Migliori Banche per Carta di Credito Prepagata, Quali sono

Con l’avvento delle nuove tecnologie e di nuove regolamentazioni su transazioni e uso di contanti, i pagamenti digitali vengono impiegati in modo crescente per qualsivoglia tipologia d’acquisto, che sia esso online o offline. Sono sempre più, infatti, gli esercizi commerciali che dispongono di POS abilitati ad accettare pagamenti con carte e smartphone.

Da sempre una caratteristica degli italiani in viaggio e non solo, le carte prepagate vivono un utilizzo crescente negli ultimi 5 anni, specialmente da parte di giovani che imparano a responsabilizzarsi con il loro denaro.

Queste rappresentano il mezzo più sicuro per effettuare pagamenti e vengono rilasciate dagli istituti di credito, talvolta senza costi aggiuntivi, talaltra con spese irrisorie. Per capire quali siano le migliori banche per avere una carta prepagata occorre valutare attentamente ogni caratteristica anche in base ai propri utilizzi, così da poter fare la scelta migliore.

Le 4 migliori banche per avere una carta prepagata

Dal 2015, il settore delle carte prepagate sta registrando segnali di notevole maturità, poiché sono sempre più impiegate per qualsiasi tipo di pagamento sia online che offline, specialmente dai giovani che vogliono responsabilizzarsi maggiormente. In Italia, dal 2018 il numero di transazioni effettuate con carte prepagate è aumentato del 31,4%, nonostante le carte stesse siano diminuite del 5,7%, presentando però costi minori di ogni singola operazione.

In molti di questi casi, gli effetti sono dovuti alle nuove regolamentazioni in merito, come il d.l. 201/2011 sull’uso dei contanti, introdotto dal Governo Monti oggetto di numerosi emendamenti negli anni e modificato ulteriormente col Decreto Fiscale 2020, così come il Regolamento Delegato Europeo 389/2018 sulla sicurezza delle transazioni digitali.

Migliori Banche per Carta di Credito Prepagata, Quali sono

WeBank

Una delle prime banche interamente online, WeBank nasce nel 1999 come servizio internet banking di Banco BPM, per poi diventare un istituto a se stante nel 2009. Offrendo da sempre servizi all’avanguardia, WeBank presenta Prep@id, una carta prepagata versatile, su circuito Mastercard e dotata di IBAN, in grado di effettuare pagamenti online e offline e ricevere bonifici e ricariche. Permette anche pagamenti contactless per somme fino a 25,00 euro e può essere bloccata in caso di furto o smarrimento.

  • Emissione: 10,00 euro, invio con raccomandata 5,00 euro, invio con corriere 7,50 euro
  • Canone annuale: nessuno
  • Plafond: 10,000 euro
  • IBAN: si
  • Circuito: Mastercard
  • Costi ricarica: 1,00 euro da web, 1,50 euro da sportello automatico, 1,50 euro da bonifico, 1,65 euro con canone mensile, 3,00 euro in filiale Banco BPM
  • Costi prelievo: 0,50 euro da sportello automatico Banco BPM, 2,10 euro da sportello automatico altra banca, 3,00 euro da filiale Banco BPM
  • Richiesta lista movimenti: 2,00 euro
  • Imposta bollo: 2,00 euro su estratto cono se superiore a 77,47 euro

Widiba

Sul mercato dal 2014, Widiba offre servizi prettamente online caratterizzati da elevata versatilità e facilità d’utilizzo, che nascono dall’esperienza del Monte dei Paschi di Siena. Widiba presenta la carta prepagata Maxi, su circuiti PagoBancomat e Visa Electron, che permette di effettuare tutti i tipi di pagamento con l’iscrizione al servizio 3D Secure e ricevere bonifici, poiché dotata di IBAN. Può essere facilmente bloccata in caso di smarrimento, furto o uso improprio.

  • Emissione: gratuita
  • Canone annuale: 10,00 euro
  • Plafond: 10,000 euro
  • IBAN: si
  • Circuito: PagoBancomat, Visa Electron
  • Costi ricarica: nessuno da web, 0,50 euro da bonifico, 1,00 euro da sportello automatico MPS
  • Costi prelievo: nessuno da sportello automatico MPS, 2,00 euro da sportello automatico altra banca, 2,00 euro da sportello automatico area Euro, 4,00 euro da sportello automatico area extra-Euro
  • Richiesta lista movimenti: gratuita
  • Imposta bollo: nessuna

Hype

Nata nel 2019 come conto di moneta elettronica, Hype è proprietà di Banca Sella e da questa eredita affidabilità e autorevolezza. Con servizi sempre innovativi e alla portata di tutti, Hype presenta Hype Start, la carta prepagata su circuito Mastercard e dotata di IBAN che rappresenta la versione base delle sue carte. Con spese irrisorie, non ha canoni annuali, permette pagamenti contactless, è compatibile con Apple Pay e Google Pay e bloccabile per emergenze.

  • Emissione: gratuita
  • Canone annuale: nessuno
  • Plafond: 2,500 euro
  • IBAN: si
  • Circuito: Mastercard
  • Costi ricarica: 0,90 euro da app Hype, 2,50 euro da punti vendita abilitati
  • Costi prelievo: nessuno
  • Richiesta lista movimenti: gratuita
  • Imposta bollo: nessuna

N26

Fondato in Germania nel 2013 come Number 26, N26 è un istituto di credito che opera prettamente online senza avere sedi fisiche, con servizi facilmente utilizzabili da computer, app o sportelli automatici. La carta prepagata rappresenta la versione base delle offerte N26, è su circuito Mastercard e con IBAN integrato, non prevede canoni annuali e ha un plafond illimitato, mentre sono gratuiti anche prelievi e ricezione di bonifici. Proprio per tali ragioni è una delle più adatte ai giovani, può essere inoltre bloccata in caso d’emergenza.

  • Emissione: gratuita
  • Canone annuale: nessuno
  • Plafond: illimitato
  • IBAN: si
  • Circuito: Mastercard
  • Costi ricarica: nessuno
  • Costi prelievo: nessuno da sportelli automatici area Euro, 1,7% somma prelevata da sportelli in valuta non-Euro
  • Richiesta lista movimenti: gratuita
  • Imposta bollo: 34,20 euro per giacenze superiori a 5,000 euro

Correlati : Migliori banche per conto depositoMigliori banche per Conto corrente

Conclusioni

Prendendo in esame le migliori banche per avere una carta prepagata si può notare che i prodotti offerti mostrano caratteristiche peculiari e, allo stesso tempo, in contrapposizione tra loro: da un lato alcune carte prepagate presentano costi per operazioni e canoni, ma che provengono da istituti di credito particolarmente rinomati, influenti e importanti; dall’altro carte provenienti da banche prettamente online, ma che presentano costi irrisori o nulli risultando alla portata di tutti.

Gli istituti di credito da cui sono erogate non prescindono però un elemento d’importanza cruciale, ossia la sicurezza del denaro all’interno delle carte: tutte le prepagate sono infatti facilmente bloccabili da app o servizi clienti qualora vengano rubate, smarrite o utilizzate in modo improprio.

A conti fatti, indipendentemente dalle loro esigenze, gli italiani stanno vivendo un utilizzo sempre maggiore di carte prepagate: ciò avviene principalmente per semplicità d’utilizzo e comodità nei pagamenti, ma anche per via delle normative stabilite da Governo Italiano e Unione Europea, che limitano l’utilizzo dei contanti in grandi somme e garantiscono maggiore sicurezza sulle transazioni digitali.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *