Azioni NEXI Previsioni Target Price, Dividendo. Conviene la Carta di Credito?

Con le nuove tecnologie che cambiano anche il panorama finanziario, sono sempre di più gli strumenti di pagamento alternativi al contante presenti sul mercato. Uno di questi è Nexi, una società che pensa totalmente alle esigenze dei pagamenti digitali, di cui in quest’articolo scopriremo l’andamento azionario e se convenga investirvi.

Un brand italiano e dalla lunga storia, che si adatta perfettamente allo scenario attuale unendo tradizione e modernità connettendo banche, punti vendita e clienti orientandosi sempre più verso una società cashless, fondamentale per la digitalizzazione nazionale. Quanto valgono le azioni Nexi? Conviene comprarle?

Grafico Quotazione Azioni NEXI BIT: NEXI

Indicatori Azioni Nexi: prezzo, percentuale variazione prezzo rispetto ultima seduta, Volume scambi, Rapporto Dividendo/Prezzo, Dividendo per Azione, Rapporto Prezzo/Utili, Capitalizzazione, Margine di Profitto, Prezzo obiettivo medio, Prezzo Obiettivo massimo, prezzo obiettivo minimo, Margine EBITDA, PEG ratio, Price/Book, Payout Ratio:

Cos’è Nexi e di cosa si occupa?

Nata dalla fusione e riassetto di ICBPI e CartaSì nel 2017, Nexi è una società basata sulle transazioni digitali che emette carte e soluzioni di pagamento, POS e servizi gestionali per privati, aziende e pubblica amministrazione. E’ partecipata della britannica Mercury UK Holdco Limited, controllata a sua volta da Advent, Bain Capital e Clessidra e già azionista di maggioranza ICBPI.

In Italia il suo nome è uno dei più celebri nel mercato dei pagamenti elettronici, per connettere:

  • Banche
  • Esercizi commerciali
  • Cittadini

Questo unendo gli elementi tradizionali alla modernità dei trend attuali: ICBPI nasce nel 1939 per coordinare le principali banche popolari, CartaSì nel 1985 per diffondere l’utilizzo delle carte di credito in Italia in quegli anni; Nexi fonde l’autorevolezza dei due enti in una società solida e all’avanguardia, con strumenti moderni e alla portata di ogni tipo di cliente, che semplificano le attività di pagamento e gestione finanziaria grazie ai mezzi elettronici. 

Azioni nexi, carta di credito nexi, comprare nexi conviene?

Nexi vanta circa 80 banche partner, di cui le più importanti:

  • Allianz Bank
  • Banca del Sud
  • Banca Finint
  • Banca Generali
  • Banca Mediolanum
  • Banca Popolare di Sondrio
  • Banca Profilo
  • Banca Reale
  • Banca Sella
  • Banco BPM
  • Carige
  • CheBanca!
  • Credit Agricole
  • Deutsche Bank
  • Illimity
  • Intesa Sanpaolo
  • Monte Paschi Siena
  • Unicredit
  • Unipol
  • Widiba

Secondo dati interni, assieme alle banche partner serve:

  • 900.000 punti vendita convenzionati
  • 420.000 imprese che utilizzano i servizi bancari
  • 41,6 milioni di carte di pagamento
  • 1,4 milioni di POS
  • 13.100 ATM

Con 5,5 miliardi transati ogni anno, al 2021 ha un fatturato di 3,28 miliardi di euro, +81,4% rispetto all’anno precedente.

Qual è il modello di business di Nexi?

Il modello di business Nexi si suddivide in tre segmenti di mercato:

  • Merchant Services & Solutions, per esercizi commerciali, con servizi come POS, bonifici, fatturazione elettronica, soluzioni e-commerce o tool gestionali o di monitoraggio
  • Cards & Digital Payments, dedicato a clienti che cercano strumenti alternativi al contante, con carte di credito, debito o prepagate, metodi di pagamento mobili o servizio di rateizzazione o personalizzazione spese
  • Digital Banking Solutions, dedicato alle banche partner, con integrazione dei sistemi bancari, emissione e accettazione carte e gestione incassi/spese

Soluzioni su misura sono disponibili anche per pubblica amministrazione e aziende statali:

  • POS per accettazione agli sportelli
  • Pagamenti multicanale
  • Chioschi multiservizio

Con una governance trasparente e in continua evoluzione, davanti alla progressiva digitalizzazione dei servizi in Europa Nexi gestisce il business in modo sostenibile e con attenzione verso l’ambiente, riducendo il consumo di carta e plastica nei prodotti offerti e contribuendo alla creazione di smart city tecnologicamente efficienti: è stata inclusa nei Sustainability Yearbook 2021-2022 ed è classificata col bronzo nell’Ecovadis Sustainability Rating 2021.

Tutti i suoi servizi sono compatibili con Apple Pay, Samsung Pay e Google Pay, con tecnologia 3d Secure. Suoi sono gli eventi Cashless Milano Hack e Hackathon Nexi, dove team di sviluppatori informatici si sfidano sui temi di transazioni elettroniche e digitalizzazione.

Il 5 maggio 2022, l’assemblea degli azionisti si riunisce approvando il bilancio al 31 dicembre, riportando un utile d’esercizio di 197 milioni di euro. Secondo l’approvazione dell’informativa finanziaria dal consiglio d’amministrazione il 12 maggio, invece, il primo trimestre 2022 si è concluso con ricavi di 713 milioni di euro, +7% rispetto allo stesso periodo 2021, con margine operativo lordo di 302 milioni, +15%.

Andamento azioni Nexi

Il 16 aprile 2019 Nexi debutta a Piazza Affari nell’indice FTSE MIB, con un’IPO tra le maggiori del 2019: 8,44 euro/azione, raccogliendo richieste per 5,4 miliardi di euro da 340 investitori. Come spesso avviene, nei giorni successivi all’IPO il titolo registra -3,08%, per poi segnare +97,43% fino al 21 febbraio 2020.

Come accaduto alla maggior parte dei titoli in borsa, anche le azioni Nexi hanno risentito fortemente di pandemia e lockdown CoViD-19 nel periodo marzo-maggio 2020, registrando -42,78% rispetto agli elevati valori di febbraio, tornando però ad aprile a numeri maggiori col +47,73%.

Al 10 maggio 2022 il titolo ha un prezzo di 9,39 euro/azione, con capitalizzazione di mercato di 12,27 milioni di euro, segnando i seguenti trend:

  • +11,25% dall’IPO
  • -32,73% negli ultimi 2 anni
  • -39,02% nell’ultimo anno
  • -36,03% negli ultimi 6 mesi
  • +2,96% nell’ultimo mese
  • -0,95% nell’ultima settimana

Tuttavia, il suo minimo storico non è stato durante il lockdown ma subito dopo l’IPO, a 8,17 euro/azione il 3 maggio 2019, mentre il suo massimo storico viene raggiunto il 2 luglio 2021 a 19,00 euro.

Secondo MarketScreener, il target price medio per le azioni Nexi ha un’ampia forbice tra 10,80 e 26,00 euro, +16,9%-+181% rispetto al valore attuale, considerando la maggior resistenza a lungo termine a 13,00 euro. L’utile per azione 2021 si attesta a 0,06, -70,00% rispetto a quello dell’anno precedente.

Conviene investire in azioni Nexi?

Chiudendo quest’esame, emerge che Nexi è una delle più importanti realtà italiane nei pagamenti elettronici, che assieme alla digitalizzazione progressiva è un trend in costante crescita, proporzionale all’abbandono del contante: secondo Mastercard-Astraricerche, complice l’emergenza Coronavirus e piani cashless del Governo, le transazioni con carta sono abitudini consolidate per il 79,8% degli italiani.

A conti fatti, nello scenario attuale le azioni Nexi sono in ribasso ed è quindi un ottimo momento per acquistarle, con valori solo poco superiori al +11% rispetto a quelli dell’IPO. Visti però gli andamenti passati, caratterizzati da forti oscillazioni, richiedono investimenti cauti sul breve-medio periodo.

la carta di credito NEXI

Accompagnata da una forte campagna pubblicitaria, sia sui media tradizionali, sia con diverse modalità online, Nexi è riuscita a conquistare una posizione di rilievo nei servizi legati alle carte di credito,

Nexi è una società per azioni fondata nel 2017 che si occupa di pagamenti digitali e che offre prodotti come una carta di credito oggi molto usata , il suo titolo in borsa sta avendo ottimi riscontri in quanto quello dei pagamenti digitali, come ormai abbiamo detto più volte è un terreno dove ancora non si sono ben delineati i maggiori players, sopratutto in Italia e lascia quindi campo libero ad società per azioni di pagamenti digitali di accaparrarsi più clienti possibili. Ma chi è Nexi, e soprattutto conviene prendere le sua carte di credito? Cerchiamo di approfondire.

Altre informazioni su NEXI

La nascita della società risale al 2017 quando è avvenuta la fusione tra Cartasì (circuito molto apprezzato per le carte di credito), e l’ Istituto centrale delle Banche popolari italiane ICBPI.

L’ obiettivo primario della nuova società è quello di diventare, e costruire nel tempo, una realtà primaria per i pagamenti digitali, gestione degli sportelli automatici, e molteplici altri servizi collegati.

La società è gestita, e controllata, attualmente da una holding di struttura complessa (Mercury UK Holdco ltd, a sua volta controllata da altre holding).

Nexi riesce, oggi, a gestire più di 43 milioni di carte di pagamento, e quasi 3 miliardi di transazioni.

I punti vendita convenzionati sono più di 900 mila, ed il numero di terminali POS collegati sono circa 1,5 milioni.

Nel 2018 il valore dell’ importo, oggetto di transazioni, ha sfiorato quota Eur 450 milardi.

Oggi Nexi indirizza la propria attenzione di business sulle attività che seguono.

Al primo posto, troviamo le carte digitali: Nexi emette carte di credito per le banche con cui ha un accordo di collaborazione (carte di credito, debito ed anche prepagate). Vi sono poi soluzioni dedicate ai pagamenti con Smartphone (Googlepay, Apple etc.).

A seguire, poi, troviamo il Merchant services and solutions. Parliamo di servizi, e soluzioni, per ogni tipologia di pagamento, con differenziazione per tipologia di business e relative dimensioni. Esempio sono i Pos tradizionali, quelli cordless, il Mobile Pos etc.

La digitalizzazione è il fiore all’ occhiello della società. In quest’ ottica, Nexi offre servizi a banche, ed istituti di pagamento per la gestione di incassi e pagamenti in via digitale.

Degna di attenzione è l’ attività di Nexi nel contesto dei pagamenti interbancari, riuscendo a raggiungere quasi il 50 per cento delle attività di clearing interbancario.

La società è in continua evoluzione, e le quote di mercato detenute, specie per le gestione delle carte, e relativi circuiti, continua ad aumentare.

Consideriamo, ora, la carta di credito Nexi, provando a comprenderne i servizi offerti, e l’ effettiva convenienza.

Altre azioni interessanti quotate alla Borsa di Milano:

  • Amplifon (BIT:  AMP )
  • ATLANTIA (BIT:  ATL )
  • Azimut Holding (BIT:  AZM )
  • A2A (BIT: A2A )
  • Alfio Bardolla (BIT: ABDG )
  • Bayer ( BIT: BAY )
  • Banca Generali ( BIT: BGN )
  • Banca Intesa Sanpaolo (BIT: ISP )
  • Banca Monte dei Paschi di Siena ( BIT:  BMPS )
  • BNP Paribas – dove è confluita la ex BNL – ( BIT: BNP )
  • BPER Banca ( BIT: BPE )
  • Brembo (BIT: BRE )
  • Brunello Cucinelli (BIT: BC )
  • Davide-Campari Milano (BIT: CPR )
  • CNH Industrial N.V. (BIT: CNHI )
  • Diasorin (BIT: DIA )
  • Digital Value (BIT: DGV )
  • Digital Bros Spa (BIT: DIB )
  • ENEL (BIT: ENEL  )
  • ENI (BIT: ENI )
  • Exor (BIT: EXO )
  • Enav (BIT: ENAV )
  • Gruppo Hera (BIT: HER )
  • WEBUILD ( ex Salini Impegilo ) (BIT: WBD )
  • Ferrari  (BIT: RACE )
  • Fiera Milano (BIT: FM )
  • FinecoBank ( BIT: FBK )
  • Italgas (BIT: IG )
  • Iveco Group (BIT: IVG )
  • Juventus Spa (BIT: JUVE )
  • (BIT: Ryanair. )
  • INWIT (BIT: INW )
  • Landi Renzo (BIT:  LR  )
  • Leonardo (BIT: LDO  )
  • Mediaset (BIT: MFEB )
  • Mediobanca Group ( BIT: MB )
  • Pirelli  (BIT: PIRC )
  • Poste Italiane (BIT: PST )
  • Quotazione titolo Luxottica )
  • Saipem (BIT: SPM )
  • Saras (BIT: SRS )
  • Snam (BIT: SRG )
  • Stellantis (BIT: STLA )
  • STMicroelectronics (BIT: STM )
  • Technogym (BIT: TGYM )
  • Telecom Italia  (BIT: TIT )
  • Tenaris (BIT: TEN )
  • Unicredit Group (BIT:  UCG )
  • Gruppo Unipol (BIT: UNI )
  • AMD Advanced Micro Devices ( BIT: AMD )
  • Air France KLM ( BIT: AF )
  • Airbus ( BIT: AIR )
  • Adidas ( BIT: ADS )
  • Bayer ( BIT: BAY )
  • BASF ( BIT: BASF )
  • Carte di credito Nexi

La sponsorizzazione in essere di Nexi fanno forza sulle caratteristiche delle carte di credito offerte.

La sottoscrizione di un contratto, ed utilizzo di carte di credito Nexi, permette al cliente di pagare, ed utilizzare lo strumento di pagamento, in ogni esercizio commerciale in massima sicurezza. Il punto di forza viene riposto nella tecnologia contactless, e nell’ utilizzo dei circuiti Mastercard, o Visa i quali garantiscono un massimo di 45 giorni di credito concesso senza applicazione di interessi.

Nexi offre diverse tipologie di carte di credito, evidenziando la semplicità e la comodità di utilizzo grazie alla tecnologia contactless: pagamenti in pochi istanti con un solo gesto.

Nexi credit card classic è una carta di credito per il cliente che cerca una carta sicura, tecnologica, dai piccoli ai grandi acquisti. La versione classic utilizza sistemi tecnologici evoluti, ed è abilitata all’ utilizzo mobile. L’ addebito in conto corrente avviene il 15 giorno del mese successivo, senza interessi. È possibile pagare con Smartphone, Googlepay, Samsungpay, etc. I servizi offerti prevedono sms di sicurezza, notifiche Nexipay sullo Smartphone.

È possibile richiedere carte di credito aggiuntive, usufruire di servizi online, ed un servizio clienti h 24, 7 giorni su 7. Viene, infine, offerta una assicurazione gratuita su acquisti e viaggi.

Nexi classic è richiedibile anche online.

Nexi credit card prestige è la carta di credito ideale per il cliente che cerca una carta con un’ alta disponibilità di spesa. La tipologia del cliente è un soggetto evoluto e dinamico.

Oltre alle caratteristiche e servizi della versione classic, la versione prestige permette l’ attivazione di molteplici servizi di controllo e sicurezza. Viene aperta un’ area personale clienti per avere a disposizione, sempre, i servizi offerti.

Il plafond oscilla tra Eur 3000,00 ed Eur 10000,00. E’ possibile, poi, aderire con una quota annua al servizio Loungekey, con accesso ad oltre 1200 lounge aeroportuali.

Sono poi previsti servizi esclusivi, come accesso ad eventi, spettacoli, viaggi etc.

Nexi credit card excellence è la carta di credito che offre al cliente un plafond elevato, e servizi dedicati di alta qualità.

La versione excellence, oltre a raggruppare i vantaggi delle due precedenti versioni, permette di avere a disposizione un plafond molto elevato (da Eur 10000,00 ad Eur 25000,00) ogni mese. Viene offerto, in aggiunta, il servizio concierge plus (assistente dedicato disponibile su circuito Mastercard), ed iosiPlus con accesso gratuito ad un programma di raccolta punti, fruendo, inoltre, di iosi PLUS TRAVEL (agenzia di viaggio per fruire di servizi di eccellenza).

Nexi credit card black è una carta di credito con plafond molto elevato (minimo Eur 25000,00 mensili). L’ assicurazione offerta, per l’ utilizzo della carta, è molto ampia raggiungendo anche i familiari.

Previsto un personal assistant Black: servizio clienti h 24, con numero verde, in grado di offrire molteplici servizi, come prenotazione vacanze, spettacoli, etc.

Sempre previsti i servizi di controllo e sicurezza gratuiti, l’ area personale dedicata, e l’ App Nexi Pay.

Nexi offre, inoltre, carte di credito Corporate, aziendali, You and Eni, etc.

Ma quanto costano le carte di credito Nexi?

Costi delle carte di credito Nexi

I costi delle differenti versioni di carte di credito Nexi variano a seconda della versione prescelta.

La minima quota annuale è pari ad Eur 35,00 e può arrivare a toccare quota Eur 250,00 per le versioni con plafond elevati, e che offrono servizi per una clientela molto esigente.

Esistono, poi, dei costi standard per ogni versione delle carte di credito Nexi. Parliamo del 4 per cento per la commissione di anticipo contanti, costo per blocco a seguito di furto e smarrimento gratuito. Sostituzione di emergenza per la carta Nexi pari ad Eur 25,00. Comunicazioni online del tutto gratuite.

Ricordiamo, poi, che vi sono delle versioni prepagate di carte di credito Nexi.

Nello specifico troviamo Cartafreccia carta che permette di utilizzare la carta e raccogliere punti per i viaggi effettuati con Trenitalia.

Vi è poi Speed per i giovani tra i 12 ed i 18 anni, la Prepaid standard, e la Prepaid international per cittadini non residenti in Italia.

Il canone delle carte prepagate, su base annua, è zero, ed è comunque possibile fruire della tecnologia Nexi contactless, usufruendo di un’ area riservata online.

In via generale, ricordiamo, le carte di credito Nexi hanno dei requisiti per il rilascio che, comunque, possono variare da banca a banca.

Principalmente, si richiede la maggiore età, la titolarità di un conto corrente, la residenza italiana (salvo la versione international), non essere protestati, ed essere titolari di un reddito che possa essere certificato (criterio non applicabile per le carte prepagate).

Conclusioni

Considerando quanto sopra esposto, ed il prestigio progressivo che Nexi acquisisce sul mercato dei servizi delle carte di credito, e digitali di pagamento, possiamo esprimere parere positivo sulle carte di credito offerte dalla società.

L’ assenza di spese per le versioni prepagate, e la tecnologia abbinata, rendono le carte di credito Nexi (prepagate) convenienti.

In merito alle versioni standard, non prepagate, senz’ altro sono interessanti i servizi offerti, e la tecnologia messa a disposizione. Le condizioni economiche potrebbero, però, essere leggermente ridotte per aumentarne la convenienza ed appetibilità.

Approfondimenti pagamenti elettronici:

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.