Banche Migliori degli Stati Uniti in base al Patrimonio Posseduto

Il consolidamento delle banche negli Stati Uniti ha rappresentato una tendenza negli ultimi 40 anni. Infatti, nel 1985, c’erano 14.427 banche assicurate dalla Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) . Tuttavia, nel 2023, erano solo 4.073. Da un lato, meno banche significano meno concorrenza, il che è negativo per i consumatori. D’altro canto, le grandi banche hanno costi più bassi, che possono trasferire ai propri clienti. Di seguito è riportata una panoramica delle 10 banche più grandi negli Stati Uniti, in base al numero di asset che detengono. La Federal Reserve elenca le attività consolidate delle banche statunitensi e il numero di filiali nazionali, al 30 giugno 2023:

 

Leggi anche:

1. JPMorgan Chase

In cima alla lista, JPMorgan Chase detiene un patrimonio di quasi 3,38 trilioni di dollari. Ciò la rende la banca più grande del paese e una delle più grandi al mondo. La società è il risultato della fusione nel 2000 di JP Morgan and Company e Chase Manhattan Corporation. Mentre il nome JP Morgan viene utilizzato per l’investment banking e la gestione patrimoniale privata , la banca fornisce servizi bancari al dettaglio e commerciali come Chase . Gestisce 4.883 filiali nazionali.

Il titano finanziario del 19° secolo, John Pierpont Morgan, è l’omonimo della società e fondatore dell’originale JP Morgan Bank. Il primo politico americano e famigerato duellante Aaron Burr è stato uno dei creatori di Chase Manhattan. Oggi, il CEO Jamie Dimon guida la banca.

2. Banca d’America

Con circa 2,45 trilioni di dollari di asset consolidati, Bank of America  è la seconda nella lista. La sua sede a Charlotte, nella Carolina del Nord, rende la città uno dei più grandi centri finanziari del paese. Sebbene non sia la banca più grande, questa società è in realtà la più grande società di gestione patrimoniale del mondo, perché possiede Merrill Lynch , un gigante in quel campo. Bank of America ha 3.803 filiali nel paese.

Cominciò come una piccola istituzione al servizio degli immigrati a San Francisco all’inizio del 1900, che, stranamente, si chiamava Banca d’Italia. La Bank of America si è avventurata brevemente nel settore finanziario in Cina con l’acquisizione di una partecipazione in una banca cinese di costruzioni, che ha poi venduto.

3. Citibank/Citigroup

Il prossimo nella lista è  Citibank  (ex City Bank di New York) con circa 1,71 trilioni di dollari. Pioniere sia del settore delle carte di credito che degli sportelli automatici, Citibank era considerata l’equivalente della East Coast di Wells Fargo durante il 19° secolo, quando entrambe le banche erano puramente regionali. Con la sua espansione in Argentina nel 1914, Citibank fu anche la prima banca statunitense ad aprire un ufficio bancario in un paese straniero. Oggi la banca conta 660 filiali negli Stati Uniti e più di 100 nel resto del mondo.

4. Pozzi Fargo

Dopo la fusione con la Norwest Corporation nel 1998 e l’acquisizione della Wachovia National Bank nel 2008,  Wells Fargo  è la quarta banca più grande del paese con circa 1,67 trilioni di dollari. Negli Stati Uniti gestisce 4.528 filiali. La società di servizi finanziari ha sede a San Francisco.

Wells Fargo detiene la più antica carta bancaria ininterrotta negli Stati Uniti. Acquisito tramite Wachovia, fu originariamente concesso alla First National Bank di Filadelfia. Nel 2016, la banca ha acquisito una certa notorietà dopo che sono emerse notizie su una cultura aziendale in cui i dipendenti si sentivano costretti a creare 2 milioni di conti bancari senza il permesso dei clienti. Dopo una serie di accuse riguardanti pignoramenti illeciti di case e violazioni delle leggi sulla tutela dei consumatori, il CEO Tim Sloan si è dimesso nel 2019.

5. Banca statunitense/ Bancorp statunitense

Quinta nella lista, la US Bank , parte della US Bancorp, ha circa 670 miliardi di dollari di asset consolidati. Con sede a Minneapolis, la banca opera principalmente nel Midwest e nell’Ovest. Ha 2.340 filiali nazionali.

L’attuale banca è il risultato di numerose fusioni e acquisizioni di importanti banche regionali, tra cui Old National Bank, Heritage Bank, People’s National Bank, Northwestern Commercial Bank, Heart Federal Savings and Loan e West One Bancorp. Nel 1997, First Bank System ha acquisito e ribattezzata quella che oggi è US Bancorp, per poi passare sotto il controllo della Firstar Corporation nel 2000.

La nuova banca consolidata mantenne il nome US Bancorp (dal 1933 la legge vieta alle banche di utilizzare “Stati Uniti” nei loro nomi). Da allora ha acquisito molte altre banche come Pacific Century Bank, Bay View Bank, Vail Banks, Downey Savings and Loan e Charter One Bank.

6. PNC

PNC con sede a Pittsburgh è un istituto finanziario regionale che opera principalmente sulla costa orientale. Con 2.431 filiali in una manciata di stati orientali e Washington, DC, la banca ha un patrimonio totale di circa 554 miliardi di dollari.

Acronimo di due banche diverse, PNC sta sia per Pittsburgh National Corporation che per Providence National Corporation. Quando le due banche della Pennsylvania si unirono per dare vita all’attuale società, decisero di utilizzare solo l’acronimo a causa della coincidenza dei loro acronimi. PNC è stata una delle prime ad adottare i servizi di “portafoglio virtuale” tra le banche tradizionali.

7. Banca fiduciaria

Rispetto alle altre banche presenti in questo elenco, Truist Bank  è la voce più giovane. In effetti, Truist è nata solo nel settembre del 2019. È stata costituita dalla fusione di altre due grandi banche: SunTrust e BB&T (Branch Banking and Trust Company). Oggi la banca detiene un patrimonio totale di circa 547 miliardi di dollari.

Le partecipazioni della banca sono piuttosto ampie, poiché detiene vari rami che coprono assicurazioni, investimenti, gestione patrimoniale e altro ancora. Vanta anche uno dei più grandi pool di filiali, poiché attualmente gestisce 2.002 filiali nazionali.

8.Goldman Sachs

Goldman Sachs , una banca d’investimento, è diventata una delle prime 10 banche in termini di asset detenuti, poiché ora detiene più di 517 miliardi di dollari. La banca offre numerosi servizi bancari e di gestione patrimoniale, concentrandosi su investimenti e individui con patrimoni elevati. Marcus Goldman fondò la banca nel 1869 aprendo un ufficio per il commercio di carta commerciale a New York City.

9. Capitale Uno

Capital One è principalmente un’operazione bancaria al dettaglio, che fornisce carte di credito, prestiti per auto e mutui per la casa oltre a servizi di controllo e risparmio. Originariamente una pura società di carte di credito, Capital One si è espansa seriamente nel settore bancario nel 2005.

All’inizio del 2014, Capital One è stata criticata per aver modificato i termini di servizio dei clienti per consentire alla banca di contattare i clienti in qualsiasi modo preferisse, incluso ingannarli deliberatamente con ID chiamante falsi. Oggi Capital One ha un patrimonio di circa 465 miliardi di dollari in 283 filiali nazionali.

10. Banca TD

Con un patrimonio di circa 374 miliardi di dollari,  TD Bank è anche una combinazione di diverse banche. Nel corso degli anni, ha preso il nome di Portland Savings Bank, Banknorth e ora TD Bank. Nel 2008 ha acquisito Commerce Bank e poi si è fusa con la canadese TD Banknorth.

Il TD in TD Bank in realtà sta per Toronto-Dominion. Sebbene la sua società madre sia canadese, la filiale statunitense ha sede a Cherry Hill, nel New Jersey, e 1.170 filiali nel paese.

Menzione d’onore:  Banca di New York Mellon

La Banca di New York fu co-fondata nel 1784 niente meno che dal primo Segretario del Tesoro, Alexander Hamilton. La banca è stata nella top 10 per molti anni prima di cadere appena fuori al numero 11. Si tratta di una banca che vale la pena menzionare per la quantità di asset che ha tradizionalmente detenuto.

La Bank of New York Mellon (BNY Mellon) è il risultato della fusione di quell’azienda e di T. Mellon and Sons, un’istituzione di Pittsburgh che finanziava l’industria dell’acciaio e dei combustibili. Questa lunga storia rende BNY Mellon la più antica società bancaria del paese. Detiene circa 349 miliardi di dollari di asset totali e gestisce filiali in 29 città degli Stati Uniti, Washington, DC e tre paesi (Dubai, Grand Cayman e Inghilterra). La sua controllata  BNY Mellon Wealth Management  fornisce servizi di gestione degli investimenti.

Domande frequenti (FAQ) per le banche più grandi

Abbiamo compilato un elenco di domande frequenti riguardanti le principali banche americane in base alle attività detenute e abbiamo risposto di seguito:

Qual è la banca più affidabile in America? 

La banca più affidabile può differire in base allo stato o addirittura alla sede della filiale perché ognuno racconterà la propria esperienza bancaria con le persone con cui ha a che fare quotidianamente. Con il banking sempre più online, l’esperienza complessiva di gestione del servizio clienti e le commissioni addebitate diventano più importanti. JP Morgan Chase si colloca ai primi posti tra i suoi clienti per il riconoscimento del marchio e la fiducia netta, e la banca è anche in cima alla nostra lista come la più grande banca d’America.

Quale banca è in tutti i 50 stati? 

JPMorgan Chase è la più vicina ad avere filiali in tutti i 50 stati. Non esiste una banca che abbia filiali in ogni stato, ma Chase ha sedi in tutti i 48 stati inferiori, escluse solo Alaska e Hawaii. Tuttavia, Wells Fargo ha più filiali. Tieni presente che con la popolarità dell’online banking, potresti non aver bisogno di una sede fisica per utilizzare la banca di tua scelta.

Qual è la migliore banca con cui fare banca? 

La migliore banca in cui depositare i propri soldi e creare un rapporto bancario è una scelta personale. Ogni banca sulla nostra lista è abbastanza grande da proteggere i tuoi beni e tutte hanno filiali in almeno metà del paese. La scelta del conto bancario o dell’opportunità di prestito giusti potrebbe essere il fattore di differenziazione tra queste banche. Ad esempio, puoi scegliere la banca che ti offre le tariffe migliori.

Suggerimenti per la scelta di un conto bancario

  • I tuoi conti correnti, di risparmio e altri conti bancari possono svolgere un ruolo importante nel tuo piano finanziario complessivo.
  • Se le commissioni della tua banca locale sembrano elevate, valuta la possibilità di provare una banca nazionale che offra conti online o una banca online che non abbia filiali fisiche.

Fonte: Federal Reserve

BANCHE MIGLIORI ITALIANE:

Classifica Banche Italiane CET1

Le migliori Banche Italiane per sicurezza, determinata dal CET 1 Ratio più alto
Nome Banca CET1 Ratio
Finecobank 20,8%
Banca Mediolanum 20,7%
Icrea Banca 19,2%
BCC Roma18,96%
Banca Sella 18,63%
BFF Bank 16,90%
Banca Generali 16,30%
Fideuram 15,8%
Monte dei Paschi di Siena 15,6%
Popolare di Sondrio15,4%
Banca Ifis 15,1 %
Banca Desio 15,1%
Unicredit 14,9%
ING Group 14,5%
Mediobanca14,0%
Credem 13,72%
Intesa Sanpaolo 13,5%
Banco BPM 13,3%
Banca Sistema 12,6%
BPER 14,0%
Banca Ifis
IFF
15,21%

Banca Migliore Dove Aprire un Conto Corrente Titoli

Di seguito la Classifica dei migliori CONTI CORRENTI TITOLI che servono anche ad investire, classifica fatta in base a questi parametri.
Pos.BancaOpinioni
Clienti
CET1 RATIOUsab.Voto
1Fineco10/1020% 109,5/10
2MPS

9/1016,9% 08/10
3Intesa San Paolo 7/1013,5% 77,5/10
4Unicredit8/1014,9% 77,5/10
5Webank ( Banco BPM) 8/1013,50% 7,57,5/10
6Conto You, Banco BPM8/1013,83% 7,57,5/10
7 Banca Sella 7,5/10 18,36% 8,5 7,5/10

 

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.