Azioni Monte Paschi: Vendere o Comprare dopo Vendita del Governo del 25%?

La recente vendita da parte dell’Italia di una quota del 25% del Monte dei Paschi di Siena (MPS) per 920 milioni di euro (1 miliardo di dollari) ha attirato una notevole attenzione da parte dei fondi.

Questa mossa segna un passo significativo nel piano italiano di riprivatizzare la banca più antica del mondo, due anni dopo il suo primo tentativo fallito durante la crisi.

La vendita sottolinea i progressi compiuti dalle banche italiane nel migliorare la propria salute finanziaria, contribuendo all’inaspettata decisione di Moody’s di venerdì di migliorare l’outlook del rating del paese da negativo a stabile.

Inoltre, la vendita offre all’Italia più tempo per esplorare una soluzione più permanente per la sua quinta banca quotata in borsa, potenzialmente attraverso un accordo di fusione, che è stato impegnativo a causa della carenza di acquirenti nel breve termine.

La forte richiesta della partecipazione ha spinto il Tesoro ad aumentare l’entità dell’offerta azionaria inizialmente fissata al 20%, limitando lo sconto al 4,9% rispetto al prezzo di chiusura di lunedì, anche se il Tesoro era disposto a offrire uno sconto fino al 6% . In seguito alla vendita, martedì alle 11:45 GMT, il titolo MPS è sceso del 7,8% a 2,83 euro, riflettendo l’impatto immediato.

Tuttavia, è interessante notare che lunedì il titolo aveva chiuso a 3,07 euro, ovvero un aumento del 50% rispetto al prezzo di un importante aumento di capitale di un anno fa, costato ai contribuenti italiani 1,6 miliardi di euro, dopo la loro partecipazione di maggioranza in un’operazione da 8 miliardi di euro. salvataggio dell’euro nel 2017.

La vendita di lunedì, che secondo quanto riferito ha portato fondi di investimento internazionali nella proprietà di MPS, è in netto contrasto con le sfide di liquidità che la banca ha dovuto affrontare solo un anno fa.

Durante quel periodo lo Stato ha coperto quasi i due terzi della richiesta di liquidità.

L’amministratore delegato Luigi Lovaglio ha utilizzato tali fondi per finanziare migliaia di partenze volontarie del personale, rafforzando le entrate attraverso misure di riduzione dei costi.

Con l’aumento dei tassi di interesse che hanno portato i profitti delle banche italiane a livelli record, MPS prevede che il suo utile netto supererà 1,1 miliardi di euro quest’anno. Inoltre, le recenti sentenze favorevoli della Corte hanno portato MPS a declassare qualsiasi rischio legale derivante da cause passate a una possibilità “remota”, riducendo gli oneri finanziari associati a richieste di risarcimento danni ingenti.

Questa svolta nelle fortune di MPS, contrassegnata da una raccolta fondi di successo, da un miglioramento della redditività e da una diminuzione dei rischi legali, segnala un notevole cambiamento rispetto alle difficoltà affrontate solo un anno fa. L’uso strategico dei fondi da parte della banca per semplificare le operazioni e trarre vantaggio dalle condizioni di mercato favorevoli la posiziona per una performance finanziaria più solida, favorendo l’ottimismo per la sua futura stabilità e crescita.

Azioni Monte Paschi: Vendere o Comprare dopo che il Governo ha venduto il 25%?

Ora che succede?

MPS ha fatto sapere che non venderà altre azioni per i prossimi 90 giorni

Il titolo oggi è calato fino al – 8% diventando ancora appetibile.

Il Target Price delle azioni MPS rimane tra una forchetta di 4,10 euro e 3,40 euro, nonostante oggi la quotazione di questo titolo faccia segnare i 2,80 euro.

Il CEO ha fatto sapere che con l’aumento dei tassi di interesse sui mutui, l’utile netto supererà i 1,2 miliardi di euro, una cifra veramente interessante che potrebbe aprire possibilità di buyback e ulteriore consolidamento di questa banca.

In futuro rimane l’obiettivo di fare una fusione con una importante banca italiana i nomi sono 4:

  1. Unicredit,
  2. Intesa Sanpaolo
  3. BPER
  4. BPM

cioè le 4 più grandi banche italiane.  Questo nonostante le smentite di BPER e BPM.

Il Governo è obbligato ad uscire da questa banca per questioni di accordi con la UE che prevedono che il Governo non possa essere il possessore di una banca privata ( lo è ora proprio grazie ad una concessione della UE per non far fallire MPS ma è una cosa temporanea)

Cosa fare con le azioni BMPS?

Secondo molti analisti il valore delle azioni BMPS è molto superiore all’attuale valutazione che le da – ad oggi – a circa 2,80 €

Se si ha avuto la fortuna e la capacità di investire in queste azioni qualche mese fa si è avuto un sicuro guadagno quando hanno toccato lo stop loss se programmato per bene.

Ma molte persone ancora avranno in portafoglio queste azioni e allora cosa fare: vendere?

Oggi tanti hanno venduto infatti hanno perso l’8% ma i target price rimangono giustamente molto alti e secondo Noi queste azioni possono essere un Hold ( possono essere tenute) ancora per tutto il 2024.

Comunque dare un occhio alle migliori azioni da comprare questo mese è la cosa migliore da fare per chi è intenzionato a fare nuovi investimenti.

Fondatore di Economia-Italia.com nel 2014 trader e pubblicista finanziario, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Ha collaborato con diverse testate online, in cui ha scritto di economia e finanza fin dal 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *