Investire 50.000 euro in Poste Italiane: Gli investimenti più Redditizi

Gli investimenti postali rappresentano, da sempre, una scelta sicura di risparmio e investimento. Ciò ancor più nel periodo attuale, in cui si assiste ad una situazione economico-finanziaria particolarmente incerta. Il risparmio è divenuto infatti sempre più negli anni una priorità per l’italiano medio, che per questo ne sceglie le modalità in modo responsabile e consapevole.

Rispetto al passato, in cui con la lira si potevano avere rendimenti elevati oltre che sicuri, oggi Poste Italiane presenta guadagni decisamente inferiori, ma provenienti in ogni caso da investimenti garantiti e a lungo termine. Divenute sempre più un istituto di credito, le Poste presentano oggi le soluzioni migliori per tutti coloro che hanno un basso profilo di rischio e il timore di perdere anche parte dei loro risparmi. Valutando le varie opportunità a disposizione, è possibile capire anche come investire 50,000 euro in Poste Italiane, una cifra considerevole e in grado di portare i suoi frutti.

Perchè investire 50,000 euro in Poste Italiane?

Una somma di 50,000 euro è decisamente elevata, forse eccessiva per un investimento con Poste Italiane, ma è indubbiamente in grado di dare i suoi risultati. Questo perchè gran parte dei prodotti finanziari di Poste presentano degli interessi attivi irrisori, ma che su cifre importanti permettono di avere una crescita maggiore sul lungo periodo.

Quelli di Poste sono però investimenti sicuri, garantiti dallo Stato Italiano, adatti a tutte quelle persone che non possono permettersi di perdere neanche una piccola parte dei loro risparmi e che, al contrario, tendono a conservarli per creare rendite per il futuro o per spese d’emergenza.

Nonostante il rischio zero non esista, molti di questi investimenti aggirano infatti il pericolo di perdita, garantendo di conseguenza il deposito del proprio denaro. In ogni caso, vi sono anche soluzioni dedicate a profili di rischio più alti, come ad esempio i fondi comuni BancoPosta, che permettono guadagni proporzionati ai pericoli che presentano.

Investire 50.000 euro in Poste Italiane: Gli investimenti più Redditizi

3 soluzioni d’investimento Poste Italiane

Indipendentemente dalla loro tipologia, le soluzioni Poste garantiscono rendimenti costanti nel tempo, in misura diversa in base a 2 fattori direttamente proporzionali tra loro:

A causa di rendimenti scarsi e potenzialmente dannosi per i propri risparmi per la presenza di aliquote non agevolate, i libretti di risparmio non figurano tra le opportunità migliori per investire 50,000 in Poste Italiane. Sono però disponibili altri prodotti, da interessi e rischi variabili.

Buoni Fruttiferi Postali

Garantiti da Stato Italiano e gestiti da Cassa Depositi e Prestiti, i BFP hanno goduto di grande celebrità ai tempi della lira e, nonostante i rendimenti siano oggi decisamente minori, sono tornati in voga per soddisfare le crescenti vicissitudini di risparmio degli italiani.

Semplici da gestire, presentano un rischio estremamente ridotto e non subiscono oscillazioni con gli andamenti di mercato. A renderli ancor più interessanti è una tassazione agevolata al 12,5%.

Ne sono disponibili in 4 forme:

  • Ordinari, con scadenza massima a 20 anni, durante i quali il denaro versato maturerà interessi a seconda degli anni di deposito; i rendimenti crescenti vanno dallo 0,65% dai primi 5 anni al 2,85% al termine dei 20 anni
  • 3×4, con scadenza massima a 12 anni, che maturano interessi sul denaro versato in archi di 3 anni; con scadenze a 3, 6, 9 o 12 anni, i rendimenti crescenti vanno dallo 0,35% dai primi 3 anni al 2,25% al termine dei 12 anni
  • 3×2, con scadenza massima a 6 anni, che maturano interessi sul denaro versato in archi di 3 anni; con scadenze a 3 o 6 anni, i rendimenti crescenti vanno dallo 0,35% dai primi 3 anni all’1,50% al termine dei 6 anni
  • 3 anni plus, con scadenza unica a 3 anni, che maturano interessi solo al loro termine; i rendimenti sono fissi allo 0,40%

Obbligazioni

Titoli di credito emessi da società esterne a Poste Italiane, hanno durata limitata e garantiscono un rendimento per l’investitore alla loro restituzione. Possono riconoscere un interesse aggiuntivo basato sull’andamento dei mercati finanziari.

Le obbligazioni hanno i seguenti requisiti:

Emesse dalle principali banche nazionali e internazionali, sono disponibili 2 tipi di obbligazioni:

  • Plain Vanilla, riconoscono interessi crescenti o fissi alla scadenza o periodicamente
  • Strutturate, riconoscono un interesse fisso a scadenza o periodicamente con interesse aggiuntivo basato sull’andamento dei mercati

Fondi comuni

E’ possibile inoltre investire 50,000 euro in fondi BancoPosta: sono disponibili 30 fondi comuni mobiliari e governativi aperti italiani, con 12 strategie equilibrate e flessibili. Rispetto alle altre soluzioni, gli investimenti su questi fondi presentano fattori di rischio variabili, quindi non adatti a tutti i risparmiatori:

  • Primo, fondo di titoli governativi e societari, con crescita a breve termine contenuta e rischio minimo
  • Obbligazionario Euro, fondo di titoli di stato europei, con crescita moderata e rischio medio
  • Mix 1, fondo diversificato sui mercati azionari, con crescita moderata e rischio medio
  • Mix 2, fondo diversificato su azioni e obbligazioni, con crescita moderata e rischio medio
  • Mix 3, fondo diversificato su azioni e obbligazioni con particolare attenzione sulle prime, con crescita e rischi moderati
  • Focus Benessere 2024, fondo di titoli nel settore Benessere, che prevede la distribuzione annuale dei proventi, con crescita moderata e rischio medio
  • Selezione Attiva, fondo flessibile diversificato per ogni condizione di mercato, con crescita moderata e rischio medio
  • Orizzonte Reddito, fondo flessibile diversificato per ogni condizione di mercato, con crescita a medio termine e rischio moderati
  • Azionario Flessibile, fondo diversificato sui mercati azionari più sviluppati, con crescita a lungo termine e rischio elevati
  • Sviluppo Re-mix 2024, fondo azionario con accesso graduale ai mercati in sviluppo, con crescita e rischio moderati
  • Azionario Euro, fondo su titoli dei mercati azionari europei, con crescita a lungo termine e rischio molto elevati
  • Azionario Internazionale, fondo su titoli dei mercati azionari internazionali, con crescita a lungo termine e rischio molto elevati

Investire 50,000 euro in Poste Italiane, quale il modo migliore?

Come affermato in precedenza, 50,000 euro rappresentano una somma di media entità per qualsiasi categoria d’investimento, ma possono essere talvolta eccessivi per un investimento in Poste Italiane.

Investire 50,000 euro in Poste Italiane presenta però numerosi vantaggi:

  • Maggiore sicurezza in caso di perdita nelle soluzioni ad alto rischio
  • Rendimenti di dimensioni maggiori anche con interessi irrisori
  • Elevato deposito stabile e protetto

Proprio per tale ragione, le soluzioni offerte sono di investimento e risparmio, perchè permettono non solo di far crescere la propria rendita ma anche di mantenerla in caso di criticità: Stato Italiano e Cassa Depositi e Prestiti garantiscono una corretta gestione e salvaguardia del proprio denaro. Questo avviene con i Buoni Fruttiferi Postali e le obbligazioni di Poste, mentre gli investimenti in fondi comuni possono presentare rischi differenti, quindi differenti saranno anche le possibilità di guadagno e perdita: tali fondi appartengono a società terze.

A conti fatti, anche qualora si abbiano a disposizione 50,000 euro le varie proposte sono mirate ad ogni profilo di investitore, che sia esso timoroso di perdere le proprie finanze o che sia propenso al rischio pur di far fruttare i suoi risparmi. Ciò che conta è, come sempre, un’attenta e responsabile osservazione di ogni caratteristica degli investimenti che si desidera affrontare.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *