Borse Oggi 2 Febbraio 2024: Dove Investire Oggi Venerdì 2 Febbraio

Nel mercato azionario statunitense si registra un sentimento contrastante poiché gli ultimi dati delle 14:30 indicano un mercato del lavoro robusto e resiliente, riducendo la necessità immediata di stimoli monetari.

Di conseguenza, gli investitori si stanno spostando verso l’acquisto di dollari e la vendita di oro e titoli del Tesoro, anticipando uno scenario di “tassi più alti per un periodo più lungo”.

L’S&P500 sale dello 0,4%, il Dow Jones scende dello 0,2% e il Nasdaq guadagna lo 0,9%. I dati sull’occupazione di gennaio rivelano una crescita delle buste paga non agricole pari a 353.000, superando significativamente le aspettative di consenso di 185.000. La disoccupazione rimane stabile al 3,7%, sfidando le aspettative di un leggero peggioramento al 3,8%. Inoltre, la retribuzione oraria media aumenta notevolmente dello 0,6% su base mensile, superando lo 0,3% previsto. L’indice della fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan è salito leggermente a 79 a gennaio, con miglioramenti nel sottoindice delle prospettive nonostante un calo delle condizioni attuali.

Le aspettative di inflazione rimangono stabili.

A Wall Street, performance degne di nota includono Bristol Myers Squibb che ha superato le aspettative sugli utili, mentre anche Clorox ed Exxon hanno superato le previsioni, con un conseguente aumento del valore delle loro azioni rispettivamente del 7% e dello 0,5%. Microchip Technology deve affrontare un calo del 3% a causa di prospettive deboli e Chevron riporta risultati contrastanti con utili rettificati superiori alle attese ma ricavi inferiori. Apple registra un calo del 3% nonostante i risultati positivi del quarto trimestre del 2023, ponendo fine a un calo dei ricavi di quattro trimestri.

Meta Platforms registra una notevole crescita del 19% nei ricavi trimestrali, annunciando il suo primo dividendo e un cambiamento strategico nella spesa relativa al metaverso.

Amazon supera le aspettative del mercato con 170 miliardi di dollari di ricavi nel quarto trimestre del 2023, riflettendo una crescita del 14% su base annua. L’esperienza di Tesla e Alphabet diminuisce, mentre Nvidia aumenta del 3% mentre Meta Platforms aumenta la sua gamma di investimenti per il 2024, sottolineando la crescita delle infrastrutture di server e data center.

 

Borse europee oggi

In Europa i mercati azionari hanno subito un rallentamento, con l’indice EuroStoxx50 in rialzo dello 0,2%, e il FtseMib di Milano in rialzo della stessa percentuale. Il Dax di Francoforte ha raggiunto un traguardo storico, toccando per la prima volta i 17.000 punti, registrando un incremento dello 0,3%.

Le variabili macro, in particolare i dati sul mercato del lavoro, hanno portato a pressioni di vendita sui titoli del Tesoro, facendo salire il rendimento del titolo decennale al 4,0%, con un aumento di 10 punti base. Il Bund decennale ha raggiunto il 2,22%, mentre i futures sul Bund avrebbero dovuto chiudere la settimana con un guadagno dello 0,7%.

Secondo Bankitalia, gli investitori stranieri hanno acquistato il 70,3% dei Btp quindicenni di nuova emissione, per un totale di 10 miliardi di euro. Il tasso di cambio euro/dollaro è sceso bruscamente a 1,08, in calo dello 0,6%. I prezzi del greggio Brent e WTI sono diminuiti del 2%, determinando un saldo settimanale provvisorio del -7%.

Anche l’oro ha registrato un calo dell’1,2%, raggiungendo i 2.035 dollari, mentre il Bitcoin è sceso dell’1% a 42.600 dollari.

  • Nel mercato azionario italiano, Tim ha registrato un aumento del 2,4% poiché Vivendi, il suo maggiore azionista, sta valutando la possibilità di nominare un proxy advisor per l’assemblea di rinnovo del consiglio di aprile.
  • Stellantis ha registrato un aumento del 2% dopo una crescita del 13,1% nelle immatricolazioni di automobili del gruppo in Italia nel mese di gennaio, superando la crescita del mercato del 10,6%.
  • La quota di mercato di Stellantis è aumentata dal 26,8% di dicembre al 34,64%.
  • Tenaris guadagna l’1,6% dopo i risultati di Vallourec, mentre Ferrari perde il 2,2%.
  • Saipem ed Eni hanno registrato riduzioni rispettivamente dell’1,6% e dell’1%, con Eni che ha firmato un memorandum d’intesa con il Ministero indonesiano dell’Energia e delle Risorse Minerarie per accelerare i programmi di decarbonizzazione nel Paese del Sud-Est asiatico.

Borse ieri

Borsa di New York ha chiuso ieri con un discreto margine positivo, nella sessione di fine giovedì però, Meta Platforms (META) e Amazon.com (AMZN) hanno aggiunto collettivamente 280 miliardi di dollari in valore di mercato dopo che entrambe le società Big Tech hanno riportato risultati trimestrali impressionanti, mentre il valore di Apple (AAPL) è diminuito di 70 miliardi di $ in seguito ai suoi risultati sotto le aspettative.

Le azioni di Meta sono aumentate di oltre il 14%, raggiungendo il livello record di 451 dollari, aumentando la sua capitalizzazione di mercato di 148 miliardi di dollari a 1,16 trilioni di dollari dopo aver annunciato il suo primo dividendo in assoluto.

Nonostante l’associazione dei dividendi con aziende mature e a crescita lenta, Meta ha registrato un aumento dei ricavi del 25% a 40,1 miliardi di dollari per il trimestre di dicembre, trainato da una solida pubblicità e dalle vendite di dispositivi.

Nel frattempo, le azioni di Amazon sono balzate dell’8% poiché la società ha superato le aspettative di fatturato per il trimestre di dicembre, raggiungendo una capitalizzazione di mercato di 1,78 trilioni di dollari, alimentata dalla forte spesa online durante la stagione critica dello shopping natalizio.

Al contrario, i risultati trimestrali di Apple hanno superato le aspettative degli analisti, ma le sue azioni sono scese del 3,3% a causa delle vendite inferiori alle stime in Cina. L’azienda deve affrontare una dura concorrenza in Cina, causando preoccupazione a Wall Street.

Nonostante i passi da gigante di Apple nel campo dell’intelligenza artificiale (AI), Microsoft (MSFT) l’ha superata come azienda di maggior valore al mondo a gennaio.

Gli investitori prevedono che il vantaggio di Microsoft nell’intelligenza artificiale aumenterà probabilmente nei prossimi cinque anni, con 13 analisti che concordano all’unanimità sul fatto che Apple ha bisogno di contributi sostanziali da nuovi prodotti come Vision Pro o da un ciclo generativo basato sull’intelligenza artificiale, potenzialmente attraverso l’iPhone 16, per accelerare la crescita.

Il rapporto post-campagna di Meta ha rivelato piani per investimenti per il 2024 di 30-37 miliardi di dollari, con ulteriori 2 miliardi di dollari per investimenti relativi ai server, alcuni dei quali saranno diretti all’intelligenza artificiale.

Questo aumento della capitalizzazione di mercato di Meta è stato più di cinque volte il valore totale del suo rivale sui social media, Snap Inc (SNAP.N), che ammonta a 26 miliardi di dollari.

Borse Oggi 2 Febbraio: Migliori Titoli ed Azioni da Comprare
Sopra: la sede della Borsa Italiana a piazza affari, Milano

Migliori Titoli ed Azioni da Comprare Venerdì 2 Febbraio 2024

Ferrari ( Race )

Ieri sera l’annuncio che Hamilton correrà per la scuderia di Maranello.

STELLANTIS (STLA )

Nel mese di gennaio STELLANTIS (STLAM.MI) ha registrato una crescita delle immatricolazioni di veicoli in Italia del 13,1%, superando l’aumento del mercato del 10,6%.

In particolare, la quota di mercato di Stellantis è aumentata dal 26,8% di dicembre al 34,64%. Ciò segna un significativo miglioramento delle prestazioni del gruppo automobilistico, riflettendo un robusto inizio d’anno e un notevole aumento della posizione dominante sul mercato all’interno del settore automobilistico italiano.

Geox

Nel frattempo, GEOX (GEO.MI) prevede che l’anno 2024 sarà coerente con la performance del 2023, dove ha realizzato ricavi sostanzialmente stabili pari a 720 milioni di euro, un modesto aumento dello 0,3% a cambi costanti rispetto all’anno precedente.

Mentre il gruppo calzaturiero mantiene la sua stabilità finanziaria, ha rivelato i piani per svelare la sua nuova strategia per gli anni 2024-2027 durante l’anno fiscale. Ciò testimonia l’impegno di GEOX nella pianificazione strategica e nella crescita continua, ponendo le basi per gli sviluppi futuri nei prossimi anni.

ENI ( ENI

Eni ha recentemente completato l’acquisizione di Neptune Energy, a seguito dell’approvazione delle autorità competenti, tra cui l’antitrust e gli organismi di regolamentazione specifici del Paese. L’acquisizione, inizialmente annunciata a giugno, comprende l’intero portafoglio di Neptune, noto come Neptune Global Business, ad eccezione degli asset in Norvegia (Neptune Norvegia Business) acquisiti contemporaneamente da Vår Energi e degli asset in Germania, che sono stati esclusi dalla transazione.

I termini concordati valutano Neptune Global Business a circa 2,6 miliardi di dollari in termini di valore aziendale e Neptune Norvegia Business a circa 2,3 miliardi di dollari. Si prevede che l’acquisizione, con un costo di 2P di circa 10 dollari USA per barile di petrolio equivalente (boe), porterà circa 130 mila barili di petrolio equivalente al giorno (kboed) ai portafogli di Eni e Var, di cui oltre il 70% costituito da gas naturale. , in contrasto con il portafoglio esistente di Eni, che è costituito per circa il 55% da gas naturale.

Eni prevede di generare sinergie nelle spese generali e amministrative (G&A) e nelle aree industriali, per un totale di oltre 0,5 miliardi di dollari.

Nonostante il completamento di questa acquisizione strategica, ad Eni (ENI.MI) è stata assegnata una posizione neutrale con un prezzo target di €16,0.

NUOVE IPO NEL 2024

Si alza il sipario su una coorte di 21 aziende italiane che, nei prossimi sei mesi, seguiranno una formazione mirata in vista della quotazione a Piazza Affari. Spaziando in vari settori e dimensioni, dalle startup in crescita ai colossi da miliardi di dollari come Acciaierie Venete, impiega quasi 1.400 persone e prevede di chiudere il 2023 con circa 1,3 miliardi di ricavi.

Altro attore di rilievo è Parmacotto, che punta a 200 milioni di fatturato entro il 2025 e prevede di quotare il 45% del capitale, con aspirazioni di crescita sul mercato americano.

Il filo conduttore tra queste 21 entità è la selezione da parte di Euronext, una società paneuropea che comprende Borsa Italiana, per partecipare al programma Ipoready, un’iniziativa di formazione per 160 medie e piccole imprese europee che potrebbe essere pronta per un salto nel pubblico. mercato dei capitali una volta completato.

Euronext ha recentemente rivelato i nomi di queste aziende, ridotte a 21 rispetto al numero inizialmente annunciato, tra cui nomi noti dell’imprenditoria italiana come Hnh Hospitality, Dentalpro e Morato.

L’elenco di Ipoready si estende oltre i settori tradizionali, con quattro aziende del settore agroalimentare, segnalando una potenziale impennata per il settore nel mercato pubblico. Inoltre, il settore tecnologico è fortemente rappresentato, con aziende come Adt, Entando, Hlpy e Checkmoov. In particolare, la rappresentanza del settore finanziario è minima, con una sola società fintech, Santamaria, specializzata in prestiti e cessione del quinto, che partecipa al programma.

La gamma diversificata è completata da aziende come Angelantoni, Imaco, Lanzi, Taumat, Alia Servizi Ambientali e Hygge Healthcare, ciascuna delle quali contribuisce al variegato panorama dell’iniziativa Ipoready.

Risorse Utili:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *