BTP 30 Agosto a 5 e 10 anni: Caratteristiche e Termini dell’Asta

Il Ministero dell’economia e delle finanze ha fatto sapere dell’emissione di BTP a 5 e 10 anni che partirà dal 30 Agosto 2023, per un valore fino a 6 miliardi di euro; di seguito tutti i termini di questa nuova emissione e le caratteristiche di queste obbligazioni di Stato

 

BTP 30 Agosto: conviene investire?

Se siete persone che hanno un portafoglio titoli che prevede l’acquisizione di investimenti garantiti dallo Stato come i BTP, questi titoli fanno per Voi.

In particolare il BTP a 10 anni che corrisponde all’ISIN IT0005544082 ha una bella cedola annuale del 4,35% lordo annuo.

Il tasso di inflazione, oggi probabilmente più alto di questo interesse a breve dovrebbe scendere e avvicin arsi intorno alla soglia del 2%, quella che è l’obiettivo delle banche centrali quindi ecco che con cedole da 4,35% annuo e una fiscalità agevolata del 12,5% sugli interessi positivi, questo BTP dovrebbe rivelarsi un porto sicuro per i Vostri risparmi.

In altre parole, se rispondete a questi requisiti allora sì, conviene investire.

Prenotazione da parte

del pubblico entro il

Presentazione domande in asta

entro le ore 11,00 del

Presentazione domande asta suppl.

entro le ore 15,30 del 

Regolamento

sottoscrizioni il

29 agosto 2023

30 agosto 2023

31 agosto 2023

01 settembre 2023

Tipologia titolo 

BTP 5 Anni 

BTP 10 Anni 

BTP 10 Anni 

CCTeu 7 Anni

Vita residua

in corso di em

in corso di em

10 anni

in corso di em

Codice ISIN

IT0005548315

da attribuire

IT0005544082

IT0005554982

Tranche

Emissione

01/06/2023

01/09/2023

02/05/2023

15/04/2023

Scadenza

01/08/2028

01/03/2034

01/11/2033

15/10/2031

Cedola annuale

3,80%

4,20%

4,35%

Tasso annualizzato

4,64%

Spread

1,15%

Tasso cedolare sem.

2,359%

Data pagamento cedola

01/02/2024

01/03/2024

01/11/2023 (*)

15/10/2023

Importo Min. offerto (mln. €)

2.750

3.250

1.000

1.000

Importo Max. offerto (mln. €)

3.250

3.750

1.500

1.500

Giorni dietimi

31

0

122

139

Provv. collocamento

0,150%

0,200%

0,200%

0,15%

% Imp. Asta Suppl.

20%

30%

20%

15%

Imp. asta suppl. (mln. €)

650,000

1.125,000

300,000

225,000

 

TI POTREBBE INTERESSARE: BTP Ottobre 2023BOT 29 AGOSTO 

Ricordiamo cosa sono i BTP e quali sono le loro principali caratteristiche

I BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) sono titoli di Stato emessi dalla Repubblica Italiana per finanziare il debito pubblico. Sono uno dei principali strumenti attraverso i quali il governo italiano raccoglie fondi sul mercato. Ecco alcune caratteristiche chiave dei BTP:

  1. Durata: I BTP hanno una durata che varia solitamente tra i 3 e i 30 anni.
  2. Tasso Fisso: Questi titoli hanno un tasso d’interesse fisso, noto anche come “cedola”, che viene pagato al detentore del titolo ogni sei mesi. La cedola rappresenta il rendimento garantito al detentore del BTP per tutta la durata del titolo.
  3. Garanzia: Sono garantiti dallo Stato italiano, il che significa che, teoricamente, il rischio di default è molto basso. Tuttavia, come per ogni investimento, esiste sempre un certo grado di rischio.
  4. Liquidi: I BTP sono negoziabili e possono essere acquistati e venduti sul mercato secondario. Grazie alla loro popolarità e al grande volume di negoziazione, tendono ad essere titoli molto liquidi.
  5. Fiscali: Gli interessi maturati sui BTP sono soggetti a tassazione in Italia. La normativa fiscale può variare, quindi è sempre bene informarsi sulla situazione fiscale attuale se si intende investire in BTP.
  6. Diversi Tagli: I BTP sono disponibili in diversi “tagli” o denominazioni nominali, rendendo possibile per gli investitori acquistare titoli in base alle proprie capacità e esigenze d’investimento.
  7. Strumento per Investitori Conservativi: Data la loro natura di titoli di Stato con cedola fissa, i BTP sono spesso considerati come un investimento relativamente sicuro e conservativo, adatto a coloro che desiderano preservare il capitale e ottenere un reddito regolare.

È importante notare che, come per qualsiasi investimento, è fondamentale informarsi adeguatamente e/o consultare un consulente finanziario prima di decidere di investire in BTP o in qualsiasi altro strumento finanziario.

A CHI conviene acquistare BTP?

I BTP, come altri titoli di Stato, sono rivolti a una vasta gamma di investitori, sia privati sia istituzionali. Ecco a chi potrebbero interessare e in quali circostanze potrebbe convenire comprarli:

  1. Investitori al Dettaglio: I BTP sono adatti a piccoli risparmiatori che cercano un investimento relativamente sicuro con un rendimento periodico (attraverso le cedole). Sono una buona opzione per chi desidera preservare il proprio capitale e ottenere un flusso di reddito.
  2. Investitori Istituzionali: Fondi pensione, banche, compagnie assicurative e altri grandi enti spesso detengono BTP nei loro portafogli per diversificare i loro investimenti e mantenere una certa quota di attività a basso rischio.
  3. Diversificazione del Portafoglio: Gli investitori che desiderano diversificare il proprio portafoglio possono considerare l’acquisto di BTP come complemento ad altri investimenti più rischiosi.
  4. Ambiente di Tassi Bassi: In un contesto in cui i tassi d’interesse sono molto bassi, i BTP potrebbero offrire rendimenti migliori rispetto ad altri strumenti a basso rischio.
  5. Protezione dal Rischio: In periodi di incertezza economica o turbolenza di mercato, i BTP e altri titoli di Stato possono agire come rifugio sicuro, poiché sono percepiti come investimenti a basso rischio.
  6. Necessità di Reddito Fisso: Per coloro che necessitano di un flusso di reddito costante, i BTP offrono cedole semestrali fisse.

Quando conviene comprarli? Ecco alcune circostanze:

  1. Aspettative di Bassi Tassi di Interesse: Se si prevede che i tassi d’interesse rimarranno bassi o diminuiranno ulteriormente nel futuro, l’acquisto di BTP a un tasso fisso potrebbe garantire un rendimento stabile.
  2. Protezione del Capitale: Se la priorità è proteggere il proprio capitale da potenziali perdite, i BTP possono essere una buona opzione.
  3. Stabilità e Prevedibilità: Se si desidera avere una fonte di reddito prevedibile e stabile, l’acquisto di BTP potrebbe avere senso.

È essenziale, tuttavia, considerare sempre il contesto economico e di mercato generale, oltre alle proprie esigenze e obiettivi finanziari, prima di decidere di investire in BTP o in qualsiasi altro strumento finanziario. E, come sempre, consultare un consulente finanziario può fornire una guida preziosa nella decisione d’investimento.

 

Differenze tra investimenti in BTP ed azioni

 

Ecco una tabella che illustra le differenze principali tra investire in obbligazioni di Stato come i BTP e in azioni, evidenziando pro e contro:

 

Caratteristica BTP (Obbligazioni di Stato) Azioni
Natura Debito Proprietà
Rendimento Cedola fissa o variabile, pagata periodicamente Dividendi (non garantiti) e potenziale apprezzamento del capitale
Rischio Generalmente basso (ma dipende dalla salute economica del Paese) Variabile, spesso più alto (dipende dalla performance della società e dal mercato)
Durata Predeterminata (es. 5, 10, 30 anni) Indeterminata (finché l’azione è detenuta)
Pro – Prevedibilità dei rendimenti

– Rischio relativamente basso

– Protezione del capitale (in molte circostanze)

– Cedola periodica

– Potenziale per alti rendimenti

– Possibilità di partecipare direttamente al successo di un’azienda

– Potere di voto in assemblea

Contro – Rendimenti spesso inferiori rispetto alle azioni (soprattutto in ambienti di tassi bassi)

– Vulnerabilità ai cambiamenti dei tassi d’interesse

– Maggiore volatilità

– Rischio di perdita totale dell’investimento <br> – Dividendi non garantiti

 

Tuttavia, è essenziale sottolineare che la scelta tra BTP e azioni (o qualsiasi altro strumento finanziario) dovrebbe basarsi su una valutazione completa delle proprie esigenze finanziarie, tolleranza al rischio e obiettivi d’investimento. Inoltre, la consultazione con un consulente finanziario è sempre raccomandata quando si prendono decisioni d’investimento.

BTP 30 Agosto a 5 e 10 anni: Caratteristiche e Termini dell'Asta

ARTICOLI CORRELATI

 

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.