Azioni Robihood: Cosa devi Sapere Prima di Investire Soldi

Il 29 luglio 2021 Robinhood è arrivato su Wall Street, ( NASDAQ: HOOD ) generando non poche polemiche a causa della sua natura e di svariati problemi tecnici. Un broker moderno, all’insegna di democratizzazione e uguaglianza, per rendere il mercato accessibile a tutti favorendo giovani, principianti e tutti coloro che si affacciano agli investimenti.

L’assenza di costi d’accesso e commissioni sono i suoi punti di forza, e il fatto di poter fare investire piccole somme a tutti, grazie al frazionamento delle azioni, che l’hanno resa la piattaforma di trading online preferita da oltre 31 milioni di utenti nel mondo. Le azioni Robinhood hanno esordito con un -8% rispetto al prezzo iniziale, ma prossimamente le cose potrebbero andare diversamente, cosa c’è da sapere di questo titolo azionario molto interessante , quanto poco prevedibile.

Cos’è Robinhood?

Fondata nel 2013 dai giovani imprenditori Vladimir Tenev e Baiju Bhatt, che avevano già collaborato precedentemente nella realizzazione di altre piattaforme, Robinhood Markets Inc. è una società statunitense di servizi finanziari impegnata nel settore del trading online. Regolamentata da FINRA e SEC statunitensi, ha sede a Menlo Park, California, nel cuore della Silicon Valley.

Si presenta sotto forma di piattaforma di trading, con l’obiettivo di aprire il mercato a investitori non-professionisti azzerando le commissioni sulle compravendite: da qui il nome Robinhood, omaggiando il celebre eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri, considerando anche le osservazioni di Tenev, secondo cui i broker online addebitano commissioni dai 5,00 ai 10,00 dollari/operazione, oltre a richiedere budget minimi dai 500,00 ai 5.000 dollari.

Asset d’investimento offerti da Robinhood sono:

Non sono invece disponibili investimenti obbligazionari, su fondi comuni o con portafogli di criptovalute.

Secondo Forbes, nel 2020 ha un fatturato di 959 milioni di dollari, contribuendo alla crescita del +245% del trading non-istituzionale, con 522 milioni di ricavi nel primo trimestre 2021, +300% rispetto allo stesso periodo del 2020. Il valore dei portafogli è di 81 miliardi di dollari, dei quali 65 in azioni, contando oltre 31 milioni di utenti mondiali di cui 18 attivi mensilmente. A luglio 2021, Tenev e Bhatt hanno patrimoni stimati rispettivamente di 2,3 e 2,6 miliardi di dollari.

Azioni Robihood: Cosa devi Sapere Prima di Investire Soldi
Immagine sopra: come si può vedere, a poche settimane dalla sua IPO il prezzo delle azioni Robinhood è ancora in crescita ma altamente volatile

Andamento azioni Robinhood

Dopo aver sottoscritto accordi con Goldman Sachs a inizio anno, Robinhood viene quotata sul NYSE il 29 luglio 2021 con un’offerta pubblica di 38,00 dollari/azione, vendita di 52,4 milioni di azioni e capitalizzazione di 29 miliardi di dollari nel giorno d’apertura. Nonostante ciò, chiude in negativo la giornata segnando un -8,37%, sebbene gli scambi pre-offerta fossero ipotizzati tra 38.00 e 42.00 dollari.

Motivo del crollo iniziale è dovuto principalmente al disinteresse degli investitori istituzionali, a cui il broker si rivolge solo marginalmente, così come ai burrascosi trascorsi societari, che hanno reso le azioni Robinhood altamente volatili.

Il trend negativo è proseguito fino al 3 agosto 2021 quando, grazie al crescente interesse dei piccoli investitori retail, Robinhood ha segnato un +24% divenendo il titolo più scambiato a Wall Street della giornata, raggiungendo poi i 70,39 dollari/azione il giorno successivo. Dopo tale aumento, i mercati danno alla società un valore di 39 miliardi di dollari. Al 6 agosto le azioni Robinhood si attestano a 55,01 dollari, registrando +44,8% dall’apertura.

A differenza di numerose società competitor, che offrono alla clientela un pacchetto azionario dall’1% al 2%, l’azionariato Robinhood è destinato ai suoi utenti per il 35%.

Quali polemiche su Robinhood?

Sebbene Robinhood privilegi i piccoli trader rispetto a quelli professionali, offrendo loro consistenti opportunità di guadagno grazie a posizioni a brevissimo termine ed elevata semplicità d’utilizzo, è oggetto di numerose polemiche di carattere finanziario e tecnico.

Innanzitutto, c’è da ricordare che nel primo trimestre 2021 questa piattaforma di trading è stata tra i principali protagonisti dell’ascesa di titoli come Gamestop, AMC o altre meme stock, ossia azioni dal futuro incerto ma che iniziano a crescere grazie alla loro popolarità, specialmente con campagne online che catturano l’attenzione dei piccoli investitori: tale tecnica ha lo stesso meccanismo di una bolla finanziaria, che ha portato Robinhood a perdere 1,4 miliardi di dollari, con spese legate soprattutto all’incremento di debito.

Secondo Bloomberg, l’81% delle entrate di Robinhood deriva da flussi d’ordini trasferiti a società commerciali terze, come Citadel Securities o Virtu Americas, che traggono maggiore profitto dallo spread offerta-vendita: questo incrementa davanti alla riduzione degli scambi, portando di conseguenza introiti maggiori per Robinhood con rapporto 60:1, non offrendo agli investitori il miglior prezzo, come asserito anche da Wall Street Journal.

Altra criticità può essere la forte dipendenza dalle criptovalute: se da una parte possono rappresentare un investimento innovativo e vantaggioso, dall’altra corrono il rischio considerevole di divenire nuove bolle speculative, specie davanti all’eventuale regolamentazione delle blockchain, tecnologia strettamente legata alle monete digitali. E’ un rischio che potrebbe portare Robinhood ad altre perdite, malgrado le informazioni ai clienti sui cali di quotazioni, tra tutti quelli della più recente Dogecoin.

Da segnalare poi i numerosi problemi tecnici a cui il broker è stato soggetto, specialmente durante transazioni particolarmente intense: le interruzioni di sistema del 2 e 9 marzo 2020 hanno negato agli investitori la maggior parte delle operazioni. Per tali ragioni, Robinhood ha affrontato più di 10 cause legali, non ancora terminate, per aver esposto i suoi utenti a rischi di trading non necessari, oltre ad aver avuto multe di 1,25 miliardi di dollari dalla FINRA a dicembre 2019 e di 70 milioni dalla SEC durante il 2020, a cui si uniscono le denunce dello Stato del Massachusetts.

Infine, si ricordano un bug di sistema che a novembre 2019 ha portato alla sospensione di decine di migliaia di utenti, che hanno registrato perdite considerevoli utilizzando una leva finanziaria infinita, e l’archiviazione di dati sensibili senza crittografia a luglio 2019, che ha portato ad accuse di violazione di privacy da parte della SEC e la compromissione di quasi 2.000 account, con conseguenti perdite causate da attacchi hacker.

Conviene investire in azioni Robinhood?

Caratterizzato da ambizioni e forti tendenze di crescita, si nota come Robinhood sia un broker finanziario totalmente differente dai competitor, poiché rivolto principalmente a neofiti e piccoli soggetti del settore anziché a grandi investitori.

Un grande punto di forza, come rendere il mercato accessibile, nasconde però un immenso punto di debolezza: gli investimenti dei principianti possono avere esiti sfavorevoli, garantendo comunque il guadagno della piattaforma grazie alla collaborazione con società terze, senza contare i suoi svariati bug e problemi tecnici nonché la scarsa assistenza clienti, che l’hanno portata ad avere denunce e sanzioni da parte delle società di regolamentazione statunitensi.

Se da una parte si nota la possibilità di investire piccole cifre frazionate senza commissioni, occorre ricordare però la presenza di spread maggiorati rispetto ad altre piattaforme, specialmente per le criptovalute, oltre ad aggiornamenti dati in differita di alcuni secondi, che in caso di scambi particolarmente frenetici possono portare a risultati differenti da quelli sperati. A questi punti deboli si unisce la scarsità delle risorse disponibili.

A conti fatti, a pochi giorni dalla quotazione sul NYSE è ancora presto capire se investire in azioni Robinhood convenga effettivamente, ciò che già si vede facilmente è l’estrema volatilità del titolo, dovuta non solo ad un target differente dal solito ma anche dal difficile passato della società. In ogni caso, anche Tenev e Bhatt hanno già rassicurato i loro utenti, ponendosi l’obiettivo di lungo periodo di rafforzare i sistemi, sia sul lato tecnico che su quello finanziario.

Altre azioni di Broker quotati in Borsa

( quasi tutte le banche italiane hanno un servizio di trading online )

 

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *