra esserci un ritardo nel raggiungimento di tale obiettivo, come previsto in precedenza da Plug Power 17% di utile operativo nel 2024. Plug Power non ha un track record affidabile nel raggiungimento delle sue aspettative e ha mancato i suoi obiettivi diverse volte in passato .

Crescita contenuta nel segmento dei veicoli elettrici

Un’altra nuova area in cui Plug Power sta cercando di espandersi è il segmento dei veicoli elettrici a celle a combustibile. Gli FCEV hanno registrato un aumento delle vendite nel 2021. Circa 9.000 FCEV sono stati venduti a livello globale nella prima metà del 2021. In confronto, solo 10.000 FCEV sono stati venduti nell’intero anno nel 2020. Hyundai Motor e Toyota sono i principali attori nel segmento FCEV, controllando oltre il 90% del mercato globale. In particolare, entrambe queste società sviluppano le proprie celle a combustibile. Quindi, Plug Power deve affrontare una concorrenza significativa in questo mercato.

Ha stretto una partnership con Renault per raggiungere una quota del 30% del mercato europeo dei veicoli commerciali leggeri (LCV) alimentati a celle a combustibile. Le due società prevedono 500.000 FCEV in Europa entro il 2030. In particolare, alla fine del 2020 in Europa erano in uso meno di 3.000 FCEV (compresi veicoli commerciali leggeri e veicoli pesanti). Quindi, il 30% del mercato europeo dei veicoli commerciali leggeri a celle a combustibile è Non è un numero enorme in questo momento.

Alcune delle principali case automobilistiche, tra cui Tesla e Volkswagen , ritengono che gli FCEV possano vedere una crescita molto limitata in futuro. Quindi, Plug Power non è in una posizione molto forte in questo momento nel business FCEV e potrebbe essere un segmento impegnativo anche per questo in futuro.

Partnership recenti

Plug Power ha annunciato due partnership in ottobre. Ha collaborato con Phillips 66 per promuovere l’uso dell’idrogeno nel settore industriale e della mobilità e per sviluppare infrastrutture per l’idrogeno a sostegno della crescita. Plug Power ha anche collaborato con Airbus per concentrarsi sulle opportunità nelle apparecchiature di supporto a terra negli aeroporti e negli aerei a idrogeno. Plug Power sta già lavorando con Universal Hydrogen, Airflow e Heven Drones per ricercare e promuovere l’uso delle celle a combustibile nell’aviazione.

Tanta strada da fare

Plug Power sta operando in un mercato dell’idrogeno molto interessante, che potrebbe essere enorme a lungo termine. In particolare, l’idrogeno sembra un’opzione promettente per decarbonizzare i segmenti dei veicoli pesanti, della marina e dell’aviazione. Tuttavia, ci sono molte incognite e ci vorranno ancora molti anni prima che l’idrogeno diventi un’opzione davvero praticabile. Inoltre, combustibili alternativi e opzioni di stoccaggio possono limitare l’adozione di celle a combustibile a idrogeno.

Plug Power ha subito perdite per due decenni e le offerte dell’azienda continuano ad evolversi. Spera di raggiungere un margine operativo positivo entro il 2025 e un utile netto positivo potrebbe essere ancora qualche anno oltre.

Sulla base dei ricavi dell’ultimo trimestre di Plug Power di  125 milioni di dollari, il suo rapporto prezzo-vendita è di circa 36 volte. Anche sulla base delle vendite previste per il 2025, il rapporto è di circa sei volte. Nel complesso, l’acquisto di azioni Plug Power a sei volte le vendite previste quattro anni dopo, senza profitti in vista, non mi sembra allettante in questo momento.

Altri titoli interessanti :

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *