Azioni Mediobanca: Quotazione, Previsioni Prezzo, Analisi 2022

Conviene investire in azioni Mediobanca? Torniamo a parlare di banche italiane e di investimenti azionari in istituti di credito italiani, si tratta di investimenti che di solito sono più redditizi di altri; il rischio c’è, come si è visto per la recente crisi del settore creditizio italiano che ha portato addirittura ad un decreto salva banche che è servito a salvarne qualcuna, ma si tratta di crisi che sono sporadiche; investire in titoli bancari, rimane ancora uno degli investimenti più redditizi che si possano fare in borsa valori, oggi cerchiamo di analizzare una delle più importanti realtà italiane e cerchiamo di capire se vale la pena comprare azioni Mediobanca.

Quotazione Azioni Mediobanca ( BIT: MB ) in tempo reale

 

Dati essenziali Azioni Mediobanca:

Volume scambi, Rapporto Dividendo/Prezzo, Dividendo per Azione, Rapporto Prezzo/Utili:

Target Price: 

  • Massimo: 13 euro
  • Medio: 11 euro
  • Minimo: 9 euro
Azioni Mediobanca: conviene investire in questo Istituto di credito?
Sulla destra Enrico Cuccia, sulla sinistra Gianni Agnelli, figura emblematica non solo della FIAT ma di tutta l’industria italiana del dooguerra

 

Oggi Mediobanca rappresenta un gruppo più che una singola realtà bancaria: gli azionisti del gruppo sono altre solide realtà finanziarie, e non, del nostro paese, basti pensare ad Assicurazioni Generali (uno dei principali azionisti).

Oltre l’evoluzione operativa sopra citata, senz’altro storica rispetto alle origini operative, interessante è l’attività retail verso la clientela al dettaglio: Compass spa è una società del gruppo per il prestito al consumo, ad esempio.

Molti di noi conoscono la “banca gialla” Che Banca!, realtà bancaria sorta nel 2008 che offre una operatività internet principalmente, o multicanale, segnale di una ulteriore innovazione rispetto alla classica operatività di Mediobanca, con la capacità del gruppo di penetrare  nuovi settori di mercato, raggiungendo nuovi target di clientela.

Azioni Mediobanca Group, la solidità del Gruppo Mediobanca

Si è sopra ricordata la crescita di Mediobanca, oggi leader del settore bancario in Italia.

Le diversificazioni operative, attraverso società del gruppo, hanno portato Mediobanca ad occuparsi di finanziamenti, private banking, retail banking, operazioni finanziarie come banca di investimento, gestione portafogli etc. La forza finanziaria del gruppo è tale da gestire più di 16 miliardi di Eur come depositi, e 35 miliardi di Eur come prestiti.

Molti sono i fattori che permettono di considerare le azioni Mediobanca solide: la quotazione in Borsa è iniziata nel 1956. La presenza capillare, anche all’estero, hanno reso il gruppo una realtà internazionale in grado di soddisfare le esigenze di una clientela anche sofisticata.

Azioni Mediobanca, conviene investirvi?

Qualità, affidabilità e solidità sono i punti cardine di ogni attività bancaria, che garantisca ai correntisti la giusta sicurezza per risparmio e investimento. Una delle principali realtà italiane è il Gruppo Mediobanca, che scopriremo oggi attraverso storia, profilo societario, strategia di business e azioni, per valutarne investimenti.

Originaria dal dopoguerra, presenta capacità d’innovazione per prodotti e servizi dedicati a ogni tipologia di clientela, coniugando sempre redditività e competitività sul mercato e semplificando la struttura societaria. Conoscendo nel dettaglio la società sarà quindi necessario capire, conviene acquistare azioni Mediobanca?

Cos’è Mediobanca e di cosa si occupa?

Fondata nel 1946 a Milano su iniziativa dei banchieri Enrico Cuccia e Raffaele Mattioli, Mediobanca è un gruppo bancario specializzato in servizi al consumo, risparmio e investimento per privati e aziende. La sede principale è a Milano e il suo presidente è Renato Pagliaro, già vicepresidente RCS Media Group e consigliere Pirelli e Telecom Italia. E’ posseduta al 19,4% da Delfin, holding di Leonardo del Vecchio.

Ai sensi del R.D.L. 375/1936, che riformava il sistema bancario, sin dalle origini Mediobanca si pone come banca d’investimento, collocando sul mercato azioni e obbligazioni di imprese italiane, aprendosi successivamente alle principali esigenze di risparmio. L’espansione è anche internazionale, con accordi con:

  • Berliner Handelsgesellschaft, Germania
  • Lazard, Stati Uniti
  • Lehman Brothers, Stati Uniti
  • Sorin, Italia

Sotto la guida di Enrico Cuccia, Mediobanca assume il carattere di banca d’affari, curando una serie d’importanti operazioni, tra tutte:

  • Salvataggio Montecatini e costituzione Montedison
  • Riorganizzazione ambiti strategici e struttura finanziaria Olivetti
  • Gestione scalata Montedison da parte di Eni
  • Trattativa con Lafico per l’entrata in Fiat
  • Gestione trasferimento Snia da Montedison a Fiat
  • Gestione privatizzazione Montedison
  • Salvataggio Gruppo Ferruzzi

Sono gli anni ’90 quando Mediobanca diventa uno dei principali operatori nella privatizzazione di imprese pubbliche come Banca di Roma, BNL, Enel e Telecom Italia. Dopo la morte di Cuccia, dai primi anni ‘2000 il piano industriale si concentra sul rafforzamento delle attività al consumo e per clientela retail, così come delle negoziazioni di strumenti finanziari; Mediobanca approda nel risparmio gestito.

Principali società del gruppo sono:

  • Mediobanca Private Banking
  • Mediobanca SGR
  • Mediobanca Management Company
  • Mediobanca Innovation Services
  • Mediobanca Credit Solutions
  • Mediobanca International S.A.
  • Compass Banca
  • CheBanca!
  • Selma BiPiEmme Leasing
  • SpaFid Servizi Fiduciari

Riducendo drasticamente le sue partecipazioni negli anni, le sue più importanti percentuali sono in Generali al 12,77% e RCS Media Group al 9,93%. Con 11 filiali in Italia, è presente in Francia, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti, conta circa 5.000 dipendenti, CET1 Ratio al 14%, oltre 900.000 clienti e un fatturato 2021 di 2,31 miliardi di euro, +13,95% rispetto all’anno precedente.

Qual è il modello di business di Mediobanca?

Il business model del Gruppo Mediobanca si suddivide in tre aree principali:

  • Banca d’investimento
  • Credito al consumo
  • Gestione patrimoniale

Secondo dati interni, i ricavi si dividono al 39% per attività d’investimento e 61% per clientela retail. Attraverso le sue partecipate, è attiva in:

  • Servizi finanziari imprese, con acquisizioni, mercato capitali, gestione debito e trading
  • Servizi finanziari per famiglie, con credito al consumo e prestiti personali
  • Gestione ricchezze, con private banking, internet banking e soluzioni investimento

Tra i più importanti sviluppi vi è la fondazione di CheBanca! nel 2008, banca multicanale completamente online che semplifica l’accesso ai servizi finanziari con conti correnti e deposito e carte di debito e credito.

A dicembre 2021, Fitch migliora il suo rating da BBB- a BBB, mentre il mese successivo emette obbligazioni per valore complessivo di 500 milioni di euro, a scadenza luglio 2028. A maggio 2022, Leonardo del Vecchio studia mosse future per superare la partecipazione al 20% nel Gruppo Mediobanca, secondo cui la BCE richiederebbe adeguati interventi tecnico-strategici. Al primo trimestre 2022 i ricavi totali sono di 622,30 milioni di euro, +0,68% rispetto al primo trimestre 2021, con ulteriori previsioni di crescita entro fine anno.

Andamento azioni Mediobanca

Con codice MB, il titolo Mediobanca è su Borsa Italiana dal 1956 e presente nell’indice FTSE MIB. Al 15 giugno 2022 il prezzo delle azioni Mediobanca è 9,14 euro, con capitalizzazione di mercato di 7,87 miliardi di euro, segnando i seguenti trend:

  • +108,2% negli ultimi 20 anni
  • +193,89% negli ultimi 10 anni
  • +6,77% negli ultimi 5 anni
  • +7,28% negli ultimi 3 anni
  • +34,41% negli ultimi 2 anni
  • -7,86% nell’ultimo anno
  • -8,42% negli ultimi 6 mesi
  • -7,68% nell’ultimo mese
  • -7,49% nell’ultima settimana

Anche Mediobanca, come molti altri titoli bancari, ha registrato pesanti perdite nel periodo di CoViD-19 febbraio-marzo 2020 fino a -55,77%, raggiungendo il suo minimo storico a cinque anni a 4,25 euro/azione; il minimo storico totale risale al 20 luglio 2012 a 2,64 euro, mentre il massimo storico è dell’8 dicembre 2006 a 17,61 euro.

Conviene investire in azioni Mediobanca?

Chiudendo quest’analisi, emerge che il Gruppo Mediobanca è un’importante realtà nazionale che negli anni ha saputo evolversi e implementare i suoi servizi, sia verso clientela retail che aziendale, attraverso strumenti finanziari dai più comuni ai più elaborati. Un nome forte della sua lunga storia, fatta di acquisizioni, crescita e il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione, con CheBanca! e Compass che negli anni recenti diventano punti di forza cruciali.

A conti fatti, davanti al fatturato in crescita, è un ottimo momento per comprare azioni Mediobanca, poiché non ancora in linea col suo target price né con la resistenza, per questo si può ipotizzare anche un investimento sul medio-lungo periodo, anche considerando gli andamenti storici e la media di 8,50 euro/azione degli ultimi 5 anni. Ciò fa capire che potrebbe impiegare diverso tempo prima di raggiungere il target price, ma si consiglia in ogni caso attenzione e ulteriore studio prima di investire.

Altre importanti società italiane quotate in borsa a Milano:

  • Amplifon (BIT:  AMP )
  • ATLANTIA (BIT:  ATL )
  • Azimut Holding (BIT:  AZM )
  • A2A (BIT: A2A )
  • Alfio Bardolla (BIT: ABDG )
  • Banca Intesa Sanpaolo (BIT: ISP )
  • Banca Monte dei Paschi di Siena ( BIT:  BMPS )
  • BNP Paribas – dove è confluita la ex BNL – ( BIT: BNP )
  • Brembo (BIT: BRE )
  • Brunello Cucinelli (BIT: BC )
  • Davide-Campari Milano (BIT: CPR )
  • CNH Industrial N.V. (BIT: CNHI )
  • Diasorin (BIT: DIA )
  • Digital Value (BIT: DGV )
  • Digital Bros Spa (BIT: DIB )
  • ENEL (BIT: ENEL  )
  • ENI (BIT: ENI )
  • Exor (BIT: EXO )
  • Enav (BIT: ENAV )
  • Gruppo Hera (BIT: HER )
  • WEBUILD ( ex Salini Impegilo ) (BIT: WBD )
  • Ferrari  (BIT: RACE )
  • Fiera Milano (BIT: FM )
  • FinecoBank ( BIT: FBK )
  • Italgas (BIT: IG )
  • Iveco Group (BIT: IVG )
  • Juventus Spa (BIT: JUVE )
  • (BIT: Ryanair. )
  • INWIT (BIT: INW )
  • Landi Renzo (BIT:  LR  )
  • Leonardo (BIT: LDO  )
  • Mediaset (BIT: MFEB )
  • Mediobanca Group ( BIT: MB )
  • Pirelli  (BIT: PIRC )
  • Poste Italiane (BIT: PST )
  • ( Quotazione titolo Luxottica )
  • Saipem (BIT: SPM )
  • Saras (BIT: SRS )
  • Snam (BIT: SRG )
  • Stellantis (BIT: STLA )
  • STMicroelectronics (BIT: STM )
  • Technogym (BIT: TGYM )
  • Telecom Italia  (BIT: TIT )
  • Tenaris (BIT: TEN )
  • Unicredit Group (BIT:  UCG )
  • Gruppo Unipol (BIT: UNI )

Pubblicista finanziario e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *