Sospensione Assicurazione Auto e Moto: Come Richiederla e Come funziona

Da sempre la priorità degli italiani è il risparmio, ma lo è ancor più davanti l’emergenza CoViD-19, durante la quale molti si ritrovano impossibilitati a spostarsi con i loro mezzi privati. Ciò comporta una spesa non-fruibile, poiché dovranno continuare a pagarne le assicurazioni senza però poterli utilizzare. Tuttavia, è possibile richiedere la sospensione, facendo slittare le scadenze più in là nel tempo.

La moratoria è stata inclusa nel Decreto Cura Italia, prevedendo la proroga della scadenza delle polizze fino a 30 giorni, durante i quali si potrà liberamente circolare ed essere coperti dal punto di vista assicurativo. Qualora sia prevista dal proprio contratto, è quindi possibile richiedere la sospensione dell’assicurazione auto e moto, una procedura semplice e veloce che necessita però la dovuta attenzione.

Questo tipo di possibilità sulla RC Auto e Moto è utile specialmente per i motociclisti. Quasi tutti i possessori di motocicletta infatti fanno un’assicurazione obbligatoria che comprende anche la possibilità di sospenderla per l’inverno, in modo da tenere la propria due ruote in garage durante l’inverno, quando è freddo e c’è cattivo tempo, in modo da poter avere un notevole risparmio sull’intera polizza, che scadrà molto più tardi.

Di solito in questo periodo di sospensione non è incluso il furto e l’incendio, cioè mentre si sospende la polizza obbligatoria RC, l’assicurazione su furto ed incendio camminano normalmente, in quanto anche se la moto è in garage può essere rubata.

Misura del Decreto Cura Italia sulla sospensione dell’assicurazione auto e moto

Con l’approvazione del Decreto Cura Italia il 16 marzo 2020, il governo Conte ha voluto includere nella grande serie di misure d’emergenza verso il Coronavirus la sospensione delle assicurazioni RC Auto e Moto, per rassicurare tutti quegli italiani che si ritrovano a pagarle senza poter più utilizzare i loro mezzi personali.

Infatti, con il d.p.c.m. 8 marzo 2020 l’Italia è in stato di quarantena e sono quindi proibiti gli spostamenti sia a piedi sia con mezzi propri, cosa che desta non poche preoccupazioni tra gli italiani in merito alle loro spese. Se col d.l. 9/2020 riguardava solo le prime zone rosse in Lombardia e Veneto, col d.l. 18/2020 la misura è estesa a tutta Italia.

La sospensione dell’assicurazione auto e moto presentata dal governo è in realtà una moratoria, che prevede la proroga delle scadenze e di conseguenza il prolungamento della sua validità fino a 30 giorni, rispetto al canonico periodo di tolleranza di 15. Ciò significa che i conducenti potranno continuare a circolare per ulteriori 30 giorni dopo la scadenza della loro polizza, risultandone però coperti.

La misura del decreto sarà una scelta prettamente facoltativa poiché non prevede nessun obbligo di sospensione, valida per polizze assicurative in scadenza tra 21 febbraio e 30 aprile 2020 e usufruibile fino al 31 luglio 2020.

Anche se parcheggiati per tempi prolungati e non utilizzati l’assicurazione per i propri mezzi è obbligatoria e, secondo analisi condotte da Facile.it, il provvedimento interesserà circa 8 milioni di veicoli privati.

Correlati >>> Sospensione rata del mutuoSospensione del prestito

Sospensione dell'Assicurazione Auto e Moto: Come Richiederla

Come funziona e cosa richiede la sospensione assicurazione RC Auto e Moto?

La sospensione è rivolta a tutti coloro che hanno una polizza RC Auto o Moto in scadenza tra 21 febbraio e 30 aprile 2020 indipendentemente dalla tipologia di mezzo assicurato, usufruendo di un prolungamento di validità fino a 30 giorni. Sarà disponibile fino al 31 luglio 2020 e i requisiti principali sono:

  • Essere in regola coi pagamenti dei premi
  • Possedere la documentazione necessaria
  • Avere almeno 30 giorni d’anticipo sulla scadenza

Ai sensi del d.l. 209/2005 sull’esercizio delle assicurazioni private, la compagnia con cui è stata stipulata la polizza manterrà la sua copertura per tutti i 30 giorni di moratoria, regolando quindi a sue spese anche eventuali incidenti avvenuti durante tale periodo. Terminati i 30 giorni il conducente potrà:

  • Rinnovare il contratto con la stessa compagnia, che decorrerà dalla data originale col pagamento del premio
  • Stipulare un contratto con una nuova compagnia, dopo aver beneficiato del prolungamento del precedente

Non essendo automatica né prevedendo obblighi di legge, la sospensione dell’assicurazione auto e moto deve essere prevista nel contratto stipulato, per tale motivo la compagnia agirà a sua discrezione.

Come richiedere la sospensione dell’assicurazione?

La richiesta di sospensione della propria assicurazione RC è una procedura particolarmente semplice e dai tempi notevolmente ristretti: è difatti sufficiente contattare la propria compagnia assicurativa senza interpellare alcun organo governativo/regionale, dichiarando il desiderio di sospendere la polizza.

Viste le circostanze, la richiesta potrà essere effettuata solamente online o telefonicamente. Per tale istanza è necessario:

  • Compilare l’apposito modulo scaricabile dal sito della compagnia
  • Allegare copie di certificato d’assicurazione e carta verde

In caso di esito positivo, la polizza s’interromperà alla mezzanotte del giorno in cui viene fatta domanda, riattivandosi automaticamente al termine del 30 giorni o fino a domanda di riattivazione.

Una volta attivata la sospensione sarà infine premura del conducente sistemare la propria auto o moto in un luogo sicuro, che sia un garage o un luogo privato custodito, al fine di aggirare il pericolo di eventuali danni da terzi o agenti atmosferici.

Nel caso invece il conducente voglia riattivare la propria polizza prima dei 30 giorni, la procedura sarà simile a quella di sospensione nonché semplice allo stesso modo: basterà comunicare la propria decisione alla compagnia assicurativa, che provvederà a riattivarla alla mezzanotte del giorno stesso.

A discrezione della società assicurativa, la sospensione dell’assicurazione auto e moto non comporta necessariamente la sospensione di servizi accessori, mentre sua la riattivazione può avere un costo.

Conclusioni

Dopo aver compreso come richiedere la sospensione dell’assicurazione RC Auto e Moto per 30 giorni si può notare che è una procedura estremamente semplice quanto veloce: basta infatti avere la documentazione richiesta e compilare l’apposito modulo sul sito della propria compagnia assicurativa, così da mettere in pausa la polizza alla mezzanotte del giorno stesso. Medesima semplicità si avrà anche nell’eventuale riattivazione prima del tempo.

La misura dedicata a questo tipo di assicurazioni contenuta nel Decreto Cura Italia non prevede però alcun obbligo, è bensì una decisione prettamente facoltativa per i conducenti e a discrezione delle compagnie assicurative, che gestiscono in totale autonomia le loro condizioni contrattuali.

A conti fatti, come altre misure contenute nel decreto, si può notare quanto anche questa sia una soluzione a breve termine, ma totalmente insufficiente qualora l’emergenza Coronavirus si prolungasse a lungo: stando alle dichiarazioni del capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il lockdown italiano potrebbe durare fino al 16 maggio, cosa che potrebbe rendere vano l’effetto di ogni misura d’emergenza.

Sono circa 8 milioni i veicoli interessati secondo le stime, quelli con assicurazioni in scadenza tra 21 febbraio e 30 aprile 2020. In ogni caso, vista la priorità di risparmio per l’italiano medio, sospendere la propria assicurazione può essere un modo per ammortizzare le spese e risparmiare  almeno sul breve periodo, stavolta sui loro veicoli al momento non utilizzabili.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *