Dividendo Intesa Sanpaolo 2018: conviene comprare le azioni?

Ecco il dividendo delle azioni Intesa Sanpaolo, vediamo se conviene investire in questo titolo.

Le azioni della Banca Intesa Sanpaolo daranno un buon dividendo per questo 2018, un motivo in più per rendere questo titolo appetibile agli occhi degli investitori, oggi andremo a vedere il dividendo per le azioni ordinarie e il dividendo per le azioni di risparmio, se conviene comprare Intesa Sanpaolo rispetto al suo andamento borsistico e agli utili fatti.

Il dividendo Intesa Sanpaolo 2018, visto che la banca ha fatto un buon risultato nel 2017, sarà di 0,203 per le azioni ordinarie e di 0,214 euro per le azioni di risparmio.

Si tratta di un dividendo per azione di tutto rispetto, se comparato con altri titoli di aziende italiane, anchese va ricordato che il 2017 è stato l’anno d’oro della Borsa italiana.

Dividendo 2018 migliore dell’anno precedente

Questo significa che si tratta di un dividendo di utili maggiore rispetto l’anno precedente.

L’AD Carlo Messina lo aveva annunciato già poche settimane fa, parlando con la stampa che la Banca Intesa era riuscita a prevenire la grande crisi del sistema creditizio italiano, che l’ha solo in parte sfiorata.

Banca Intesa non aveva la quantità di NPL presenti nelle altre banche e per questo si è ‘tirata fuori’ dalla grande crisi che ha colpito le banche italiane nel 2016.

Dividendo Intesa Sanpaolo 2018: conviene comprare le azioni?

Dividendo Intesa Sanpaolo 2018

Si parla di 342 miliardi euro di dividendi per gli azionisti di Banca Intesa Sanpaolo, cioè un dividend yield del 6,6% per le azioni ordinarie e del 7,2% sulle azioni di risparmio, una quota del tutto rispettabile, insomma.

Investire nella Banca Intesa Sanpaolo conviene?

Investire in questa banca quindi, rimane uno degli investimenti più interessanti da fare in questo 2018 e probabilmente anche nell’ottica di un investimento futuro.

Si tratta di una Banca con dei dati fondamentali molto solidi, che – come dicevamo – ha superato la crisi che ha visto coinvolti tanti istituti di credito italiani proprio per una gestione molto attenta delle sue risorse.

Per scoprire altri dividendi del 2018 vai QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *