Come Fare Trading Online: Consigli e Scelte – GUIDA per Iniziare

Anche se molti italiani hanno un conto in banca online che offre servizi di trading, non tutti li utilizzano, né sa come fare trading online.

Il trading online è la negoziazione digitale di titoli finanziari, che permette di ottenere guadagni grazie alle oscillazioni di mercato. Con la presenza di un intermediario finanziario digitale, è possibile avere elevati introiti in un tempo ristretto, bisogna considerare però sempre dei rischi. Anche molte persone che investono in borsa utilizzano questo meccanismo. Ma come fare trading online in modo redditizio? E’ possibile guadagnare riducendo i rischi?

Cos’è il trading online?

Per trading online si intende un’attività di investimento sui titoli finanziari che avviene direttamente su internet con tempistiche particolarmente ristrette. E’ un servizio che viene messo a disposizione da società finanziarie private, dette broker online o intermediari finanziari digitali, o anche diversi istituti di credito, in modo totalmente legale e nel rispetto della legge.

Attraverso un tool specifico, è possibile direttamente da computer o cellulare monitorare l’andamento di numerosi titoli azionari sulle borse italiane e internazionali e non solo, permettendo di acquistarne o venderne nel giro di pochi secondi a seconda delle loro quote. Il guadagno delle società di intermediazione sta nelle commissioni di acquisto e vendita.

Il trading online si basa sul CFD (contratto per differenza): gli investitori guadagnano dalle differenze tra prezzi di acquisto e prezzi di vendita di differenti asset, che possono essere:

Come nelle tradizionali negoziazioni borsistiche, il mercato è solitamente imprevedibile e può avere anche brusche oscillazioni.

Come Fare Trading Online: Consigli e Scelte - GUIDA per Iniziare

Fattori di rischio nel trading online, come affrontarli?

Non è possibile considerare il trading online come una sicura fonte di guadagno, in quanto è sempre doveroso calcolare le potenziali perdite. Proprio a causa delle oscillazioni dei mercati è necessaria una certa costanza nel controllo e negli investimenti, cercando non solo di acquistare a prezzi ridotti o vendere quando questi salgono, bensì di calcolare e ridurre al minimo i rischi: il crollo di un valore può far perdere fino al 90% della somma investita su un determinato asset. bisogna essere preparati, ci sono molte cose da sapere prima di iniziare, cerchiamo di riassumerle

I rischi e gli errori principali possono essere in merito a:

  • Broker, legati alla piattaforma scelta per effettuare tale investimento, che può talvolta essere inaffidabile, non autorizzata o non conforme alla MiFID (Markets in Financial Instruments Directive), la direttiva europea del 2006 sui mercati finanziari
  • Investitore, legati a insicurezza, mancanza di determinatezza, poca propensione al rischio, paure varie e psicologia in generale, così come distrazioni esterne all’attività o mancanza di studio
  • Mercato, legati all’oscillazione dei valori di mercato, riducibili attuando strategie o evitando di distribuire grosse somme di denaro su asset potenzialmente inaffidabili o troppo diversificati tra loro

L’obiettivo principale del trading online è quello di massimizzare i guadagni riducendo al minimo le perdite. Non esistono servizi che permettano di investire in modo gratuito e senza perdite, il rischio zero non esiste, l’investitore può però cimentarsi in:

  • Studio di manuali o saggistica sull’argomento
  • Consultazione di mercati in tv o su internet
  • Analisi di casi
  • Pratica con versioni demo e simulatori online

I propri movimenti hanno infatti decisamente poco a che fare con il caso o la fortuna, è bensì richiesta una certa capacità matematica oltre ad una strategia precisa. In caso di successo o fallimento è necessario prendere responsabilità, attribuendo entrambi i casi alle proprie azioni. Solo con queste modalità si può prendere maggiore dimestichezza con gli strumenti del mestiere e capire come fare trading online in modo più professionale, come se si stesse già facendo esperienza sul campo.

Come iniziare a fare trading online? Lo studio

I primi passi nell’ambiente del trading online sono come in tanti casi quelli decisivi: prima di aprire un conto di trading il futuro investitore deve capire quali sono i suoi obiettivi ed il suo profilo di rischio, nonché quanto denaro vuole investire.

Tuttavia, il primo passo da affrontare è senza dubbio lo studio: capire le basi del trading può richiedere molto tempo, anche nell’ordine di mesi, al fine di apprendere in modo ottimale le dinamiche di mercato, che non sono mai state una scienza perfetta.

Leggere libri

Per iniziare a scoprire come fare trading online occorre conoscere le basi del settore, ossia argomenti da studiare a fondo e con la massima attenzione, al fine di capire le logiche di mercato, i motivi di influenzamento e oscillazione dei prezzi o riuscire a interpretare i dati. Nonostante tanti tutorial, guide, video e informazioni online, la lettura di libri sul tema è una soluzione più adatta.

Questo perchè, a seconda del proprio livello di conoscenza e/o esperienza, un libro può essere oltremodo più dettagliato e ricco di informazioni rispetto ad un video, un articolo di blog o un’infografica, poiché da’ maggiore spazio anche a casi di studio, analisi, esempi e strategie da applicare, che variano molto spesso da caso a caso; come già detto e risaputo, né il marketing né le sue dinamiche sono mai state scienze perfette.

Un libro può essere inoltre un ottimo spunto per scoprire nuove tattiche, da applicare in primo luogo alle sperimentazioni. In ogni caso, esistono centinaia di libri in merito, divisi per scuole di pensiero o livello di esperienza, può di conseguenza diventare difficile scegliere quello più adatto alle proprie evenienze. Il libro Annuario del Trading Online Italiano è un grande volume che comprende tutte le risorse del mercato in modo chiaro e annualmente aggiornato, spiegando dinamiche varie, tecniche analizzate, caratteristiche di broker e piattaforme e consigli per la formazione.

Fare simulazioni

La teoria è sicuramente importante, ma la pratica e la sperimentazione lo sono ancora di più: proprio per questo esistono le demo ed i simulatori, che permettono di effettuare prove e sperimentare tattiche senza investire alcun soldo, senza di conseguenza avere perdite, ma valutando eventuali rischi e cambiare tattica qualora le cose vadano in modo non desiderato.

Fare le simulazioni non è in ogni caso una mossa solo per neofiti del settore, bensì anche per esperti: sono decisamente utili per imparare quello che potrebbe diventare un mestiere, ma anche per migliorare la propria tecnica, provando e sperimentando anche prima di negoziazioni semplici o particolarmente delicate, o a semplice scopo cautelativo.

Frequentare corsi

Solitamente chi è alle prime armi si ritrova a scegliere dei corsi di formazione in merito al trading. Al giorno d’oggi è possibile reperire molti corsi gratuiti, con il problema però che la qualità non sia eccellente. E’ sempre consigliato scegliere corsi offerti dai broker di fiducia, come ad esempio quelli di Fineco.

Se si ha denaro da investire, si può inoltre pensare a corsi a pagamento. Il prezzo varia in base a:

  • Quantità e qualità di contenuti
  • Durata
  • Fama e bravura di relatori e insegnanti

Tali corsi possono essere:

  • In aula, nell’ubicazione della società che eroga il corso, dalle durate variabili e con lezioni che alternano teoria e pratica
  • Online (o webinar), direttamente da remoto con una classe virtuale, attraverso videoconferenza, con la possibilità di accedere ad un’area riservata ai corsisti e ricevere periodicamente materiale didattico via e-mail

Anche in questo caso, i corsi sono suddivisi per livello di difficoltà ed esperienza, sono quindi un notevole vantaggio per chi sta studiando le basi o è già esperto. Rispetto allo studio da autodidatta su siti o da libri, i corsi danno la possibilità di:

  • Avere lezioni organizzate su misura
  • Organizzare un piano di studi mirato
  • Chiarire ogni dubbio direttamente durante la lezione con sessioni di domande e risposte
  • Avere un insegnante o tutor sempre pronto a seguire i progressi individuali
  • Fare pratica guidata così da capire eventuali errori e correggere subito la propria tecnica
  • Avere materiale didattico a disposizione sempre consultabile

Che siano in aula o online, ulteriore vantaggio dei corsi rispetto all’attività da autodidatta è fare networking stringendo contatti con altri corsisti, così da scambiare consigli e mantenere rapporti al fine professionale.

fare trading
Chi non vorrebbe un lavoro così?

Come iniziare a fare trading online? La pratica

Dopo le simulazioni, primo banco di prova per le attività acquisite o in corso d’acquisizione, bisogna capire in quale ambiente mercatistico operare. Facendo chiarezza sui propri obiettivi e profilo di rischio, è buona regola non investire oltre il 10% delle liquidità finanziarie disponibili, indipendentemente dall’asset che verrà scelto per negoziare. Le procedure di acquisto e vendita hanno la durata di pochi secondi.

Titoli azionari

In modo del tutto simile all’investimento in borsa tradizionale, l’investitore acquista e vende azioni di un determinato marchio o società. Differentemente però, mentre nel mercato offline di questa si acquisisce una piccola percentuale, nel trading online le azioni sono un mezzo per guadagnare sul CFD, ossia la differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita: essendo le oscillazioni di mercato particolarmente veloci, è opportuno capire bene le tempistiche, così da vendere le azioni acquistate prima di eventuali perdite di valore, mantenendo un margine di guadagno.

Indici azionari

E’ possibile fare trading anche sugli indici azionari: si punta sull’intero paniere azionario anziché sul singolo titolo, e per questo è un tipo di investimento online a rischio minore poiché non richiede aggiornamento continuo ma si possono fissare delle tempistiche d’intervento. In questo modo si può investire anche sugli ETF (Exchange-Traded Fund), ossia quei panieri internazionali collegati a interi settori aziendali, come l’automotive, le nuove tecnologie o l’immobiliare, oppure ad un’intera borsa nazionale.

Nell’ultimo caso, per permettere un’attività ottimale è richiesto però di conoscere le prospettive di crescita del paese di riferimento (tutti gli indici giovano della crescita economica della loro nazione). Anche l’ETF è scambiato sul normale mercato azionario, quindi acquistabile e vendibile durante gli orari di apertura delle quotazioni.

Forex

Contrazione di Foreign Exchange Market, è il mercato incentrato sullo scambio di valute internazionali. E’ l’ambiente del trading online con la maggiore liquidità al mondo, ma le sue negoziazioni hanno un elevato tasso di rischio, che dipende sostanzialmente da:

  • Elevata e veloce volatilità del mercato
  • Influenza dei tassi di cambio tra valute
  • Uso della leva finanziaria (o rapporto di indebitamento), con cui si possono muovere somme molto più alte di quelle disponibili

Le valute vengono scambiate sempre a coppie e anche in questo caso l’investimento è determinato dal CFD, che decreterà il guadagno o la perdita dell’investitore. Sia in caso di acquisto che di vendita, si investe anche sui rapporti delle valute in ribasso.

Materie prime

Con la negoziazione sulle principali materie prime sul pianeta l’investitore non possederà mai la materia prima su cui sta investendo, avrà però i suoi ricavi (o perdite) dalle variazioni di valore. Anche in questo caso può essere presente un largo uso della leva finanziaria. I principali investimenti si effettuano su:

Anche la negoziazione sulle materie prime richiede particolare attenzione ed è riservata principalmente a investitori esperti poiché ad alto tasso di rischio. E’ inoltre necessario conoscere la situazione geografica e politica di una determinata zona del mondo, in quanto i valori effettivi delle materie prime possono variare frequentemente a causa di criticità diplomatiche.

Conclusioni

La negoziazione con il trading online è a conti fatti accessibile a tutti nonché un’opportunità per avere guadagni considerevoli, è però necessario acquisire basi e particolare dimestichezza prima di cimentarsi in un investimento, che sia a breve o a lungo termine, nonché essere consapevoli della presenza di rischi. E’ infatti sempre opportuno:

  • Determinare obiettivi e profilo di rischio
  • Studiare e formarsi dalle basi, con libri, corsi o guide online affidabili
  • Seguire gli andamenti e le statistiche
  • Fare pratica e simulazioni
  • Avere determinatezza
  • Non investire cifre particolarmente elevate della propria liquidità
  • Non investire in mercati non in linea con il proprio profilo di rischio
  • Continuare a studiare e fare simulazioni

Determinare l’entità delle proprie negoziazioni è un punto di partenza, bisogna infatti capire se si tratta di un investimento sporadico o il percorso verso una vera e propria professione. In entrambi i casi lo studio ed il continuo aggiornamento sui mercati, sulle situazioni geo-politiche delle nazioni e le simulazioni diventano fondamentali, così da capire come fare trading online in modo più performante e, quando possibile, ridurre i rischi.

 

CORRELATE >>> High-Frequency Trading, Cos’è e Come Funziona il HFT iCome si Compreranno e venderanno titoli in futuroIl Migliore Trader del Mondo

 

REGOLE BASE PER INIZIARE A FARE TRADING ONLINE SU AZIONI:

In questo video di Poste Italiane un esperto trader ci spiega quali sono le principali regole da seguire per iniziare a tradare sulle azioni, cioè lo strumento per eccellenza quando si parla di investimenti.

Trading Online Cosa Fare e Cosa Sapere per iniziare:

 

Broker più affidabili

Qual’è il migliore conto demo gratuito per iniziare 

Quanti soldi servono per iniziare

Occhio alle TRUFFE

Perchè fare pratica con un conto demo online

BANCOPOSTA opinioni e recensione

FINECO

PLUS 500 recensione e opinioni

IQ Option

eTORO opinioni e recensione del Broker Online

Trade com opinioni e recensione del Broker Online

Avatrade opinioni e recensione del Broker Online

24 Option opinioni e recensione

TRADEO

Alvexo Broker Online

Easyautotrading

FXGlobe opinioni del Broker 

Cosa sono i Futures 

 

Strategie per fare Trading

Quanti soldi servono per iniziare

Stop Loss: come proteggere i Nostri investimenti  

Il migliore Trader italiano

Quando comprare le azioni

Quando vendere le azioni

Orari di apertura delle Borse Valori 

Rimbalzo del Gatto Morto 

Sell-Off 

Mercato Ribassista – Orso 

Errori del Trader Principiante da evitare 

Migliori titoli azionari da comprare

Investimenti azionari migliori per il 2019

Previsioni mercati finanziari 2019

Azioni ad Alto rendimento

Titoli di aziende europee

Quando si vendono le azioni 

Come comprare azioni 

Quando comprare al rialzo

BUY di oggi  

Investimenti sicuri in azioni

Azionariato su cui investire in questi ultimi 12 mesi 

Energia Eolica 

Energia Rinnovabile

Previsioni mercati finanziari ed economia cinese

Titoli più interessanti alla Borsa di Milano

Poste italiane un investimento conveniente?

Titoli azionari migliori questo periodo

Come e dove comprare titoli azionari online

Come comprare titoli 

Cose da sapere prima di comprare azioni

Migliori titoli azionari del momento 

Titoli molto redditizi da tenere per decenni

Titoli o criptovalute?

Azionari in crescita

Azionariato da comprare a Marzo 

Migliori titoli da comprare secondo Goldman Sachs 

Titoli azionari con dividendo mensile 

Titoli da tenere 50 anni

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *