Migliori Azioni Intelligenza Artificiale da Acquistare per un 2024 Redditizio

L’Intelligenza Artificiale è il settore tecnologico con la crescita più veloce da qui ai prossimi anni. Oggi le chatbot di intelligenza artificiale (AI) conducono  conversazioni quasi umane ed eseguono attività basate sul linguaggio: dallo scrivere documenti accademici, a rispondere a domande complesse e su ogni argomento.  ChatGPT ha aperto gli occhi al mondo degli investimenti sul potenziale dell’IA nel futuro prossimo e più remoto. Un vero Vaso di Pandora che l’uomo ha aperto e che ancora non riusciamo a capire bene dove ci porterà. Di sicuro porterà tanti guadagni e tante ricchezze a chi ne cavalca gli investimenti, almeno per il momento.

Questo potere va ben oltre il divertente gioco di parole. Esistono numerose applicazioni aziendali per l’intelligenza artificiale, che vanno dal rilevamento precoce delle malattie negli esseri umani all’analisi dei dati in tempo reale che può semplificare i processi di produzione.

Con tutto quel potenziale, alcuni esperti di investimenti stanno etichettando l’IA come la “prossima grande novità” nella tecnologia (anche se l’IA risale agli anni ’50). Vuoi entrare? Di seguito sono riportati 12 titoli AI da ricercare, oltre a una rapida rassegna delle popolari applicazioni aziendali AI e dei termini AI che è necessario conoscere.

Azioni Intelligenza Artificiale (AI) su cui investire
Azioni Intelligenza Artificiale (AI) su cui investire

I migliori titoli AI da acquistare questo periodo

C’è più di un modo per posizionare il tuo portafoglio in modo che tragga vantaggio da una continua rivoluzione dell’IA. Puoi investire in aziende che costruiscono hardware AI, sviluppano soluzioni AI o vendono strumenti di sviluppo AI. Oppure puoi investire in aziende che utilizzano l’intelligenza artificiale per realizzare prodotti migliori, migliorare il loro marketing o creare efficienze.

Fortunatamente, hai opzioni di qualità in entrambe le categorie, inclusi alcuni titoli che già conosci. Immergiamoci.

1.Adobe (ADBE)

Adobe è un’azienda leader nel settore del software e dei servizi creativi, conosciuta per prodotti come Photoshop, Illustrator, InDesign e molti altri. L’intelligenza artificiale (IA) gioca un ruolo sempre più importante nel portfolio di prodotti di Adobe, offrendo funzionalità avanzate per migliorare l’efficienza e l’esperienza dell’utente.

Uno dei principali utilizzi dell’IA da parte di Adobe riguarda la funzionalità di riconoscimento e analisi dell’immagine. Con l’IA, i prodotti Adobe possono analizzare automaticamente le immagini per identificare oggetti, persone, luoghi e altri elementi. Questo consente agli utenti di eseguire ricerche più efficaci all’interno delle librerie di immagini e di organizzare i contenuti in modo più efficiente.

Inoltre, Adobe sta investendo nell’apprendimento automatico e nella generazione di contenuti tramite IA. Ad esempio, Adobe Sensei, la piattaforma di intelligenza artificiale e machine learning di Adobe, offre strumenti di generazione automatica del contenuto che consentono agli utenti di creare facilmente immagini, grafiche, video e altro ancora.

Oltre alle funzionalità di analisi e generazione del contenuto, Adobe utilizza anche l’IA per migliorare l’esperienza utente. Ad esempio, Adobe Sensei può fornire suggerimenti e consigli contestuali durante l’utilizzo dei prodotti Adobe, semplificando il flusso di lavoro creativo e accelerando il processo di creazione.

Complessivamente, l’intelligenza artificiale gioca un ruolo significativo nell’ecosistema di Adobe, consentendo ai creativi di sfruttare al massimo le potenzialità dei prodotti Adobe e semplificando il processo creativo.

Adobe ha annunciato nuove funzionalità AI nel 2022

Adobe produce software per la creazione di contenuti, il marketing, l’analisi dei dati, la gestione dei documenti e la pubblicazione. Il suo prodotto di punta, Creative Cloud, è una suite di software di progettazione venduta tramite abbonamento.

Nel 2022, Adobe ha annunciato nuove funzionalità di intelligenza artificiale e machine learning (ML) nel suo prodotto Experience Cloud, una suite di analisi e marketing. Questi progressi includono funzionalità predittive che aiutano i team di vendita e marketing a comprendere come i diversi aspetti delle campagne di marketing influenzano le decisioni di acquisto dei clienti. Possono utilizzare tali informazioni per ottimizzare le campagne e i loro budget.

2. Alphabet (GOOGL)

Alphabet è la casa madre di Google, una delle più grandi e influenti aziende al mondo nel settore tecnologico. La sua intelligenza artificiale (IA) si chiama BARD è un elemento centrale della strategia di Alphabet e di Google, e viene utilizzata in molte aree del loro business.

Google utilizza l’IA per migliorare i suoi prodotti e servizi esistenti, nonché per sviluppare nuove soluzioni innovative. Uno dei principali utilizzi dell’IA da parte di Google è il miglioramento della ricerca e dell’esperienza utente. Con algoritmi di apprendimento automatico avanzati, Google è in grado di comprendere meglio l’intento degli utenti e di fornire risultati di ricerca più pertinenti e personalizzati. Inoltre, l’IA è utilizzata per migliorare le funzionalità di ricerca vocale e di traduzione automatica di Google.

Un’altra area chiave in cui l’IA è centrale per Google è quella dei veicoli autonomi. Alphabet possiede Waymo, un’azienda specializzata nello sviluppo di tecnologie per la guida autonoma. L’IA è fondamentale per consentire ai veicoli di Waymo di percepire l’ambiente circostante, prendere decisioni in tempo reale e guidare in modo sicuro ed efficiente.

Inoltre, Google utilizza l’IA in molti dei suoi prodotti e servizi, come Google Assistant, che sfrutta le capacità di apprendimento automatico per comprendere e rispondere alle richieste degli utenti. L’IA è anche utilizzata per migliorare le funzionalità di Google Photos, Google Maps e molti altri prodotti.

Alphabet ha anche investito notevoli risorse nello sviluppo di algoritmi di apprendimento automatico e di intelligenza artificiale più avanzati. Google Brain, il team di ricerca di Google focalizzato sull’IA, ha contribuito a importanti progressi nel campo dell’apprendimento automatico profondo e ha sviluppato diversi strumenti e framework ampiamente utilizzati dalla comunità scientifica e dagli sviluppatori di tutto il mondo.

Complessivamente, l’intelligenza artificiale è una componente chiave dell’azienda Alphabet e di Google, utilizzata per migliorare i prodotti e servizi esistenti, per sviluppare nuove soluzioni innovative e per guidare l’evoluzione della tecnologia in molte aree.

 

3. Amazon (AMZN)

 

Amazon è un’azienda leader a livello globale nel settore del commercio elettronico, dei servizi cloud e della tecnologia. L’intelligenza artificiale (IA) è un elemento fondamentale della strategia di Amazon e viene utilizzata in diverse aree del loro business.

Uno dei principali utilizzi dell’IA da parte di Amazon è il suo assistente vocale intelligente, Alexa. Alexa è integrata negli altoparlanti intelligenti Echo di Amazon e in altri dispositivi, consentendo agli utenti di interagire vocalmente con la tecnologia. L’IA dietro ad Alexa comprende il riconoscimento vocale, la comprensione del linguaggio naturale e la capacità di fornire risposte, eseguire azioni e controllare altri dispositivi connessi.

Inoltre, Amazon utilizza l’IA per migliorare l’esperienza di shopping dei suoi clienti. L’IA viene utilizzata per analizzare i dati degli utenti e fornire raccomandazioni personalizzate sui prodotti, migliorando la scoperta e l’acquisto di articoli sul sito di Amazon. L’IA viene anche utilizzata per migliorare l’efficienza logistica e l’ottimizzazione delle consegne, consentendo a Amazon di gestire in modo più intelligente la sua vasta rete di magazzini e di offrire spedizioni più veloci e precise.

Un altro settore in cui Amazon sfrutta l’IA è quello della computer vision. L’IA viene utilizzata per lo sviluppo di soluzioni di riconoscimento delle immagini e dei video. Ad esempio, Amazon Rekognition è un servizio di analisi delle immagini basato sull’IA che consente di identificare, analizzare e classificare contenuti visivi, consentendo agli utenti di sviluppare applicazioni in diversi ambiti, come la sorveglianza video, la moderazione dei contenuti e molto altro.

Inoltre, Amazon utilizza l’IA nei suoi servizi di cloud computing attraverso Amazon Web Services (AWS). AWS offre una serie di servizi e strumenti basati sull’IA, come Amazon SageMaker, un servizio di machine learning completamente gestito che semplifica la creazione, l’addestramento e la distribuzione di modelli di apprendimento automatico.

Complessivamente, Amazon sfrutta l’intelligenza artificiale in molte aree del suo business, compresi i dispositivi intelligenti, l’esperienza di shopping, la logistica, la computer vision e i servizi cloud. L’IA gioca un ruolo chiave nell’innovazione di Amazon, consentendo all’azienda di offrire servizi più intelligenti, personalizzati ed efficienti ai suoi clienti.

Amazon fornisce servizi e infrastrutture di AI e ML tramite Amazon Web Services (AWS). Il gigante dell’e-commerce utilizza anche l’intelligenza artificiale nel proprio negozio online per formulare raccomandazioni sui prodotti. Alexa, l’assistente virtuale dei dispositivi Echo, è alimentato dall’intelligenza artificiale.

4. Baidu (BIDU)

 

Baidu è un’azienda cinese di tecnologia conosciuta come il “Google cinese“. Baidu è fortemente impegnata nello sviluppo e nell’applicazione dell’intelligenza artificiale (IA) in molti settori.

Baidu ha sviluppato una piattaforma di intelligenza artificiale chiamata Baidu AI, che comprende una vasta gamma di servizi e strumenti basati sull’IA. Questa piattaforma è utilizzata per migliorare i prodotti e i servizi di Baidu, nonché per offrire soluzioni AI a terze parti.

Un’area chiave in cui Baidu sfrutta l’IA è la ricerca e l’elaborazione del linguaggio naturale. Baidu ha sviluppato il suo motore di ricerca basato sull’IA chiamato Baidu Search, che utilizza algoritmi di apprendimento automatico per fornire risultati di ricerca pertinenti e personalizzati agli utenti.

Inoltre, Baidu ha sviluppato un assistente virtuale chiamato DuerOS, che utilizza l’IA per comprendere e rispondere alle richieste vocali degli utenti. DuerOS è stato integrato in diversi dispositivi intelligenti, come altoparlanti intelligenti e dispositivi per la casa intelligente, consentendo agli utenti di controllare i dispositivi con il semplice utilizzo della voce.

Baidu è anche coinvolta nello sviluppo di veicoli autonomi e guida autonoma. La divisione di Baidu chiamata Apollo è una piattaforma di guida autonoma basata sull’IA che fornisce software, algoritmi e strumenti per il settore automobilistico. Apollo è stato utilizzato da numerose aziende automobilistiche per sviluppare veicoli autonomi.

Un altro ambito in cui Baidu applica l’IA è la visione artificiale. Baidu ha sviluppato una tecnologia di riconoscimento delle immagini basata sull’IA chiamata Baidu Vision, che viene utilizzata in diverse applicazioni come l’analisi delle immagini, il riconoscimento dei volti e la sorveglianza video.

Complessivamente, Baidu è un’azienda che sfrutta l’intelligenza artificiale in diversi settori, come la ricerca, l’assistenza virtuale, la guida autonoma e la visione artificiale. L’IA è un elemento centrale nella strategia di Baidu, consentendo all’azienda di offrire soluzioni tecnologiche avanzate e innovazione nel mercato cinese e oltre.

All’inizio di febbraio, Baidu ha annunciato che avrebbe lanciato il proprio chatbot AI a marzo. Il chatbot, noto come ERNIE bot in inglese e Wenxin Yiyan in cinese, utilizza un modello linguistico Baidu sviluppato internamente.

Baidu investe da anni nell’intelligenza artificiale. Come Amazon e Google, anche Baidu ha un’unità di cloud computing che supporta varie funzionalità di intelligenza artificiale.

Cerchi azioni sottovalutate con un grande potenziale di rialzo? I migliori esperti di investimenti di Forbes condividono i nomi delle azioni con prezzi errati pronti a salire in questo rapporto esclusivo, 7 migliori azioni da acquistare ora. Clicca qui per scaricarlo prima che Wall Street si svegli al vero valore delle azioni.

5. C3 AI (AI)

 

L’azienda C3.ai (pronunciata “C3”) è una società che si occupa di intelligenza artificiale (IA) e software per l’analisi dei dati. C3.ai offre una piattaforma di intelligenza artificiale e machine learning che consente alle aziende di applicare l’IA a una vasta gamma di settori e casi d’uso.

La piattaforma C3.ai utilizza l’IA per aggregare e analizzare grandi quantità di dati provenienti da diverse fonti, come sensori, dispositivi connessi, sistemi aziendali e altro ancora. Utilizzando algoritmi di apprendimento automatico avanzati, la piattaforma può identificare modelli, tendenze e correlazioni nei dati per estrarre insights preziosi e prendere decisioni informate.

C3.ai viene spesso utilizzata in settori come l’energia, la produzione, i servizi pubblici, la sanità e altri, dove la gestione e l’analisi dei dati sono cruciali per migliorare l’efficienza operativa, ottimizzare le prestazioni e fornire servizi migliori.

Un aspetto distintivo della piattaforma C3.ai è la sua capacità di creare modelli di apprendimento automatico in modo rapido e scalabile. I clienti di C3.ai possono utilizzare la piattaforma per sviluppare modelli personalizzati adatti alle loro specifiche esigenze e integrarli nel loro ambiente di lavoro esistente.

Inoltre, C3.ai offre anche applicazioni preconfezionate che utilizzano l’IA per affrontare specifici problemi aziendali. Ad esempio, possono fornire soluzioni per il monitoraggio e la manutenzione predittiva delle apparecchiature, l’ottimizzazione delle forniture energetiche, la gestione delle reti elettriche e molto altro ancora.

Complessivamente, C3.ai sfrutta l’intelligenza artificiale e il machine learning per offrire soluzioni di analisi dei dati avanzate e personalizzabili alle aziende. La loro piattaforma aiuta a migliorare l’efficienza operativa, l’ottimizzazione delle risorse e la presa di decisioni basate sui dati in diversi settori industriali.

6. IBM (IBM)

 

IBM è un’azienda leader nel settore della tecnologia e dei servizi informatici, ed è fortemente impegnata nello sviluppo e nell’applicazione dell’intelligenza artificiale (IA) attraverso la sua piattaforma di intelligenza artificiale chiamata IBM Watson.

IBM Watson è una delle piattaforme di IA più conosciute al mondo e offre una vasta gamma di servizi e strumenti basati sull’IA per le aziende. Watson utilizza algoritmi di apprendimento automatico, apprendimento profondo e analisi dei dati per comprendere, ragionare e apprendere dai dati in modo da fornire informazioni, assistenza decisionale e soluzioni a compiti complessi.

Un settore in cui IBM Watson è particolarmente attivo è l’elaborazione del linguaggio naturale. Watson è stato utilizzato per lo sviluppo di sistemi di risposta automatica e assistenti virtuali che comprendono e rispondono alle domande degli utenti in modo naturale e contestuale. È stato utilizzato anche in applicazioni come l’elaborazione del linguaggio naturale per l’analisi di grandi quantità di testo, la traduzione automatica e la generazione di contenuti.

IBM Watson è ampiamente utilizzato anche nell’analisi dei dati e nell’intelligenza aziendale. La piattaforma Watson Analytics offre strumenti di analisi dei dati basati sull’IA che consentono agli utenti di scoprire modelli, tendenze e insights dai dati in modo intuitivo e interattivo, anche senza competenze tecniche avanzate.

Inoltre, IBM Watson è stato applicato in settori come la salute, l’assistenza sanitaria e la ricerca medica. Watson Health, una divisione di IBM Watson, utilizza l’IA per l’analisi dei dati sanitari, la diagnosi assistita dall’IA, la gestione delle cure e molto altro ancora. È stato anche utilizzato in progetti di ricerca per accelerare la scoperta di nuovi farmaci e terapie personalizzate.

IBM continua a investire nell’IA e nel suo sviluppo, collaborando con partner e clienti per sviluppare soluzioni su misura per le loro esigenze. L’azienda promuove anche l’apertura e l’interoperabilità dell’IA attraverso l’IBM Watson OpenScale, che consente di gestire, monitorare e controllare i modelli di apprendimento automatico in modo trasparente e responsabile.

Complessivamente, IBM è un’azienda leader nell’IA, con la piattaforma Watson che offre una vasta gamma di servizi e strumenti per applicazioni aziendali, analisi dei dati, assistenza sanitaria e altro ancora. IBM Watson continua a guidare l’innovazione nell’IA, offrendo soluzioni avanzate per l’integrazione e l’applicazione dell’IA in diversi settori.

IBM ha anche effettuato diverse acquisizioni di intelligenza artificiale negli ultimi anni, tra cui Turbonomic, Instana e Databand.ai.

7. Micron Technology (MU)

 

La tecnologia Micron produce memoria e hardware di archiviazione ad alte prestazioni che alimentano le soluzioni AI. Quello del chipmakercreatore -1,6%i prodotti sono utilizzati nei data center e nelle auto a guida autonoma.

Micron ha rafforzato il suo portafoglio AI quando ha acquistato la startup FWDNXT nel 2019. Le soluzioni hardware e software FWDNXT alimentano le soluzioni di deep learning e le reti neurali.

8. Microsoft (MSFT)

Microsoft è una delle principali aziende nel settore della tecnologia e dell’informatica, e l’intelligenza artificiale (IA) è un elemento centrale della loro strategia. Microsoft ha sviluppato diverse soluzioni basate sull’IA e investe notevoli risorse nello sviluppo e nell’applicazione dell’IA in molti settori.

Un elemento fondamentale dell’offerta di Microsoft nel campo dell’IA è la piattaforma Microsoft Azure. Azure offre un ampio set di servizi e strumenti basati sull’IA, tra cui Azure Cognitive Services, che fornisce funzionalità di visione artificiale, linguaggio naturale, riconoscimento vocale e altro ancora. Questi servizi consentono agli sviluppatori di integrare funzionalità di IA nelle proprie applicazioni senza dover sviluppare da zero algoritmi complessi.

Microsoft ha anche sviluppato Cortana, un assistente virtuale basato sull’IA che può rispondere alle domande degli utenti, fornire informazioni, eseguire azioni e integrarsi con altri servizi e dispositivi. Cortana è stato integrato in diversi dispositivi, come PC, tablet e smartphone con sistema operativo Windows.

Inoltre, Microsoft sta investendo nell’applicazione dell’IA nell’ambito della produttività aziendale. Strumenti come Microsoft Office 365 utilizzano l’IA per migliorare la produttività e l’efficienza degli utenti, ad esempio fornendo suggerimenti durante la scrittura o l’organizzazione di riunioni basate sui pattern dei comportamenti degli utenti.

Microsoft è anche attiva nello sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale per il settore sanitario. La divisione Microsoft Healthcare utilizza l’IA per analizzare grandi quantità di dati medici, migliorare la diagnosi, fornire assistenza personalizzata e aiutare nella ricerca medica.

Inoltre, Microsoft sta lavorando alla creazione di un framework di intelligenza artificiale etica e responsabile. L’azienda ha lanciato l’iniziativa AI for Good, che mira a utilizzare l’IA per affrontare sfide globali come l’accesso all’istruzione, la sostenibilità ambientale e l’assistenza sanitaria nelle regioni meno sviluppate.

Complessivamente, Microsoft è un attore importante nell’IA e sta applicando questa tecnologia in molte aree, come i servizi cloud, gli assistenti virtuali, la produttività aziendale e la sanità. L’azienda sta contribuendo all’evoluzione dell’IA e all’adozione responsabile di questa tecnologia, promuovendo l’innovazione e l’uso etico dell’IA per il beneficio della società.

Microsoft ha investito in OpenAI, la società che ha sviluppato ChatGPT, dal 2019. La partnership è iniziata con un investimento di 1 miliardo di dollari e l’accordo secondo cui Microsoft avrebbe fornito esclusivamente servizi di cloud computing al laboratorio di intelligenza artificiale. Nel gennaio 2023, Microsoft ha annunciato che avrebbe esteso la partnership OpenAI in un “investimento pluriennale e multimiliardario”.

Microsoft ha anche l’obiettivo dichiarato di rendere la tecnologia AI universalmente accessibile attraverso la sua piattaforma di cloud computing Azure.

E, come Alphabet, Microsoft ha recentemente lanciato un chatbot AI per il suo motore di ricerca Bing. Sfortunatamente, anche il chatbot di Bing ha fallito il test di accuratezza. Come riportato da Dmitri Brereton, il chatbot ha dichiarato in modo errato informazioni finanziarie tratte dai rapporti trimestrali di Gap e Lululemon.

9. Nvidia (NVDA)

 

NVIDIA è un’azienda leader nel settore delle tecnologie informatiche, particolarmente nota per la produzione di schede grafiche ad alte prestazioni. Tuttavia, negli ultimi anni, NVIDIA ha ampliato il suo focus includendo anche l’intelligenza artificiale (IA) come uno dei pilastri principali della propria attività.

NVIDIA ha sviluppato una piattaforma di intelligenza artificiale chiamata NVIDIA AI, che offre una serie di strumenti e tecnologie per lo sviluppo e l’implementazione dell’IA. La piattaforma NVIDIA AI sfrutta la potenza di elaborazione delle sue schede grafiche (GPU) per accelerare il calcolo necessario per l’apprendimento automatico e l’elaborazione dei dati.

Le GPU NVIDIA sono diventate un componente chiave nelle infrastrutture di elaborazione per l’IA. Grazie alla loro elevata capacità di calcolo parallelo, le GPU sono in grado di accelerare l’addestramento e l’esecuzione di modelli di apprendimento automatico, consentendo un’elaborazione più rapida e scalabile dell’IA.

Inoltre, NVIDIA ha sviluppato un’architettura di elaborazione specificamente progettata per l’IA chiamata NVIDIA CUDA. CUDA permette agli sviluppatori di sfruttare la potenza delle GPU NVIDIA per eseguire compiti di IA in modo efficiente ed efficace.

NVIDIA offre anche soluzioni hardware specializzate per l’IA, come i suoi processori grafici Tensor Core, che forniscono un’accelerazione significativa per i calcoli di apprendimento automatico e l’elaborazione di grandi quantità di dati.

Oltre all’hardware, NVIDIA fornisce anche un’ampia gamma di software e framework per lo sviluppo di applicazioni di IA. Tra questi, il più noto è probabilmente NVIDIA CUDA Toolkit, un ambiente di sviluppo che include librerie e strumenti per l’elaborazione parallela e l’IA.

L’impiego di NVIDIA nell’IA non si limita solo all’hardware e al software. L’azienda ha investito anche nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie di IA, come ad esempio l’elaborazione del linguaggio naturale, la visione artificiale e la guida autonoma.

Complessivamente, NVIDIA è diventata un attore di rilievo nel campo dell’intelligenza artificiale, fornendo soluzioni hardware e software che consentono una maggiore potenza di calcolo e prestazioni per le applicazioni di IA. La loro tecnologia è ampiamente utilizzata in vari settori, tra cui l’industria automobilistica, la sanità, la finanza e la ricerca scientifica, per accelerare l’innovazione e lo sviluppo di soluzioni avanzate basate sull’IA.

Microcip NVDIA

Nvidia produce microchip ad alte prestazioni che alimentano software e servizi di intelligenza artificiale. A ottobre Nvidia ha annunciato che avrebbe ampliato la sua lunga collaborazione AI con Oracle. Come parte dell’accordo, Oracle utilizza l’intera piattaforma AI di Nvidia – chip, sistemi e software – nella sua Oracle Cloud Infrastructure, un concorrente di AWS di Amazon. L’obiettivo è ampliare l’accesso alle funzionalità AI per i clienti aziendali di Oracle e incoraggiare l’innovazione AI.

In un comunicato stampa, il fondatore di Nvidia ha descritto in questo modo la crescente domanda aziendale di piattaforme di intelligenza artificiale: “L’elaborazione accelerata e l’intelligenza artificiale sono fondamentali per affrontare l’aumento dei costi in ogni aspetto delle attività operative. Le aziende si rivolgono sempre più a strategie di intelligenza artificiale cloud-first che consentono uno sviluppo rapido e un’implementazione scalabile”.

10. Oracle (ORCL)

 

Oracle è un’azienda leader nel settore del software e dei servizi informatici, e sta investendo nell’intelligenza artificiale (IA) per offrire soluzioni avanzate ai suoi clienti.

Oracle ha sviluppato la piattaforma Oracle AI, che offre una serie di servizi e strumenti basati sull’IA per l’elaborazione dei dati, l’automazione dei processi e l’intelligenza aziendale. La piattaforma Oracle AI sfrutta l’apprendimento automatico, l’analisi dei dati e altre tecniche di IA per aiutare le aziende a trarre valore dai propri dati e a prendere decisioni più informate.

Un aspetto in cui Oracle applica l’IA è l’elaborazione del linguaggio naturale. La piattaforma Oracle AI fornisce servizi di comprensione e generazione del linguaggio naturale, consentendo alle aziende di analizzare e interagire con i testi in modo più intelligente. Questo può essere utilizzato per migliorare i motori di ricerca interni, automatizzare i processi di supporto clienti e molto altro.

Oracle applica anche l’IA nel settore della gestione dei dati e dell’analisi. La piattaforma Oracle AI offre strumenti di analisi dei dati avanzati che consentono alle aziende di scoprire pattern, tendenze e insight nascosti nei loro dati. Questo può aiutare le aziende a prendere decisioni più informate e a identificare opportunità di business.

Inoltre, Oracle utilizza l’IA per migliorare l’automazione dei processi aziendali. La piattaforma Oracle AI offre servizi di automazione robotica dei processi (RPA) che consentono alle aziende di automatizzare attività ripetitive e noiose, migliorando l’efficienza operativa e liberando le risorse umane per attività di maggior valore.

Oracle ha anche sviluppato soluzioni di intelligenza artificiale per settori specifici, come il settore sanitario, l’industria manifatturiera e l’agricoltura. Queste soluzioni offrono funzionalità diagnostica, ottimizzazione dei processi e previsione basate sull’IA per migliorare le operazioni in tali settori.

Complessivamente, Oracle sta investendo nell’intelligenza artificiale per offrire soluzioni avanzate ai suoi clienti in termini di analisi dei dati, gestione dei processi e automazione. L’IA svolge un ruolo chiave nella strategia di Oracle per aiutare le aziende a sfruttare i propri dati in modo più intelligente e a ottenere vantaggi competitivi.

Oracle fornisce infrastruttura, software e hardware per il cloud computing, inclusa Oracle Cloud Infrastructure compatibile con l’intelligenza artificiale. Come notato, la società ha recentemente ampliato la sua partnership con il produttore di chip Nvidia per espandere le capacità di intelligenza artificiale che offre ai clienti aziendali.

11. Palantir (PLTR)

 

Palantir gestisce piattaforme di data mining AI per agenzie governative e imprese. Gotham, la piattaforma governativa di Palantir, trova modelli in dati disparati in modo che i team di intelligence possano individuare e rispondere alle minacce terroristiche. Fonti non confermate affermano che Gotham ha avuto un ruolo nella cattura di Osama bin Laden nel 2011.

Le aziende utilizzano Palantir Foundry per ospitare, trasformare e manipolare i dati organizzativi per semplificare i processi e prendere decisioni migliori.

Palantir è diventata pubblica nel 2020 e ha recentemente riportato il suo primo trimestre redditizio (quarto trimestre 2022).

Cerchi azioni sottovalutate con un grande potenziale di rialzo? I migliori esperti di investimenti di Forbes condividono i nomi delle azioni con prezzi errati pronti a salire in questo rapporto esclusivo, 7 migliori azioni da acquistare ora. Clicca qui per scaricarlo prima che Wall Street si svegli al vero valore delle azioni.

12.Tesla (TSLA)

 

In mezzo al brusio di ChatGPT, il gestore del fondo Cathie Wood afferma che Tesla è il miglior titolo di intelligenza artificiale in circolazione. Wood ha sostenuto Tesla in un’intervista con Yahoo Finance all’inizio di febbraio.

Wood ritiene che le aziende che beneficeranno maggiormente della rivoluzione dell’IA siano quelle con enormi set di dati proprietari, esperienza nel settore e know-how in materia di intelligenza artificiale. Tesla spunta quelle caselle. Il produttore di veicoli elettrici dispone del più grande pool di dati di guida al mondo. Questi dati, combinati con il potere di modellazione dell’IA, possono essere utilizzati per lanciare e conquistare nuovi settori. In questo caso, i taxi autonomi sono in cima alla lista. (Si noti che la società Ark Invest di Wood possiede 4,6 milioni di azioni di Tesla, secondo i documenti SEC.)

 

AI ed ETF per l’apprendimento automatico

Se non vuoi investire in singoli titoli AI, puoi in alternativa investire in fondi negoziati in borsa (ETF) AI. Quattro fondi per la ricerca sono Global X Robotics & Artificial Intelligence ETF (BOTZ), ROBO Global Robotics & Automation ETF (ROBO), iShares Robotics and Artificial Intelligence Multisector ETF (IRBO) e ARK Autonomous Tech & Robotics ETF (ARKQ) .

1. BOTZ – Global X Robotics & Artificial Intelligence ETF 

 

Global X Robotics & Artificial Intelligence ETF   : a partire da febbraio, BOTZ detiene 43 azioni globali. Tutti sono posizionati per guadagni con l’aumento dell’adozione della robotica e dell’intelligenza artificiale. L’esposizione settoriale è principalmente nella tecnologia, nell’industria e nella sanità. Oltre il 40% delle partecipazioni sono società statunitensi, ma vi è anche un’esposizione a due cifre verso Giappone e Svizzera. BOTZ ha un rapporto di spesa dello 0,68%.

2. ROBO – Global Robotics & Automation ETF 

 

 

ROBO Global Robotics & Automation ETF (ROBO) possiede 80 azioni che stanno promuovendo la robotica e l’innovazione dell’intelligenza artificiale. La più grande partecipazione del fondo, Harmonic Drive Systems, comprende meno del 2,5% del portafoglio. Altre importanti partecipazioni includono IPG Photonics, Kardex Holding, Zebra Technologies e ServiceNow. L’expense ratio di ROBO è dello 0,98%.

3. IRBO – iShares Robotics and Artificial Intelligence Multisector ETF

 

iShares Robotics and Artificial Intelligence Multisector ETF   ( IRBO ) è il più diversificato di questi fondi AI con 118 partecipazioni a febbraio. Circa la metà sono aziende statunitensi, ma c’è anche un’esposizione a due cifre verso Cina e Giappone. Nessun singolo titolo costituisce più del 2% del portafoglio. Le dieci partecipazioni principali includono Spotify, Meta Platforms e Baidu. Il coefficiente di spesa di IRBO è un efficiente 0,47%.

4. ARCAQ – ARK Autonomous Tech & Robotics ETF 

 

Wood’s ARKQ investe da 30 a 50 aziende che sviluppano o supportano trasporti autonomi, robotica e automazione, stampa 3D, accumulo di energia ed esplorazione dello spazio. Le società statunitensi costituiscono quasi il 90% del fondo e Tesla è la prima holding. L’expense ratio è dello 0,75%.

In che modo le aziende utilizzano la tecnologia AI

Le aziende possono utilizzare l’intelligenza artificiale per trovare modelli in enormi set di dati. Da questi modelli, possono identificare opportunità per migliorare le esperienze e i risultati dei clienti, operare in modo più efficiente, sviluppare nuovi prodotti e servizi e vendere più prodotti e servizi esistenti.

A un livello più granulare, ci sono molti semplici usi dell’IA che potresti già sperimentare o a cui partecipi. Questi includono:

  1. Raccomandazioni dinamiche sui prodotti sui siti Web di e-commerce . I rivenditori online possono consigliare prodotti che probabilmente acquisterai personalmente. I consigli si basano sui dati che raccolgono mentre navighi sul loro sito web.
  2. Chatbot del servizio clienti . I chatbot basati sull’intelligenza artificiale possono interpretare le domande e accedere ai dati dietro le quinte per fornire una risposta originale e concisa.
  3. Marketing dei contenuti . Le aziende possono utilizzare l’intelligenza artificiale per progettare e implementare campagne di contenuti complesse per coinvolgere i clienti e promuovere le vendite.
  4. Analisi del sentimento . Le aziende possono monitorare molte fonti di dati, inclusi social media, feedback di sondaggi e registri del servizio clienti, per capire cosa pensano le persone dei loro marchi.
  5. Prezzi dinamici . In tempo reale, l’intelligenza artificiale può identificare i punti di prezzo più convenienti per i prodotti in base ai comportamenti di acquisto personali, all’ora del giorno, al dispositivo che stai utilizzando per navigare in un negozio online, ecc.
  6. Previsioni di vendita . L’intelligenza artificiale può prevedere le vendite in base ai dati dei clienti e alla composizione della spesa di marketing.
  7. Sicurezza informatica . Le società di carte di credito utilizzano l’intelligenza artificiale per identificare addebiti potenzialmente fraudolenti. I team di sicurezza informatica utilizzano anche l’intelligenza artificiale per analizzare i dati da molte fonti per dare priorità alle minacce, in modo da poter distribuire le risorse in modo efficiente.

I termini AI possono sembrare gergali e intimidatori. Non lasciare che questo ostacoli la tua ricerca sugli investimenti. Ecco una rapida rassegna di alcuni gerghi che incontrerai:

  1. L’intelligenza artificiale o AI è l’automazione di processi e attività che in precedenza erano svolti da esseri umani.
  2. L’apprendimento automatico o ML è un sottoinsieme dell’intelligenza artificiale. ML è la capacità dei computer di adattare e aggiornare i processi analizzando dati e statistiche.
  3. Le reti neurali sono algoritmi di intelligenza artificiale che i computer utilizzano per affrontare la risoluzione dei problemi come un cervello umano.
  4. Il deep learning è un sottoinsieme del machine learning ed è alimentato da strati di reti neurali. I modelli di deep learning, una volta addestrati, possono analizzare set di dati complessi senza intervento umano.
  5. Anche l’elaborazione del linguaggio naturale o PNL è un sottoinsieme dell’intelligenza artificiale. La PNL è la capacità dei computer di comprendere e generare il linguaggio umano.
  6. La scienza dei dati è la disciplina generale di organizzazione e analisi di enormi set di dati.
  7. L’intelligenza artificiale generativa si riferisce ad algoritmi in grado di creare nuovi contenuti. ChatGPT è un esempio di intelligenza artificiale generativa.
    Azioni AI per il 2023 e oltre

Il potenziale di vasta portata dell’IA è entusiasmante. Alcune delle più complesse applicazioni di data science potrebbero introdurre importanti cambiamenti nell’assistenza sanitaria, nella sicurezza informatica e nell’intelligence straniera. Tuttavia, le prestazioni deludenti di Google Bard e Bing ci ricordano che la tecnologia non è stata completamente perfezionata.

Se investi nell’intelligenza artificiale nel 2023, mantieni una visione a lungo termine con quelle partecipazioni. Sebbene l’intelligenza artificiale possa essere la prossima grande novità per generare enormi ricchezze nel mercato azionario, non accadrà domani. Concediti una tempistica di cinque anni e, come sempre con gli investimenti, sii pronto per un po’ di volatilità lungo il percorso.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.