Azioni da Comprare in Caso di Recessione prima di Natale

È passato più di un decennio dall’ultima recessione statunitense. Quel lungo periodo di crescita ininterrotta è stato ottimo per gli investitori, ma molte persone sono preoccupate che possa volgere al termine.

Se entriamo in una nuova recessione, è probabile che molti dei migliori outperformer di oggi non saranno più performanti. Ma quali titoli puoi acquistare per preparare il tuo portafoglio per una recessione? Questo mese potresti prendere in considerazione la partecipazione a Waste Management ( NYSE: WM ) , Royal Dutch Shell ( NYSE: RDS-A ) ( NYSE: RDS-B ) e Brookfield Infrastructure Partners ( NYSE: BIP ) . Ecco perché questi sembrano buoni acquisti in questo momento.

Le uniche cose certe nella vita

Le uniche cose certe nella vita, dicono alcune persone, sono la morte e le tasse. Ma probabilmente puoi aggiungere il cestino come terzo elemento in quell’elenco. Finché le persone usano, beh, qualsiasi cosa, dovranno buttare via qualcosa, che si tratti di imballaggi, materiali di consumo o qualunque cosa quella cosa sia stata sul retro del frigorifero che ora è diventata immangiabile. E con una popolazione in crescita, cresce anche la quantità di rifiuti che produciamo.

Tutta quella spazzatura deve essere portata via e messa da qualche parte, ed è qui che entra in gioco la gestione dei rifiuti. Essendo il più grande trasportatore di rifiuti e operatore di discarica in Nord America, la gestione dei rifiuti è responsabile della raccolta di rifiuti per i comuni di tutto il paese.

Correlati >> Dove Investire nel 2020

Azioni da Comprare in Caso di Recessione prima di Natale

3 requisiti che rendono un’azienda resistente ad una recessione

  1. È un servizio necessario. Non importa quanto sia brutta l’economia, non puoi avere la spazzatura che si accumula per le strade.
  2. È in gran parte regolato da contratti di assistenza a lungo termine e la stragrande maggioranza dei clienti tende a rimanere fedele al proprio fornitore di rifiuti esistente. L’abbandono dei clienti per la gestione dei rifiuti nell’ultimo trimestre, ad esempio, è stato solo del 9,8%, e questo è alto per l’azienda.
  3. Aprirne una simile ha enormi ostacoli . A causa dell’enorme quantità di infrastrutture necessarie – per non parlare della burocrazia necessaria – per aprire una discarica, il fossato competitivo è piuttosto ampio.

Un paio di recenti riduzioni del prezzo delle azioni hanno ridotto il rapporto prezzo / utili di Waste Management a 27,5. È un po ‘più alto di quanto mi piacerebbe, ma è ancora inferiore a 30, il livello a cui penso che le azioni sarebbero sopravvalutate. Ricorda, i timori di recessione sono in circolazione ormai da anni e molti investitori sono già entrati nel mercato della gestione dei rifiuti . Con il prezzo a una valutazione accettabile, potresti considerare di fare lo stesso questo mese.

E’ già successo prima

Se vuoi sapere come è probabile che un’azienda gestisca una recessione, puoi sempre vedere com’è andata durante la recessione passata. Per quanto riguarda il maggiore Royal Dutch Shell, tuttavia, possiamo vedere un esempio più recente: come è andata la compagnia durante la flessione del prezzo del petrolio nel 2014-2017.

Durante quel crollo prolungato, il prezzo delle azioni di Shell ha subito un colpo – e, a dire il vero, non è mai stato completamente recuperato – ma ciò che è più importante è stato il modo in cui il management di Shell ha reagito al problema. In primo luogo, ha implementato importanti iniziative di riduzione dei costi per aiutarlo a fare soldi nella “nuova normalità” della riduzione dei prezzi del petrolio. Tali misure sono ancora in atto oggi e aiuterebbero Shell a superare un potenziale calo dei prezzi del petrolio legato alla recessione.

Secondo – e probabilmente ancora più importante – Shell non ha tagliato il dividendo durante la recessione come molte altre compagnie petrolifere. Di conseguenza, l’attuale rendimento dell’azienda del 6,3% è il più alto tra le major petrolifere. Meglio ancora, un recente calo dei prezzi offre un’opportunità di acquisto. Le azioni che pagano dividendi con un buon track record di non tagliare quei dividendi in periodi di crisi sono scelte eccellenti durante un rallentamento economico, e quindi Shell dovrebbe essere nella tua lista di potenziali azioni pronte per la recessione per acquistare ora.

Il vero segreto è investire in servizi essenziali

Il servizio di spazzatura è ancora essenziale durante una recessione, così come il petrolio e il gas per il trasporto e il riscaldamento. Ma ci sono molti altri servizi essenziali – elettricità, strade, porti, telecomunicazioni – che andranno ancora bene anche in caso di recessione. Fortunatamente, gli investitori nella società in accomandita semplice (MLP) Brookfield Infrastructure Partners aggiungeranno tutti questi settori al proprio portafoglio in un colpo solo, grazie alla raccolta diversificata di attività della società .

Guidati dal team competente di Brookfield Asset Management ( NYSE: BAM ) , Brookfield Infrastructure Partners possiede risorse infrastrutturali in tutto il mondo. Meglio ancora, la stragrande maggioranza di tali attività genera un flusso di cassa affidabile, sia a causa di contratti a lungo termine o regolamentazione. Il management ha recentemente implementato una nuova politica di vendita di attività con performance inferiori a quelle più interessanti, anziché utilizzare il debito per finanziare tali acquisizioni.

Come la gestione dei rifiuti, le unità di Brookfield sono state in lacrime negli ultimi tempi, probabilmente in parte grazie ai timori di una recessione, quindi il suo rapporto tra valore aziendale ed EBITDA – una buona metrica per la valutazione degli investimenti in infrastrutture perché elimina l’ammortamento – è, a 13.2, verso l’estremità superiore dell’intervallo di cinque anni. Tuttavia, non ci sono dubbi sul fatto che Brookfield sia un eccellente titolo pronto per la recessione, quindi gli investitori interessati potrebbero voler acquistare ora anche se non è un affare urlante.

Bisogna pensare in modo diverso

Quando investi con una potenziale recessione in mente, le metriche standard come potenziale di crescita e valore sono ancora importanti, ma devi anche considerare cose come quanto sono essenziali i servizi di un’azienda, quanto è stabile il suo flusso di reddito e quanto è probabile prendere decisioni commerciali a beneficio degli azionisti a lungo termine.

Waste Management, Royal Dutch Shell e Brookfield Infrastructure Partners  hanno tutte queste caratteristiche di cui abbiamo parlato sopra e quindi si possono prendere in considerazione come titoli azionari su cui investire questo mese.

Correlati >>> Titoli azionari del momento

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *