Azioni ENI: Crescita dopo Vaccino Covid19?

Le azioni ENI ( BIT: ENI )crescono di oltre il 7% nonostante il calo degli utili del terzo trimestre

Eni SpA E ha registrato una perdita rettificata per il terzo trimestre 2020 dalle operazioni continue di 10 centesimi di $ per ricevuta di deposito americana (ADR) rispetto all’utile del trimestre di un anno fa di 49 centesimi.

I ricavi totali nel trimestre sono stati pari a $ 12.296 milioni, in calo rispetto a $ 18.858 milioni di un anno fa.

I deboli risultati trimestrali possono essere imputati a volumi di produzione inferiori e prezzi medi realizzati di liquidi e gas naturale. Il negativo è stato però parzialmente compensato dalla marginale ripresa dei consumi al dettaglio.

Nonostante i risultati più deboli, il prezzo delle azioni del colosso energetico italiano è aumentato di oltre il 7% dall’annuncio degli utili del 28 ottobre. È probabile che gli investitori abbiano acclamato l’attenzione del gigante dell’energia per espandere il proprio business dell’energia verde.

Azioni ENI: l’annuncio di un vaccino imminente ha cambiato tutto

L’annuncio di un vaccino contro il Covid19 ha cambiato tutto nel mondo dei mercati finanziari.
Le azioni ENI che avevano perso gran parte del loro valore quasi 10 euro su 15 di valore rispetto l’anno scorso sembrano riprendersi molto velocemente.
La ripresa di questo tipo di azioni industriali e petrolifere era molto legata all’annuncio di una cura o di un vaccino o comunque di una soluzione alla pandemia globale ed in effetti azioni come queste di ENI o Leonardo ( BIT: LDO ), ampiamente deprezzate da questa crisi potrebbero rivelarsi un buon investimento nel lungo periodo
Azioni ENI: Crescita dopo Vaccino Covid19?
Sopra: Prezzo azioni ENI dopo l’annuncio del Vaccino Covid19

 

Prestazioni operative

L’azienda opera attraverso quattro segmenti di business: Exploration & Production, Global Gas & LNG Portfolio, Refining & Marketing and Chemicals ed EGL, Power, Renewables.

Esplorazione e produzione

La produzione totale di petrolio e gas nel terzo trimestre è stata di 1.701 mila barili di petrolio equivalente al giorno, in calo del 10% anno su anno.

La produzione di liquidi è stata di 817 mila barili al giorno (MBbl / d), in calo del 9% rispetto al livello di 893 MBbl / d di un anno fa. Inoltre, la produzione di gas naturale è scesa del 13% anno su anno a 4.694 milioni di piedi cubi al giorno.

Il prezzo medio realizzato dei liquidi è stato di $ 39,64 al barile, in calo del 30% rispetto a $ 56,90 riportato un anno fa. Inoltre, il prezzo del gas naturale realizzato è stato di 3,44 dollari per mille piedi cubi, in calo del 23% rispetto ai 4,49 dollari di un anno fa.

Le minori realizzazioni dei prezzi medi dei liquidi e del gas naturale insieme a un calo dei volumi di produzione di idrocarburi hanno danneggiato il segmento Exploration & Production dell’azienda. Il segmento ha registrato un utile di 515 milioni di euro, in calo rispetto ai 2.141 milioni di euro registrati nel trimestre di settembre 2019.

Portafoglio globale di gas e GNL

Le vendite mondiali di gas naturale della società nel trimestre di settembre sono state registrate a 15,98 miliardi di metri cubi (bcm), in calo del 5% anno su anno.

In particolare, il segmento di attività Global Gas & LNG Portfolio di Global Gas & LNG ha registrato utili operativi rettificati di 64 milioni di euro, che rappresentano un calo del 7% anno su anno. La sottoperformance è dovuta al contesto di negoziazione sfavorevole di gas e GNL.

Raffinazione e marketing e prodotti chimici

Nel trimestre di settembre, la produzione totale della raffineria è stata registrata a 6,11 milioni di tonnellate (mmtonnellate), in calo del 21% anno su anno. Inoltre, le vendite all’ingrosso di Eni in Europa sono diminuite del 22% anno su anno a 2,21 milioni di tonnellate. Tuttavia, le vendite di prodotti petrolchimici sono aumentate dell’1% anno su anno a 1,10 milioni di tonnellate nel terzo trimestre del 2020.

In particolare, nel trimestre in esame, il segmento ha registrato un utile rettificato di 21 milioni di euro, in calo dell’86% anno su anno principalmente a causa della minore produzione di raffinerie in Italia.

EGL, Energia, Rinnovabili

Le vendite di gas al dettaglio, gestite da Eni gas e luce (EGL), sono diminuite dell’11% anno su anno a 0,66 miliardi di metri cubi, rappresentando la recessione economica indotta dalla pandemia, parzialmente annullata dalla ripresa marginale dei consumi al dettaglio. Tuttavia, le vendite di energia al dettaglio sono migliorate del 12% su base annua, grazie a una base crescente di clienti al dettaglio. In particolare, EGL è una società di vendita al dettaglio di energia controllata interamente da Eni.

Le vendite di energia sul mercato aperto, nell’ambito del business Energia e energie rinnovabili, sono diminuite del 10% anno su anno a causa della flessione delle attività economiche.

Complessivamente, dalla business unit EGL, Power, Renewables, la società ha registrato un utile di 57 milioni di euro, che riflette un massiccio miglioramento del 280% anno su anno.

Finanziari

Al 30 settembre Eni aveva un debito a lungo termine di 23.156 milioni di euro e disponibilità liquide per 6.879 milioni di euro. Il suo debito verso la capitalizzazione era del 42,8%.

Nel trimestre in esame la liquidità netta generata dalle attività operative è stata pari a 1.456 milioni di euro. Gli investimenti tecnici sono stati pari a 889 milioni di euro.

prospettiva

Per il 2020, la società prevede di ottimizzare gli investimenti e ottimizzare i costi rispettivamente di 2,6 miliardi di euro e 1,4 miliardi di euro. Il gigante dell’energia intende inoltre ridurre gli investimenti di capitale di 2,4 miliardi di euro nel 2021. È importante sottolineare che l’azienda intende investire un totale di 800 milioni di euro di capitale aggiuntivo nel 2022-2023 principalmente in bioraffinerie e energie rinnovabili.

Eni, tuttavia, ha ribadito la sua proiezione di produzione per il 2020 a 1,72-1,74 MBoE / D

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *