Investire in ETF su Oro nel 2022 Conviene? Ecco Perché Potrebbe Convenire

Ecco 3 motivi per cui gli ETF sull’oro probabilmente guadagneranno nel 2022 e potrebbero diventare un buon investimento.

L’ETF su lingotti d’oro SPDR Gold Shares GLD è aumentato del 17,6% nel 2019 e del 24,4% nel 2020. Finora quest’anno, l’ETF su lingotti ha perso il 7,24% contro i guadagni del 23,4% dell’S&P 500. Mentre il 2021 è stato negativo per l’oro, il 2022 potrebbe porta fortuna per il metallo giallo. Approfondiamo un po’.

L’oro normalmente sottoperforma in un contesto di tassi in rialzo. Con la Fed che probabilmente diventerà falco nel 2022, molti temono che un rally dell’oro potrebbe non essere possibile. Ma gli investitori dovrebbero notare che il rendimento reale è ancora basso, anzi negativo, a causa dell’aumento dell’inflazione.

Al 14 dicembre 2021, il rendimento reale del tesoro di riferimento era negativo dello 0,98%, anche se la negatività è diminuita nel corso del mese quando dicembre si è aperto con un rendimento reale dell’1,01% negativo. Con l’inflazione che probabilmente rimarrà forte all’inizio del 2022 a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento causate dai virus, ci aspettiamo che l’oro guadagni poiché il metallo è noto come un bene protetto dall’inflazione.

etf oro, etf oro fineco, etf oro grafico, etf oro borsa italiana, invesco physical gold etc, ishares physical gold etc, il miglior etf oro, etf oro opinioni
Immagine sopra: la quotazione dell’ETF  SPDR Gold Share negli ultimi 5 anni

Commerzbank vede anche il 2022 come un anno per investire in oro, secondo il sito di consulenza finanziaria Kitco.. Il suo rapporto afferma che “negli Stati Uniti l’inflazione è attualmente al massimo da 39 anni del 6,8%, in Germania a oltre il 5%, il livello più alto da 29 anni, e nell’Eurozona al 4,9%, il più alto dal l’inizio dell’unione monetaria nel 1999”.

Gli operatori di mercato non si aspettano che “l’inflazione torni all’obiettivo di inflazione del 2% della Fed nel medio-lungo termine. Se l’inflazione più elevata si radicasse e le banche centrali non reagissero in modo appropriato, l’oro probabilmente ne trarrebbe vantaggio come copertura contro l’inflazione”, secondo Commerzbank.

La banca ha inoltre evidenziato che secondo uno studio del World Gold Council, l’oro tiene la testa alta con il suo andamento dei prezzi nelle fasi di alta inflazione (inflazione >5%). Anche con tassi di inflazione compresi tra il 2% e il 5%, la performance dell’oro è notevolmente positiva.

Preoccupazioni di sopravvalutazione nei mercati

L’S&P 500 è ora superiore di circa il 107% rispetto al suo minimo di marzo 2020. Anche il Nasdaq è più che raddoppiato da allora. Sebbene ci siano ragioni per un tale rally poiché la distribuzione del vaccino ha aumentato le possibilità di una ripresa più rapida del previsto, anche la paura della bolla si sta preparando. Anche l’inasprimento più rapido della politica della Fed a causa dell’aumento dell’inflazione dei prezzi potrebbe ridurre lo slancio del rally del mercato azionario. Se il mercato crolla a causa della prenotazione degli utili o dei problemi di sopravvalutazione, l’oro vedrà alcuni momenti opportuni.

Oro: un bene sottovalutato? + Mutazioni di virus

L’oro ( intendiamo oro finanziario, non oro fisico ) è ora un’opportunità di investimento relativamente economica con perdite finora nel 2021. Se il rally azionario si ferma e corregge in anticipo sulle nuove varianti COVID-19 o sui problemi di sopravvalutazione, si potrebbe trovare sicurezza negli investimenti in oro.

L’infezione di un nuovo ceppo di coronavirus, ovvero Omicron, ha avuto un impatto considerevole su Wall Street. L’Europa ha adottato il blocco a causa dell’aumento dei casi di virus.

Anche se siamo in grado di gestire Omicron fin da ora, le mutazioni del virus continueranno a gettare occasionalmente il mercato globale in una zona incerta. Le banche centrali probabilmente non saranno più di grande supporto ed è improbabile anche un massiccio sostegno fiscale.

Tipi di ETF in primo piano

In questo contesto, gli investitori possono tenere traccia dei normali ETF sull’oro come GLD , iShares Gold Trust IAU, Aberdeen Standard Physical Swiss Gold Shares ETF SGOL e SPDR Gold MiniShares Trust GLDM e altri ETF , come quelli con leva come DB Gold Double Long ETN DGP e ProShares Ultra Gold UGL .

Conclusioni

Detto questo, vorremmo notare che lo scenario attuale non è completamente a favore di investimenti in oro, poiché il biglietto verde sta guadagnando forza, il mercato azionario è ancora in ripresa e Omicron è ancora sotto controllo. Gli investitori in oro dovrebbero osservare da vicino gli eventi economici e di mercato prima di prendere qualsiasi decisione.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *