PIR Mediolanum: opinioni sui Piani Individuali di Risparmio

Vediamo se conviene investire nei PIR Mediolanum: i  Piani di Risparmio Individuali nell’ultimo anno sono diventati il più richiesto investimento da parte degli italiani. In particolare hanno avuto molto successo i Piani di Risparmio Individuali proposti dalla importante banca milanese: i PIR Mediolanum.
Si conta infatti che la banca, attraverso i Piani di Risparmio Individuale sia riuscita a raccogliere più di un miliardo di euro, e pensa di arrivare a tre miliardi entro la fine dell’anno.
La domanda allora sorge spontanea,conviene comprarli, e sopratutto quali sono le condizioni e i rischi nell’investire nei Piani di Risparmio Individuali.

Cosa sono i Piani Individuali di Risparmio – PIR

I Piani di Risparmio Individuale sono dei prodotti di risparmio, che imponendo determinati vincoli, offre opportunità di risparmio basato sulle imposte maturate sul redditto derivante dai propri investimenti.

Cosa molto interessante, in particolare per gli investitori, e che i Piani Individuali di Risparmio sono una sorta contenitori fiscali esenti dalle imposte sui redditi del capitale e non sono soggetti alla tassa di successione.

Questi Piani di Risparmio sono nati a seguito della legge di stabilità del 2017 e hanno come destinatari le famiglie e gli investitori individuali.

Secondo le norme, i Piani di Risparmio Individuali hanno alcune limitazioni e obblighi. Si può investire non più di trentamila euro all’anno fino ad un massimo di 150mila. Il piano deve essere mantenuto per almeno cinque anni. Se si chiude prima il contratto si dovranno pagare le imposte sulle rendite finanziaria, come avverrebbe per ogni altro investimento.

Sempre secondo le norme il 70% dell’importo investito deve essere utilizzato per investire in azioni o obbligazioni delle aziende quotate in borsa; le aziende devono essere italiane oppure aziende europee che hanno un’organizzazione stabile sul territorio italiano.

C’è anche un limite di concentrazione dell’investimento per ogni azienda, che è pari al 10%. Di questo 70%, il 30% dell’investimento deve essere dedicato a società che non sono quotate in borsa, o che non siano presenti nell’indice della Borsa Italiana FTSE MIB 40.

Questo obbligo di investimento, che corrisponde al 21% del totale, serve a far arrivare degli investimenti anche alla realtà delle piccole-medie imprese.

I Piani di Risparmio Individuali PIR Mediolanum

La Banca Mediolanum è quella che, attualmente, offre agli investitori i Piani di Risparmio più interessanti. Infatti sono tra quelli più apprezzati dagli investitori e sono quelli che hanno riscontrato maggior successo sul mercato.

A questo punto ci si chiede cosa abbiano di tanto diverso i Piani di Risparmio della Banca Mediolanum. Sono davvero cosi tanto più convenienti rispetto a quelli delle altre banche o semplicemente ha dei migliori addetti al marketing?

O magari tutti e due le cose.
A questo punto analizziamoli insieme e cerchiamo di capire quale sia la risposta a questi dubbi.

La Banca Mediolanum al momento propone due tipi di Piani Individuali di Risparmio, che in realtà sono due piani esistenti precedentemente sotto altre forme di investimento.

Quando poi nel 2017 è uscita la legge di stabilità, la banca non ha fatto altro che convertire i due diversi tipi di piani di investimento, adattandoli alla legge,e facendoli diventare Piani Individuali di Risparmio.
Entrambi i piani prevedono due modalità di investimento; quella di Versamento in Unica Soluzione e quella di Piano di Accumulo. I due diversi piani avranno ovviamente un diverso sviluppo in fase di investimento.

I Piani di Versamento in Unica Soluzione(PIC)

E’ un tipologia di investimento che prevede il versamento del capitale in un’unica soluzione, e viene lasciato li in attesa che maturi e produca guadagni.

Adatto a chi ha già accumulato una grande somma, magari proprio con l’intenzione di fare un investimento, ed è quindi sicuro dell’investimento che andrà a fare.

I Piani di Accumulo(PAC)

Prevedono più versamenti costanti di importi ridotti. Con i Piani di Accumulo il capitale d’investimento si costruisce gradualmente.

I Piani di Accumulo sono particolarmente consigliati per chi voglia costruire gradualmente il suo capitale, investendo costantemente un piccola parte del suo redditto.

Cosi facendo, si ha un avvicinamento al mondo degli investimenti e del mercato finanziario abbastanza lento e graduale. Potrebbe esse il piano adatto anche per coloro che sono agli inizi e si sentono ancora un po’ incerti e inesperti.

Fatta un po’ di mente locale sui cosa sono i Piani Individuali di Risparmio, i Piani di Accumulo e i Piani di versamento in Unica soluzione, passiamo ad analizzare le due proposte della Banca Mediolanum.

I due Piani Individuali di Risparmio proposti dalla Mediolanum sono:

– Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia
– Mediolanum Flessibile Futuro Italia

Il Piano Individuale di Risparmio Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia

In questo caso si tratta di un fondo flessibile, come dice anche il nome.

Gli investimenti vengo fatti seguendo determinati limiti.

Si andrà ad investire fino ad un massimo del 100% in obbligazione e su strumenti finanziari di natura monetaria, ed un massimo del 25% in azioni.

Ovviamente come prevede la legge di stabilità, gli investimenti verranno fatti su aziende e enti commerciali con sede sul territorio nazionale; non tralasciando le piccole-medie imprese italiane.
Il Piano di investimento è uno a medio-lungo termine, e il fattore di rischio è abbastanza alto; posto su una scala da uno a sette, arriva addirittura a cinque.
PIR Mediolanum: opinioni sui Piani di Risparmio Individuali
Come già detto le modalità di investimento sono di due tipi: i Piani di Accumulo e i Piani di Versamento in Unica Soluzione.

I Piani di versamento in Unica soluzione

Prevedono un versamento iniziale di almeno 5mila euro e versamenti aggiuntivi successivi minimi di 500 euro.

Il costo per la sottoscrizione va da un minimo di 0,35% ad un massimo del 3,50%.
Quando sottoscrivi un Piano di risparmio in Unica Soluzione, dichiarando che effettuerai altri versamenti entro un certo periodo di tempo, vi verrà applicata una commissione più bassa.
Se chiedi un rimborso, hai tempo un anno per rientrare nel Fondo l’importo riscattato senza che ti venga addebitate altre commissioni.

Se fai un trasferimento di capitale da determinati fondi sul piano di versamento in Unica Soluzione, ti verrà applicato uno sconto del 50% sulla commissione di sottoscrizione.

Piani di Accumulo

Prevedono un investimento minimo iniziale di 1.800 euro e successivi versamenti aggiuntivi di minimo 150 euro.
Il costo di sottoscrizione del Piano va da un minimo d 0.7% ad un massimo di 4,20%.

C’è poi, per entrambi i piani, la commissione di gestione pari al 2%, e la commissione, cosiddetta, di performance del 15% sul differenziale di rendimento rispetto parametro di riferimento o obiettivo di rendimento.

 

Il Piano Individuale di Risparmio Mediolanum Flessibile Futuro Italia

Anche in questo caso si tratta di un fondo flessibile, come ci fa già capire il nome. Il capitale verrà investito in obbligazioni, azioni o strumenti monetari di natura monetaria.

Gli investimenti verranno fatti su emittenti societari sovrani o sovranazionali, o eventualmente emittenti garantiti da questi.
Il portafoglio potrà essere investito completamente in titoli azionari, ma la Banca si riserva anche il diritto di investire l’intero capitale in strumenti monetari e obbligazioni.

Il Fondo può essere investito maggiormente in emittenti che hanno la loro sede stabile in Italia, ma ha anche la possibilità, anche se in misura minore, di investire in emittenti di altri Paesi.

In questo caso il piano di Risparmio è orientato sul lungo periodo, e il fattore di rischio cresce tanto da arrivare al massimo, infatti equivale ad un 7 sulla scala suddetta. Sembra forse un rischio troppo alto.

Questo rischio varrà davvero la pena? I guadagni saranno cosi alti da farci rischiare i nostri risparmi?

Anche in questo caso il piano presenta le due opzioni di versamento, il Piano di Accumulo e il Piano di Versamento in Unica Soluzione.

Piano di Versamento in Unica Soluzione

Prevede un investimento minimo iniziale di 5mila euro e versamenti aggiuntivi successivi di almeno 500 euro.

In questo caso le commissioni per l sottoscrizione sono anche più alte e vanno da un minimo di 0,5% ad un massimo del 5%.

Anche per questo Fondo vale quanto già detto per il primo.

Quando sottoscrivi un Piano di risparmio in Unica Soluzione, dichiarando che effettuerai altri versamenti entro un certo periodo di tempo, vi verrà applicata una commissione più bassa.
Se chiedi un rimborso, hai tempo un anno per rientrare nel Fondo l’importo riscattato senza che ti venga addebitate altre commissioni.

Se fai un trasferimento di capitale da determinati fondi sul piano di versamento in Unica Soluzione, ti verrà applicato uno sconto del 50% sulla commissione di sottoscrizione.

Piano di Accumulo

Prevede un investimento iniziale minimo di 1.800 euro con versamenti successivi di almeno 150 euro.
E anche in questo caso le commissioni sono più alte e vanno da un minimo dell’1% ad un massimo del 6%.

Anche la commissione per la gestione, che riguarda entrambi le soluzioni di versamento, è più alta rispetto al primo piano di risparmio di cui abbiamo trattato. In questo caso la commissione si alza al 2,25%.
Cosi come più alta è la cosiddetta commissione di performance, che in questo Piano si aggira addirittura al 20%.

I Piani Individuali di Risparmio PIR Mediolanum gli abbiamo descritti, ma vediamo come la pensano gli esperti su questi investimenti.

Partiamo dal fatto che i due Piani di Risparmio proposti, hanno un fattore di rischio davvero troppo alto, sopratutto parlando di risparmio. Anche perché in fondo di sicuro non c’è proprio niente, tranne gli alti costi.

Insomma analizzando i dati a disposizione, possiamo tranquillamente dedurre che i costi dei due Piani di Risparmio sono davvero alti, infatti sono tra i più alti del settore. Solo per coprire i costi bisognerebbe sperare in un rialzo della Borsa Italiana, e non stiamo parlando di lievi rialzi, ma di rialzi notevoli.

Quindi oltre agli alti costi non ti resta niente di sicuro, specialmente non i guadagni che potrai avere. E’ pur vero che ci si può fare un’idea del rendimento dei Piani di Risparmio, ma un buon rendimento passato, non ti assicura di averlo anche in futuro.

Basta guardare i fattori di rischio dei due PIR Mediolanum, stiamo parlando di un 5 e un 7, questo già ci fa capire che non si può avere la certezza del rendimento che i due Piani avranno in futuro.

Insomma come affermano anche gli esperti, non c’è bisogno di lauree in economia o essere esperti di finanza per capire che dopotutto questi due Piani di Risparmio individuale non sono proprio un ottimo investimento. Sopratutto se la nostra intenzione è quella di risparmiare per il futuro, mi sembra quasi assurdo azzardare degli investimenti con dei fattori di rischio cosi alti e anche con dei costi cosi alti.

Tra l’altro sappiate che per quanto riguarda i costi, su quelli di gestione annua c’è poco da fare, ma per quanto riguarda i costi di sottoscrizione si possono contrattare. Questo può esservi d’auito per qualsiasi piano decidiate di sottoscrivere.

Per concludere, sembra proprio che l’opinione degli esperti non sia a favore dei Piani di Risparmio Individuale offerti dalla Banca Mediolanum.
Analizzando costi e rendimenti l’opinione è che l’investimento non sia conveniente.
Insomma cose usa dire: il gioco non vale la candela.

E per rispondere alla nostra domanda iniziale, sembra proprio che tutto questo successo riscontrato dai Piani di Risparmio Individuali offerti dalla Mediolanum sia solo grazie all’ottima parlantina dei suoi agenti e a degli addetti al settore marketing davvero molto bravi.
Perché per quando riguarda la convenienza dell’investimento la maggior parte sostiene che con molta probabilità, della Banca Mediolanum è molto meglio, e più conveniente diventare soci che diventarne clienti.

Ma la scelta finale spetta solo a voi. I dati dei PIR Mediolanum li avete tutti, cosi come le varie opinioni, ora non resta che farvi le vostre considerazioni, in fondo i risparmi sono i vostri.

Fonti: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8][9]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *