10 Migliori Azioni Italiane da Comprare Aprile Maggio 2024

Ecco le migliori azioni italiane da acquistare secondo il loro rendimento.

La Nostra lista è stata stilata in base ai migliori rendimenti delle azioni che sono riuscite ad avere un prezzo anche raddoppiato nell’ultimo anno, di seguito troverete la loro analisi tecnica per il prossimo periodo e i dati finanziari completi dell’ultimo trimestre.

Come si può vedere da queste prime 10 blue chip italiane in 54 settimane sono cresciute da un + 30% ad un + 120% dei numeri veramente importanti per la Nostra Borsa valori.

la domanda che tutti gli operatori si fanno è “Quando finirà questo rally“?

Difficile dirlo, sappiamo che a Giugno il costo del denaro dovrebbe scendere, ma a quel punto, tecnicamente, le azioni dovrebbero salire, ma sarà possibile?

Prima o poi una correzione tecnica ci dovrà pur essere e anche se non entreremo in recessione, la borsa valori dovrebbe ridimensionarsi.

Nel frattempo perchè nn approfittare dell’attuale periodo TORO della borsa?

 

Ecco le migliori azioni delle ultime 54 settimane

Nome Azienda quotata in borsa AUMENTO VALORE AZIONI IN 1 ANNO

Intesa Sanpaolo

+ 47,37%.

Saipem

+73,97%

BCA MPS

+121,16%.

Banco Bpm

+61,42%.

UniCredit

+106,92%.

Bper Banca

+79,42%

Stellantis NV

+65,59%.

Fincantieri

ATTENZIONE   +18,46%.

Webuild

+23,89%.

Assicurazioni Generali

+32%.

Iveco NV

+57,89%.

Mediobanca

+48,02%.

Banca Generali

+28,94%.

Banca Mediolanum

+29,13%.

 

Migliori Azioni Italiane da Comprare Marzo Aprile Maggio 2024
Migliori Azioni Italiane da Comprare Marzo Aprile Maggio 2024

10 migliori Azioni di Aprile, Maggio con analisi tecnica e dati finanziari 

1. Azioni Banca BMPS ( BIT:BMPS)

Analisi tecnica 

Il 15 marzo Banca Monte dei Paschi di Siena ha registrato un rialzo significativo, chiudendo la seduta con un robusto guadagno del 4,32%, sovraperformando i valori precedenti. La giornata è iniziata con un prezzo iniziale di 4,054€, leggermente inferiore al massimo del giorno precedente, ma ha continuato a salire per tutta la sessione, chiudendo a 4,18€, vicino al punto più alto della sessione. Questa performance indica un andamento settimanale più forte del titolo rispetto all’indice FTSE MIB, attirando un maggiore interesse degli investitori verso Monte Paschi rispetto all’indice di riferimento.

Dal punto di vista dell’analisi tecnica, Banca Monte dei Paschi sta attualmente mostrando un’accelerazione rialzista di breve termine con un target identificato a €4.282. Sebbene esista un potenziale rischio al ribasso per 3,975€, si tratta di una correzione temporanea che non compromette il trend complessivamente positivo, con aspettative che la linea di tendenza rialzista si estenda verso 4,589€. L’investimento comporta un elevato profilo di rischio/rendimento, riflesso nel suo tasso di volatilità giornaliero di 2,825 e un interesse significativo da parte degli investitori propensi al rischio, evidenziato da volumi di scambi giornalieri di 36.447.688, superando il volume di movimento medio di 24.144.445.

Tutti i dati finanziari

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 831,9 Mio
Reddito netto 1,12 Mrd
Utile per azione diluito 0,89
Margine di profitto netto 135,02%
Reddito operativo 797,6 Mio
Flusso di cassa netto
Disponibilità liquide
Costo del venduto

 

2. Azioni Unicredit ( BIT: UCG)

analisi tecnica

L’istituto bancario ha mostrato una svolta rialzista, registrando un guadagno del 2,16%. Dopo un avvio di giornata debole, il titolo ha aperto a 32 euro, sotto i minimi del giorno precedente, per poi rafforzarsi progressivamente nel corso della seduta per chiudere a 32,9 euro, vicino ai massimi della seduta. Questa performance è particolarmente notevole se confrontata con l’indice FTSE MIB su base settimanale. Unicredit ha dimostrato una forza relativa positiva rispetto all’indice, indicando un maggiore apprezzamento da parte degli investitori rispetto al principale indice azionario di Milano, con una performance settimanale del +6,87% contro il +1,61% dell’indice.

L’analisi tecnica a breve termine della banca rivela un’accelerazione verso l’alto della curva, target 33,52, con un potenziale rischio di ribasso a 31,65. Questo potenziale calo è visto come una correzione temporanea che non mette a repentaglio l’attuale tendenza sana, con le aspettative che la linea di tendenza rialzista si estenda verso 35,39. La volatilità giornaliera e i volumi di scambio di Unicredit sono relativamente equilibrati, con alcune sessioni che mostrano un aumento del volume rispetto alla media mobile dell’ultimo mese. Questo scenario è ritenuto preferibile per gli investitori avversi al rischio, che evitano movimenti bruschi e bruschi del titolo.

Tutti i dati finanziari

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 5,61 Mrd
Reddito netto 2,81 Mrd
Utile per azione diluito 1,4
Margine di profitto netto 50,69%
Reddito operativo 3,14 Mrd
Flusso di cassa netto -7,53 Mrd
Disponibilità liquide
Costo del venduto

 

3. Azioni BRER Banca ( BIT: BPE)

analisi tecnica

In moderato incremento la performance dell‘istituto bancario emiliano BPER, che chiude con una variazione dell’1,39%. Inizialmente, il titolo ha mostrato neutralità, ma è gradualmente salito durante la sessione di negoziazione. Un’analisi settimanale evidenzia una tendenza al rialzo più pronunciata per BPER rispetto al suo indice di riferimento, indicando una maggiore preferenza di mercato per il titolo. Lo stato tecnico a breve termine di BPER Banca evidenzia un ampliamento della sua curva positiva, con una prima zona di resistenza individuata a 4,065, ed un rischio di correzione fino a 3,927. Le aspettative si orientano verso un aumento del trend rialzista verso l’area di resistenza di 4.203.

In termini di rischio, la volatilità giornaliera di BPER è abbastanza equilibrata, con volumi di scambi stabili e occasionalmente in aumento sopra la media dell’ultimo mese. Questo scenario è ritenuto più favorevole per gli investitori avversi al rischio che evitano movimenti improvvisi e bruschi del titolo. L’analisi suggerisce che l’attuale posizione di mercato di BPER e la prevista traiettoria al rialzo, combinati con la volatilità stabile e le tendenze dei volumi, lo rendono un’opzione attraente per gli investitori cauti che cercano investimenti stabili nel settore finanziario.

Tutti Dati finanziari ultimo trimestre

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 1,33 Mrd
Reddito netto 432,43 Mio
Utile per azione diluito 0,31
Margine di profitto netto 32,5%
Reddito operativo 372,29 Mio
Flusso di cassa netto
Disponibilità liquide
Costo del venduto -75,44 Mio

 

4. Azioni Saipem (BIT:SPM)

Analisi tecnica

Saipem, società che offre servizi e soluzioni per il settore dell’energia e delle infrastrutture, ha mostrato un promettente trend di crescita con un significativo guadagno dell’1,79%. La sessione di negoziazione è iniziata in linea con i valori di chiusura precedenti, seguita da un’espansione della performance nel corso della sessione. Nel confronto settimanale, l’andamento di Saipem è stato più pronunciato rispetto a quello dell’indice FTSE MIB, indicando una maggiore propensione all’acquisto nei confronti della società di ingegneria italiana rispetto all’indice. Questa analisi comparativa evidenzia la posizione attraente di Saipem per gli investitori, soprattutto in contrasto con le tendenze di mercato più ampie.

Nell’analisi di breve termine, lo scenario attuale di Saipem rivela un forte rialzo con un obiettivo target a 2.148. Qualora dovesse verificarsi una temporanea correzione fisiologica, il target immediato è previsto a 2,019, con l’aspettativa però di una curva al rialzo che raggiunga il picco di 2,276. Dal punto di vista dell’analisi del rischio, Saipem attira l’attenzione principalmente degli investitori propensi al rischio a causa del suo livello di volatilità giornaliera pari a 2.457. Si consiglia di considerare le attività di trading da una prospettiva a breve termine poiché i volumi intraday di 47.381.128 sono inferiori alla media mobile del volume mensile medio di 72.682.937, indicando dinamiche di mercato specifiche e comportamenti degli investitori nei confronti della società.

Tutti i dati finanziari ultimo trimestre

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 3,51 Mrd
Reddito netto 100 Mio
Utile per azione diluito
Margine di profitto netto 2,85%
Reddito operativo 115 Mio
Flusso di cassa netto -90 Mio
Disponibilità liquide
Costo del venduto 2,77 Mrd

 

5. Azioni Banco BPM (BIT:BAMI)

Analisi tecnica

Il Banco BPM, nato dalla fusione tra il Banco Popolare e la Popolare di Milano, ha evidenziato un modesto incremento della performance pari all’1,50%. Le azioni della banca hanno iniziato la sessione di negoziazione su un livello stabile rispetto alla chiusura del giorno precedente, seguito da un graduale miglioramento nel corso della sessione, fino a raggiungere il picco a 5,73 euro. Questa performance, soprattutto se confrontata con l’indice FTSE MIB su base settimanale, evidenzia la forza relativa e l’attrattiva del Banco BPM per gli acquirenti, indicando un’accoglienza positiva nel mercato.

Dal punto di vista dell’analisi tecnica, lo status del Banco BPM si sta rafforzando nel breve termine, con un’area di resistenza individuata a 5,757 euro e il primo livello di supporto stimato a 5,581 euro. Le attuali implicazioni tecniche suggeriscono una potenziale espansione della sua performance rialzista, con un livello di resistenza fissato a 5,933€. L’attività di negoziazione sul Banco BPM sembra particolarmente adatta agli investitori avversi al rischio, in quanto il titolo mostra un andamento costante rafforzato da un significativo aumento dei volumi di scambi a 28.935.324 rispetto al volume medio dell’ultimo mese di 19.211.818, suggerendo un forte interesse degli investitori e la fiducia del mercato.

Tutti dati finanziari dell’ ultimo trimestre

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 1,22 Mrd
Reddito netto 321,06 Mio
Utile per azione diluito
Margine di profitto netto 26,27%
Reddito operativo 528,85 Mio
Flusso di cassa netto
Disponibilità liquide
Costo del venduto

 

6. Azioni STELLANTIS NV ( BIT:STLA)

Analisi tecnica

L’azienda automobilistica italo-franco-americana Stellantis ha registrato una sessione di negoziazione vivace, segnando un impressionante rialzo del 2,60%. Il titolo ha aperto la giornata a 25,5€, vicino al massimo del giorno precedente, e ha aumentato la sua performance nel corso della giornata per chiudere a 26,03€ in miglioramento, intorno al livello più alto della sessione. Nel corso della settimana, l’andamento delle azioni di Stellantis è stato più robusto rispetto all’indice FTSE MIB, attirando un maggiore interesse degli investitori verso Stellantis piuttosto che verso l’indice di riferimento.

L’analisi tecnica evidenzia una tendenza al rafforzamento a breve termine per Stellantis, con una resistenza immediata vista a 26,28 € e un livello di supporto a 25,54 € che attualmente guida la fase. Lo slancio rialzista di Stellantis è sostenuto dal crossover della media mobile a 5 giorni rispetto alla media mobile a 34 giorni, suggerendo una potenziale continuazione della tendenza al rialzo verso €27,01. L’analisi del rischio indica un trend relativamente stabile per Stellantis con una bassa volatilità giornaliera a 1.594. I volumi di scambi giornalieri di 16.946.460, significativamente superiori alla media mobile di un mese di 9.739.334, suggeriscono un interesse operativo a medio termine da parte degli investitori, rafforzando le prospettive positive.

Tutti i dati finanziari riferiti all’ultimo trimestre

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 45,59 Mrd
Reddito netto 3,84 Mrd
Utile per azione diluito 1,24
Margine di profitto netto 8,42%
Reddito operativo 4,64 Mrd
Flusso di cassa netto -2,65 Mrd
Disponibilità liquide
Costo del venduto 37,2 Mrd

 

7. Azioni Fincantieri (BIT:FCT)

Analisi tecnica

Il principale complesso cantieristico al mondo, Fincantieri, ha registrato un notevole aumento del 3,70% rispetto ai valori precedenti, chiudendo la sessione in utile. L’apertura della giornata è stata stabile, mantenendosi in linea con la chiusura della sessione precedente, ma ha visto un rafforzamento nel corso della giornata. Questo trend positivo si distingue in modo significativo rispetto al trendline del FTSE MIB su base settimanale, indicando una preferenza più marcata degli investitori per Fincantieri rispetto all’intero indice, suggerendo una maggiore fiducia in questa azienda.

Dall’analisi di breve periodo, Fincantieri mostra un andamento positivo, testando l’area di resistenza a 0,6297 con la possibilità di una discesa fino a un minimo di 0,5887. Si prevede tuttavia un rafforzamento della curva con obiettivi di prezzo mirati a 0,6707. L’interesse del mercato verso Fincantieri è sostenuto da volumi giornalieri di scambio che superano la media mobile mensile, con 14.863.518 contro 8.264.218, indicando una forte domanda. La bassa volatilità giornaliera, pari a 1,444, e lo stretto margine di prezzo, rendono Fincantieri un investimento particolarmente attraente per gli investitori avversi al rischio.

Tutti i dati finanziari ultimo trimestre

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 1,9 Mrd
Reddito netto -16,33 Mio
Utile per azione diluito
Margine di profitto netto -0,86%
Reddito operativo 46,97 Mio
Flusso di cassa netto 211,75 Mio
Disponibilità liquide
Costo del venduto 1,56 Mrd

 

8. Azioni IVECO Group ( BIT:IVG)

Analisi tecnica

Iveco, leader mondiale nel settore automobilistico, ha registrato un leggero calo dell’1,14%, chiudendo a 13,41 euro, vicino al minimo della sessione dopo un inizio debole a 13,5 euro sopra i minimi della sessione precedente. Nel corso della giornata il titolo si è indebolito, mantenendo una forza relativa positiva rispetto all’indice FTSE MIB su base settimanale. Ciò dimostra un maggiore apprezzamento da parte degli investitori per Iveco rispetto al principale indice della Borsa di Milano, con la performance settimanale di Iveco al +9,38% contro il +1,61% del FTSE MIB.

L’analisi tecnica a breve termine per Iveco indica un’accelerazione della curva verso l’alto con un obiettivo a 13,92, nonostante una potenziale battuta d’arresto temporanea a 12,53 che non influirà sul trend complessivamente positivo, prevedendo un’estensione del trend rialzista verso 15,31. L’andamento di Iveco appare stabile con una bassa volatilità giornaliera pari a 2.031 e volumi di scambi giornalieri pari a 5.754.990, ben al di sopra della media di un mese di 2.432.186. Ciò suggerisce un interesse sostenuto degli investitori e incoraggia le attività di trading a medio termine.

9. Azioni Mediobanca ( BIT:MB)

Analisi tecnica

Il modesto guadagno di Mediobanca in Piazzetta Cuccia, segnando un leggero aumento del +1,43%, riflette un inizio vivace con le azioni inizialmente scambiate a 12,97 euro, sotto il picco del 14 marzo, prima di mostrare una performance in miglioramento nel corso della giornata. Questo andamento è particolarmente degno di nota se confrontato con l’indice FTSE MIB su base settimanale, evidenziando un interesse all’acquisto nei confronti della banca d’investimento italiana più forte rispetto all’indice stesso. Ciò suggerisce che Mediobanca sta vivendo una tendenza al rialzo più pronunciata, sottolineando la preferenza degli investitori per questa entità bancaria rispetto agli indicatori di mercato più ampi.

Nel breve termine, la performance di Mediobanca indica una fase positiva con potenziale resistenza al livello di 13,2€ e un possibile calo fino al minimo di 12,91€, con aspettative di rafforzamento verso nuovi target a 13,49€. La stabilità di questo trend, unita ad un basso livello di volatilità giornaliera pari a 1,282, rende Mediobanca un investimento interessante per chi cerca rendimenti modesti minimizzando al contempo le potenziali perdite. Dato il recente interesse del mercato, testimoniato dall’aumento dei volumi giornalieri rispetto alla media dell’ultimo mese pari a 3.793.852, agli investitori che puntano su Mediobanca si consiglia una strategia operativa di medio termine.

Tutti i Dati finanziari dell’ultimo trimestre

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 747,05 Mio
Reddito netto 259,88 Mio
Utile per azione diluito 0,31
Margine di profitto netto 34,79%
Reddito operativo 411,91 Mio
Flusso di cassa netto
Disponibilità liquide
Costo del venduto

 

10. Azioni Assicurazioni Generali ( BIT:G

Analisi tecnica

Assicurazioni Generali, comunemente chiamata il “Leone di Trieste”, ha registrato un modesto miglioramento nell’ultima sessione di negoziazione, chiudendo con un leggero guadagno dello 0,31%. Le azioni della società hanno iniziato la sessione in modo neutrale, ma sono gradualmente salite. Rispetto all’indice FTSE MIB su base settimanale, Generali ha dimostrato una forza relativa più forte, indicando un maggiore apprezzamento da parte degli investitori con un guadagno di performance settimanale del +2,3%, rispetto all’aumento dell’indice principale della Borsa di Milano del +1,61%. Ciò suggerisce che Generali Assicurazioni è vista favorevolmente dal mercato rispetto all’indice più ampio.

Dal punto di vista dell’analisi tecnica, Generali Assicurazioni è attualmente in una fase di rafforzamento, con resistenza vista a 22,87 € e supporto immediato previsto a 22,44 €. Le prospettive operative suggeriscono un continuo slancio rialzista, con una resistenza prevista intorno ai 23,3€. Il volume degli scambi della compagnia, significativamente superiore alla media mobile di un mese, insieme ad una deviazione dei prezzi contenuta e ad una volatilità giornaliera di 0,9174, indica un forte interesse del mercato per Generali Assicurazioni. Questo contesto è particolarmente adatto agli investitori con una bassa tolleranza al rischio, poiché suggerisce un’opportunità di investimento stabile con volatilità limitata.

Tutti i dati finanziari

(EUR) dic 2023 A/A
Fatturato 13,48 Mrd
Reddito netto 752 Mio
Utile per azione diluito 0,49
Margine di profitto netto 5,58%
Reddito operativo 1,37 Mrd
Flusso di cassa netto 363,5 Mio
Disponibilità liquide
Costo del venduto 10,89 Mrd

 

Letture Correlate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *