InvestiRE SGR, opinioni, è affidabile? Recensione e opinioni

Il mercato immobiliare è da sempre soggetto a forti oscillazioni, dovute alla situazione economica e macro-economica generale. Un comparto che vede storicamente lauti investimenti su quello che secondo gli italiani è il bene più importante per il futuro. Oggi parleremo del campo immobiliare con InvestiRE SGR, scoprendone storia, profilo societario e valutandone l’affidabilità.

Specializzata nel valorizzare portafogli immobiliari, vanta un imponente patrimonio ed è uno dei punti di riferimento per gli investitori istituzionali, offrendo un’ampia gamma di fondi inerenti al settore. Conoscendo dettagliatamente la società e il suo operato occorre capire, InvestiRE SGR è affidabile?

InvestiRE SGR, opinioni, è affidabile?
InvestiRE SGR, opinioni, è affidabile?

Cos’è InvestiRE SGR e di cosa si occupa?

Fondata nel 2002 a Roma, InvestiRE SGR S.p.A. è una società di risparmio gestione immobiliare, con portafoglio dislocato su tutto il territorio nazionale. Il suo nome è la contrazione di Investire e RE, acronimo di Real Estate. Le sedi principali sono a Roma e Milano e il suo amministratore è Dario Valentino, che precedentemente ha ricoperto ruoli di tesoreria in Cariverona e Microcredito Centrale. E’ partecipata al 59,2% da Banca Finnat. (ISIN IT0000088853 )

In origine la società era chiamata Investire Immobiliare SGR, operando all’interno del Gruppo Banca Finnat nella valorizzazione di portafogli immobiliari; acquisirà l’attuale denominazione a fine 2014 con la fusione per incorporazione con le SGR italiane Beni Stabili Gestioni e Polaris.

Arricchendo le sue attività nel tempo, il suo portafoglio è composto principalmente da investimenti a lungo termine suddivisi in:

  • 47% immobili commerciali e uffici
  • 30% immobili residenziali
  • 10% mercato retail
  • 13% altro, tra cui
    • Fabbricati rurali e terreni
    • Accoglienza alberghiera
    • Progetti di sviluppo d’edilizia sociale
    • Edifici per destinazioni speciali
    • Rigenerazione urbana
    • Valorizzazione asset debitori e NPL

Mantenendo anche strategie di rotazione portafoglio, cede alcuni asset italiani a investitori immobiliari esteri.

Anticipando i trend del mercato immobiliare, alla clientela offre una vasta serie di prodotti di gestione investimento e servizi specialistici, con importanti risultati nello sviluppo immobiliare, occupandosi di asset di gestione sia pubblica che privata. Adottando manovre differenti per ogni unità business, mostra un approccio orientato all’investitore, selezionando strutture operative ottimali per ogni fondo e sviluppando offerte flessibili e personalizzate.

Suoi oltre 52 fondi immobiliari aperti al pubblico o rivolti a operatori professionali, di cui il più importante è Immobilium 2001, mirato al retail, dalla durata minima di 15 anni e patrimonio di 150 milioni di euro. Gestendo un patrimonio totale di oltre 7 miliardi di euro, vanta un fatturato di 21,6 milioni di euro.

Notizie importanti su InvestiRE SGR

A marzo 2022 InvestiRE SGR si aggiudica col fondo Project Dream un portafoglio di 25 immobili residenziali a Milano, dismessi dalla Fondazione Enpam, per un prezzo complessivo di 300 milioni di euro.

Ad aprile 2022 sottoscrive la cessione del complesso immobiliare Arcadia Center di Milano, progetto sostenibile mirato alla rigenerazione urbana precedentemente incluso nel fondo Immobilium 2001, per un prezzo complessivo di 35,7 milioni di euro; DILS e BNP-Paribas Real Estate Advisory hanno fornito consulenza per la vendita.

Nello stesso mese il suo spazio Spin Time a Roma ospita uno studio di registrazione, nonostante l’occupazione dell’immobile dal 2012 e la gestione di InvestiRE SGR per conto del Fondo Immobili Pubblici.

A maggio 2022 perfeziona col suo fondo Pegasus la vendita a Quinta Capital SGR del Business Park di Cassina de Pecchi a Milano, polo aziendale di circa 42.000 m2 che ospita 17 multinazionali; JLL ha fornito consulenza per la vendita.

Ad agosto 2022 viene assistita dallo studio legale Di Tanno Associati nel lancio del nuovo fondo chiuso Real Estate Club 1, dalla durata di 5 anni e con quote collocate in Banca Finnat; il primo investimento è il fabbricato di Piazza Missori 2 a Milano, da oltre 4.000 m2, proprietà del Fondo Mediolanum Real Estate.

A ottobre 2022 porta avanti un progetto di rigenerazione urbana a Milano su 200 fabbricati in social housing, dismessi della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, assieme a Fondo Investire per l’Abitare e Fondazione Cariplo; con superficie di oltre 10.000 m2 residenziali e 3.000 m2 commerciali, l’intervento avrà un valore di 40 milioni di euro.

Nello stesso mese avvia un progetto di rigenerazione urbana per l’ex caserma dei carabinieri Sant’Eufemia a Modena, grazie al suo Fondo Emilia-Romagna Social Housing, riqualificandola in convitto universitario per studenti, ricercatori e dottorandi fuorisede; l’investimento ammonta a 10 milioni di euro.

A dicembre 2022 viene individuata da Reale Immobili per la gestione di un complesso di nove fabbricati di tipo prevalentemente terziario, di cui otto Milano e uno a Torino, con una superficie di circa 68.000 m2; il nuovo fondo si chiamerà Monviso e avrà un controvalore di 230 milioni di euro.

Conviene InvestiRE SGR , è affidabile? Le Nostre considerazioni finali

Secondo analisi Economia-italia.com, a marzo 2023 InvestiRE SGR detiene 673 fabbricati residenziali su tutto il territorio nazionale, di cui circa il 50% ubicati a Roma, seguito da Torino, Firenze, Napoli, Milano e Cosenza.

Una realtà che dai primi ‘2010 è divenuta protagonista del panorama immobiliare nazionale con la gestione di fondi settoriali, specialmente dedicati al social housing, per creare valore sociale e portare avanti importanti operazioni di rigenerazione urbana.

Fabbricati e complessi dismessi e degradati nei centri città sono stati e continuano a essere oggetto di riqualificazione, con la nascita di nuove comunità, cosa che ha attirato l’attenzione degli investitori pubblici e privati territoriali, nazionali e internazionali.

Questo anche nonostante un 2020 colpito dalla pandemia CoViD-19, che ha portato a importanti riflessioni sul comparto, cambiando drasticamente esigenze e abitudini: InvestiRE SGR ha dato un forte contributo alla ricerca di nuovi standard abitativi post-CoViD, per rispondere concretamente alle richieste della società attuale.

A conti fatti, anche esaminando le ultime notizie del 2022 si può dire che InvestiRE sia un’ottima realtà del comparto, specialmente per le aree residenziali e commerciali: importanti investimenti sono quelli a Milano, dove nasceranno spazi abitativi e sedi aziendali, che si uniranno al patrimonio totale gestito nei suoi 52 fondi.

In vista di un investimento immobiliare, si può quindi considerare una SGR assolutamente valida, richiedendo però, come avviene con ogni altro investimento, adeguata conoscenza della società, dei fondi scelti e delle dinamiche del mercato

Gestori di Risparmio Gestito Migliori in Italia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *