Migliori Titoli azionari della Settimana Aprile 2020

Da gennaio 2020 l’economia internazionale sta risentendo pesantemente dell’epidemia Coronavirus. Quest’ultima, se inizialmente in Italia ha colpito in modo rovinoso turismo e Made in Italy esportato, dalle varie misure di quarantena disposte in tutto il mondo sono altrettanti i settori che ne accusano il colpo.
Proprio per tale ragione, in questo periodo agli investitori è richiesta più prudenza di quanta se ne abbia in situazioni ordinarie, specialmente in vista della progressiva riapertura. Tuttavia, vi sono alcuni titoli azionari che, resistendo alle difficoltà, stanno tornando a crescere come facevano prima dell’epidemia.
L’attenzione è su settori cardine della cultura nazionale, dall’aspetto tradizionale e al tempo stesso innovativo, segno di un’industria in trasformazione. Nulla va lasciato al caso quando si parla di investimenti, quindi anche per valutare i migliori titoli azionari della settimana occorre la massima attenzione, al fine di capire quali potranno crescere ancora al termine dell’emergenza.

Attenzione però: le stime sul PIL 2020 delle varie agenzie vedono una contrazione dello – 9% – 10 %  , cioè il PIL peggiore a livello mondiale , questo se si  riesce a ripartire al 100% per l’estate, cosa piuttosto difficile da fare, specialmente per quanto riguarda il turismo. Mentre per il 2021 è previsto un amento del + 5% .

Quali sono i migliori titoli azionari della settimana sulla borsa di Milano? 5 realtà da seguire con attenzione

Non è un segreto che l’emergenza Coronavirus abbia pesantemente influenzato i mercati internazionali, già suscettibili alle loro comuni oscillazioni. Specialmente in Italia, per l’industria si stima già una perdita di oltre 275 miliardi di euro entro il 2021, che influirà negativamente su un PIL notevolmente basso per un ulteriore 10%.

Nonostante ciò e le varie turbolenze, alcune azioni tornano ad avere performance notevolmente positive. Realtà aziendali simbolo di un’Italia che si trasforma sfruttando l’evoluzione tecnologica e le nuove tendenze del mercato, per le quali è prevista infatti una nuova crescita a lungo termine.

Migliori Titoli azionari della Settimana Aprile 2020

Azioni Panariagroup

Nata nel 1974 a Finale Emilia, Panariagroup è un gruppo multinazionale italiano tra i più influenti al mondo per la produzione di ceramiche per pavimenti e rivestimenti. La sua specialità è la produzione di gres porcellanato e laminato, posizionandosi nel mercato del lusso e rappresentando il Made in Italy del settore grazie a marchi come Lea Ceramiche, Cotto d’Este o Blu Style.

Dopo aver raggiunto elevati valori il 29 novembre 2019, il titolo Panariagroup ha subito un brusco calo dovuto alla riduzione delle esportazioni nel periodo iniziale del CoViD-19, che l’ha portato a raggiungere il valore minimo il 16 marzo 2020, a 0,628 euro per azione. Dopo quel giorno  c’è stata una lenta ripresa, che l’ha portato a crescere progressivamente dagli inizi di aprile.

  • Performance dal 08/04/2020: +55,1%
  • Valore attuale: 1,117 euro
  • Valore minimo: 0,628 euro, registrato il 16/03/2020
  • Valore massimo: 1,996 euro, registrato il 29/11/2019

Azioni Shedir Pharma Group

Realtà imprenditoriale che vede la luce nel 2008 a Piano di Sorrento e specializzata nella produzione di cosmetici e dispositivi biomedicali. Con comprovata esperienza nel settore farmaceutico, Shedir Pharma distribuisce una serie di prodotti per la pelle e la salute delle persone, salvaguardandone il benessere psico-fisico.

Il titolo Shedir Pharma Group ha vissuto momenti di estrema difficoltà nel pieno dell’emergenza Coronavirus in Cina, dal 21 gennaio 2020, perdendo fino al 57,5% fino al 12 marzo, per poi tornare a crescere specialmente dalla seconda settimana di aprile. Ad aiutare il trend positivo anche la forte richiesta di prodotti medicali e per l’igiene personale come già avevamo detto le industrie farmaceutiche saranno tra le poche a crescere in questo periodo di crisi.

  • Performance dal 08/04/2020: +43,7%
  • Valore attuale: 4,628 euro
  • Valore minimo: 3,050 euro, registrato il 12/03/2020
  • Valore massimo: 7,520 euro, registrato il 23/10/2019

Azioni Matica Fintec

Recente realtà italiana nata a Milano nel 2017, Matica Fintec prende vita da uno spin-off del centro Ricerca e Sviluppo del gruppo Matica Technologies AG, quotandosi in borsa solo nel novembre 2019. E’ una società specializzata in sistemi di pagamento digitali e documenti elettronici,  riconosciuta come PMI innovativa e tra le più influenti del settore.

Dopo l’esordio a Piazza Affari, il titolo Matica Fintec raggiunge il suo massimo storico il 18 novembre 2019, per poi avere una lenta seppur costante discesa fino a raggiungere i suoi minimi il 17 marzo 2020, in piena quarantena da Coronavirus. Tale giorno ha però rappresentato il suo punto di svolta inferiore, portandolo ad una forte ripresa registrando un +68,2% sul suo valore. Il rialzo è dovuto alla crescente digitalizzazione di aziende e pubblica amministrazione, che in periodo di quarantena prediligono le soluzioni digitali.

  • Performance dal 08/04/2020: +32,7%
  • Valore attuale: 1,810 euro
  • Valore minimo: 1,076 euro, registrato il 17/03/2020
  • Valore massimo: 2,220 euro, registrato il 18/11/2019

Azioni Gabetti

Realtà italiana che vede la luce nel 1950 a Torino, Gabetti è uno dei maggiori gruppi nazionali che operano nel settore immobiliare. E’ controllato per il 33,5% da Marcegaglia Investments e per il 16,2% da Unicredit. Distribuisce una grande serie di prodotti per ambienti privati, formali e istituzionali, tra cui intermediazione immobiliare e creditizia.

Dopo aver raggiunto ottimi risultati il 20 febbraio 2020, il titolo Gabetti arriva a perdere il 42,6% fino al 12 marzo, giorno dopo il quale avviene una forte ripresa risalendo di oltre il 50%. Le pesanti oscillazioni a cui è stato soggetto il titolo sono dovute all’instabilità del mercato del mattone durante l’epidemia Coronavirus.

  • Performance dal 08/04/2020: +11,2%
  • Valore attuale: 0,367 euro
  • Valore minimo: 0,240 euro, registrato il 12/03/2020
  • Valore massimo: 0,418 euro, registrato il 20/02/2020

Azioni Notorious Pictures

Società per azioni fondata a Roma nel 2012, Notorious Pictures è specializzata in produzione e commercializzazione di film per il cinema e la tv, divenendo nel tempo gestore di sale cinematografiche e cinema multisala.

Come molti altri titoli azionari, anche Notorious Pictures ha risentito pesantemente degli effetti del Coronavirus, in questo caso legati alla crisi del cinema, con un calo iniziato il 17 febbraio 2020 e che l’ha portato a perdere il 93,9% del suo valore il 30 marzo. A questa è seguita però una lenta ma costante ripresa derivante dalla commercializzazione di film per la tv, come per l’auspicio di una progressiva riapertura degli esercizi italiani.

  • Performance dal 08/04/2020: +6%
  • Valore attuale: 1,850 euro
  • Valore minimo: 1,665 euro, registrato il 30/03/2020
  • Valore massimo: 2,740 euro, registrato il 17/02/2020
previsioni PIL italia
previsioni PIL italia

Che effetti stanno avendo virus e quarantena su Piazza Affari?

Al termine dell’analisi, si può facilmente notare che i migliori titoli azionari della settimana appartengono a realtà particolarmente importanti per l’Italia, seppur dai nomi solo marginalmente conosciuti, strettamente collegati a:

  • Nuove tecnologie
  • Digitalizzazione aziendale
  • Riconversione

A conti fatti, da questi titoli si vede un’Italia che si reinventa vedendo molte sue aziende riqualificarsi, alla ricerca della ripresa dopo il rovinoso crollo dei mercati causato dall’emergenza Coronavirus. Nonostante le battute d’arresto, settori come l’immobiliare, il biomedicale o quello cinematografico sono particolarmente solidi e presentano fattori di crescita che garantiscono loro un miglior rendimento azionario, sul breve come sul lungo periodo.

Ciò che è certo è che, in un clima solo in parte rassicurante, agli investitori è richiesta la massima prudenza, in quanto solo quando avverrà l’auspicata regressione del virus si avranno ulteriori risultati positivi e maggiore stabilità economico-finanziaria.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *