Investire in Oro: Cosa Succede dopo i Nuovi Massimi?

Se non sei sicuro di investire in oro perché i prezzi sono già aumentati così tanto, ecco alcuni punti da considerare.

I prezzi dell’oro hanno recentemente raggiunto nuovi massimi storici, superando i massimi precedenti fissati nel 2011. Il metallo giallo è aumentato di circa il 30% dai minimi di marzo e negli ultimi due anni ha registrato un trend al rialzo.

Non è difficile capire perché investire in oro sia stato così popolare ultimamente.

Con l’aggravarsi della crisi del COVID-19 all’inizio di quest’anno, la Federal Reserve ha spinto la politica monetaria a livelli accomodanti precedentemente ritenuti impossibili. Tra marzo e giugno, il bilancio della Fed è balzato di circa 3 trilioni di dollari. A rischio di semplificazione eccessiva, ciò significa che la Fed ha appena creato  3 trilioni di dollari di nuovo denaro e lo ha scaricato nel sistema finanziario. Per metterlo in prospettiva, quel numero rappresenta il 14% dell’intera economia statunitense da 21,5 trilioni di dollari.

E, naturalmente, non è solo la Fed. Ogni altra banca centrale del mondo sta facendo più o meno la stessa cosa, anche se i rispettivi importi in dollari sono diversi.

Allora, cosa succede adesso? L’epica corsa dei prezzi dell’oro può continuare o gli investitori in oro stanno per raggiungere il massimo?

Gli investimenti in oro prendono piede

Molti investitori si lasciano intimidire quando vedono un investimento raggiungere nuovi massimi storici. Ma questo è esattamente ciò che vuoi vedere in un mercato rialzista sano.

“Un oggetto in movimento tende a rimanere in movimento”, afferma Adam O’Dell, editore di Cycle 9 Alert , citando Sir Isaac Newton. “Sebbene tu possa indicare i fattori fondamentali che supportano l’aumento dell’oro, è lo slancio del prezzo dell’oro stesso ad attirare la mia attenzione. L’acquisto di slancio tende a generare più acquisti di slancio e oggi vedo le condizioni in atto per un movimento significativo al rialzo”.

La maggior parte dell’oro è detenuto nei caveau delle banche centrali o conservato come gioielli, quindi il mercato investibile per l’oro non è eccezionalmente ampio. Ad esempio, SPDR Gold Shares ( GLD ) – il più grande e liquido ETF sull’oro – ha appena 67 miliardi di dollari di asset in gestione. L’iShares Gold Trust ( IAU ) ha appena 26 miliardi di dollari. In prospettiva, i tre maggiori ETF sull’indice S&P 500 hanno un trilione di dollari in attività combinate e la capitalizzazione di mercato dell’indice S&P 500 stesso è di $ 27 trilioni.

Quindi coloro che sono preoccupati di investire in oro a nuovi massimi, si prendono un po’ di cuore. Date le dimensioni relativamente ridotte del mercato dell’oro investibile, non ci vorrebbe molto in termini di nuovi afflussi per far salire il prezzo dell’oro bruscamente da qui.

Nuovi dollari illimitati
Abbiamo assistito al notevole aumento del bilancio della Fed, ma forse un modo migliore per visualizzare l’impatto delle azioni della Fed è guardare all’offerta di moneta.

Leggi anche: Tassazione dell’oro

Investire in oro: cosa succede dopo i nuovi massimi?
Investire in oro: cosa succede dopo i nuovi massimi?

M2 è una misura relativamente ampia del numero in dollari che circolano là fuori, costituito da contanti in circolazione, conti correnti, conti di risparmio, fondi del mercato monetario.

Questo è denaro reale nei portafogli e nei conti bancari, e i numeri che vediamo qui corrispondono all’aumento del bilancio della Fed. L’offerta di moneta è aumentata di circa $ 3 trilioni di dollari da quando il panico COVID-19 è davvero iniziato a marzo.
Un aumento dell’offerta di moneta non significa automaticamente un’impennata dell’inflazione… almeno non immediatamente. Come ha spiegato in un podcast MacroVoices il dottor Lacy Hunt, capo economista della Hoisington Investment Management Company, “La presunzione è che se la Fed è in grado di aumentare l’offerta di moneta avrà importanti influenze sull’attività economica e sul tasso di inflazione Ma il PIL è determinato dal denaro e dalla velocità”.

Il dottor Hunt prevede una deflazione nell’immediato futuro a causa della massiccia distruzione della domanda durante il blocco dei virus. Ma alla fine, si aspetta che la deflazione lascerà il posto a una forte inflazione e forse a un’iperinflazione poiché i debiti pubblici diventeranno effettivamente non pagabili e la Federal Reserve sarà costretta a finanziare efficacemente il governo stampando denaro.

Indebolimento del Dollar Standard
È un errore lasciare che la politica guidi le tue decisioni di investimento. Ma allo stesso tempo, non si può essere ciechi di fronte agli sviluppi politici.

Oggi il sistema finanziario mondiale basato sul dollaro è sotto attacco. Potenze rivali come la Cina risentono della preminenza del dollaro e il sistema multilaterale che ha contribuito a sostenere il dollaro sembra sgretolarsi in assenza della leadership statunitense.

Non esiste una vera alternativa valida al dollaro. Nessun’altra valuta mondiale è abbastanza grande o strutturalmente solida per fare il lavoro. Ma poiché il dominio del dollaro potenzialmente si ritira, le anti-valuta come l’oro e persino il Bitcoin sono in grado di riempire quel vuoto.

Potrebbe sembrare un po’ inverosimile, ma anche la paura che sia possibile potrebbe essere sufficiente a mantenere elevati i prezzi dell’oro per il prossimo futuro.

Tutto questo resta da vedere, ovviamente. Potrebbe essere che l’inflazione che temiamo non si concretizzi mai e che il dollaro continui a regnare sovrano come valuta globale senza rivali. Ma dato il rischio molto reale per la stabilità finanziaria rappresentato dal COVID-19 e la risposta del governo ad esso, non ha senso investire almeno un po’ in oro?

Approfondimenti:

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *