Azioni Italiane da Comprare e Tenere per Sempre [edizione 2024]

Esistono delle aziende così solide da ritenere le loro azioni sicure tanto da comprarle e tenere per tutta la vita?

In teoria no, in quando l’investimento in azioni è un investimento a rischio per definizione. Ci sono aziende però che sono molto solide, aperte da anni, anzi da decenni dove investitori di primo livello come Warren Baffett hanno dato credito all’inizio della propria carriera da finanzieri e ancora ce l’hanno nel loro portafoglio titoli come Coca Cola ( KO )  e Apple (AAPL ). Ma esistono aziende così in Italia? Tu compreresti azioni di un’azienda e le terresti per sempre affidandoti solo ai loro dividendi e alla speranza che continui a crescere’

Azioni Italiane da Comprare e Tenere Per Sempre

Azioni da tenere per sempre, su cosa basiamo la metodologia delle scelte

  1. Reputazione del brand: il marchio deve esistere da anni, essere subito riconosciuto a livello internazionale.
  2. Solidità dell’azienda: l’azienda deve essere solida da anni, deve avere i conti in regola, un campanello di allarme è se questra azienda si è buttata in operazioni spregiudicate in passato ed abbia perso molti soldi in operazioni puramente speculative.
  3. Prospettive di crescita per il futuro: almeno decennali. I suoi business plan devono essere credibili anche nel lungo termine ( oltre i 10 anni )
  4. Un’azienda che distribuisce dividendi alti storicamente:  non tutte le aziende scelgono di dare alti dividendi o un alto dividend-yield.
  5. Non fare parte di un settore in decadenza: niente è per sempre, ci sono tanti lavori che non esistono più, come tanti settori di nicchia che hanno i loro pochi anni di gloria e che poi ripiegano su se stessi. Far parte di un settore essenziale come quello dell’energia o dell’alimentari. Meglio se si tratta di un settore con una crescita sostenibile nel lungo periodo.
  6. Avere una posizione di mercato preminente: come vedremo di seguito in Italia ci sono aziende strategiche che sono proprietà dello Stato e che in pratica hanno ben poche avversarie: sono così grandi e tutelate che operano in un mercato semi-monopolista quindi estremamente avvantaggiate rispetto ad altre. Visto che sono quotate in borsa, Noi piccoli investitori non possiamo fare altro che sfruttare questa occasione che ci viene concessa.

 

Azioni di aziende italiane da comprare e tenere per sempre

1. Ferrari ( BIT: RACE

Mettiamo sempre la Ferrari tra le Nostre aziende italiane preferite. Da quando c’è stat l’IPO su questa azienda le loro azioni non hanno fatto altro che crescere.

La Ferrari  un’azienda di riferimento a livello mondiale dell’automotive, è un marchio così conosciuto che dalla Groenlandia all’Africa del Sud TUTTI conoscono le auto Ferrari; che costruisce un prodotto di nicchia che tutti sognano di avere e nonostante la transazione all’elettrico, già ora è in grado di produrre motori elettrici per auto ed è pronta per le sfide future.

Non solo il valore delle azioni aumenta costantemente e lentamente anche in caso di crisi, ma come potete vedere dalla tabella anche gli utili distribuiti sono in costante crescita.

  • Marchio forte e riconoscibile: il marchio Ferrari è uno dei più famosi e prestigiosi al mondo. È sinonimo di lusso, performance e sportività. Questo conferisce all’azienda un vantaggio competitivo significativo, in quanto i clienti sono disposti a pagare un prezzo premium per i suoi prodotti.
  • Posizione di leadership nel mercato delle auto sportive: Ferrari è il leader mondiale nel mercato delle auto sportive. L’azienda detiene una quota di mercato del 25%, seguita da Porsche (15%) e Lamborghini (10%). Questo le conferisce una forte posizione di mercato, che le consente di esercitare un controllo sui prezzi e di generare profitti elevati.
  • Crescita costante dei ricavi e degli utili: negli ultimi anni, Ferrari ha registrato una crescita costante dei ricavi e degli utili. Nel 2022, l’azienda ha registrato un fatturato di 4,5 miliardi di euro e un utile netto di 1,6 miliardi di euro. Questa crescita è sostenuta da una domanda crescente per le sue auto sportive, sia in Europa che negli Stati Uniti.
  • Politica di distribuzione dei dividendi accomodante: Ferrari ha una politica di distribuzione dei dividendi accomodante. L’azienda ha distribuito dividendi per un totale di 1,2 miliardi di euro nel 2022, corrispondenti a un rendimento del 3,1%. Questa politica è in linea con l’obiettivo dell’azienda di generare valore per gli azionisti.

In base a questi fattori, Ferrari è considerata un’azienda solida con ottimi dividendi. L’azienda è ben posizionata per continuare a crescere e generare profitti elevati, il che dovrebbe portare a un ulteriore aumento dei dividendi.

Tuttavia, è importante notare che ogni investimento comporta dei rischi. Gli investitori dovrebbero sempre svolgere le proprie ricerche prima di investire in azioni. News Ferrari QUI

Storico dei dividendi Ferrari

Data Ex/EFF Tipo Importo In Contanti Data Della Dichiarazione Data Di Registrazione Data Di Pagamento
24/04/2023 Contanti $ 1,98756 24/02/2023 25/04/2023 05/05/2023
19/04/2022 Contanti $ 1,48158 25/02/2022 20/04/2022 05/06/2022
19/04/2021 Contanti $ 1,0378 26/02/2021 20/04/2021 05/05/2021
20/04/2020 Contanti $ 1,22718 18/02/2020 21/04/2020 05/05/2020
23/04/2019 Contanti $ 1.164 04/12/2019 24/04/2019 05/02/2019
23/04/2018 Contanti $ 0,87912 13/04/2018 24/04/2018 02/05/2018
24/04/2017 Contanti $ 0,68231 01/03/2017 26/04/2017 05/02/2017
23/05/2016 Contanti $ 0,51506 19/02/2016 25/05/2016 30/05/2016

 

QUI: azioni NON ITALIANE da comprare e tenere per molto tempo .

2. ENI ( BIT: ENI

Una delle azioni più amate dagli italiani. E’ facile capire il perchè: ENI è la principale azienda energetica italiana insieme ad ENEL.

Fu fondata dallo Stato italiano proprio per provvedere alle nuove esigenze dell’industria e dei cittadini italiani ed ebbe un grandissimo successo tanto da sfidare industrie petrolifere ben più grandi.

  • Posizione di leadership nel mercato energetico italiano: Eni è la società energetica leader in Italia. L’azienda detiene una quota di mercato del 35%, seguita da Enel (25%) e Snam (20%). Questa posizione di leadership conferisce all’azienda una forte posizione di mercato, che le consente di esercitare un controllo sui prezzi e di generare profitti elevati.
  • Portafoglio diversificato di attività: Eni ha un portafoglio diversificato di attività, che include la produzione e la vendita di idrocarburi, la generazione e la vendita di energia elettrica, la produzione e la vendita di gas naturale, nonché le attività di trading e di raffinazione. Questa diversificazione consente all’azienda di ridurre il rischio e di generare profitti anche in condizioni di mercato avverse.
  • Politica di dividendi accomodante: Eni ha una politica di distribuzione dei dividendi accomodante. L’azienda ha distribuito dividendi per un totale di 3,7 miliardi di euro nel 2022, corrispondenti a un rendimento del 7,1%. Questa politica è in linea con l’obiettivo dell’azienda di generare valore per gli azionisti.

In base a questi fattori, Eni è considerata un’azienda solida, leader di settore in Italia e con ottimi dividendi. L’azienda è ben posizionata per continuare a crescere e generare profitti elevati, il che dovrebbe portare a un ulteriore aumento dei dividendi.

Tuttavia, è importante notare che ogni investimento comporta dei rischi. Gli investitori dovrebbero sempre svolgere le proprie ricerche prima di investire in azioni.

In particolare, Eni è impegnata nella transizione energetica e sta investendo in energie rinnovabili, come l’eolico e il solare. L’azienda prevede di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050. Questa strategia di transizione energetica potrebbe essere un fattore positivo per le azioni Eni, in quanto potrebbe portare a una crescita dei ricavi e degli utili nel lungo termine. Ultimi articoli su ENI.

Storico dei dividendi ENI 

Data Ex/EFF Tipo Importo In Contanti Data Della Dichiarazione Data Di Registrazione Data Di Pagamento
20/11/2023 Contanti $ 0,48622 31/10/2023 21/11/2023 07/12/2023
18/09/2023 Contanti $ 0,526848 03/08/2023 19/09/2023 10/06/2023
22/05/2023 Contanti $ 0,471856 04/04/2023 23/05/2023 08/06/2023
22/05/2023 Contanti $ 0,472516 04/04/2023 23/05/2023 08/06/2023
20/03/2023 Contanti $ 0,466356 27/02/2023 21/03/2023 04/07/2023
20/03/2023 Contanti $ 0,481045 27/02/2023 21/03/2023 04/07/2023
21/11/2022 Contanti $ 0,446864 24/08/2022 22/11/2022 07/12/2022
21/11/2022 Contanti $ 0,462264 24/08/2022 22/11/2022 07/12/2022
21/11/2022 Contanti $ 0,462264 24/08/2022 22/11/2022 07/12/2022
19/09/2022 Contanti $ 0,430364 24/08/2022 20/09/2022 10/07/2022
19/09/2022 Contanti $ 0,446864 24/08/2022 20/09/2022 10/07/2022
23/05/2022 Contanti $ 0,916932 03/09/2022 24/05/2022 06/08/2022
20/09/2021 Contanti $ 0,998632 09/09/2021 21/09/2021 10/07/2021
24/05/2021 Contanti $ 0,583344 29/04/2021 25/05/2021 06/10/2021
21/09/2020 Contanti $ 0,280579 09/08/2020 22/09/2020 10/08/2020
18/05/2020 Contanti $ 0,954342 30/04/2020 19/05/2020 04/06/2020
23/09/2019 Contanti $ 0,938346 28/08/2019 24/09/2019 10/10/2019
20/05/2019 Contanti $ 0,917252 27/02/2019 21/05/2019 06/06/2019
24/09/2018 Contanti $ 0,97188 02/02/2018 25/09/2018 10/11/2018
21/05/2018 Contanti $ 0,93584 02/02/2018 22/05/2018 06/07/2018
18/09/2017 Contanti $ 0,689512 19/09/2017 10/06/2017
21/04/2017 Contanti $ 0,624924 25/04/2017 05/08/2017
16/09/2016 Contanti $ 0,64375 20/09/2016 10/07/2016
20/05/2016 Contanti $ 0,640494 24/05/2016 07/06/2016
18/09/2015 Contanti $ 0,644638 22/09/2015 10/07/2015
15/05/2015 Contanti $ 0,888116 19/05/2015 06/05/2015
22/09/2014 Contanti $ 1,043624 24/09/2014 10/06/2014
19/05/2014 Contanti $ 1,197328 21/05/2014 06/06/2014
23/09/2013 Contanti $ 1,18976 25/09/2013 10/07/2013
20/05/2013 Contanti $ 1,121385 22/05/2013 07/06/2013
24/09/2012 Contanti $ 1,113436 26/09/2012 10/11/2012
21/05/2012 Contanti $ 1,031347 23/05/2012 06/07/2012
19/09/2011 Contanti $ 1,019529 21/09/2011 29/09/2011
23/05/2011 Contanti $ 1,029008 25/05/2011 06/03/2011
20/09/2010 Contanti $ 0,972579 22/09/2010 30/09/2010
24/05/2010 Contanti $ 0,892936 26/05/2010 04/06/2010
21/09/2009 Contanti $ 1,068793 23/09/2009 10/01/2009
18/05/2009 Contanti $ 1,30402 20/05/2009 29/05/2009
22/09/2008 Contanti $ 1,385729 24/09/2008 10/02/2008
19/05/2008 Contanti $ 1,60454 21/05/2008 30/05/2008
22/10/2007 Contanti $ 1,251103 24/10/2007 01/11/2007
18/06/2007 Contanti $ 1,269287 20/06/2007 28/06/2007
23/10/2006 Contanti $ 1,108227 25/10/2006 02/11/2006
19/06/2006 Contanti $ 1,191849 21/06/2006 29/06/2006
24/10/2005 Contanti $ 1,97888 26/10/2005 03/11/2005
20/06/2005 Contanti $ 3,95316 22/06/2005 30/06/2005
21/06/2004 Contanti $ 3,29595 23/06/2004 07/01/2004
23/06/2003 Contanti $ 3,12704 25/06/2003 07/03/2003
24/06/2002 Contanti $ 2,68521 26/06/2002 07/05/2002
18/06/2001 Contanti $ 1,3178 20/06/2001 07/02/2001
14/06/2000 Contanti $ 1,2251 16/06/2000 07/03/2000
16/06/1999 Contanti $ 1,1681 18/06/1999 07/07/1999
17/06/1998 Contanti $ 1,0523 19/06/1998 15/07/1998
18/06/1997 Contanti $ 0,9572 20/06/1997 07/11/1997
19/06/1996 Contanti $ 0,9457 21/06/1996 07/12/1996

 

3. Intesa Sanpaolo (BIT: ISP)

Intesa Sanpaolo è considerata un’azienda solida, leader di settore in Italia e con ottimi dividendi per diversi motivi:

  • Posizione di leadership nel mercato bancario italiano: Intesa Sanpaolo è la banca leader in Italia. L’azienda detiene una quota di mercato del 33%, seguita da UniCredit (27%) e Banco BPM (11%). Questa posizione di leadership conferisce all’azienda una forte posizione di mercato, che le consente di esercitare un controllo sui prezzi e di generare profitti elevati.
  • Portafoglio diversificato di attività: Intesa Sanpaolo ha un portafoglio diversificato di attività, che include la banca retail, la banca corporate e investment banking, l’assicurazione e la finanza strutturata. Questa diversificazione consente all’azienda di ridurre il rischio e di generare profitti anche in condizioni di mercato avverse.
  • Politica di dividendi accomodante: Intesa Sanpaolo ha una politica di distribuzione dei dividendi accomodante. L’azienda ha distribuito dividendi per un totale di 6,1 miliardi di euro nel 2022, corrispondenti a un rendimento del 6,1%. Questa politica è in linea con l’obiettivo dell’azienda di generare valore per gli azionisti.

In base a questi fattori, Intesa Sanpaolo è considerata un’azienda solida, leader di settore in Italia e con ottimi dividendi. L’azienda è ben posizionata per continuare a crescere e generare profitti elevati, il che dovrebbe portare a un ulteriore aumento dei dividendi.

Tuttavia, è importante notare che ogni investimento comporta dei rischi. Gli investitori dovrebbero sempre svolgere le proprie ricerche prima di investire in azioni.

In particolare, Intesa Sanpaolo sta investendo in tecnologie digitali e in sostenibilità. L’azienda prevede di diventare una banca leader nell’innovazione e nella sostenibilità entro il 2025. Queste strategie potrebbero essere fattori positivi per le azioni Intesa Sanpaolo, in quanto potrebbero portare a una crescita dei ricavi e degli utili nel lungo termine. News Intesa Sanpaolo.

 

Data stacco dividendo

Dividendo

Tipo

Data di pagamento

Prodotto

20 novembre 2023 0,144 22 novembre 2023 8,72%
22 maggio 2023 0,0901 24 maggio 2023 6,78%
21 novembre 2022 0,0738 23 novembre 2022 6,89%
23 maggio 2022 0,0789 25 maggio 2022 12,64%
22 novembre 2021 0,0721 24 novembre 2021 8,70%
18 ottobre 2021 0,0996 20 ottobre 2021 5,25%
24 maggio 2021 0,0274 26 maggio 2021 1,15%
24 maggio 2021 0,0083 26 maggio 2021 1,50%
20 maggio 2019 0,197 22 maggio 2019 9,08%
21 maggio 2018 0,08 23 maggio 2018 2,67%
21 maggio 2018 0,123 23 maggio 2018 6,77%
22 maggio 2017 0,098 24 maggio 2017 3,50%
22 maggio 2017 0,08 24 maggio 2017 6,36%

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *