Recensione Moneyfarm: conviene investire soldi? Opinioni 2023

Investire oggi significa anche avvalersi di siti specializzati o consulenti online a cui affidare i Nostri soldi – il risparmio gestito – per farli fruttare e una di questi è Moneyfarm, che ora scopriremo di cosa si tratta  comprendendone caratteristiche, costi e l’eventuale convenienza.

Pensato per chi desidera creare una rendita affacciandosi agli investimenti pur non avendo le conoscenze necessarie, offre una gestione automatizzata e trasparente con massima personalizzazione, nel pieno rispetto delle regole di vigilanza. Per questo occorre capire, conviene davvero investire con Moneyfarm?

Recensione Moneyfarm: conviene investire soldi? Opinioni 2023
Sopra: come si presenta l’home page di Moneyfarm

Cos’è Moneyfarm, come funziona e su cosa investe?

Fondata a Milano nel 2011, Moneyfarm è una società di consulenza finanziaria indipendente che offre soluzioni d’investimento personalizzate. Partecipata della società d’investimento britannica MFM Investment Ltd, arriva in Italia come startup grazie a Giovanni Daprà e Paolo Galvani, che hanno vissuto in prima persona la Grande Depressione 2008-2009.

Utilizzabile direttamente da computer, smartphone o tablet Android o iOS, è un robo advisor che consente di automatizzare il più possibile una strategia d’investimento e collocare automaticamente gli asset a seconda della propria tolleranza al rischio, che algoritmi e professionisti interni capiranno con un questionario.

Al fine di ridurre i rischi di perdita, invece che in singoli asset Moneyfarm investe in ETF di diverse tipologie, su breve e lungo periodo, di cui i più importanti sono:

Le aree geografiche d’investimento sono invece:

  • Eurozona
  • Regno Unito
  • Stati Uniti
  • Asia
  • Australia e Nuova Zelanda

Le percentuali di tali elementi nel proprio portafoglio dipendono fortemente dal profilo di rischio personale.

Autorizzato da Consob e FCA, ha sedi a Milano, Cagliari e Londra, oltre 60.000 clienti attivi e un fatturato al primo semestre 2022 di 2,3 miliardi di dollari. Tra i suoi investitori M&G, Poste Italiane e Allianz Asset Management.

Come si investe con Moneyfarm?

Non richiedendo particolare esperienza in materia finanziaria, Moneyfarm è uno strumento adatto a chi desidera investire e gestire il proprio denaro ma non dispone di tempo o voglia necessari: 130 professionisti saranno a disposizione individuando le migliori soluzioni in base al profilo d’investimento della clientela. Dedicato anche a chi non possiede elevate liquidità, prevede un investimento iniziale minimo di 5.000 euro.

In seguito ad un questionario sulle proprie abitudini e obiettivi economici, per valutare il profilo di rischio del cliente, verranno presentate al cliente composizioni mirate ma altamente personalizzabili, che proseguiranno con una gestione automatizzata. Per offrire i migliori rendimenti, punta alla massima diversificazione geografica, temporale, di asset e di ciò che li compone. Sarà a disposizione di due atteggiamenti:

  • Attivo, gli investitori studiano andamenti e dinamiche di mercato per scegliere liberamente gli strumenti, modalità e tempistiche
  • Passivo, gli investitori replicano l’andamento degli indici col semplice obiettivo di mantenere e guadagnare marginalmente ma con minori sforzi

Su questi presupposti e considerando gli ETF disponibili, sono diverse le modalità per investire con Moneyfarm.

Gestione patrimoniale

Percorso d’investimento lineare coi bisogni del cliente, gestendo il capitale nel tempo massimizzando le possibilità di guadagno. Alla definizione degli obiettivi il team di gestione strutturerà un portafoglio funzionale, gestibile autonomamente qualora si voglia dalla propria area personale. L’investimento sarà guidato da un consulente finanziario disponibile via telefono, chat o mail, che fornirà le scelte migliori, con aggiornamento continuo.

Sono disponibili:

  • 7 profili di rischio bilanciati, per capitali fino a 50.000 euro o superiori
  • 14 linee di gestione, suddivise per allocazione asset

E’ una soluzione flessibile e altamente trasparente, col cliente che avrà tutte le informazioni a disposizione e possibilità di disinvestire parzialmente o totalmente senza costi quando vorrà, risparmiando fino al 50% su competitor simili.

Piano accumulo capitale

Al portafoglio in gestione patrimoniale si può associare un piano accumulo capitale basato su versamenti periodici, in grado di minimizzare i rischi da oscillazioni di mercato grazie alla diversificazione. Il piano verrà alimentato con un versamento iniziale minimo da 5.000 euro e successivi da 100,00 euro, associabili a portafogli già esistenti o aperti propositamente. La modalità richiesta è il bonifico. L’investimento sarà:

  • Flessibile, con gli importi liberamente decisi
  • Protetto, con ulteriore diversificazione rispetto altre modalità

Non vincolato, può essere interrotto ogni volta se ne abbia bisogno, così come è possibile cambiare gli importi o disinvestire senza costi aggiuntivi.

Leggi anche

Piano pensione individuale

Polizza vita istituita da Allianz Global Life e distribuita da Moneyfarm Insurance, è un fondo previdenziale che integrerà la propria pensione INPS. Sarà un investimento:

  • Flessibile, senza vincoli su frequenza e importo dei versamenti
  • Programmabile, secondo le proprie possibilità economiche
  • Sicuro, con patrimonio autonomo e quindi non utilizzabile da Moneyfarm
  • Fiscalmente conveniente, con premi deducibili fino a 4.164,57 euro/anno e bonus fiscale +34% in caso di versamento TFR

Disponibile per lavoratori dipendenti o autonomi, inoccupati e pensionati fino ai 66 anni d’età, prevede 6 linee di investimento a profilo di rischio/rendimento crescente e orizzonte temporale dai 5 ai 15 anni.

Quanto costa Moneyfarm?

Sul lato economico, Moneyfarm non ha vincoli né costi d’apertura, chiusura o transazioni, sono però presenti commissioni decrescenti iva esclusa sui controvalori in base al capitale investito molto alte ( a Nostro avviso ) :

  • 1,00% da 5.000 a 19.999 euro
  • 0,75% da 20.000 a 199.999 euro
  • 0,50% da 200.000 a 499.999 euro
  • 0,40% oltre 500.000 euro

A queste occorre poi aggiungere:

  • Costi amministrativi: 10,00 euro/anno
  • Commissioni totali ETF: 0,26%/anno su controvalore ETF in portafoglio
  • Spread bid-ask: fino a 0,07%
  • IVA: 22%
  • Imposta bollo: 0,2%/anno
  • Imposta plusvalenze: 26%/anno, 12,5% su bond governativi

Moneyfarm è una truffa o è sicuro?

Sul lato sicurezza, c’è da dire che Moneyfarm è controllata al 100% da MFM Investment, autorizzata e regolata da FCA, che agisce anche sulla sede milanese, mentre la sede succursale di Cagliari è regolamentata da Consob. Aderisce inoltre al FSCS britannico con protezione parziale o totale fino a 85.000 sterline, e al Fondo Nazionale Garanzia italiano con 20.000 euro in caso di fallimento o altre procedure concorsuali.

A garantire maggiore sicurezza è il patrimonio d’investimento dei clienti separato da quello societario, impedendo qualsiasi azione di rivalsa da parte di creditori terzi. La liquidità è infatti custodita da:

Nonostante siano intermediari non legati a MFM Investment, non vi sono conflitti d’interesse. In caso d’insolvenza da parte dei clienti, il capitale sarà restituito a Moneyfarm che lo rimetterà in circolo e a disposizione di altri depositari.

Conviene investire in Moneyfarm ?

Concludendo quest’analisi, emerge che Moneyfarm è un valido strumento d’investimento, ma la Nostra opinione è che ha commissioni troppo alte anche se poi si tratta di una società seria e sicura.

Tra i punti di forza si segnalano:

  • Semplicità d’uso, con un’esperienza utente gradevole e intuitiva
  • Automazione completa, senza necessità di dedicarvi troppo tempo
  • Nessuna conoscenza richiesta, basterà scegliere con giudizio il proprio profilo e affidarsi ai professionisti accettandone i suggerimenti
  • Portafoglio periodicamente bilanciato, per evitare fluttuazioni di mercato
  • Rischio ridotto, grazie all’elevata diversificazione, maggiorata nel PAC
  • Trasparenza, con massima chiarezza su regole, costi e condizioni
  • Nessuna penale, per disinvestimenti, interruzioni o cancellazione

Occorre però segnalare anche alcuni punti deboli:

  • Investimento minimo 5.000 euro, troppo elevato per alcuni soggetti
  • Commissioni fisse elevate, maggiori rispetto a competitor che fanno pagare solo lo spread bid-ask
  • Rendimenti non garantiti, nonostante i rischi ridotti c’è sempre possibilità di perdita
  • Investimenti solo al rialzo, senza possibilità di investire sui crolli
  • Scarso controllo, qualora si desideri un investimento più oculato

A conti fatti, nonostante le sue commissioni veramente alte, non si può fare altro che promuovere Moneyfarm con una sufficienza piena, perchè particolarmente adatto a chi non ha competenze, tempo o possibilità di seguire attivamente e senza paura un investimento.

Risorse utili:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *