ETF per Proteggersi dall’Inflazione: 7 Fondi Contro la Svalutazione

I timori di inflazione erano già elevati quando siamo entrati nel 2022, ma le cose sono solo peggiorate negli ultimi tempi dopo l’ invasione russa dell’Ucraina , che ha provocato sanzioni finanziarie a cascata e interruzioni della catena di approvvigionamento energetico. Considerando che il tasso di aumento dei prezzi al consumo di gennaio è stato il più alto dal 1982 in US, è fondamentalmente una conclusione scontata che i consumatori e le imprese allo stesso modo sono destinati a pagare di più sia per le materie prime che per i prodotti finiti quest’anno. Se hai in mente l’inflazione in questo momento e stai cercando un modo per proteggerti o un modo tattico per trarre profitto, ecco alcuni fondi negoziati in borsa da considerare.

I sette migliori ETF per l’inflazione:

  1. SPDR Gold Trust ( GLD )
  2. iShares Silver Trust ( SLV )
  3. United States 12 month Oil Fund ( USL )
  4. Invesco Optimum Yield Diversified Commodity Strategy No K-1 ETF ( PDBC )
  5. Vanguard Real Estate ETF ( VNQ )
  6. iShares TIPS Bond ETF ( TIP )
  7. iShares Core S&P 500 ETF ( IVV )
etf inflazione, investimenti con inflazione, inflazione, etf
Sopra: gli ETF potrebbero essere il migliore strumento finanziario per proteggere i soldi dall’inflazione

1. SPDR Gold Trust (ticker: GLD )

E’ l’asset reale e la copertura contro l’inflazione più popolari del pianeta, si tratta dell’oro, il bene rifugio per eccellenza . Il metallo prezioso è spesso visto come una “riserva di valore” quando i prezzi in aumento consumano i margini e quando l’incertezza colpisce il mercato azionario, quindi l’oro sta registrando una maggiore popolarità nel 2022. L’SPDR Gold Trust è il modo più popolare per giocare a questa merce, poiché è direttamente legato all’andamento dei prezzi dei lingotti d’oro piuttosto che alle azioni di estrazione dell’oro. Pochi altri fondi là fuori offrono spese annuali inferiori, ma con $ 62 miliardi di asset, è un modo più liquido e affidabile per giocare con l’oro fisico come copertura dall’inflazione. GLD è aumentato di circa il 4% quest’anno rispetto a un calo a due cifre per la maggior parte dei titoli.

2. iShares Silver Trust ( SLV )

Un altro fondo di metalli preziosi che vale la pena dare un’occhiata è questo prodotto iShares, confrontato con l’argento fisico. Mentre l’argento viene scambiato per una frazione dei prezzi dell’oro, circa  30 dollari circa l’oncia invece di circa 1.900 dollari, è più legato alla domanda industriale. Le aziende utilizzano l’argento in tutto , dall’elettronica alle specialità chimiche, dandogli un’impronta più utilitaristica dell’oro, che vede in gran parte la domanda da parte degli investitori di beni di lusso come i gioielli. Poiché i recenti timori sull’inflazione sono stati in parte innescati da un mercato del lavoro molto sano e dalla ripresa della domanda sulla scia del COVID-19, vale la pena dare un’occhiata all’argento perché è più legato a Main Street che a Wall Street.

3. United States 12 Month Oil Fund ( USL )

Un’altra merce molto popolare in cui molti investitori mettono i propri soldi per proteggersi dall’inflazione è il petrolio greggio , che vede una forte domanda sia da parte dei traders che degli utenti finali industriali che stanno cercando di coprire i propri costi di input. Non è particolarmente facile per i piccoli investitori partecipare ai mercati petroliferi, ma questo prodotto in borsa offre uno dei modi più semplici per farlo. Invece di investire indirettamente attraverso titoli petroliferi, come Exxon Mobil Corp. ( XOM ), USL viene confrontato con un paniere di futures sul petrolio greggio West Texas Intermediate contratti che scadono in ciascuno dei successivi 12 mesi consecutivi. Ciò non ti dà un’esposizione diretta ai movimenti quotidiani del greggio, dato che il fondo è legato alle aspettative sui prezzi futuri, ma è comunque un buon veicolo per investire nel petrolio stesso. A riprova, si consideri che la USL è aumentata di oltre il 50% nell’ultimo anno e di circa il 20% da inizio anno.

4. Invesco Optimum Yield Diversified Commodity Strategy No K-1 ETF ( PDBC )

Se non vuoi scegliere singole materie prime come oro o petrolio, questo ETF Invesco da 6 miliardi di dollari è uno dei modi più popolari per ottenere un’esposizione diversificata alle materie prime . In questo momento, ciò include alluminio, nichel, rame, semi di soia e zucchero, nonché petrolio e metalli preziosi. Oltre a questo ampio accesso a vari materiali, PDBC offre anche una struttura semplificata che evita i moduli fiscali K-1 che molti investitori trovano piuttosto problematici. E considerando che PDBC è aumentato del 13% da inizio anno, superando molte singole materie prime come l’oro, i vantaggi della diversificazione in questo fondo unico sono evidenti.

5. Vanguard Real Estate ETF ( VNQ )

Guardando oltre le materie prime e i futures sulle materie prime, un modo popolare per capitalizzare sull’aumento dei prezzi grazie all’inflazione è ritagliarsi una posizione nel settore immobiliare . Come l’oro o il petrolio, è un bene fisico che ha un valore tangibile ed è sensibile a qualsiasi tendenza generale all’aumento dei prezzi. VNQ è uno dei fondi immobiliari più grandi e popolari in circolazione, con circa 48 miliardi di dollari di asset attualmente. Il suo portafoglio comprende attualmente un’ampia varietà di diversi operatori immobiliari, tra cui la società di parchi industriali e magazzini Prologis Inc. ( PLD ), il gigante del self-storage Public Storage ( PSA ) e la società di telefoni cellulari American Tower Corp. ( AMT ), insieme a investimenti più intuitivi in ​​alloggi e immobili commerciali.

6. iShares TIPS Bond ETF ( TIP )

Per coloro che non hanno familiarità, TIPS è l’acronimo di titoli del Tesoro protetti dall’inflazione. Si tratta di una classe speciale di obbligazioni emesse dal governo degli Stati Uniti ma indicizzate all’Indice dei prezzi al consumo con una struttura che consente loro di apprezzarsi all’aumentare dei prezzi. In questo momento, grazie alle pressioni inflazionistiche, questo ETF obbligazionario ha un rendimento a 12 mesi di circa il 4,4%, facendo impallidire quello di molti altri fondi obbligazionari. Ma vale la pena notare che solo un anno o due fa, TIP aveva un rendimento a 12 mesi di circa l’1,0%. Tienilo a mente, perché mentre questo fondo iShares è interessante nell’ambiente attuale, non è esattamente progettato per sovraperformare se e quando le pressioni inflazionistiche diminuiranno.

7. iShares Core S&P 500 ETF ( IVV )

È naturale in tempi incerti come questi cercare di scegliere una scommessa tattica che ripaghi. Ma molte ricerche hanno dimostrato nel corso degli anni che la migliore strategia per gli investitori tende ad essere un paziente approccio buy-and-hold . Questo perché nel tempo le azioni tendono quasi sempre a salire in modo significativo. Inoltre, le pressioni inflazionistiche che abbiamo assistito sono in parte dovute ad eventi positivi, tra cui un mercato del lavoro molto rigido, una forte domanda dei consumatori e altre tendenze altrettanto incoraggianti. Sì, la volatilità quotidiana può essere snervante. Ma questo fondo iShares che offre esposizione alle più grandi società statunitensi dell’indice S&P 500 dovrebbe continuare a essere un buon investimento anche in mezzo a pressioni inflazionistiche. Finché sei paziente, questo è.

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *